Archivio Autore

Trofeo Banca Generali, 13 italiani al secondo turno di quali



Bergamo, 16 maggio 2015 – Chissà che la cifra non porti bene. Sono tredici gli italiani promossi al secondo turno delle qualificazioni del Futures del Tc Bergamo – Trofeo Banca Generali. In una giornata filata via liscia, nonostante la minaccia maltempo del giorno prima, la miglior prestazione è giunta dal 24enne romano Lorenzo Abbruciati, capace di eliminare al tie-break del terzo parziale il francese Alexandre Muller. È stato uno dei due match che hanno visto l’approdo dei protagonisti al terzo set, mentre tutti gli altri si sono conclusi in due, pure piuttosto rapidamente. Tra i bergamaschi, Pietro Alberti ha dovuto lasciare strada a Grazioso, mentre Leonardo Maffeis aveva dato forfait ancora prima di cominciare. Così l’unico rimasto in gara nel tabellone cadetto è Jordan Angioletti, componente del team di serie A2 del circolo di via Pietro Ruggeri, che ha approfittato del ritiro del transalpino Groll, costretto al rientro in patria da un problema familiare. Tra gli altri, avanti senza problemi il milanese Alessandro Petrone, che non ha concesso nemmeno un game al cileno Fuenzalida. Nel turno decisivo, in programma domani a partire dalle ore 10.30 su tre campi, ci sono dunque ben cinque derby tricolori, che assicureranno altrettanti ingressi nel main draw a una pattuglia già numerosa, composta da 14 elementi. Da tenere d’occhio in particolare Pietro Rondoni e Simone Roncalli.

Il tabellone colorato d’azzurro (che sarà sorteggiato domani) non è altro che una conferma per quello che, nelle ultime stagioni, è diventato un torneo particolarmente fortunato per i nostri colori. Basta citare il titolo colto nel 2011 da Stefano Travaglia, da lunedì a caccia del bis, o ancora quello di Luca Vanni (oggi top 100) l’anno successivo. Nel 2013 finì sul gradino più alto del podio Matteo Trevisan, ex numero 1 al mondo under 18, presente anche stavolta per cercare la doppietta. E infine, dodici mesi fa, fu il bustese Roberto Marcora a centrare il bottino pieno. Il nome su cui puntare per l’edizione numero 7 pare quello di Federico Gaio, 23enne faentino in grande crescita. Ma, come sempre, bisognerà fare attenzione a chi arriva dalle retrovie.

RISULTATI

QUALIFICAZIONI – 1° TURNO: Rondoni (Ita) bye, Rakotomalala (Fra) b. Schena (Ita) 6-1 6-4, Della Tommasina (Ita) bye, Roncalli (Ita) b. Terreni (Ita) 6-0 6-2, Angioletti (Ita) b. Groll (Fra) ritiro, Merone (Ita) b. De Pasquale (Ita) 6-2 6-3, Polmans (Aus) b. Zhuk (Blr) 6-2 6-0, Stefanini (Ita) b. Chiurulli (Ita) 6-3 6-2, Petrone (Ita) b. Fuenzalida (Chi) 6-0 6-0, Moncagatto (Ita) b. Martini (Ita) 6-3 6-1, Maiga (Svi) b. Rossi (Ita) 6-0 6-3, Galoppini (Ita) b. Obino (Ita) 6-4 6-1, Abbruciati (Ita) b. Muller (Fra) 6-3 4-6 7-6, Grazioso (Ita) b. Alberti (Ita) 6-3 6-2, Rizzuti (Ita) b. Virgili (Ita) 6-3 5-7 6-1, Vavassori (Ita) b. Boccaccini (Ita) 6-0 6-0.

Entrata gratuita dall’inizio alla fine del torneo. Livescore su www.itftennis.com

