Serie A2, il Ct Ceriano centra i play-off. L’impresa a Cagliari fa sognare



La formazione del Ct Ceriano che ha sconfitto il Tc Cagliari nell’ultima giornata

Ceriano Laghetto (MB), 18 novembre 2019 – A Cagliari serviva un’impresa. Lo sapeva il capitano Silverio Basilico e lo sapevano le ragazze che, nella settima e ultima giornata del campionato di Serie A2 2019, l’hanno realizzata battendo il Tc Cagliari in trasferta per 3-1 e conquistando quel terzo posto nel girone 2 che vale i play-off. Così, il weekend prossimo, il Club Tennis Ceriano se la vedrà con il CT Palermo nel capoluogo siciliano per decidere quale delle due formazioni sfiderà il Tc Mestre per la promozione in A1. Ma procediamo con ordine. Il pari tra il Tc Mestre e il Tc Rungg (Bolzano) ha cristallizzato le prime due posizioni del secondo raggruppamento mentre nel girone 1, comandato saldamente dalla Società Canottieri Casale,  il 2-2 finale tra Ct Palermo e Ct Bari (che porta entrambe a 11 punti) ha premiato la formazione siciliana in virtù del +1 rispetto alle avversarie nel computo complessivo delle partite vinte. La formazione di Ceriano Laghetto sarà dunque impegnata prima in una sfida secca contro Federica Bilardo e compagne. “L’obiettivo stagionale è stato raggiunto – spiega il presidente del CT Ceriano Severino Rocco – e sono molto contento per quello che hanno fatto fin qui le ragazze. Negli ultimi anni abbiamo sfidato spesso il Tc Cagliari e sappiamo bene quanto sia difficile batterlo. Ora andremo a Palermo per giocarcela fino in fondo”.

Passando alla cronaca della sfida tra Il CT Ceriano e il TC Cagliari, nel match d’apertura l’equilibrio è durato appena quattro giochi, perché sul punteggio di 2-2 Angelica Moratelli ha ingranato la quarta e non ha concesso più nulla a Dalila Spiteri. Copione diverso nel secondo parziale quando la giocatrice trentina ha ipotecato subito il risultato con un doppio break di vantaggio e ha chiuso i conti per 6-2 6-2. Non poteva esserci esordio più turbolento invece per Dejana Radanovic, classe 1996 al debutto stagionale con i colori del CTC. Dopo un inizio choc, 6-1 per mano di Anna Floris, la serba è stata brava a reagire subito ripagando l’avversaria con la stessa moneta e imponendosi al tie-break del terzo set per 8-6. Avanti per 2-0, la formazione brianzola ha cominciato ad assaporare per davvero il terzo posto nel girone. Ma la sfida tra Barbara Dessolis e Gloria Stuani è una battaglia all’insegna dell’equilibro lunga oltre due ore e mezza, al termine delle quali è stata la giocatrice sarda a imporsi per 7-5 al terzo riaprendo così i giochi. Nel doppio, però, dopo un primo set all’insegna dell’incertezza, la coppia formata da Angelica Moratelli e Rachele Zingale ha aumentato i giri ed è riuscita a prendere il comando del gioco regalando al Club Tennis Ceriano una gioia al fotofinish. Molto soddisfatto capitan Silverio Basilico: “Le ragazze sono state bravissime. Sapevamo che non sarebbe stato semplice, gli incontri sono stati tutti davvero molto equilibrati e difficili da gestire. Per questo è stata una vittoria ancora più importante”. Da un’isola, all’altra: dalla Sardegna alla Sicilia, la corsa del CT Ceriano verso la A1 continua.

