L’Active Handbike Team La Leonessa è una meraviglia: due trionfi e tre podi agli Assoluti



Brescia, 12 aprile – Una meraviglia. Il termine ideale per descrivere la giornata dell’Active Handbike Team La Leonessa nei Campionati Italiani Assoluti di Marina di Massa l’ha trovato capitan Sergio Balduchelli, con le lacrime agli occhi per le emozioni di una giornata da ricordare. Perché nella rassegna toscana, la più numerosa di sempre con ben 228 atleti in gara, il team bresciano è andato oltre le più rosee aspettative conquistando due maglie tricolori: nella categoria WH1 con Simona Canipari e nell’MH4 con Christian Giagnoni. L’atleta bresciana di Villanuova sul Clisi, tornata all’attività sportiva grazie ad Active Sport dopo l’incidente di tre anni fa, aveva vinto anche la gara inaugurale della stagione nel Veronese, ma sotto il diluvio di Marina di Massa ha fatto ancora meglio, conquistando il tricolore al termine di un lungo testa a testa contro Luisa Pasini, staccata all’arrivo di soli tre secondi. Il pratese Giagnoni, invece, aveva iniziato il 2021 con un terzo posto, ma ha conservato il colpaccio per l’appuntamento più importante, lasciandosi andare a un lungo urlo liberatorio dopo aver vinto la volata per il primo posto. “Credevo fortemente in tutti i ragazzi – dice un emozionato Balduchelli – ma era difficile pensare che potessimo conquistare due maglie tricolori. Simona ha disputato una gara stupenda, mentre Christian, pur soffrendo ancora di alcune conseguenze dopo una lunghissima positività al Covid-19, è finalmente riuscito a riprendersi un titolo nazionale che gli mancava da quattro anni. Poter condividere le loro emozioni è stato meraviglioso”.

Ma soffermarsi soltanto sulle prestazioni dei vincitori sarebbe riduttivo, perché i Campionati Italiani Assoluti dell’Active Handbike Team La Leonessa sono stati un successo su tutta la linea, con anche i secondi posti di Omar Rizzato (MH2) e Teresa De Gregorio (WH2), il terzo di Jenny Cottali (WH3) e una lunga serie di altri piazzamenti nei primi 5 della classifica. “Siamo davvero super fieri di tutti gli atleti – continua il capitano –, dal primo all’ultimo. Sono riusciti a dare il massimo malgrado le condizioni di gara molto complicate a causa di pioggia e vento, ottenendo tanti risultati importanti e alcuni persino inaspettati. Vedere ben cinque dei nostri sul podio degli Assoluti è un sogno che si realizza, e ci dà tantissima carica per il prosieguo della stagione. Essere capitano di questa squadra è davvero un orgoglio”. Felice come una pasqua anche il presidente Marco Colombo, presente in Toscana a sostenere la squadra. “La soddisfazione è tanta – spiega – perché questi risultati non erano scontati. Non va dimenticato che molti dei nostri atleti arrivano direttamente dal progetto di sport terapia che parte negli ospedali: vederli sorridenti sul podio ci riempie di gioia. Voglio sottolineare la caparbietà di Simona e il grande lavoro atletico di Christian: si sono meritati questo successo tricolore. Oggi abbiamo raccolto tante dimostrazioni del valore dei progetti che portiamo avanti da anni, grazie al nostro impegno e all’aiuto di tutti i nostri sostenitori. Active Sport è una realtà sempre più grande, solida e forte”. E vincente: nell’handbike, nel tennis e in tutti i diversi progetti sportivi e sociali affrontati quotidianamente.

“Campionati Italiani Assoluti – 3° Trofeo Fonteviva” – Marina di Massa (MS)
Tutti i risultati degli atleti di Active Sport
Cat. MH1 – 4° Giuseppe Uberti
Cat. MH2 – 2° Omar Rizzato, 7° Oscar Signorini
Cat. MH3 – 4° Mirko Testa
Cat. MH4 – 1° Christian Giagnoni, 6° Alessio Scutteri, 7° Claudio Zana, 14° Mattia Guerini
Cat. MH5 – 4° Mirko De Cortes
Cat. WH1 – 1° Simona Canipari
Cat. WH2 – 2° Teresa De Gregorio
Cat. WH3 – 3° Jenny Cottali
Cat. MC2 – 5° Fabrizio Topatigh