Leggi Tutto

Trofeo Bonfiglio: Mora e Stefanini partenza sprint in quali



Milano, 16 maggio 2015 – 64 match in 10 ore e su 15 campi (12 al Tc Milano Bonaccosa e 3 allo Sporting Club Milano 2 di Segrate). Così è cominciata l’edizione n.56 del Trofeo Bonfiglio, con un brivido legato al maltempo e alle condizioni dei campi del Tc Milano Alberto Bonacossa. Che però hanno retto alla grande la pioggia caduta sulla città nella notte di venerdì. E così i primi turni sono scesi in campo regolarmente, con 29 italiani nel draw maschile e 44 italiane in quello femminile. Diversi i match tirati, causa di un programma allungato e ancora non terminato, con le principali teste di serie del tabellone maschile a sudarsi un passaggio del turno per nulla scontato. A impressionare molto, tra i 126 scesi in campo (l’azzurra Martina Lo Pumo ha superato il turno senza giocare visto il passaggio diretto nel main draw dell’ucraina Katarina Zavatska), è stata la russa Marta Paigina, spilungona russa classe 1999 in gara grazie a una wild card: a far le spese del suo tennis pesantissimo e dei suoi centimetri è stata l’altoatesina Vera Ploner, il cui gioco mancino non è riuscito ad andare oltre il 6-2 6-2 finale, sopraffatto dalla profondità e dalle geometrie della russa. Tra i maschi, buoni segnali dal bergamasco Filippo Mora e dal suo stilisticamente impeccabile rovescio a una mano: il lombardo ha vinto in tre set dopo aver rimontato ripetuti svantaggi nel primo parziale (poi chiuso al tie-break) e senza subire i contraccolpi di un secondo set perso per 6 giochi a 3 (7-6 3-6 6-1 il finale). Domenica 17 maggio, a partire dalle ore 9, spazio al doppio turno per determinare i 16 qualificati.

Ma di primi turni ci sono già anche quelli dei tabelloni principali, sorteggiati elettronicamente nel pomeriggio di sabato. Parlando d’Italia, è andata meglio ai ragazzi, perché l’urna ‘rosa’ non ci è andata leggera: soprattutto con Bianca Turati, una delle azzurre più attese alla vigilia e con una wild card da poter sfruttare. Proprio alla 17enne brianzola, che a inizio 2015 ha già messo in bacheca i tornei di Salsomaggiore e Cap d’Ail (Francia), toccherà l’inglesina Katie Swan, testa di serie n.3 del torneo. Match duro anche per la toscana Jessica Pieri, che affronterà la russa Sofya Zhuk, stellina in miniatura plasmata a immagine e somiglianza di Maria Sharapova. Accoppiamento ostico, certo, ma c’è da dire che nell’ultimo scontro diretto – qualche giorno fa a Santa Croce – l’azzurra ha prevalso per 7-6 7-5 prima di concludere il suo percorso da finalista. I ragazzi invece evitano le prime 4 teste di serie, con i turni più complessi per le wild card Manfred Fellin (opposto al francese Corentin Denolly, n.5 del seeding) e Samuele Ramazzotti (contro il vietnamita Nam Hoang Ly, testa di serie n.8). A conti fatti, in attesa del doppio turno di domani e dei conseguenti verdetti delle qualificazioni, sono 22 gli italiani già certi di un posto nei main draw, 11 per tabellone.

Qualificazioni: tabellone maschile, primo turno

V. Cheruku (IND) [16] b. G. Tresca (ITA) 6-1 7-5, D. Shapovalov (CAN) [5] b. A.G. Ciurletti (ITA) 7-5 6-3, B. Britez (PAR) b. J. Small (USA) 6-3 2-6 6-4, A. Popyrin (AUS) b. N. Rossi (ITA) [WC] 6-2 6-1, F. Bertuccioli (ITA) b. S. Saidkarimov (UZB) [10] 6-3 6-1, L. Giacomini (ITA) b. U. Humbert (FRA) [6] 6-4 6-2, L. Koelle (BRA) b. G. Bosio (ITA) [WC] 6-0 7-6(2), S. Reitano (ITA) b. J. Wojcik (USA) 7-5 6-0, G.A. Olivieri (ARG) [14] b. A. Fossati (ITA) 6-3 6-1, E. Vasa (FIN) [3] b. F. Meligeni Rodrigues Alves (BRA) 4-6 6-3 6-2, N. Perrone (USA) b. N. Crespi (ITA) [WC] 6-2 6-3, C. Bittoun Kouzmine (FRA) b. A. Zanetti (ITA) 6-1 6-1, P. Matuszewski (POL) [12] b. M. Bedolo (ITA) 6-7(3) 6-3 7-5, S. Riffice (USA) [4] b. A. Bessire (ITA) 6-0 6-3, R.J. Storrie (GBR) b. M. Delebois (ITA) [WC] 6-2 6-1, T.M. Etcheverry (ARG) b. E. Dalla Valle (ITA) 7-6(2) 6-0, M. Mol (POL) b. C. Scandroglio (ITA) [WC] 6-2 6-3, A. Guerrieri (ITA) b. B. Thomson (IRL) [13] 6-3 6-2, L. Caruana (USA) [8] b. D. Colla (ITA) [WC] 6-1 6-1, R. Balzerani (ITA) b. C. De La Bassetiere (FRA) 6-4 6-2, F. Mora (ITA) b. A. Canter (GBR) [7] 7-6(3) 3-6 6-1, D. Nolan (AUS) [2] b. A. Coppini (ITA) 6-3 2-6 6-0, G. Roveri Sidney (BRA) [1] b. L. Dell’Ospedale (ITA) 7-6(1) 6-3.