RISULTATI
Settima giornata Girone 2
Club Tennis Ceriano b. TC Cagliari 3-1
Angelica Moratelli (CE) b. Dalila Spiteri (CA) 6-2 6-2, Dejana Radanovic (CE) b. Anna Floris (CA) 1-6 6-1 7-6; Barbara Dessolis (CA) b. Gloria Stuani (CE) 6-3 4-6 7-5, Moratelli/Zingale (CE) b. Dessolis/Spiteri (CA) 6-7 6-2 10-6

CLASSIFICA, GIRONE 2
1. Tennis Club Mestre, 13 punti
2. Tennis Club Rungg, 12 punti
3. Club Tennis Ceriano, 12 punti
4. Tennis Club Cagliari, 11 punti
5. Tennis Beinasco, 8 punti
6. Sporting Stampa “B”, 1 punti
7. Sc Sassuolo, 1 punti

Area download immagini

Leggi Tutto

Lumezzane fa tremare Faenza, ma non basta. È 2-2 e quarto posto: play-out contro Beinasco



Foto 1 - La formazione della Bal Lumezzane con la presidente del Tc Lumezzane, Nerina Bugatti. Da sinistra: Alberto Paris (cap.), Eleonora Canovi, Ylena In-Albon, Nerina Bugatti, Georgia Brescia, Sara Cicognani, Rubina De Ponti, Elisa Belleri (vice cap.)

Lumezzane, 17 novembre – 2-2 all’andata al Tennis Club Lumezzane, 2-2 al ritorno al Club Atletico Faenza. Ma con la differenza che mentre il pareggio del 27 ottobre era stato accolto come fosse un successo, perché regalava alle bresciane il primo storico punto in Serie A1, questo ‘brucia’ perché non basta alle ragazze del Bal per evitare il quarto e ultimo posto nel Girone 1, che significa affrontare ai play-out la terza classificata dell’altro gruppo. A rendere la notizia ancor più amara è il nome dell’avversaria nella doppia sfida salvezza, ovvero le campionesse d’Italia in carica del Tennis Beinasco, in corsa fino all’ultimo per un posto in semifinale – e a segno per 4-0 contro il Ct Lucca nell’ultima giornata – ma beffate in volata dal Tc Parioli. Per evitare il quarto posto alle ragazze di Alberto Paris sarebbe servito un successo che si è allontanato subito in apertura di giornata quando Georgia Brescia non è riuscita a ripetere l’affermazione dell’andata su Alice Balducci (a segno in rimonta per 5-7 6-3 7-5 in quasi tre ore di gioco). Le speranze si erano riaccese grazie alla doppia vittoria negli altri due singolari, conquistati da Ylena In-Albon e Rubina De Ponti. La svizzera, tornata finalmente competitiva dopo che un infortunio muscolare alla gamba l’aveva costretta a tre ritiri consecutivi, l’ha spuntata per 6-3 6-1 su Camilla Scala nel duello fra le numero 1, mentre la giovane del vivaio De Ponti ha ribadito il successo del mese scorso sull’esperta Agnese Zucchini, imponendosi con il punteggio di 7-6 6-3.

Con il Bal Lumezzane avanti 2-1 dopo i singolari, è diventato fondamentale il doppio, decisivo per decidere quale delle due squadre avrebbe evitato il quarto posto. La coppia Balducci/Scala si è rivelata più incisiva di De Ponti/In-Albon, avendo la meglio per 6-3 6-2 e conquistando il punto che ha permesso loro di mettere in ghiaccio il terzo posto finale. Sarà così proprio Faenza ad affrontare per la permanenza in A1 le toscane del Circolo Tennis Siena, mentre per le bresciane ci saranno – come detto – le piemontesi del Tennis Beinasco, protagoniste di un campionato in chiaroscuro. Le torinesi restano una formazione di altissimo livello, in grado ancora di schierare lo stesso terzetto che meno di dodici mesi fa a Lucca si cucì sul petto lo scudetto. “Purtroppo – spiega il capitano Alberto Paris – paghiamo un paio di situazioni che non sono andate a nostro favore, in primis l’infortunio di Ylena In-Albon durante l’anno. Peccato anche per l’ultima giornata: Georgia (Brescia, ndr) ha perso un match combattuto che si poteva anche vincere e che avrebbe potuto cambiare completamente la storia della stagione. Ora ci tocca la sfida con Beinasco, una squadra fortissima contro la quale vincere sarà davvero difficile. Ma ci proviamo, senza paura”. Domenica 24 novembre il duello d’andata a Lumezzane, sette giorni più tardi la sfida di ritorno in Piemonte. Per restare in A1 servirà un ‘miracolo’, ma le ragazze del Bal, nelle ultime stagioni, ne hanno già fatti parecchi. Mai dire mai.