Area download immagini

Leggi Tutto

Maestri e allievi insieme: la Serie C della MTA è una palestra per i giovani



Foto 1 - La formazione maschile della Milano Tennis Academy, pronta all'esordio in Serie C. Da sinistra, in alto: Lorenzo Frigerio, Giovanni Boco, Fabio Cibien, Iacopo Sada, Giacomo Oradini. In basso: Manuele Ferrari, Gianluca Filoramo, Federico Serena

Milano, 8 aprile 2021 – Un’occasione per far crescere i giovani, dandogli la possibilità di giocare a fianco dei loro stessi maestri. È il modo in cui alla Milano Tennis Academy interpretano l’imminente Campionato di Serie C, al via domenica 11 aprile con la prima giornata. L’accademia di base a Segrate è presente sia nella competizione maschile sia in quella femminile, con due squadre attrezzate per fare bene. In particolar modo, può puntare in alto il neopromosso team maschile, che conta su due ex professionisti di ottimo livello (e oggi nello staff MTA) come Lorenzo Frigerio e Giacomo Oradini, pronti – insieme a capitan Fabio Cibien, anche lui nel gruppo dei maestri – a trascinare i giovani verso un torneo da protagonisti. “Il livello della squadra è ottimo e quindi è facile lasciarsi ingolosire – dice il direttore tecnico Ugo Pigato –, ma il girone è comunque difficile e il nostro vero obiettivo rimane quello di far fare esperienza ai ragazzi che si allenano a tempo pieno in accademia, sfruttando a dovere questa opportunità”. È per questo che oltre ai tre giocatori già citati, ai quali si aggiungono gli altri seconda categoria Iacopo Sada, Federico Serena, Giovanni Boco e l’elemento del vivaio Gianluca Filoramo, più i 3.1 Enrico Maria Tatò e Manuele Ferrari, sono presenti in formazione anche tre under 14:  Federico Pincini, Federico Danova e Mattia Rubicondo. “Ognuno avrà il suo spazio – continua Pigato –, considerando anche il fatto che alcuni membri del team e i relativi coach sono spesso impegnati in trasferte internazionali, e quindi non sempre riusciranno a essere a disposizione della squadra. Un’occasione in più per i giovani: la responsabilità aiuta a crescere e migliorare”.

Il team è inserito nel girone 4, e farà il suo esordio nella trasferta al TenniSporting Club Sondrio, prima della sfida casalinga col GTennis di Gorgonzola. Fuori casa anche le sfide con Ct Cantù, Canottieri Garda e Tc Capriolo; in casa gli altri duelli con Canottieri Ticino e Sportrend. In trasferta anche l’esordio della formazione femminile, che punta su Pervinca Curci, Gloria Contrino, Giorgia Pigato, Valentina Bertonazzi, Ariella Curci, Margherita Buzzi e Giulia Alessia Monteleone. Saranno impegnate a Melzo (contro lo Sportrend) nella prima giornata del Girone 2, e partono con l’obiettivo salvezza ma anche con la consapevolezza di poter ambire a qualcosa in più. “La squadra – dice ancora Pigato – è ottima, con quattro giocatrici di seconda categoria fra le quali la ‘vivaio’ Valentina Bertonazzi, una ragazza del 2005 che sta compiendo grandi progressi. Hanno le carte in regola per disputare un ottimo campionato, come già negli anni scorsi”. Anche per loro tre sfide sul Play-It di Segrate (contro Sc Selva Alta, Tennis Project e Canottieri Mincio), e quattro in trasferta. Gli incontri maschili prevedono 4 singolari e 2 doppi, quelli femminili 3 singolari e un doppio. La prima di ogni girone accede ai play-off nazionali per la promozione in Serie B2, mentre le ultime due si giocano la permanenza in C attraverso il play-out del 6 giugno.

MILANO TENNIS ACADEMY – LA FORMAZIONE MASCHILE
Lorenzo Frigerio (2.2), Iacopo Maria Sada (2.4), Federico Serena (2.4), Giacomo Oradini (2.5), Giovanni Boco (2.5), Gianluca Filoramo (2.7), Fabio Cibien (3.1), Enrico Maria Tatò (3.1), Manuele Ferrari (3.1), Federico Pincini (3.2), Federico Danova (3.2), Mattia Rubicondo (3.2).

MILANO TENNIS ACADEMY – LA FORMAZIONE FEMMINILE
Pervinca Curci (2.5), Gloria Contrino (2.6), Giorgia Pigato (2.7), Valentina Bertonazzi (2.8), Ariella Curci (3.1), Margherita Buzzi (3.2), Giulia Alessia Monteleone (4.3).

