Le classifiche estive FIT cambiano volto al Master della Brianza: ecco chi sono i nuovi numeri 1



Monza, 30 luglio 2019 – Una settimana in grado di cambiare volto a un’intera stagione. È quella che ha vissuto il 39° Master della Brianza, che ha mandato in archivio la penultima tappa del circuito, lasciandone una sola (per categoria) da disputare al rientro dopo il mese di pausa estiva. E poi c’è stato il ribaltone nei ranking generali provocato dall’aggiornamento di luglio delle classifiche federali. La conseguenza diretta è che in un colpo solo sono cambiati tutti i tre numeri 1 della stagione, mutando notevolmente gli scenari in chiave Master finale. A livello di Terza categoria il grande deluso è sicuramente il 24enne cubano del Tc Villasanta Marcos Lazo Espinosa, che è diventato il secondo dopo Andrea Fanzaga in grado di vincere due tappe nel corso della stagione ma che proprio in virtù dei suoi successi è stato promosso da 3.1 a 2.8 (così come lo stesso Fanzaga), trovandosi costretto a dire addio – o arrivederci – al Master della Brianza. Così, il suo successo sui campi del Tennis Club Arcore, dove in finale ha lasciato appena tre game (6-2 6-1) ad Aldo Paolo Iacono, resterà nelle statistiche ma perde in peso specifico. Da rimarcare a questo punto l’approdo al comando della classifica di Andrea Maronati, che ad Arcore non c’era ma che grazie alle due finali e al passaggio fra i ‘Seconda’ dei suoi diretti concorrenti è ora leader in classifica. Alle sue spalle Lorenzo Notarianni e altri due nomi nuovi per la categoria, Andrea Liotta e Massimo Michele Zanini. Entrambi sono stati fra i protagonisti a livello di quarta categoria, e visto il passaggio di classifica a 3.5 sono stati giustamente ricollocati nel ranking riservato, per l’appunto, ai ‘Terza’, così da non perdere il diritto di puntare al Master.

Nel complesso, la quarta categoria ha smarrito in un colpo solo 11 dei primi 13 della classifica, fra i quali tutti i vincitori delle prime sei tappe, e ora premia Federico Elli, capace di trovarsi al posto giusto nel momento giusto. Il 4.1 dell’Asd Idee in Movimento di Aicurzio (Monza e Brianza), al debutto stagionale nel circuito, ha vinto a sorpresa nella tappa del Tennis Enjoy No Limits di Carnate, raccogliendo 20 punti che gli sono bastati per salire al comando della classifica, davanti a un quartetto di giocatori a quota 15 punti. Fra loro anche il finalista di Carnate, Stefano Garghentini, sconfitto con il punteggio di 6-2 6-4. Ne consegue che, con la distanza fra i giocatori così ridotta, sarà ancor più importante in chiave Master l’ultima tappa della stagione, in programma dal 31 agosto al 15 settembre alla Polisportiva Besanese di Besana Brianza. Lo stesso discorso vale anche per il femminile: la classifica ha dovuto dire addio a tutte le prime cinque, da Francesca Tanzi a Rachele Paloschi, passando per il terzetto Borsatti, Prisco, Piazza. Tutte sono state promosse almeno 3.3, perdendo il diritto di partecipare al Master e spianando la strada a Laura Colombo. Ora è lei, due volte semifinalista nel corso della stagione, la leader di un Circuito più aperto che mai. Dal 31 agosto le ultime tappe, che definiranno le classifiche in vista del Master finale, dal 21 al 28 settembre alla Villa Reale di Monza.

LE CLASSIFICHE
LA TOP 4 (terza categoria maschile): 1. Maronati 35 punti; 2 (parimerito). Notarianni, Liotta, Zanini 25 punti.
LA TOP 5 (quarta categoria maschile): 1. Elli 20 punti; 2 (parimerito). Balconi, Scotti, Garghentini, Sebben 15 punti.
LA TOP 5 (terza categoria femminile): 1. L.Colombo 20 punti; 2 (parimerito). Andreoli, Dedè, Quaroni, C. Colombo 15 punti.
LA TOP 5 (i circoli): 1 (parimerito). Tennis Club Lecco,Villa Reale Monza,Tennis Club Villasanta 95 punti; 2 (parimerito). Csa Tennis Agrate, Circolo Tennis Giussano 80 punti.