Da concludere in serata: G. Oradini (ITA) – V. Kirkov (USA) [15], B. Gojo (CRO) – L. Boveri (ITA) [WC], J.C.M.Aguilar (BOL) – L. Zacconi (ITA), A. Weis (ITA) – L.Y.R. Lin (TPE) [9], M. Merli (ITA) [WC] – T. Bryde (USA), E. Benchetrit (FRA) – T. Ruehl (GER), M. De Rossi (SMR) – M. Tinelli (ITA), M. Gjomarkaj (ITA) – C. Taberner (ESP) [11], L. Massimo (ITA) – M. Martinez (SUI).

Qualificazioni: tabellone femminile, primo turno

P. Udvardy (HUN) [1] b. C. Ciaccia (ITA) 6-3 6-1, S. Chinellato (ITA) b. M. Presot (ITA) 6-3 6-1, L. Kung (SUI) b. C. Bordo (ITA) [WC] 6-0 6-3, C. Lommer (USA) b. F.J. Gardella (ITA) [15] 6-2 7-5, C. Bucsa (ESP) [3] b. C. Gai (ITA) 6-2 6-4, E. Lioi (ITA) b. M. Pratesi (ITA) 6-1 6-4, G. Peoni (ITA) b. A. Ripamonti (ITA) 6-1 6-1, A.A. Rosca (ROU) [10] b. V. Mariotto (ITA) 6-0 6-0, S. Ma (CHN) [4] b. I. Tcherkes Zade (ITA) 6-3 6-1, A. Rushiti (SUI) b. A. Curci (ITA) [WC] 6-7(8) 6-1 6-2, M. Paigina (RUS) [WC] b. V. Ploner (ITA) 6-2 6-2, L. Stefanini (ITA) [12] b. M.A. Scotti (ITA) 6-1 6-4, J. Crivelletto (SUI) [13] b. I. Lavino (ITA) 6-4 6-1, E. Chiesa (ITA) b. C. Scremin (ITA) [WC] 7-5 6-2, V. Urelli Rinaldi (ITA) b. C. Negrini (ITA) 6-0 5-7 6-1, H. Arakawa (JPN) [6] b. E. Visentin (ITA) 6-4 7-5, L. Bronzetti (ITA) b. S. Bandecchi (SUI) 5-7 7-6(3) 6-4, C. Abbate (ITA) b. G. La Rocca (ITA) 6-3 1-6 6-3, E. Ganga (ARG) [9] b. M.L. Molesini (ITA) 6-1 6-1, P. Hon (AUS) [7] b. I. Di Carlo (ITA) 6-2 6-4, N.T. Pafundi (USA) b. M. Gobetti (ITA) 7-6(3) 6-3, M. Zanatta (ITA) b. G. Leali (ITA) 6-2 6-0, M. Bjorklund (SWE) [11] b. C. Romito (ITA) [WC] 6-0 6-0, J. Lewis (NZL) [5] b. A. Carlone (ITA) 6-4 6-3, L. Piccinetti (ITA) [WC] b. C. Merico (SUI) 4-6 7-6(0) 6-1, G. Turconi (ITA) b. D. Simonetti (ITA) 6-2 6-1, R. Johanson (CAN) [14] b. A. D’Auria (ITA) 6-3 6-2, E. Babic (CRO) b. F. Sema (ITA) 4-6 6-1 6-1, B. Ivaldi (ITA) b. F. Mordegan (ITA) [8 – WC] 7-5 6-0, C. Catini (ITA) b. A. Simonelli (ITA) [16] 3-6 7-6(5) 6-2, V. Verzoletto (ITA) b. F. Gaida (ITA) [WC] 6-4 1-6 6-3 K. Zavatska (UKR) [2] direttamente al main draw, M. Lo Pumo (ITA) al 2° turno di qualificazioni.

COME SEGUIRE IL BONFIGLIO – I risultati in diretta del Trofeo Bonfiglio 2015 su Tennis-Ticker, applicazione per smartphone (Apple e Android) che consentirà di seguire i match punto per punto. Per maggiori informazioni www.tennis-ticker.com e www.tcmbonacossa.it. Aggiornamenti, foto e commenti su Facebook e Twitter (account ufficiali del Tc Milano A. Bonacossa). È possibile partecipare con l’hashtag #TrofeoBonfiglio.

COME ARRIVARE AL TCM BONACOSSA – Con i mezzi pubblici: tram 1, 14, 19 e 33 (fermata Piazza Firenze) oppure autobus 43, 48, 57, 69, 78, 90, 91, 163. In metropolitana, con la linea M5 (lilla) fermate Portello o Domodossola (5-10 min. a piedi). In auto, dalle tangenziali milanesi prendere l’uscita Certosa, seguire per il centro e imboccare la circonvallazione su Viale Monte Ceneri (cavalcavia della Ghisolfa) fino a via Arimondi.