Area download materiale

Leggi Tutto

Due under a trainare il gruppo: la Serie C del Forza e Costanza è giovanissima e sogna in grande



Foto 1 - La formazione del Tennis Forza e Costanza 1911, in gara nel Girone 1 del campionato di Serie C. Da sinistra, in alto: Leonardo Bezzi, Luca Boesso, Marco Guerini (capitano), Alberto Paris (direttore tecnico). Da sinistra, sotto: Cristian Persi, Ludovico Manessi, Gabriele Lorini, Matteo Santi e Mattia Morelli/Filippo Torazzi

Brescia, 8 aprile – Squadra che vince (o che recita da protagonista) non si cambia. Anche perché nel progetto Serie C, al Tennis Forza e Costanza 1911, c’è prima di tutto l’intenzione di dare spazio alla linea verde, offrendo un’occasione di crescita ai giovani del vivaio. Così, la formazione che da domenica 11 aprile sarà in gara nell’edizione 2021 del campionato è la stessa che dodici mesi fa mancò l’accesso alla seconda fase per un nonnulla, ma con un livello medio ancora più alto. Perché nel mentre i giovani sono cresciuti e maturati, hanno migliorato le proprie classifiche, e adesso sono di nuovo pronti a fare squadra sui campi del Castello. La prima uscita stagionale sarà proprio in casa, dalle 9 del mattino contro quell’Harbour Club di Milano che appare come una delle dirette concorrenti per l’obiettivo primo posto, l’unico che vale l’accesso al tabellone nazionale a eliminazione diretta, dove saranno in palio le promozioni per la Serie B2. “La prima giornata sarà subito difficile – dice capitan Marco Guerini – ma i ragazzi sono in forma, rispetto allo scorso anno sono cresciuti ulteriormente e negli ultimi mesi hanno disputato degli ottimi tornei. Abbiamo tanta voglia di iniziare e potremo subito testare il nostro valore in una sfida molto impegnativa”.

Fra le 48 squadre della Serie C lombarda, quella bresciana è l’unica ad avere due under 18 nel ruolo di numero uno e numero due della formazione, ovvero i 2.6 Gabriele Lorini (classe 2005) e Cristian Persi, di un anno più grande. Una chiara testimonianza di quanto si creda nel loro talento, e anche del fatto che il “progetto giovani” abbia funzionato a meraviglia, permettendo ai ragazzi – un tempo riserve – di progredire fino a soffiare il posto ai più esperti. Alle loro spalle Matteo Santi (2.7) e Ludovico Manessi (2.8), anche loro prodotti del vivaio del club, così come gli altri due under Mattia Morelli (3.2) e Filippo Torazzi (3.3). Sarà dato spazio in particolar modo a loro, con i più navigati Andrea Bettinsoli, Leonardo Bezzi, Luca Boesso e lo stesso capitan Guerini a completare il team. “Rispetto allo scorso anno – dice ancora Guerini – il campionato torna a essere lungo quasi due mesi: siamo fiduciosi e sappiamo di essere fra le squadre meglio attrezzate del girone. L’obiettivo è riuscire a esprimere tutto il nostro potenziale, per puntare alla promozione”. Quattro le sfide in casa, tutte con 4 singolari e 2 doppi: oltre all’esordio dell’11 aprile, i bresciani giocheranno fra le mura amiche anche contro i mantovani di Mutti & Bartolucci (25 aprile), contro il Ct Bagnolo Mella (9 maggio) e il Tennis Club Seregno (30 maggio). Tutte in provincia di Bergamo, invece, le tre trasferte: il 18 aprile a Osio Sopra (Tennis Project Team), il 2 maggio a Pontirolo (Evosport) e il 23 maggio alla Polisportiva Curno.

Area download materiale

Leggi Tutto

L’At Desenzano punta forte sulla Serie C: “Obiettivo promozione”



Foto 1 - La formazione di Serie C dell'Associazione Tennis Desenzano, in gara da domenica 11 aprile nella prima giornata del campionato. Da sinistra: Mugelli, Saggioro, Milazzotto, Rovida e Mattinzoli