I RISULTATI
Tennis Club Arcore – Arcore (MB)
Singolare maschile terza categoria
Quarti di finale: Lazo Espinosa b. Orrù ritiro, Bosi b. Figini 2-6 6-1 6-3, Iacono b. Catalano 6-3 5-7 6-1, Buglisi b. Barretta 5-7 4-4 ritiro. Semifinali: Lazo Espinosa b. Bosi 7-6 6-2, Iacono b. Buglisi 7-5 6-1. Finale: Lazo Espinosa b. Iacono 6-2 6-1.

Tennis Enjoy No Limits – Carnate (MB)
Singolare maschile quarta categoria
Quarti di finale: Zanini b. Staka 6-3 6-3, Garghentini b. Ferrario 6-0 0-6 6-3, Sebben b. Liotta 6-4 5-7 6-3, Elli b. Zenga 7-5 0-6 6-1. Semifinali: Garghentini b. Zanini 6-4 6-4, Elli b. Sebben ritiro. Finale: Elli b. Garghentini 6-2 6-4.

IL MASTER ON-LINE
Tutte le informazioni relative all’edizione 2019 – i tabelloni, i risultati e le classifiche – saranno disponibili e consultabili sempre sul sito web www.masterdellabrianza.it.

Area download immagini

Leggi Tutto

Vitari e Dessolis sul trono dell’Open Campaccio – Trofeo Bonadei Peugeot. Che successo questo ‘combined’!



foto 1 - Jonata Vitari, lecchese classe 1978, si è aggiudicato l'edizione 2019 dell'Open Campaccio
Jonata Vitari, lecchese classe 1978, si è aggiudicato l’edizione 2019 dell’Open Campaccio

Ceriano Laghetto (MB), 30 luglio 2019 – Buona la prima per la nuova formula combined dell’Open Campaccio – Trofeo Bonadei Peugeot, il tradizionale appuntamento del Ct Ceriano che quest’anno si è giocato per la prima volta a luglio e che ha visto trionfare Barbara Dessolis nel tabellone femminile e Jonata Vitari in quello maschile. Bene anche gli atleti di casa con Gloria Stuani (2.5) e Massimiliano De Pasquale che raggiungono le finali dei rispettivi tabelloni. Tra le ragazze, Dessolis ha dimostrato però di avere una marcia in più. Accreditata della testa di serie numero 1, la tennista classe 2001 del TC Cagliari ha superato Irene Verzin e Rachele Zingale senza perdere nemmeno un set e raggiungendo in finale Gloria Stuani, anche lei giunta all’ultimo atto dopo aver concesso appena cinque giochi alle avversarie. In finale poi ha trionfato lei, Barbara Dessolis, col punteggio di 6-4 6-2 e concludendo un percorso davvero impeccabile. Ma ci sono comunque buone notizie per il club organizzatore dal momento che la bresciana Stuani ha mostrato buoni progressi anche in ottica campionati a squadre (è tesserata proprio per il club brianzolo). Intanto però, dopo i quattro successi firmati da Alice Moroni nelle ultime cinque edizioni (assente quest’anno), l’Open Campaccio adesso ha trovato una nuova regina.

Completamente diverso l’andamento nel tabellone maschile. “Tra gli uomini è stata una delle edizioni più avvincenti ed equilibrate che ricordi”, spiega il Presidente del Club Tennis Ceriano, Severino Rocco. “Fin dagli ottavi le partite sono state tiratissime e molte sono state decise solo al terzo set. Tanto i più giovani come i giocatori più esperti – racconta – hanno messo in mostra un ottimo tennis e la voglia di lottare su ogni palla, anche dopo ore di gioco”. Nelle ultime fasi, il cerianese De Pasquale (2.4) ha superato in semifinale il finalista del 2018 Nicolas Carlone ma in finale si è dovuto arrendere a un super Jonata Vitari, che s’è imposto al terzo set per 6-4 3-6 6-4. Il lecchese classe 1978, che un paio di anni fa aveva conquistato i suoi primi punti Atp, dopo aver vinto il primo set ha contenuto il recupero del padrone di casa ha portato a casa match e titolo. “Peccato per il ‘nostro’ De Pasquale – sottolinea il presidente Rocco – aveva giocato davvero alla grande nei turni precedenti; in finale però non è riuscito a ripetersi su quei livelli molto alti. Per quanto ci riguarda non possiamo che essere più che soddisfatti: abbiamo portato due nostri portacolori in finale, il bilancio è positivo”, conclude Severino Rocco. Hanno vinto dunque Vitari e Dessolis ma ha trionfato anche questa formula ‘combined’ (con tabellone maschile e femminile giocato in contemporanea), un inedito assoluto per un torneo che ormai è un grande classico del tennis brianzolo e non solo.