Leggi Tutto

Ro.Ma. Sport, una giornata con Novak Djokovic



Brusaporto, 16 maggio 2015 – Dalla finale del Masters 1000 del Foro Italico di Roma all’Expo di Milano. Ma senza staccarsi dalla racchetta. Il numero 1 del mondo Novak Djokovic sarà in visita lunedì 18 maggio all’esposizione universale per presentare una linea di prodotti ispirata alla dieta che – a suo dire – lo ha aiutato in maniera determinante ad arrivare in cima al mondo. Ma la giornata sarà speciale anche per un altro motivo: Nole, infatti, palleggerà con alcuni ragazzi su un campo allestito ad hoc per l’occasione in Piazza Città di Lombardia, davanti al nuovo Palazzo della Regione. I 14 scelti per l’occasione sono i bergamaschi che hanno vinto la Coppa delle Province under 12, la manifestazione regionale più importante nella categoria. E in mezzo a loro ci sono due rappresentanti del circolo di Brusaporto, uno dei tre gestiti da Ro.Ma. Sport: Matteo Castellazzi e Vanessa Gherardi, nati rispettivamente nel 2004 e nel 2006. “Quando è arrivata la notizia dell’arrivo di Djokovic a Milano – spiega il segretario del Comitato regionale Enzo De Palo – ho pensato che sarebbe stato giusto coinvolgere i ragazzi più forti, quelli che hanno dimostrato negli ultimi tempi di avere una marcia in più. E chi meglio di quelli di Bergamo, che si sono appena imposti nel torneo regionale?”.

“È stata – spiega il capitano del team Roberto Manenti, maestro e fondatore di Ro.Ma. Sport – una bellissima sorpresa, che sicuramente farà la felicità di tutti i nostri ragazzi. Credo che sia il miglior premio che ci si potesse augurare, e sarà una giornata che resterà nella memoria dei protagonisti”. Oltre allo stesso Roberto Manenti e ad Alessandra Gandossi (l’altra capitana), saranno in campo Federico Scotuzzi, Marco Foglieni, Matteo Castellazzi, Eleonora Carrara, Beatrice Martinelli, Alessandra Brembilla Sartirani, Alessandro Moroni, Leonardo Borrelli, Sofia Maffeis, Serena Paris, Andrea Zanda, Niccolò Scotuzzi, Alice Benaglia e Vanessa Gherardi. Che hanno avuto il merito di dominare l’edizione 2015 della Coppa delle Province, battendo in finale la selezione di Milano col punteggio di 6-3. Ora li attende una giornata che, probabilmente, ricorderanno per tutta la vita, e che dovrà diventare uno stimolo per lavorare ancora di più e ancora meglio in futuro.

RO.MA. SPORT – DAL 2005 AL SERVIZIO DEI GIOVANI

Ro.Ma. Sport è un’Associazione sportiva dilettantistica nata nel 2005 da un’idea del maestro Roberto Manenti per la valorizzazione delle strutture sportive e per la conseguente promozione di tutti gli sport, dal tennis al calcio passando per altre discipline. Dal 2006, Ro.Ma. Sport gestisce il Centro comunale di Brusaporto, a cui di recente si sono aggiunti quelli di Costa di Mezzate e San Paolo d’Argon. Tutti rivolgono una particolare attenzione al tennis. Tra i soci, dal 2008, c’è Stefano Vitale, che ha subito voluto portare avanti progetti importanti quali quello della Future Talent, società che ha aiutato tanti giovani emergenti a farsi largo nel panorama internazionale, prima di essere inglobata da Ro.Ma. Sport nel 2015. Un’altra entrata recente nella società è quella di Simone Padoin, calciatore della Juventus e grande appassionato di tennis.

Leggi Tutto

Trofeo Banca Generali, domani si parte con le qualificazioni



Bergamo, 15 maggio 2015 – Scatta domani l’edizione numero 7 del Futures da 10 mila dollari del Tc Bergamo – Trofeo Banca Generali, che torna con la novità dell’intitolazione alla memoria di Mario Longoni, indimenticato presidente del Tc Curno. Un’edizione che parte con diversi motivi di interesse. Su tutti, cercare di capire se la recente crescita di Federico Gaio sarà confermata. Il 23enne faentino è reduce dalla buona prestazione negli Internazionali d’Italia di Roma, dove è entrato nel tabellone principale prendendosi una wild card partendo dalle pre-qualificazioni, dove ha fatto fuori al turno decisivo la promessa Gianluigi Quinzi. Gaio ha poi perso, ma disputando un match più che onorevole, contro l’argentino Leonardo Mayer, numero 25 al mondo. E a Bergamo sarà il numero 1 di un tabellone che, seguendo l’attuale entry list, sarà uno dei migliori dell’intera stagione italiana. Sì perché alle spalle del romagnolo ci sono il tedesco Nils Langer e gli altri azzurri Stefano Travaglia e Gianluca Naso, pure loro meritevoli di un capitolo speciale.

