Crema pareggia in casa col Ct Bologna. La salvezza si decide al ritorno

Foto 1 - La formazione del Tennis Club Crema. Da sinistra: Fabio Delfini (vice capitano), Riccardo Sinicropi, Samuel Vincent Ruggeri, Lorenzo Bresciani, Alessio Tramontin, Andrey Golubev, Paolo Lorenzi, Adrian Ungur, Armando Zanotti (capitano)

Crema, 24 novembre 2019 – Un 3-3 che non fa felice nessuna delle due contendenti, e che rimanda i giochi alla gara di ritorno, fra sette giorni in Emilia Romagna. È l’esito del duello d’andata dei play-out per la permanenza in Serie A1, che ha visto il Tennis Club Crema e il Circolo Tennis Bologna chiudere in parità, dopo sette ore e mezza di battaglia. Un risultato che di certo non soddisfa gli ospiti, in vantaggio per 2-0 dopo i primi due singolari, ma lascia un pizzico di amaro in bocca anche ai padroni di casa, che a un certo punto avevano buoni motivi per sperare nel colpaccio. Dopo le sconfitte di Lorenzo Bresciani contro Fabio Mercuri e di uno sfortunato Adrian Ungur, battuto per 7-6 3-6 7-6 da Federico Gaio in un match lungo tre ore (che ha visto il rumeno del Tc Crema arrivare più volte a un passo dal successo), i lombardi sono riusciti a pareggiare i conti, conquistando gli altri due singolari. Prima il giovane Samuel Vincent Ruggeri si è confermato una garanzia, riuscendo a spuntarla alla distanza su Manuel Righi in un duello davvero equilibrato (6-7 6-4 6-2 il punteggio), mentre successivamente Paolo Lorenzi ha messo in campo il suo miglior tennis contro il 23enne austriaco Dennis Novak, che al momento gli sta davanti di una dozzina di posizioni nel ranking Atp – 108 contro 120 – e ha un tennis molto esplosivo. “Paolino” è riuscito a contenerlo con grande solidità, è partito meglio in entrambi i set e l’ha spuntata per 6-3 6-4, siglando il 2-2.

A stabilire la definitiva parità ci hanno pensato i doppi, e anche la mossa azzeccata da capitan Zanotti, che ha deciso di mandare in campo Ungur in coppia con Bresciani, e Vincent Ruggeri insieme ad Andrey Golubev, quest’ultimo di rientro da Madrid dove ha difeso i colori del Kazakistan in Coppa Davis. A decidere la sfida fra Bresciani/Ungur e Mercuri/Righi è stata però la squalifica di Righi, che sul 5-5 del primo set ha rivolto un’offesa al giudice di sedia, il quale ha richiesto l’intervento in campo del giudice arbitro: esito, l’allontanamento immediato dal campo del giocatore. Nel frattempo, sull’altro campo, Golubev e Vincent Ruggeri hanno disputato un primo set splendido contro Gaio/Novak, chiudendolo per 6-2, ma non è bastato perché col passare dei minuti, la coppia rivale è entrata nel match ed è salita sempre più di livello, sino a prendere il controllo delle operazioni e spuntarla per 2-6 6-3 10/3, conquistando il punto del 3-3. “C’è un po’ di rammarico per il match di Ungur – spiega capitan Zanotti –, perché è arrivato a un soffio da una vittoria che sarebbe stata pesantissima. Ma ha comunque disputato un gran match, così come un Lorenzi davvero in grande spolvero. Il 3-3 significa che ci sarà da lottare punto su punto anche a Bologna, ma noi siamo pronti e il gruppo è più unito che mai”. Fra sette giorni la resa dei conti.

RISULTATI
INCONTRO DI ANDATA PLAY-OUT
Tennis Club Crema vs Circolo Tennis Bologna 3-3
Fabio Mercuri (B) b. Lorenzo Bresciani (C) 6-3 6-4, Federico Gaio (B) b. Adrian Ungur (C) 7-6 3-6 7-6, Samuel Vincent Ruggeri (C) b. Manuel Righi (B) 6-7 6-4 6-2, Paolo Lorenzi (C) b. Dennis Novak (B) 6-3 6-4, Bresciani/Ungur (C) b. Mercuri/Righi (B) 5-5 squalifica, Gaio/Novak (B) b. Golubev/Vincent Ruggeri (C) 2-6 6-3 10/3.

Area download immagini

Tags:

Questo sito è full responsive ed è correttamente visualizzabile su ogni dispositivo. Computer, smartphone e tablet di ogni misura...