Area download immagini

Leggi Tutto

Maria Sharapova all’Isola d’Elba con Piatti: “Ci siamo concentrati molto sul servizio”



Bordighera (IM), 29 luglio 2019 – Una star della racchetta come Maria Sharapova in campo ad allenarsi, per due settimane, in un paesino dell’Isola d’Elba. Possibile, grazie a Riccardo Piatti, il coach italiano più famoso al mondo, che dopo Wimbledon ha accolto la campionessa russa alla Tenuta delle Ripalte di Capoliveri. Lì da anni, ogni estate, il tecnico comasco – coach del croato Borna Coric – sposta la sua base per cinque settimane, per gli stage targati Elba Tennis Camp. Era già capitato che passassero dall’Elba tanti allievi del Piatti Tennis Team, come quel Jannik Sinner – abituale frequentatore dei camp: c’era anche quest’anno – da poco diventato il più giovane fra i primi 200 del mondo, ma la visita della Sharapova ha colto di sorpresa anche lo stesso Piatti. “Quando il manager di Maria mi ha contattato – spiega Riccardo -, ho accettato subito. Una come lei fa parte di quella tipologia di giocatori ai quali è impossibile dire di no. Mi ha sorpreso vederla venire fino a qui per allenarsi con me”. La russa non è la prima ex n.1 al mondo e pluri-campionessa Slam a chiedere una mano a Piatti, visto che nel dicembre scorso aveva fatto lo stesso Garbine Muguruza. Ma se allora era stato il coach della spagnola a chiedere un confronto a Piatti, stavolta è stata proprio Masha in persona a bussare alla porta, spinta dal desiderio di raddrizzare una stagione che l’ha vista giocare soli cinque tornei, a causa di un problema alla spalla che l’ha fermata per 4 mesi.

La campionessa russa e il tecnico comasco in campo insieme alla Tenuta delle Ripalte di Capoliveri

“Abbiamo lavorato molto dal punto di vista tecnico e sui colpi – continua Piatti – per cercare di mettere ordine al suo gioco, anche con l’aiuto della video-analisi. Ci siamo concentrati in particolare sul servizio, limitato dai problemi alla spalla che ha avuto. Oltre ad aiutare lei, l’esperienza è servita a me per conoscere le sue abitudini, il suo modo di ragionare e di vedere le cose. È stato formativo anche per me e per il mio team”. Insieme a Piatti hanno lavorato con la Sharapova anche il video analista Simone Bertino e la coach Giulia Bruschi, mentre ad accompagnare Maria c’erano il fisioterapista, lo sparring partner Alex Kuznetsov e per qualche giorno anche il padre Yuri. In tutto, la russa ha affrontato 18 sessioni di allenamento, e ora tornerà a Los Angeles (dove risiede) per continuare a preparare i tornei sul cemento americano. “L’ho trovata davvero motivata e attentissima. Vuole tornare in alto, e ha bisogno di ritrovare il suo tennis dopo essere stata ferma più volte. È talmente forte dal punto di vista mentale che, qualora dovesse riuscire a stare bene, sono certo che potrà tornare in alto. Lavorare insieme a lei – chiude Piatti – è stato un onore, e spero che ci possa essere un seguito anche a Bordighera”. Un augurio alimentato anche dalla soddisfazione della russa, rimasta tanto contenta delle sue due settimane sull’Isola da riassumerle via Instagram, con foto, video e tanti sorrisi. L’accoppiata Piatti/Isola d’Elba le è piaciuta un sacco.