RISULTATI
Sesta giornata Girone 1
Club Atletico Faenza vs Bal Lumezzane 2-2
Alice Balducci (F) b. Georgia Brescia (L) 5-7 6-3 7-5, Ylena In-Albon (L) b. Camilla Scala (F) 6-3 6-1, Rubina De Ponti (L) b. Agnese Zucchini (F) 7-6 6-3, Balducci/Scala (F) b. De Ponti/In-Albon (L) 6-3 6-2.

CLASSIFICA FINALE GIRONE 1
1. Tennis Club Genova 1893, 15 punti (19-5)
2. Tennis Club Prato, 12 punti (13-11)
3. Club Atletico Faenza, 5 punti (9-15)
4. Bal Lumezzane, 2 punti (7-17)

Area download immagini

Leggi Tutto

Una pazza Serie A1: Crema cede a Sassuolo, ora i play-out per la salvezza



Foto 1 - La formazione del Tennis Club Crema. Da sinistra: Fabio Delfini (vice capitano), Riccardo Sinicropi, Samuel Vincent Ruggeri, Lorenzo Bresciani, Alessio Tramontin, Andrey Golubev, Paolo Lorenzi, Adrian Ungur, Armando Zanotti (capitano)

Crema, 17 novembre 2019 – È la dura legge della Serie A1. Un campionato tanto breve da non permettere errori, e nel quale basta ben poco per passare dal primo all’ultimo posto del girone. Lo sa bene il Tennis Club Crema, che dopo il girone d’andata veleggiava al comando del Gruppo 1 e che aveva conservato la leadership anche al termine della quarta giornata. Solo due settimane più tardi il circolo lombardo si trova quarto e ultimo, condannato a giocarsi ai play-out la permanenza in A1. È il risultato di un girone molto equilibrato e di una serie di combinazioni imprevedibili, in particolar modo in una sesta giornata che ha visto il Match Ball Siracusa battere il Tc Italia e passare da terzo a primo (guadagnando così la semifinale scudetto a spese della formazione di Forte dei Marmi), e il Tc Crema raccogliere allo Sporting Club Sassuolo la terza sconfitta consecutiva. Risultato che ha fatto scivolare i cremaschi dal secondo al quarto posto. In casa del team emiliano è finita 5-1, con i lombardi che hanno pagato caro due assenze pesanti: quella di Paolo Lorenzi, impegnato a Londra come opinionista di Sky Sport durante le Atp Finals e quella di Andrey Golubev, a Madrid con la nazionale del Kazakistan per le finali di Coppa Davis, al via lunedì. Il sogno dei cremaschi di agguantare la semifinale – ancora possibile alla vigilia, il che la dice lunga sull’equilibrio del girone – è svanito dopo i primi tre singolari, persi in due set da Riccardo Sinicropi, Lorenzo Bresciani e Adrian Ungur, rispettivamente contro Enrico Dalla Valle, Michele Vianello e Stefano Napolitano. Solo Samuel Vincent Ruggeri è riuscito a conquistare un punto, battendo per 6-4 7-6 Giulio Mazzoli.

Il successo del bergamasco ha chiuso i singolari sul 3-1 e tenuto il Tc Crema in corsa almeno per un pareggio, ma nei doppi sono arrivate due sconfitte. Bresciani/Vincent Ruggeri si sono arresi per 6-4 6-4 a Dalla Valle/Napolitano, mentre Sinicropi/Ungur hanno ceduto per 7-6 6-4 a Mazzoli/Vianello, consegnando il 5-1 che ha fruttato agli emiliani il secondo posto e condannato Crema al quarto, che significa play-out. Per restare in A1 i ragazzi di Armando Zanotti dovranno vincere il doppio confronto con una delle terze classificate degli altri gironi: Ct Massa Lombarda, Ct Bologna o Tc Prato (martedì il sorteggio negli uffici romani della Federtennis). Domenica 24 novembre il duello a Crema, il 1° dicembre la sfida decisiva in trasferta. Uno scenario che solo fino a due settimane fa pareva evitato e che invece si è riproposto. “Sapevamo – spiega Zanotti – che per garantirci la salvezza diretta sarebbero serviti altri tre punti, che purtroppo non sono arrivati. Ma la Serie A1 è così, specialmente in un girone tanto equilibrato. Ora la mente passa ai play-out: fra sette giorni si torna in campo, e dobbiamo farci trovare pronti. Sperando di poter contare di nuovo sulla squadra al completo”. Se così fosse, il Tennis Club Crema ha tutte le carte in regola per conquistare la permanenza in A1. Visto come è andata sin qui, sarebbe più che meritata.