Travaglia ha vinto questo torneo nel 2011, l’anno che poi lo vide incappare in uno sfortunato incidente casalingo che gli è costato un lungo stop. Ora il 23enne marchigiano si è ripreso e punta a salire, anche se la stagione fin qui non è andata secondo le attese. Per contro, il trapanese Gianluca Naso sta vivendo una delle sue migliori annate, con cinque titoli Futures all’attivo in meno di cinque mesi. Un percorso che somiglia molto a quello del Vanni 2014 (altro vincitore del Futures, nel 2012), e che lancia il 28enne siciliano verso una seconda parte di stagione che dovrebbe regalargli un bel salto nel ranking. Le wild card della Fit per il main draw sono andate a due promesse: Filippo Baldi e Matteo Berrettini, mentre l’orobico Gianluca Bergomi è stato invitato dagli organizzatori. Nelle qualificazioni, da domani, anche i bergamaschi Angioletti, Alberti e Maffeis. Per il doppio, infine, una wild card decisamente particolare: è andata alla coppia vincitrice del torneo Tpra riservato agli amatori, composta dai fratelli Antonio ed Ermanno Viscardi, rispettivamente 57 e 54 anni. Per loro, grandi appassionati di tennis e sponsor del team di A2 del circolo di via Ruggeri, una prima da ‘pro’ che non passerà inosservata.

ENTRY LIST

Federico Gaio (Ita, 267), Nils Langer (Ger, 273), Stefano Travaglia (Ita, 288), Gianluca Naso (Ita, 308), Andriej Kapas (Pol, 326), Jose Pereira (Bra, 330), Salvatore Caruso (Ita, 380), Omar Giacalone (Ita, 412), Florian Fallert (Ger, 416), Matteo Trevisan (Ita, 426), Mateo Nicolas Martinez (Arg, 428), Mats Moraing (Ger, 461), Alessandro Bega (Ita, 499), Nicola Ghedin (Ita, 513), Kevin Krawietz (Ger, 516), Alexandre Sidorenko (Fra, 578), Riccardo Bonadio (Ita, 762), Lorenzo Sonego (Ita, 768), Giulio Torroni (Ita, 820), Filippo Baldi (Ita, 833), Davide Della Tommasina (Ita, 861), Markos Kalovelonis (Rus, 923), Teri Groll (Fra, 944).

Entrata gratuita dall’inizio alla fine del torneo. Livescore su www.itftennis.com

Leggi Tutto

Trofeo Bonfiglio: stranieri favoriti, l’Italia parte da dietro



Milano, 15 maggio 2015 – Stranieri strafavoriti. Questa sembra l’indicazione lanciata dalle entry list del Trofeo Bonfiglio 2015, in campo da domani, sabato 16 maggio, con le qualificazioni (da lunedì 18 il tabellone principale). Ma se è vero che i più quotati vengono da Brasile, Stati Uniti, Russia ed estremo oriente, è altrettanto vero che le sorprese a livello giovanile sono sempre in agguato. Motivo per cui l’Italia, pur partendo dalle retrovie, con soli quattro giocatori ammessi di diritto nei due tabelloni principali (Bonacia e Pellegrino tra i maschi, Samsonova e Torelli tra le ragazze), può sperare in qualche colpaccio. Partendo proprio dal comparto maschile, il 2015 azzurro al Tc Milano Alberto Bonacossa fa appunto affidamento sul romano Federico Bonacia, attualmente n.63 del ranking mondiale, e sul pugliese Andrea Pellegrino. Quest’ultimo, 18enne di Bisceglie, ha già dimostrato un buon feeling con Milano, visto che nel 2013 vinse il Torneo Avvenire del Tc Ambrosiano, una delle manifestazioni internazionali più importanti del panorama Under 16 (in campo al ‘Bonfiglio’ anche la vincitrice femminile di quell’edizione dell’Avvenire, la russa Sofya Zhuk). Quello di Pellegrino è un tennis vario, ricco di discese a rete, smorzate e colpi a effetto, un gioco che si poggia comunque sulle basi di un solido servizio dall’alto del suo metro e 80 abbondante.