PIATTI TENNIS CENTER, LA CASA DEL COACH ITALIANO PIÙ VINCENTE DI SEMPRE

Nato a Como nel 1958, Riccardo Piatti è diventato Maestro nel 1982, dopo aver frequentato la Scuola Nazionale Maestri. Tra il 1984 e il 1988 è stato responsabile e capitano della squadra Under 16 della Fit. Nel 1988 decide di intraprendere la libera professione e di seguire alcuni dei più promettenti giovani tennisti italiani, come Furlan (best ranking n.19 Atp), Caratti (n. 26), Camporese (n.18) e Brandi (n.50 in doppio). Ha allenato tra gli altri Ivan Ljubicic, che sotto la sua guida ha raggiunto il best ranking di n.3 e vinto 10 tornei Atp, e ancora Gasquet, Raonic e ora Borna Coric, portato a ridosso della top-10. Dal 2008, coach Piatti ha deciso di mettere la sua esperienza al servizio dei giovani talenti del tennis e dei loro allenatori, organizzando workshop in Italia ed Europa e collaborando come consulente per numerosi club. Adesso l’avventura continua sui campi di Viale Canariensis 7, a Bordighera. Quattro campi presenti, altri due in progetto.

Leggi Tutto

Il sogno americano con racchetta è di casa alla Milano Tennis Academy



La Milano Tennis Academy continua a favorire le esperienze di studio e sport all’estero per i giovani tennisti, questa settimana ha ospitato un Open 'showcase' alla presenza di diversi coach dei college americani
La Milano Tennis Academy continua a favorire le esperienze di studio e sport all’estero per i giovani tennisti, questa settimana ha ospitato un Open ‘showcase’ alla presenza di diversi coach dei college americani

Milano, 26 luglio 2019 –Un ‘sogno americano’ fatto di tanto tennis ma non solo. Ci sono anche lo studio nei college degli States e la voglia di costruirsi un futuro nella “terra delle opportunità” per antonomasia tra le motivazioni che spingono i ragazzi a scegliere di studiare e giocare negli Stati Uniti. Un sogno che passa dalla Milano Tennis Academy, per filosofia ‘fondativa’, ma anche per stretta attualità. Perché l’accademia di Milano 2 (Segrate) ha ospitato nei giorni scorsi il torneo Open “StAR showcase”, alla sua seconda tappa italiana dopo quella romana di metà luglio. In questo modo, la MTA ha offerto un’altra straordinaria opportunità ai propri allievi, ma anche a tanti ragazzi provenienti da tutto il Nord Italia. Quale? Quella di mettersi in mostra e di incontrare i coach dei college provenienti dagli Stati Uniti, per farsi conoscere dagli addetti ai lavori d’Oltreoceano e per conoscere meglio il progetto di sport e studio negli USA. “Un’esperienza che mi ha cambiato la vita”, come testimonia a bordo campo Giorgia Pozzan, milanese doc che si è laureata in sociologia e criminologia all’università di Houston in Texas e che oggi ricopre l’incarico di Head Coach alla McNeese State University, in Louisiana. Scelta che, peraltro, ha già compiuto un’altra Giorgia: la maggiore delle sorelle Pigato, 19enne bergamasca di casa proprio alla MTA che ha deciso di volare in Florida per studiare Business alla Lynn Univeristy grazie a una borsa di studio conquistata proprio con i risultati sul campo da tennis. E hanno già scelto la via degli States altri atleti MTA come Ariella Curci, Matteo Gostoli e Giovanni Zaiti. Giocatori che nei prossimi mesi metteranno la racchetta in valigia e voleranno al di là dell’Atlantico per diventare studenti-atleti.