Desenzano, 7 aprile 2021 – Una squadra costruita per puntare alla promozione. All’Associazione Tennis Desenzano non si perdono in giri di parole e alla vigilia del via al Campionato di Serie C guardano dritti all’obiettivo, fissato nel passaggio alla categoria superiore. Un compito non facile, perché fra le otto del Girone 2 solamente una andrà a giocarsi il pass nel tabellone nazionale a eliminazione diretta, ma in riva al Garda puntano dritto a quel posto, con un team ulteriormente rinforzato rispetto al passato. A dar manforte all’elemento del vivaio Pietro Mugelli – cresciuto fino alla classifica nazionale di 2.4 che gli vale il ruolo di numero 1 della squadra – ci sarà l’altro 2.4 Andrea Uberti, anche lui bresciano e cresciuto a Bovezzo, nella scuola di Emidio Rossi. Mugelli e Uberti sono compagni d’allenamento a Crema, ed è stato proprio il primo a suggerire al suo club di puntare sull’amico, in cerca di un team per la stagione 2021. Insieme a loro l’immancabile Jan Stancik, 38enne slovacco con un passato nei primi 400 del ranking mondiale Atp e una lunga storia nel team di Desenzano, più un terzetto di volti storici del club: il capitano Massimo Mattinzoli (2.7), il presidente Damiano Saggioro (2.8) e l’altro 2.8 Matteo Milazzotto. Tutti fra i protagonisti della risalita che qualche anno fa portò il team dalla Serie D fino ai play-off per la promozione in A2. Completano la squadra i 3.5 Alfio Raffaele Rovida e Marco Brugnoli. Domenica 11 aprile alla Canottieri Mincio di Mantova il match d’esordio, mentre sette giorni più tardi ci sarà la prima delle tre sfide casalinghe, dalle 9 del mattino contro i rivali dello Sporting Club Saronno.

“È il nostro quinto anno consecutivo in Serie C – dice il presidente Saggioro – e l’obiettivo è di chiudere il girone al primo posto per accedere al tabellone nazionale, dove giocarci il passaggio in B2. Non sarà per niente facile, anche perché nell’ultima giornata (il 30 maggio, ndr) ci attenderà la sfida con il Tennis Club Milano Bonacossa, che ha in formazione dei giocatori di altissimo livello. Al completo sono superiori, quindi dovremo cercare di approfittare di qualche loro eventuale passo falso nell’arco del campionato”. Un compito che però sembra nelle corde dei bresciani, favoriti – almeno sulla carta – in tutti i sei incontri precedenti, che prevedono quattro singolari e due doppi ciascuno. “Come numero 1 e 2 – continua il presidente – abbiamo due ottimi giocatori come Mugelli e Uberti, giovani e in grande crescita, e anche Stancik è pronto a dare il suo contribuito in numerose occasioni, così come tutti gli altri. Ci piacerebbe riuscire a conquistare la B2, che in questo momento sarebbe la dimensione ideale per la nostra formazione. Rispetto allo scorso anno il cammino è molto più lungo, ma vogliamo provarci fino in fondo”. Determinante, nelle prime giornate, partire col piede giusto e far capire alle rivali che strappare punti a Desenzano sarà compito arduo. Per poi tentare il tutto per tutto al momento giusto.

TENNIS DESENZANO: LA FORMAZIONE
Pietro Mugelli (2.4), Andrea Uberti (2.4), Massimo Mattinzoli (2.7), Jan Stancik (2.7), Matteo Milazzotto (2.8), Damiano Saggioro (2.8), Alfio Raffaele Rovida (3.5), Marco Brugnoli (3.5).

IL CALENDARIO DEL GIRONE 2 DELLA SERIE C
Prima giornata – 11 aprile 2021
Sporting Club Saronno vs Tennis Club Milano
Tennis Club Bergamo vs Tennis Club Pavia
Società Canottieri Mincio vs Tennis Desenzano
Csa Tennis Agrate vs Eco Sport

Seconda giornata – 18 aprile 2021
Tennis Club Milano vs Tennis Club Bergamo
Tennis Desenzano vs Sporting Club Saronno
Tennis Club Pavia vs Csa Tennis Agrate
Eco Sport vs Società Canottieri Mincio

Terza giornata – 25 aprile 2021
Tennis Club Pavia vs Tennis Club Milano
Sporting Club Saronno vs Società Canottieri Mincio
Tennis Club Bergamo vs Eco Sport
Csa Tennis Agrate vs Tennis Desenzano

Quarta giornata – 2 maggio 2021
Tennis Desenzano vs Tennis Club Pavia
Eco Sport vs Sporting Club Saronno
Società Canottieri Mincio vs Tennis Club Milano
Csa Tennis Agrate vs Tennis Club Bergamo

Quinta giornata – 9 maggio 2021
Tennis Club Milano vs Eco Sport
Sporting Club Saronno vs Csa Tennis Agrate
Tennis Club Bergamo vs Tennis Desenzano
Società Canottieri Mincio vs Tennis Club Pavia