In campo femminile invece, tra le ammesse di diritto al 5° Slam junior dell’anno, ci sono Beatrice Torelli e Ludmilla Samsonova. Quest’ultima, russa di nascita ma italianissima di passaporto e di cultura (si è trasferita all’età di due anni prima in Val d’Aosta poi in Liguria), si allena a Bordighera con il Team di Riccardo Piatti ed è una giocatrice potente, capace di spingere da fondo e di andare a cercare la soluzione vincente in molti frangenti. Arma che, spesso, si rivela a doppio taglio. Il poker azzurro andrà comunque a rimpolparsi con il lotto delle wild card, ancora non tutte assegnate. Tra quelle sicure, spiccano due nomi, uno per tabellone: Gianmarco Moroni e Bianca Turati. Il primo è romano, l’altra brianzola: in comune hanno la base d’allenamenti (sempre a Bordighera con il Piatti Team) e un inizio di 2015 assolutamente positivo. Positivo e a braccetto, visto che i due successi più significativi li hanno colti nelle stesse settimane e negli stessi eventi: prima con il prestigioso torneo giovanile di Cap d’Ail, in aprile in Costa Azzurra, e poi con il sigillo a Salsomaggiore, altro classico del calendario Under 18 internazionale. Insomma, l’Italia parte a fare spenti, ma la materia prima per brillare di luce propria non le manca. Domenica 24 le finali di singolare (sempre ingresso gratuito).

COME SEGUIRE IL BONFIGLIO – I risultati in diretta del Trofeo Bonfiglio 2015 su Tennis-Ticker, applicazione per smartphone (Apple e Android) che consentirà di seguire i match punto per punto. Per maggiori informazioni www.tennis-ticker.com e www.tcmbonacossa.it. Aggiornamenti, foto e commenti su Facebook e Twitter (account ufficiali del Tc Milano A. Bonacossa). È possibile partecipare con l’hashtag #TrofeoBonfiglio.

COME ARRIVARE AL TCM BONACOSSA – Con i mezzi pubblici: tram 1, 14, 19 e 33 (fermata Piazza Firenze) oppure autobus 43, 48, 57, 69, 78, 90, 91, 163. In metropolitana, con la linea M5 (lilla) fermate Portello o Domodossola (5-10 min. a piedi). In auto, dalle tangenziali milanesi prendere l’uscita Certosa, seguire per il centro e imboccare la circonvallazione su Viale Monte Ceneri (cavalcavia della Ghisolfa) fino a via Arimondi.

Leggi Tutto

La Canottieri Adda di Lodi abbraccia il tennis internazionale



Lodi, 14 maggio 2015 – La Canottieri Adda ha compiuto il grande passo. Dopo aver organizzato per tre anni uno degli Open nazionali più apprezzati, la prestigiosa società lodigiana entrerà nella cartina tricolore del circuito internazionale, con un torneo Futures da 10 mila dollari di montepremi. Significa professionisti da tutto il mondo e punti Atp in palio, sinonimi di grande spettacolo. Uno spettacolo offerto per otto giorni a un pubblico che ha mostrato grande interesse per le scorse manifestazioni. Interessante anche la collocazione del torneo: dal 30 maggio al 6 giugno, nel periodo più ricco di tennis in Lombardia. A livello Futures ci saranno ben quattro tornei in serie: prima Bergamo, poi Lecco, quindi Lodi e a chiudere di nuovo Bergamo. E dei quattro, l’appuntamento più ricco sarà quello della Canottieri, che al montepremi abbina anche l’ospitalità ai giocatori, spesso determinante a certi livelli. Per questo, in riva all’Adda sono attesi tanti giocatori importanti, fra i quali anche i due finalisti dell’Open 2014: il laziale Giulio Di Meo e il bresciano Alberto Brizzi. “Sono stati proprio i giocatori degli anni scorsi – spiega Massimo Garati, consigliere del club e anima del torneo – ad averci esortato a salire di livello, sorpresi dalla qualità della nostra organizzazione. Dopo tre anni di rodaggio ora siamo pronti, la macchina organizzativa si sta muovendo da gennaio”.

Restano una quindicina di giorni, per rifinire gli ultimi dettagli del Futures e delle tante iniziative collaterali in cantiere, fondamentali per ogni torneo che si rispetti. “L’intenzione – prosegue Garati – è creare un evento a 360°, che possa avvicinare al tennis anche le persone che lo conoscono meno, così da aprire la manifestazione alla città. Per questo, nel primo week-end sono già previste una sfilata di moda e un torneo di beach tennis, ma arriveranno altri appuntamenti”. Tornando al tennis: sabato 30 e domenica 31 le qualificazioni, che promuoveranno otto giocatori nel tabellone principale, al via lunedì con 32 partecipanti. Previsto anche il torneo di doppio, con 16 coppie. Attesi giocatori di livello ma anche giovani interessanti in chiave futura. A loro la priorità nelle wild card, gli inviti offerti dall’organizzazione: due per il tabellone principale e due per le qualificazioni. “In accordo con il direttore del torneo Marco Danelli (ex ‘pro’ ora maestro alla Canottieri, ndr), l’intenzione è quella di agevolare i potenziali campioni del futuro”. Al pubblico la possibilità di osservarli dalla mattina alla sera. “Teniamo molto alla sessione serale, per valorizzare a pieno l’evento. Sarà una delle nostre priorità”.