“Come Milano Tennis Academy abbiamo avviato da tempo collaborazioni con alcune agenzie del settore – spiega coach Ugo Pigato – proprio per consentire a ragazzi e ragazzi che stanno per sostenere la maturità o che l’hanno appena sostenuta di fare esperienze di studio e sport all’estero. Lo abbiamo detto fin dal primo giorno – sottolinea -: il compito principale della MTA è di occuparsi di persone prima ancora che di tennisti. Ed è esattamente quello che stiamo facendo. Ecco perché quando StAR ci ha proposto di organizzare una manifestazione di questo tipo in Italia abbiamo subito preso la palla al balzo”, chiude Pigato, titolare della MTA insieme a Pier Carlo Guglielmi. Il torneo ‘showcase’, che ha visto scendere in campo 16 ragazzi e 16 ragazze, è stato vinto dal torinese Edoardo Cecere, nel tabellone maschile (6-3 6-2 in finale su Lorenzo Favero), e da Rachele Zingale, del Club Tennis Ceriano (6-4 6-1 in finale su Martina Zara). Al di là dei risultati, però, è stato soprattutto un modo per prendere contatto con coach e filosofia USA. Il sogno americano è sempre di casa alla Milano Tennis Academy.

Leggi Tutto

Flash news – Open Campaccio, il torneo ‘combined’ dai due volti entra nel vivo a Ceriano



Rachele Elisa Zingale
Foto 1 – Rachele Elisa Zingale è una delle giocatrici di casa più attese di questo open (foto Carlo Anastasio)

Ceriano Laghetto (MB), 23 luglio 2019 – È un Open Campaccio dai due volti quello che si sta giocando sui campi del Club Tennis Ceriano nella prima edizione con formula ‘combined’ (maschile e femminile in contemporanea) e che, proprio in queste ore, giunge alle fasi decisive. Da una parte ci sono i volti esperti dei protagonisti che stanno dominando il tabellone maschile, come Jonata Vitari, Massimiliano Dotti e Filippo Dossena, con l’aggiunta di Nicolas Carlone, giovane classe 1996 che aveva già raggiunto la finale nel 2018 e Giacomo Pizzi, 24enne che gioca con i colori di casa. E dall’altra parte ci sono quelli delle giovanissime nel tabellone femminile, della milanese Irene Verzin, delle sorelle Arianna e Serena Paris e di Barbara Dessolis, tutte allineate all’altezza degli ottavi di finale. Nei prossimi giorni in campo anche le teste di serie più ‘alte’ con altre due under 18 del CT Ceriano come Gloria Stuani e Rachele Elisa Zingale. Fuori Alice Dell’Orto, altra giovanissima cerianese che però ha ben figurato superato i primi due turni. Grande assente di quest’anno è Alice Moroni, vincitrice di quattro delle ultime cinque edizioni del torneo. Semifinali in programma venerdì mentre le finali si giocheranno domenica pomeriggio sui campi di via Campaccio. Match decisivo femminile dalle 15.30, a seguire si giocherà quello maschile. L’Open Campaccio “Trofeo Bonadei Peugeot” adesso entra proprio nel vivo.

Area download immagini

Leggi Tutto

Nava vince i ‘cremaschi’ dopo la finale-derby. Crema in festa anche in Liguria e Sardegna



Crema, 22 luglio 2019 – Un finale migliore di questo, per l’edizione 2019 dei Campionati Cremaschi – 10° Memorial Domenico Delfini, il Tennis Club Crema non poteva chiederlo. Perché, per la prima volta in assoluto, ad affrontarsi nel match per il titolo sono arrivati due under 18 del club, due di quei tanti ragazzi del vivaio che da anni si allenano ogni giorno con l’obiettivo di crescere e migliorare, e il sogno di fare del tennis il proprio mestiere. La strada è lunghissima per tutti, ma le vittorie sono la benzina ideale, proprio come quella conquistata da Giacomo Nava in una finale-derby con Danny Ricetti, suo coetaneo (entrambi classe 2002) e compagno d’allenamenti. I due si equivalgono e stanno attraversando un ottimo periodo di forma, come ha potuto apprezzare il pubblico presente, testimone di un duello spettacolare che ha messo in luce le qualità dei due giovani e ha premiato Nava con il punteggio di 6-4 7-6. Un risultato simbolo di un confronto deciso solo da pochi dettagli, nel quale l’ha spuntata il giocatore che ha saputo osare di più e ha sentito meno la pressione del duello ‘in famiglia’.