Sesta giornata – 23 maggio 2021
Tennis Desenzano vs Eco Sport
Tennis Club Pavia vs Sporting Club Saronno
Tennis Club Bergamo vs Società Canottieri Mincio
Csa Tennis Agrate vs Tennis Club Milano

Settima giornata – 30 maggio 2021
Tennis Club Milano vs Tennis Desenzano
Eco Sport vs Tennis Club Pavia
Sporting Club Saronno vs Tennis Club Bergamo
Società Canottieri Mincio vs Csa Tennis Agrate

Area download materiale

Leggi Tutto

Da domenica la Serie C di Crema, con un team sempre più giovane



Foto 1 - Il Tennis Club Crema è pronto per l'esordio in Serie C. Da sinistra: Daniela Russino (cap.), Giulia Finocchiaro e Lidia Mugelli

Crema, 7 aprile 2021 – Sette under su nove, ma con tanta voglia di essere protagoniste. È la ricetta del Tennis Club Crema per l’edizione 2021 della Serie C, al via domenica 11 aprile con la trasferta al Tennis Game di Bregnano (Como). Dopo aver puntato alla promozione in B già nelle passate stagioni, la formazione capitanata da Daniela Russino ci riprova quest’anno con un team ancora più giovane, ma che ha sempre in Lidia Mugelli e Giulia Finocchiaro i suoi principali punti di forza. Le due, rispettivamente classe 1997 e 2004 e fra le atlete di punta del settore “full time” del Tc Crema, hanno già mostrato in passato di poter fare ottime cose e puntano a ripetersi insieme a due nuove compagne molto promettenti, come la 2.7 Margherita Trolese e la 2.8 Federica Santaniello, anche quest’ultima di base al Tennis Club Crema. Il team è inserito nel Girone 1, e fra gli otto in gara è uno dei meglio attrezzati. “Abbiamo ringiovanito ulteriormente la squadra – racconta la capitana Daniela Russino – e le ragazze formano un gruppo niente male. L’obiettivo è quello di dare il massimo per provare a fare più strada possibile. Accederà alla seconda fase solo la prima classificata del girone, quindi non sarà per niente semplice, ma siamo pronte a giocarcela con tutte le avversarie”.

Nella formazione anche Marta Bettinelli, che però in questo momento si trova negli Stati Uniti per l’ultimo anno di college, più l’under 14 Thea Alessandra Tamirsi e le giovanissime under 12 Elisabetta Vismara, Bianca Maria Bissolotti e Sofia Zanotti. Buona parte delle ragazze arrivano da un ottimo periodo di forma: sia Federica Santaniello sia Bianca Maria Bissolotti sono recentemente arrivate in finale nella prima tappa della macroarea nord-ovest del circuito nazionale Junior Next Gen, sui campi dello Sporting Milano 3 di Basiglio, mentre Elisabetta Vismara ha vinto a Sondrio la prima tappa lombarda del circuito Kinder Tennis Trophy. Domenica 18 aprile la prima sfida del team sulla terra di casa, contro il Tc Boschetto di Abbiategrasso, seguita da quelle del 2 maggio (Tennis Club Lombardo, Milano) e 30 maggio (Scuola Tennis Gigi Nembro, Bergamo). In trasferta, invece, anche i duelli con Milago Tennis Center (provincia di Milano, 25 aprile), Quanta Club Milano (9 maggio) e Club Tennis Ceriano (Monza e Brianza, 23 maggio). Ogni sfida prevede tre singolari e un doppio: la prima classificata di ogni girone accede al tabellone nazionale per la promozione in Serie B2, mentre le ultime due si giocano la salvezza ai play-out. “Puntiamo a migliorare giornata dopo giornata – chiosa Daniela Russino – e a tener testa anche alle avversarie più temibili. Nel tennis non è mai detta l’ultima parola”.

TENNIS CLUB CREMA: LA FORMAZIONE
Lidia Mugelli (2.5), Giulia Finocchiaro (2.6), Margherita Trolese (2.7), Federica Santaniello (2.8), Marta Bettinelli (3.2), Thea Alessandra Tamirsi (3.5), Elisabetta Vismara (4.1), Bianca Maria Bissolotti (4.2), Sofia Zanotti (4.3).