RISULTATI
SESTA GIORNATA GIRONE 1
Sporting Club Sassuolo b. Tennis Club Crema 5-1
Enrico Dalla Valle (S) b. Riccardo Sinicropi (C) 6-2 6-3, Michele Vianello (S) b. Lorenzo Bresciani (C) 6-4 6-4, Stefano Napolitano (S) b. Adrian Ungur (C) 6-4 6-2, Samuel Vincent Ruggeri (C) b. Giulio Mazzoli (S) 6-4 7-6, Dalla Valle/Napolitano (S) b. Bresciani/Vincent Ruggeri (C) 6-4 6-4, Mazzoli/Vianello (S) b. Sinicropi/Ungur (C) 7-6 6-4.

CLASSIFICA FINALE GIRONE 1
1. Match Ball Siracusa, 10 punti (20-16)
2. Sporting Club Sassuolo, 9 punti (20-16)
3. Tennis Club Italia, 9 punti (15-21)
4. Tennis Club Crema, 7 punti (17-19)

Area download immagini

Leggi Tutto

Gli Internazionali di Brescia fanno scuola. E Paris li racconta al mondo nel meeting di Tennis Europe



Brescia, 11 novembre – Un modello di qualità nato nel lontano 2008, coccolato con passione, attenzione ed entusiasmo fino a renderlo il terzo torneo femminile più importante d’Italia. È la storia di successo degli Internazionali femminili di Brescia, diventati ora anche un caso di studio a livello internazionale, tanto che il direttore del torneo Alberto Paris (al timone dell’evento sin dalla prima edizione) è stato invitato a raccontare i segreti della manifestazione davanti a una platea internazionale. L’ha fatto alla “Tennis Europe Juniors & Pro Conference”, evento biennale ideato per riunire gli organizzatori dei tornei con i responsabili del circuito mondiale e i vertici delle federazioni nazionali, svolto fra mercoledì 6 e venerdì 8 novembre a due passi dall’aeroporto di Malpensa, per sfruttare la concomitanza con la terza edizione delle Next Gen ATP Finals (giocate all’Allianz Cloud di Milano, ex PalaLido). Fra i tanti temi dibattuti, legati al presente e al futuro del tennis internazionale, e in mezzo a relatori di grande spessore provenienti da tutto il mondo (come l’ex top 10 Nicolas Almagro, i direttori di Fit Servizi Marco Martinasso e Giorgio Di Palermo, i direttori del circuito Itf, il CEO di Tennis Europe Thomas Hammerl, alcuni manager di fama internazionale e tanti altri), Paris ha raccontato l’esperienza degli Internazionali del Tennis Forza e Costanza, che nel 2019 hanno tagliato in Castello il traguardo delle dodici edizioni, e guardano avanti con obiettivi sempre più ambiziosi.

“Per me – racconta Paris – è stato onore avere un posto fra relatori così importanti e poter parlare di fronte a una platea numerosa e competente”. Il direttore degli Internazionali ha mostrato ai presenti il video utilizzato per il lancio dell’edizione 2019, e poi ha illustrato la crescita del torneo, soffermandosi sui vari punti chiave che l’hanno reso il più importante fra gli appuntamenti italiani del circuito Itf. “Come per esempio – continua – l’utilizzo di figure professionali per ogni aspetto dell’evento. Se si vuole crescere non si può lasciare nulla al caso, e bisogna affidarsi a dei professionisti, in ogni settore, da ricerca sponsor, marketing e comunicazione, fino alle questioni di campo”. Un impegno che richiede sicuramente un budget superiore alla norma, ma è fra i segreti del successo dell’appuntamento bresciano. “In più – dice ancora Paris – ho illustrato gli altri nostri punti di forza: la capacità di crescere senza fare il passo più lungo della gamba, la cura dell’impianto e l’allestimento di un villaggio ospitalità, il coinvolgimento del territorio, l’attenzione agli eventi collaterali e i rapporti con le giocatrici”. Aspetti che talvolta vengono trascurati o messi in secondo piano, mentre al Forza e Costanza costituiscono un tutt’uno col tennis giocato. Che resta naturalmente il grande protagonista e che resta l’unica area di un torneo il cui controllo diretto è assolutamente limitato anche per la macchina organizzativa. Su tutto il resto, invece, si può lavorare e fare la differenza. Brescia docet.