Ma non è tutto, perché il periodo degli atleti del Tennis Club Crema è davvero felice, tanto che nella bacheca di via del Fante continuano ad arrivare trofei, anche da fuori regione. Uno dei grandi protagonisti del mese di luglio è senza dubbio Angelo Chiappa, che dopo aver vinto a inizio mese il torneo di Terza categoria di Offanengo (Cremona) ha firmato addirittura una doppietta in Liguria, sbancando due tornei uno dopo l’altro e confermando di essere pronto per il passaggio in Secondo categoria, che avverrà con la pubblicazione delle prossime classifiche Fit. Prima il 15enne cremasco ha sbaragliato la concorrenza al Tc Arenzano, battendo per 6-2 6-4 Matteo Cevasco in finale, e poi ha conquistato anche il titolo under 16 nella tappa dello Sporting Club Genova del circuito nazionale Tennis Trophy Fit Kinder+ Sport. Un successo che gli vale la qualificazione per il Master finale della competizione, in programma a Roma in agosto. Dalla Sardegna, invece, l’ultimo successo del giovane Andrea Bonfadini, un altro che sta conquistando un torneo dopo l’altro. L’under 12 del Tc Crema ci è riuscito anche in vacanza, in provincia di Sassari, prendendosi il titolo del ‘Città di Castelsardo’.

I RISULTATI DEI CAMPIONATI CREMASCHI

Singolare maschile – Quarti di finale: Ricetti bye, Longhino b. Paloschi 6-2 6-2, Kumar b. Baruzzi 7-5 6-1, Nava bye. Semifinali: Ricetti b. Longhino 6-0 6-4, Nava b. Kumar 6-4 6-4. Finale: Giacomo Nava b. Danny Ricetti 6-4 7-6.

TC CREMA, TENNIS DI QUALITÀ DAL 1908

Le caratteristiche del Tc Crema sono l’eleganza, il prestigio e il fascino senza tempo di una storia centenaria. Nasce nel 1908 e si caratterizza per un’infinita passione per il tennis, successi sportivi e grandi campioni. Il club ha visto passare giocatori come Claudio Panatta, Simone Colombo e Paolo Canè, che vanta tre vittorie nei campionati a squadre di serie A negli anni 1985, 1986 e 1987, e milita tutt’oggi nel massimo campionato nazionale. Dal 2010 la sede è in Via del Fante, in una nuovissima struttura perfetta e curata in ogni minimo dettaglio: stimolo maggiore per chi in questo club ci ha messo passione. Dal 2003, sotto la guida del presidente Stefano Agostino, il circolo mira a un consolidamento importante, come una quercia secolare che ha già resistito alle due guerre mondiali. Uno degli obiettivi principali è quello di raggiungere un alto livello agonistico e di migliorare ogni giorno la preparazione dei ragazzi: i campioni di domani.

Leggi Tutto

Le ragazze dello Junior Milano volano alle finali nazionali dei campionati a squadre under 14



Foto 2: Sofia Aloja, Ginevra Sassi, capitan Fantasio Piscopo ed Emma Prisco
Le under 14 dello Junior Milano: da sinistra, Sofia Aloja, Ginevra Sassi, capitan Fantasio Piscopo ed Emma Prisco

Milano, 22 luglio 2019 – Un cammino lungo, iniziato a fine maggio e che si concluderà solo il 29 settembre prossimo a Carpi (Mo) con le finali nazionali dei campionati a squadre femminili under 14. Un appuntamento cui non mancheranno le ragazze dello Junior Tennis Milano che, nelle scorse ore, hanno ipotecato il passaggio del turno dominando la fase di macroarea disputata al Mongodi Tennis Team di Cividino, in provincia di Bergamo. Tre vittorie in altrettanti incontri, tutti molto equilibrati, per la squadra capitanata da Fantasio Piscopo, direttore tecnico dello Junior Tennis Milano. Ma procediamo con ordine. Il team femminile del club milanese di via Cavriana, composto da Sofia Aloja, Ginevra Sassi ed Emma Prisco, era giunto fino alla finale del campionato regionale dove è stato superato dal Mongodi Tennis Team. Il secondo posto nel tabellone lombardo aveva regalato l’accesso alla fase intermedia dei campionati, detta di macroarea, dove le ragazze dello Junior – inserite nel girone D – hanno affrontato nei giorni scorsi il Ct Cantù (Como), il Sisport Torino e infine il Tc Genova 1893.