IL CALENDARIO DEL GIRONE 1 DELLA SERIE C

Prima giornata – 11 aprile 2021
Tennis Club Lombardo vs Quanta Club
Milago Tennis Center vs Scuola Tennis Gigi
Tennis Club Boschetto vs Club Tennis Ceriano
Tennis Game vs Tennis Club Crema

Seconda giornata – 18 aprile 2021
Quanta Club vs Milago Tennis Center
Club Tennis Ceriano vs Tennis Club Lombardo
Scuola Tennis Gigi vs Tennis Game
Tennis Club Crema vs Tennis Club Boschetto

Terza giornata – 25 aprile 2021
Scuola Tennis Gigi vs Quanta Club
Tennis Club Lombardo vs Tennis Club Boschetto
Milago Tennis Center vs Tennis Club Crema
Tennis Game vs Club Tennis Ceriano

Quarta giornata – 2 maggio 2021
Club Tennis Ceriano vs Scuola Tennis Gigi
Tennis Club Crema vs Tennis Club Lombardo
Tennis Club Boschetto vs Quanta Club
Tennis Game vs Milago Tennis Center

Quinta giornata – 9 maggio 2021
Quanta Club vs Tennis Club Crema
Tennis Club Lombardo vs Tennis Game
Milago Tennis Center vs Club Tennis Ceriano
Tennis Club Boschetto vs Scuola Tennis Gigi

Sesta giornata – 23 maggio 2021
Club Tennis Ceriano vs Tennis Club Crema
Scuola Tennis Gigi vs Tennis Club Lombardo
Milago Tennis Center vs Tennis Club Boschetto
Tennis Game vs Quanta Club

Settima giornata – 30 maggio 2021
Quanta Club vs Club Tennis Ceriano
Tennis Club Crema vs Scuola Tennis Gigi
Tennis Club Lombardo vs Milago Tennis Center
Tennis Club Boschetto vs Tennis Game

Area download materiale

Leggi Tutto

Campi interattivi e video analisi: due segreti del metodo Piatti



Foto 1 - Simone Bertino, responsabile della video analisi del Piatti Tennis Center, al lavoro con Maria Sharapova

Bordighera (IM), 6 aprile 2021 – I frequentatori abituali del Piatti Tennis Center ormai non ci fanno più caso, ma chi mette per la prima volta piede nel centro di Bordighera le nota immediatamente: si tratta delle tante telecamere poste lungo il perimetro dei campi (addirittura dieci ciascuno su due dei quattro campi), utilizzate dallo staff del centro come un prezioso alleato per l’insegnamento. Uno dei “credo” del metodo Piatti è la grande attenzione per la video analisi, strumento utilissimo per monitorare l’esecuzione dei colpi e gli spostamenti di ciascun atleta, e quindi individuare gli aspetti sui quali intervenire. Grazie al sistema di monitoraggio PlaySight, collegato a un totem-display presente a bordo campo, gli allenatori hanno modo di andare a rivedere praticamente in tempo reale le riprese di ogni singola telecamera posizionata sul campo, così come tutti i diversi dati statistici registrati dal servizio. “Questo – spiega Simone Bertino, il tecnico responsabile della video analisi del Piatti Tennis Center, nonché docente del settore per FIT e PTR – ci permette di analizzare ogni colpo fotogramma per fotogramma, valutandone velocità, traiettoria, rotazione e tantissimi altri aspetti. E se necessario possiamo anche confrontare ogni colpo con degli esempi di esecuzione ideale presenti all’interno di un tablet, disponibile sui campi come ulteriore strumento d’aiuto”. Una possibilità preziosissima per gli allenatori, che possono lavorare su quei dettagli che l’occhio nudo non nota, o nota ma magari non riesce ad analizzare a dovere, data la velocità del gioco.

I filmati ripresi dalle telecamere e i dati statistici rimangono disponibili all’interno della relativa app, in modo da essere fruibili anche in futuro. Questo, insieme alle immagini riprese direttamente sul campo dallo stesso Bertino (per usare angolazioni differenti o valutare ancora più da vicino determinati dettagli), permette di creare un archivio utilizzato per il lavoro dietro le quinte, meno immediato e più complesso. “Attraverso diversi software – continua Bertino – comparo i gesti dei nostri ragazzi agli esempi dei professionisti, così da individuarne le differenze e capire dove si può riuscire a essere più incisivi. In più, grazie all’archivio di immagini che si viene a creare, riusciamo anche a comparare diversi filmati dello stesso atleta, per valutarne la crescita nel tempo e capire se il lavoro sta andando nella direzione desiderata”. Il servizio risulta naturalmente più facile con gli atleti che si allenano a Bordighera in pianta stabile, visto che ci può essere un confronto quotidiano. E non è tutto, perché da quest’anno sul canale del Piatti Tennis Center all’interno della piattaforma Dartfish.tv, è disponibile una collezione a libero accesso, nella quale vengono caricati dei video relativi a tecnica, tattica e tanti altri aspetti. Così da offrire un servizio in più agli atleti che si sono già avvicinati all’universo Piatti Tennis Center, e dare a tutti gli altri un assaggio del famoso metodo di lavoro.

