A Brescia sfida Active Sport-Canottieri Baldesio per il titolo regionale Wheelchair

Foto 1 - La formazione di Active Sport che ha conquistato la finale nei campionati regionali di tennis in carrozzina. Da sinistra: Alberto Saja, Edgar Scalvini e Ivano Boriva (capitano)

Brescia, 10 ottobre – Da una parte i padroni di casa dell’Active Sport, dall’altra i favoriti della vigilia della Canottieri Baldesio di Cremona. La prima giornata della nuova Final Four dei campionati regionali lombardi di tennis in carrozzina ha confermato i pronostici, consegnando un posto in finale alle due formazioni più attrezzate. A Brescia, sui campi di via Signorini del Tennis Forza e Costanza, è stato un sabato lungo e intenso, con due semifinali decise solamente al doppio, dopo l’1-1 dei singolari. La più combattuta si è giocata sul Campo 5, dove il team di Active Sport si è imposto sui “cugini” della Special Bergamo Sport, per la gioia dei tanti atleti accorsi a sostenere i compagni. Il primo punto di giornata l’ha firmato Edgar Scalvini, obbligato agli straordinari da Erick Trovesi. Il bresciano sembrava avere il match in pugno quando dopo aver vinto il primo set ha avuto a disposizione la chance di portarsi sul 3-0 nel secondo, ma da quel momento in poi il rivale ha limitato gli errori ed è tornato prepotentemente nel match, trascinandolo al terzo set (sostituito nella competizione da un long tie-break a 10 punti). Lì Scalvini non ha fatto scherzi, ha riorganizzato le idee e ha dominato fino al 6-4 3-6 10/4 finale, siglando l’1-0. Un vantaggio che però non è durato a lungo, perché nel secondo singolare un Alberto Saja sottotono non è riuscito a dar seguito agli ottimi risultati delle ultime settimane, arrendendosi in due set alla freschezza e alla rapidità di un ottimo Paolo Cancelli, a segno per 6-3 6-4.

A decidere la sfida è stato quindi il doppio: Active ha deciso di affiancare a Scalvini l’enorme esperienza di capitan Ivano Boriva, mentre i bergamaschi hanno puntato su Trovesi e su Michele Mordenti, lasciando fuori a sorpresa Cancelli. Una scelta che non ha pagato: la coppia bresciana ha mostrato da subito un miglior feeling e nei punti decisivi ha fatto la differenza, chiudendo per 6-4 6-2 e conquistando la finale. Se la giocheranno domenica mattina contro la Canottieri Baldesio, a segno per 2-1 sull’Osha-Asp di Como. La sfida si era aperta a favore dei comaschi, grazie al successo di Diego Amadori su Dario Benazzi (6-4 6-1), ma poi è arrivata l’ora di Giovanni Zeni, e l’incontro ha cambiato volto. L’esperto giocatore lombardo, numero 8 della classifica nazionale, prima ha lasciato un solo game a Mauro Curioni, e poi ha spalleggiato Benazzi nel successo in doppio su Amadori/Curioni. Decisivo il primo set: Zeni e Benazzi l’hanno vinto al tie-break e poi hanno dominato il secondo, chiudendo con il punteggio di 7-6 6-2. Domenica, a partire dalle 9, saranno loro i favoriti per conquistare la corona regionale. Ma Active Sport, anche in virtù di una panchina lunga, ha tutte le carte in regola per puntare al bottino pieno.

RISULTATI
Semifinali campionato regionale a squadre tennis in carrozzina

Active Sport b. Special Bergamo Sport 2-1
Edgar Scalvini (A) b. Erick Trovesi (S) 6-4 3-6 10/4, Paolo Cancelli (S) b. Alberto Saja (A) 6-3 6-4, Boriva/Scalvini (A) b. Mordenti/Trovesi (S) 6-4 6-2.

Canottieri Baldesio Cremona b. Osha-Asp Como 2-1
Diego Amadori (O) b. Dario Benazzi (C) 6-4 6-1, Giovanni Zeni (C) b. Mauro Curioni (O) 6-1 6-0, Benazzi/Zeni (C) b. Amadori/Curioni (O) 7-6 6-2.

Area download immagini

Tags:

Questo sito è full responsive ed è correttamente visualizzabile su ogni dispositivo. Computer, smartphone e tablet di ogni misura...