L’ITF SBARCA ALLA CANOTTIERI ADDA 1891, A LODI DA OLTRE UN SECOLO

Nata alla fine dell’800, la Società Canottieri Adda è rimasta esclusiva dei rematori fino agli Anni ’60 quando furono costruiti i campi da tennis, i campi da calcio, quelli da volley e le piscine. Attualmente le strutture si estendono su un’area di oltre 40mila metri quadrati e i soci sono addirittura 4.000. Negli ultimi anni è in forte crescita l’attenzione per le racchette, con una commissione apposita pronta a promuovere iniziative (tornei gialli, rodei, manifestazioni) e a organizzare eventi. I soci-tennisti sono circa trecento mentre i campi a disposizione sono tre, tutti in terra battuta.

Leggi Tutto

Paddle, i Pupillo del Tc Le Molette in finale al Foro Italico



Roma, 14 maggio 2015 – Roma in queste settimane non è solo Masters 1000. E a farsi notare nell’altro evento, il torneo Internazionale di paddle, c’era anche il Tennis Club Le Molette, capace di emergere in un appuntamento che ha visto al via 100 coppie maschili e 25 femminili. Sono arrivati in finale i fratelli Stefano e Alessandro Pupillo, tra le migliori coppie italiane, teste di serie numero 8 del tabellone, che hanno ceduto nel match decisivo a Giuseppe Sinisi e Manuel Restivo. Ex tennisti di seconda e terza categoria, hanno cominciato a dedicarsi al paddle nel 2009, e sono diventati in questi anni autentici elementi trainanti per il successo dell’intero movimento, che ha nel Tc Le Molette uno dei principali punti di riferimento, a Roma e non solo. Rispettivamente funzionario della Protezione Civile Nazionale e avvocato, nei primi anni Stefano e Alessandro sono andati spesso a Bologna, per confrontarsi con un’altra delle principali realtà italiane di questa disciplina. E sarà proprio il Tc Aeroporto l’avversario d’esordio della formazione romana per le fasi conclusive della prima edizione della Serie A, in programma al Foro Italico nel weekend, con le finali previste sabato alle ore 17. I fratelli Pupillo guidano la rosa del Tc Le Molette insieme a Isidoro Spanò, Gian Marco Toccini, Fabrizio Anticoli, Davide Verde, Saverio Palmieri, Roberto Agnini, Sebastiano Sorisio, Saverio Spanò, Beatrice Campagna, Sandra Serpolli, Laura Boni, Chiara Catini e Marta Napoli. Gli altri quarti vedono il Tc Ambrosiano di Milano contro il Canottieri Roma (che ha in squadra anche Juan Martinez, partner di Anticoli nel torneo internazionale), il CS Plebiscito contro il Canottieri Aniene e il Tc Parioli contro il Gardanella “A”.

Stefano e Alessandro Pupillo

Stefano e Alessandro Pupillo

Gli incontri si giocano sempre nella cornice del Foro Italico, sui due campi allestiti per l’occasione che, ci spiega Isidoro Spanò, risultano abbastanza veloci. Campi che, dal 12 al 14 maggio, hanno visto otto dei migliori tennisti al mondo (gli spagnoli Sebastian Luis Nerone, Gabriel Reca, Matias Marina Artuso, Alejandro Ruiz Granados, Uriel Samuel Botello Cohen, Francisco Javier Concepciòn Andres, Guillermo Lahoz Rodriguez, Fernando Belasteguin) esibirsi in un torneo Pro-Am con personaggi famosi del mondo dello sport come Francesco Totti (che nel corso degli Internazionali ha giocato anche un doppio misto di beneficenza, Tennis for Stars), Roberto Mancini, Luca Marchegiani, Luigi Di Biagio, Angelo Di Livio, Giuliano Giannichedda, Stefano Fiore. Segno del successo del movimento, guidato anche dal Tc Le Molette.

TENNIS CLUB LE MOLETTE, UN GIOIELLO IMMERSO NEL VERDE DI ROMA

Tennis, paddle, nuoto, pallanuoto, nuoto sincronizzato, fitness acquatico e calcio a 5. Questa la ricetta vincente del Tennis Club Le Molette, nato a Roma nel 1974 da un’idea dell’ex campionessa Silvana Lazzarino e dei suoi fratelli Alberto, Teresa e Anna. A pochi passi dalla stazione dell’Olgiata (Roma Nord), immerso nella splendida oasi verde della tenuta di San Nicola, “Le Molette” è il club ideale per chiunque voglia divertirsi e praticare sport in un ambiente sano e accogliente, oltre a rappresentare un punto di riferimento per tutti gli appassionati della zona. Il circolo è dotato di 10 campi da tennis (di cui 3 illuminati), 2 piscine coperte da una struttura pressostatica, 1 campo di calcio a 5, 1 campo da paddle, la Club-house da 600 metri quadrati e il ristorante.