Area download immagini

Leggi Tutto

Castello senza regina: la tredicesima edizione degli Internazionali femminili di Brescia slitta al 2022



Foto 1 - La premiazione dell'edizione 2019 degli Internazionali femminili di Brescia, vinti da Jasmine Paolini (destra). Il torneo tornerà nel 2022 (foto GAME)

Brescia, 31 marzo – Gli organizzatori hanno atteso il più a lungo possibile e valutato attentamente ogni scenario, ma alla fine l’incertezza della situazione, unita alle difficoltà organizzative che avrebbe generato, li ha obbligati a rinunciare. La tredicesima edizione degli Internazionali femminili di Brescia, già rimandata lo scorso anno a causa dell’emergenza sanitaria, slitta nuovamente, dal 2021 al 2022. Una scelta dolorosa ma di grande responsabilità, dovuta sia alle incognite legate alle coperture economiche, più difficili da reperire per un evento che – dal 30 maggio al 6 giugno – si sarebbe dovuto giocare con buona probabilità a porte chiuse, sia all’impossibilità di garantire il rispetto dei protocolli di sicurezza in un impianto dagli spazi molto ridotti. “Purtroppo – dice il direttore del torneo Alberto Paris – non siamo nelle condizioni di poter organizzare il torneo, quindi abbiamo inviato ufficialmente la disdetta all’ufficio organizzativo della Fit (che poi la trasmette all’Itf, ndr). La collocazione originale degli Internazionali dista solo due mesi: non potendo prevedere come si evolverà la situazione Covid nelle prossime settimane, diventava molto difficile organizzare la manifestazione nel modo in cui siamo abituati. Così come raccogliere sponsorizzazioni per un torneo dalla visibilità giocoforza molto ridotta rispetto agli standard del passato”. Determinante anche la questione logistica: ospitare un evento simile nella sede del Castello è un’impresa difficilissima, praticamente impossibile in tempi di pandemia. Gli spazi ridotti rendono difficile garantire il distanziamento necessario, così come creare delle zone ad hoc per le giocatrici.

Da non dimenticare anche il valore degli Internazionali per il territorio: nati nel 2008 come torneo Itf da 10 mila dollari, sono diventati uno dei primi tre tornei femminili del calendario italiano, varcando i confini del tennis fino a trasformarsi in una festa per tutta Brescia, e coinvolgere tante realtà della città. “Oltre che un veicolo per promuovere il tennis e mettere in luce la nostra attività – continua Paris – il torneo era diventato una vetrina per Brescia, con il villaggio ospitalità, tante iniziative e altrettante attività collaterali. Senza tutto ciò il torneo perderebbe una parte del suo significato e del suo appeal”. Dunque la toscana Jasmine Paolini, che vinse l’edizione 2019 guadagnandosi poi, di lì a poco, l’ingresso fra le prime 100 della classifica Wta, resterà la campionessa in carica per altri dodici mesi, col ritorno dell’evento previsto nel 2022. “Non appena abbiamo comunicato la rinuncia – chiude Paris – abbiamo subito opzionato per il prossimo anno la stessa data di sempre (nella seconda settimana del Roland Garros, ndr), e non vediamo l’ora di riproporre la manifestazione. Tornare ad accogliere giocatrici di tutto il mondo e centinaia di appassionati, dopo un’attesa così lunga, sarà ancora più bello”.

Area download immagini

Leggi Tutto

L’entusiasmo dell’Active Handbike Team La Leonessa: la ripartenza è subito da protagonisti



Foto 1 - Omar Rizzato, fra i protagonisti nella gara di Salizzole che ha inaugurato la stagione di handbike: ha conquistato la vittoria nella categoria MH2