Area download immagini

Leggi Tutto

Ritardi, pioggia e febbre: il Tc Crema cade a Siracusa e perde la vetta in A1



Foto 1 - La formazione del Tennis Club Crema. Da sinistra: Fabio Delfini (vice capitano), Riccardo Sinicropi, Samuel Vincent Ruggeri, Lorenzo Bresciani, Alessio Tramontin, Andrey Golubev, Paolo Lorenzi, Adrian Ungur e il capitano Armando Zanotti (foto GAME)

Crema, 3 novembre 2019 – Oltre otto ore di tennis, fra pioggia, interruzioni e riprese, attese e fatica. Il tutto chiuso da un epilogo amaro per il Tennis Club Crema, che nella trasferta al Match Ball Siracusa ha rimediato una sconfitta per 4-2 al termine di una giornata di Serie A1 complicata fin dall’inizio. Le precipitazioni che hanno colpito la Sicilia hanno fatto la loro parte, rendendo inizialmente impraticabile uno dei due campi e obbligando a oltre un’ora di ritardo per il via anche sull’altro terreno di gioco. Eppure i lombardi erano partiti col piede giusto grazie al solito Adrian Ungur: in un incontro spezzato a metà dalla pioggia, l’ex top 100 rumeno ha rifilato un doppio 6-2 ad Antonio Massara, firmando il punto dell’1-0. Ma per gli ospiti è stata solamente un’illusione e sono arrivati i grattacapi. Prima con la sconfitta di Andrey Golubev, che in condizioni difficilissime per il suo tennis esplosivo ha ceduto per 6-1 6-3 allo spagnolo Bernabe Zapata Miralles, e poi con quella del giovane Samuel Vincent Ruggeri che ha perso l’imbattibilità in singolare (era a quattro vittorie su quattro) cedendo con un doppio 7-5 ad Alessandro Ingarao. Nel quarto singolare, in virtù della febbre che già da qualche giorno ha debilitato Lorenzo Bresciani, capitan Armando Zanotti ha schierato l’altro ‘vivaio’ Alessio Tramontin, ma il 16enne friulano ha pagato a caro prezzo lo scotto dell’esordio, non raccogliendo neanche un game contro Ettore Zito e condannando il Tc Crema a uno svantaggio di 3-1.

A quel punto, per tentare di strappare almeno un punto, i cremaschi hanno optato per le coppie Golubev/Vincent Ruggeri e Tramontin/Ungur. E a dire il vero la possibilità di pareggiare non è stata poi così lontana. I primi l’hanno spuntata per 7-5 6-4 su Zapata Miralles e Massara, rispettivamente numero 1 e numero 2 della formazione di casa, mentre Ungur e un Tramontin decisamente più in palla rispetto al singolare hanno battagliato alla pari con Ingarao/Zito, arrivando a due punti dal trascinare il match al long tie-break decisivo. Nel momento più importante però i rivali non hanno tremato, chiudendo con il punteggio di 6-4 7-6 e conquistando la seconda vittoria stagionale che permette loro di salire a 7 punti – proprio come il Tc Crema – alle spalle della capolista Tc Italia (a quota 9). “Abbiamo lottato in tutti gli incontri – ha detto il capitano Armando Zanotti – ma gli avversari sono stati superiori. C’è un po’ di amarezza per il secondo doppio, nel quale potevamo giocarcela al terzo set, ma in generale non abbiamo comunque nulla da recriminare”. Come accennato, la sconfitta costa ai cremaschi la vetta del Girone 1 a una sola giornata dal termine (domenica 17 novembre in trasferta allo Sporting Club Sassuolo). Sarà fondamentale per decretare tutti i verdetti di un girone particolarmente aperto.