Nel primo match contro la formazione canturina decidono il successo in singolare di Ginevra Sassi su Marta Boselli per 7-6 1-6 7-5 e quello in doppio della coppia Aloja/Sassi sul duo Colzani/Boselli con un doppio 6-4. Stesso copione del terzo e decisivo confronto con il club genovese con Sassi che s’impone su Carola Dulio per 6-0 6-3 riportando il punteggio in parità dopo il successo di Lucia Tognoni su Sofia Aloja. Ancora una volta, la coppia Aloja/Sassi non sbaglia in doppio ottenendo un successo che permette allo Junior di staccare il pass per le finali nazionali che, come detto, si disputeranno in provincia di Modena dal 27 al 29 settembre, sui campi in terra battuta dello Sporting Club Carpi. Nel mezzo, il secondo match contro Sisport Torino ipotecato già dopo i primi due singolari vincenti di Aloja e Sassi. Molto soddisfatto, ovviamente, il Presidente dello Junior Tennis Milano Duccio Vitali: “Dopo aver disputato un’ottima fase regionale, Sofia, Ginevra ed Emma non hanno sbagliato nulla nemmeno in quella di macroarea vincendo tre incontri su tre, tutti molto difficili. Essere tra le prime otto a livello nazionale è già un ottimo risultato, vedremo cosa succederà a fine settembre nelle finali nazionali”. Un successo che arriva poche settimane dopo che le ‘grandi’ della Serie B hanno sfiorato la promozione in Serie A2 al termine di un ottimo campionato. Insomma, la classica ciliegina sulla torta che permette di chiudere in bellezza la prima parte della stagione 2019 per il club milanese.

Area download immagini

Leggi Tutto

Gioventù al potere al Master della Brianza. Titoli e 1° posto per gli under 18 Tanzi e Fanzaga



Foto 1 - Francesca Tanzi premiata per il successo al Tennis Club Lecco, che le permetterà di arrivare al Master finale da prima in classifica

Monza, 16 luglio 2019 – Dopo quasi tre mesi di gare, che hanno mandato in archivio 17 delle 22 tappe complessive, il 39° Master della Brianza ha emesso il suo primo verdetto. In virtù del titolo conquistato sui campi del Tennis Club Lecco, unito alla cancellazione della tappa femminile del Top Sporting Club di Osnago (Lecco), Francesca Tanzi si è garantita la presenza al Master finale (dal 21 settembre al Villa Reale Tennis di Monza) da numero 1 della classifica. Una speranza che è diventata certezza quando la giovane under 18 del CSA Tennis Agrate, classificata 3.4, ha chiuso con un facile 6-2 6-3 la finale contro Martina Andreoli, incamerando il secondo titolo stagionale – dopo quello di Arcore – e mettendo in cassaforte 20 punti che le hanno permesso di staccare il terzetto Borsatti, Prisco e Piazza, e issarsi al comando a quota 60, con le dirette concorrenti ferme al secondo posto con 40 punti ciascuna. Con una sola tappa femminile ancora da disputare, e quindi con soli 20 punti sul piatto, Francesca è matematicamente prima, e le basterà raccogliere un quarto di finale alla Polisportiva Besanese (dal 31 agosto) per evitare il rischio di dover condividere il primo posto con altre giocatrici. Da Lecco arrivano buone notizie anche per Laura Colombo, che ha aggiunto una nuova semifinale a quella disputata a fine maggio ad Arcore, salendo al sesto posto della classifica, in una posizione che momentaneamente la qualificherebbe per il Master.