Brescia, 31 marzo – Un 2021 da protagonisti, dal punto di vista sportivo e da quello sociale. È l’obiettivo messo nel mirino da Active Sport per la nuova stagione dell’handbike, scattata la scorsa domenica a Salizzole (Verona) con la prima tappa del Campionato Italiano per Società. Un atteso ritorno alle competizioni che ha visto gli atleti dell’Handbike Team La Leonessa mettersi subito in mostra, raccogliendo tre primi posti (con Omar Rizzato, Simona Canipari e Isabella Negretti) e altri quattro piazzamenti sul podio, grazie a Christian Giagnoni, Mirko Testa, Giuseppe Uberti e Mirko De Cortes. “È stata una gara splendida – le parole di Sergio Balduchelli, capitano del team e responsabile del settore handbike di Active Sport – e sono orgoglioso di come si sono comportati i ragazzi, dal primo all’ultimo. Dopo un lunghissimo periodo senza gare il ritorno in strada era un’incognita, invece si sono visti i frutti della dura preparazione. Oltre ai vincitori, siamo orgogliosi per il risultato di Mirko Testa, che a solo un anno e mezzo dall’incidente, grazie al suo e al nostro impegno, è già in lizza per un posto alle Paralimpiadi. Un applauso va fatto anche a Christian Giagnoni: ha dovuto fare i conti con 75 giorni di positività al Covid, quindi recuperare la condizione non è stato affatto semplice. Peccato invece per Silke Pan, una delle nostre atlete di punta, che a causa di un guasto tecnico non ha potuto completare la gara”. Le buone prestazioni nella gara inaugurale danno benzina agli obiettivi per il 2021: una Maglia Rosa al Giro d’Italia dal punto di vista individuale, e il tricolore a squadre. “Vincerlo non sarà affatto facile – dice Balduchelli – perché noi possiamo contare su un massimo di 24 atleti, mentre ci sono squadre molto più numerose che con le regole attuali partono avvantaggiate. Ma non abbiamo nessuna intenzione di darci per vinti: siamo pronti a lottare tappa dopo tappa, per cucirci sul petto lo scudetto”.

A proposito di scudetti: archiviata la prima gara dell’anno, per il team è già il momento di concentrarsi su uno degli appuntamenti segnati in rosso sul calendario, ovvero i Campionati Nazionali Assoluti di Massa, di domenica 11 aprile. Il 1° maggio, invece, la tappa inaugurale del Giro d’Italia 2021, nel Padovano. Tutti appuntamenti ai quali l’Handbike Team La Leonessa sarà presente in forze. “Quando si parla di gareggiare e mettersi in gioco – dice Marco Colombo, presidente di Active Sport –, noi ci siamo. Il calendario della stagione è ancora soggetto a modifiche e cancellazioni, ma la squadra parteciperà a tutte le tappe del Giro d’Italia e del Campionato Italiano per Società. L’augurio è che possa esserci presto anche il nostro atleta agonista Giannino Piazza, che risiede in una comunità ed è in attesa da Regione Lombardia dell’autorizzazione necessaria per poter lasciare la struttura, per partecipare alle gare. In più, alcuni nostri atleti prenderanno parte anche a delle competizioni internazionali: abbiamo degli atleti molto competitivi, e l’augurio è che possano essere convocati per i raduni della nazionale in vista delle Paralimpiadi di Tokyo”. Ma, per Active Sport, handbike non significa solamente gare, tempi, punti e atleti con ambizioni importanti. Vuol dire anche accompagnamento allo sport, come veicolo per tornare a una vita attiva. “L’altissimo livello – chiude Colombo – è solo una declinazione del nostro lavoro nell’handbike. Dietro c’è tanto altro, in particolare un supporto a delle persone che senza questo impegno, e senza le biciclette in comodato d’uso gratuito, avrebbero difficoltà enormi a fare sport. Questa è la nostra vittoria più grande, come la vicinanza di tutti i nostri sponsor, che ci sostengono e che speriamo continueranno a farlo”.

1° tappa Campionato italiano a squadre – Salizzole (VR)
Tutti i risultati degli atleti di Active Sport
Cat. MH1 – 3° Giuseppe Uberti
Cat. MH2 – 1° Omar Rizzato, 5° Oscar Signorini
Cat. MH3 – 3° Mirko Testa
Cat. MH4 – 3° Christian Giagnoni, 5° Claudio Zana, 6° Alessio Scutteri, 16° Mattia Guerini
Cat. MH5 – 3° Mirko De Cortes, 6° Claudio Pietroboni
Cat. WH1 – 1° Simona Canipari
Cat. WH3 – 4° Jenny Cottali
Cat. WH01 – 1° Isabella Negretti

Area download immagini

Leggi Tutto

Questo sito è full responsive ed è correttamente visualizzabile su ogni dispositivo. Computer, smartphone e tablet di ogni misura...