Leggi Tutto

Il futures Città di Lecco scopre i suoi protagonisti



Lecco, 13 maggio 2015 – Ecco le prime liste. E così dopo la presentazione ufficiale di inizio maggio, il primo torneo Futures Città di Lecco (Itf da 10 mila dollari di montepremi) scopre i primi protagonisti. A una decina di giorni dal via, qualificazioni da sabato 23 maggio e tabellone principale da lunedì 25, l’elenco è ancora provvisorio e potrà subire modifiche fino ai giorni immediatamente precedenti alla manifestazione. Ma è comunque utile per farsi un’idea su che tipo di torneo sarà. Al momento ci sono quattro giocatori compresi tra i primi 300 del ranking mondiale, tra i quali anche un italiano. Vale a dire il marchigiano Stefano Travaglia, uno dei giocatori azzurri più ricchi di potenzialità (con servizio e diritto devastanti) ma anche di sfortuna. Anche quest’anno, dopo diverse vicissitudini, il 23enne italiano è in fase di recupero da un infortunio e sta riprendendo a macinare partite (e punti). Lui che ha già 9 titoli del circuito Itf in bacheca e che un anno fa si qualificò al Masters 1000 di Roma perdendo, nel main draw, al tie-break del terzo set contro Simone Bolelli. Sul lago, sarà uno di quelli da tenere d’occhio.

Stefano Travaglia

Stefano Travaglia

Ma in cima all’elenco dei favoriti c’è il tedesco Nils Langer, n.264 Atp: a fine aprile è arrivato a un passo dal tabellone principale del torneo Atp 250 di Monaco di Baviera, dove ha perso all’ultimo turno delle qualificazioni – e solo al tie-break del terzo set – dal connazionale Dustin Brown, n.106 al mondo. Tra gli iscritti figura anche il nome di Benjamin Balleret, 32enne monegasco che oggi gravita attorno alla posizione n.345 Atp, ma che nel 2006, partito dalle qualificazioni, aveva raggiunto i quarti di finale al Masters 1000 di Monte-Carlo, dove fu fermato da Roger Federer. Tornando all’Italia, a Lecco ci saranno anche i due liguri Gianluca Mager e Alessandro Giannessi. Il primo, 20enne allenato dall’ex davis-man Diego Nargiso, ha sfondato il muro dei Top 450 ed è in continua crescita mentre l’altro, con un best ranking di n.126 Atp, è alla ricerca di punti per la risalita. Ultimo accesso diretto, al momento, per Lorenzo Sonego, 20enne spilungone torinese che nel 2015 ha già fatto vedere cose interessanti. E poi ci sono le wild card, inviti che potrebbero riservare qualche bella sorpresa (una è già assegnata all’idolo di casa Lorenzo Frigerio). L’ingresso al Tc Lecco, organizzatore dell’evento, sarà sempre gratuito (finali comprese). Risultati in diretta nella sezione live score del sito www.itftennis.com.

ENTRY LIST, L’ELENCO DEI PARTECIPANTI CON NAZIONALITÀ E RANKING ATP (Aggiornata al 13 maggio 2015).

Nils Langer (Ger, 264), Marco Trungelliti (Arg, 271), Andres Molteni (Arg, 282), Stefano Travaglia (Ita, 287), Benjamin Balleret (Mon, 333), Omar Giacalone (Ita, 418), Florian Fallert (Ger, 423), Mateo Nicolas Martinez (Arg, 431), Gianluca Mager (Ita, 432), Alessandro Giannessi (Ita, 434), Maxime Tabatruong (Fra, 500), Alessandro Bega (Ita, 501), Alexandre Sidorenko (Fra, 580), Tommy Paul (Usa, 596), Pietro Rondoni (Ita, 633), Juan Pablo Ficovich (Arg, 668), Adrien Puget (Fra, 674), Lorenzo Sonego (Ita, 687), Samuel Bensoussan (Fra, 697), Romain Arneodo (Mon, 727), Luca Pancaldi (Ita, 767), Riccardo Bonadio (Ita, 768), Giulio Torroni (Ita, 812), Teri Groll (Fra, 888), Yunseong Chung (Kor, 932), Lorenzo Frigerio (Ita, 968).

Leggi Tutto

Questo sito è full responsive ed è correttamente visualizzabile su ogni dispositivo. Computer, smartphone e tablet di ogni misura...