La tappa di Lecco ha regalato anche un nuovo leader al maschile, sempre della categoria under 18: è Andrea Fanzaga, che era stato già in testa al ranking nel corso della stagione grazie al titolo nella tappa inaugurale all’Associazione Tennis Cesano Maderno (MB), e si è ripreso la vetta diventando il primo a conquistare due successi, imponendosi nel torneo di casa. In una finale da montagne russe il giovane lecchese ha avuto la meglio per 6-0 4-6 6-0 sull’over 45 Andrea Maronati, di nuovo beffato a un passo dal traguardo (come già a Brugherio) ma capace di consolarsi col secondo posto in classifica generale. Grazie al trionfo di Fanzaga e ai vari piazzamenti, il Tennis Club Lecco festeggia invece la leaderhip nella classifica dei circoli, con 95 punti, 15 in più di Villa Reale Tennis Monza, CSA Tennis Agrate e Ct Giussano. Mentre i circuiti di Terza categoria sembrano aver trovato i loro padroni, il Master di quarta categoria è ancora a caccia di un dominatore. Ora la classifica generale dà ragione ad Andrea Liotta, capace di scavalcare Zanini grazie alla semifinale a Monza, ma la tappa del Villa Reale ha mischiato di nuovo le carte. Il titolo è andato a Gianluca Rigoldi, over 45 del Tennis Bellusco 2012, che in finale l’ha spuntata per 6-4 7-6 su Francesco Scotti, per la prima volta a punti nella competizione. Prima della pausa estiva al 39° Master della Brianza restano due tappe: i Terza categoria (solo uomini) giocano al Tc Arcore, i ‘Quarta’ allo Sporting Carnate. Domenica 28 la conclusione, prima di un mese senza tennis che condurrà la manifestazione verso le fasi caldissime.

LE CLASSIFICHE
LA TOP 4 (terza categoria maschile): 1. Fanzaga 40 punti; 2. Maronati 35 punti; 3. Lazo Espinosa 30 punti; 4. Notarianni 25 punti.
LA TOP 5 (quarta categoria maschile): 1. Liotta 45 punti; 2. Zanini 40 punti; 3. Bianchi 35 punti; 4. Ferrario 30 punti; 5. Rigoldi 25 punti.
LA TOP 5 (terza categoria femminile): 1. Tanzi 60 punti; 2. Borsatti,Prisco, Piazza 40 punti; 5. Paloschi 25 punti.
LA TOP 5 (i circoli): 1. Tennis Club Lecco 95 punti; 2 (parimerito). Villa Reale Monza, Csa Tennis Agrate, Circolo Tennis Giussano 80 punti; 5. Tennis Club Villasanta 75 punti.

I RISULTATI
Tennis Club Lecco (LC)
Singolare maschile terza categoria
Quarti di finale: Fanzaga b. Angioletti 6-3 7-6, Sabadini b. Mottadelli 6-4 6-0, Castagna b. Mazzola 6-1 6-0, Maronati b. Mazzeo 6-1 6-1. Semifinali: Fanzaga b. Sabadini 6-4 6-1, Maronati b. Castagna 6-1 ritiro. Finale: Fanzaga b. Maronati 6-0 4-6 6-0.

Tennis Club Lecco (LC)
Singolare femminile terza categoria (lim. 3.4)
Quarti di finale: C. Colombo b. Curioni 6-4 6-0, Tanzi b. Sormani 6-2 6-1, Andreoli b. Quaroni 6-2 6-2, L. Colombo b. Riella 6-2 6-1. Semifinali: Tanzi b. C. Colombo 6-4 6-4, Andreoli b. L. Colombo 6-2 7-5. Finale: Tanzi b. Andreoli 6-2 6-3.

Villa Reale Monza – Monza (MB)
Singolare maschile quarta categoria
Quarti di finale: Liotta b. Crippa 3-6 6-1 5-1 ritiro, Rigoldi b. Ferrario 6-4 6-2, Scotti b. Anzelmo 6-2 6-2, Mesi b. Bianchi 7-6 1-6 6-1. Semifinali: Rigoldi b. Liotta 2-6 6-4 6-4, Scotti b. Mesi 6-2 2-6 7-6. Finale: Rigoldi b. Scotti 6-4 7-6.

IL MASTER ON-LINE
Tutte le informazioni relative all’edizione 2019 – i tabelloni, i risultati e le classifiche – sono disponibili e consultabili sempre sul sito web www.masterdellabrianza.it.

Area download immagini

Leggi Tutto

Questo sito è full responsive ed è correttamente visualizzabile su ogni dispositivo. Computer, smartphone e tablet di ogni misura...