RISULTATI
QUINTA GIORNATA GIRONE 1
Match Ball Siracusa b. Tennis Club Crema 4-2
Adrian Ungur (C) b. Antonio Massara (S) 6-2 6-2, Bernabe Zapata Miralles (S) b. Andrey Golubev (C) 6-1 6-3, Alessandro Ingarao (S) b. Samuel Vincent Ruggeri (C) 7-5 7-5, Ettore Zito (S) b. Alessio Tramontin (C) 6-0 6-0, Golubev/Vincent Ruggeri (C) b. Massara/Zapata Miralles (S) 7-5 6-4, Ingarao/Zito (S) b. Tramontin/Ungur (C) 6-4 7-6.

CLASSIFICA GIRONE 1
1. Tennis Club Italia, 9 punti (14-16)
2. Tennis Club Crema, 7 punti (16-14)
3. Match Ball Siracusa, 7 punti (13-11) *
4. Sporting Club Sassuolo, 3 punti (11-13) *
* una partita in meno

Area download immagini

Leggi Tutto

A1, Lumezzane scivola all’ultimo posto. Il 17 novembre la resa dei conti



Foto 1 - La formazione della Bal Lumezzane in Serie A1. Da sinistra: Alberto Paris (cap.), Eleonora Canovi, Ylena In-Albon, Georgia Brescia, Sara Cicognani, Rubina De Ponti, Elisa Belleri (vice cap.)

Lumezzane, 3 novembre – Complice una Ylena In-Albon ancora alle prese con il problema muscolare alla coscia che l’aveva già obbligata a due ritiri nelle ultime due giornate, per strappare anche solo un punto al Tennis Club Genova 1893 alle ragazze del Bal Lumezzane serviva una vera e propria impresa. Che però non è arrivata. Non è bastato nemmeno l’affetto del tanto pubblico di casa: la ventenne svizzera ha collezionato un nuovo ritiro, gettando la spugna dopo appena tre giochi della sfida con Liudmila Samsonova (2-1 per la russa lo score), e la formazione bresciana ha rimediato la quarta sconfitta del suo campionato arrendendosi per 3-1. L’unica soddisfazione di giornata è quella di aver di nuovo tenuto viva la contesa fino al doppio, grazie a un’ottima Georgia Brescia. Perché mentre una giocatrice di enorme esperienza come l’ex numero 55 del mondo Alberta Brianti si è rivelata troppo forte per la giovane Rubina De Ponti (sconfitta per 6-1 6-2), Georgia ha trovato la sua seconda vittoria stagionale in singolare, sfoderando una grande prestazione contro Lucia Bronzetti. Perso il primo set per 7-5, la monzese del Bal non ha mollato di un centimetro, continuando a lottare fino a ribaltare il sottile equilibrio e spuntarla per 5-7 7-5 7-5, dopo 2 ore e mezza di battaglia. Ma le tante energie spese per conquistare un punto le hanno presentato il conto poco dopo, tagliandola fuori dalla selezione per il doppio e obbligando il capitano Alberto Paris a tentare il colpaccio con due giovani del vivaio: la bresciana Sara Cicognani e la comasca Eleonora Canovi. Una soluzione che però non è bastata a impensierire il duo Brianti/Samsonova, che ha risolto la pratica senza particolari difficoltà, imponendosi con il punteggio di 6-1 6-0.

“Abbiamo fatto il possibile – ha detto capitan Paris – conquistando un buon punto con Georgia Brescia, mentre negli altri incontri c’è stato poco da fare. Peccato che dopo il singolare Georgia avesse male a un ginocchio e poche energie, e non siamo riusciti a schierarla nel doppio”. Per il Bal, oltre alla sconfitta casalinga, è arrivata una brutta notizia anche da Faenza, dove le romagnole se la vedevano con la capolista Tennis Club Prato. Già sicuro di conquistare uno dei primi due posti del Girone 1 (che significa accesso alle semifinali scudetto), il club toscano ha schierato una formazione ampiamente rimaneggiata, spianando la strada alle rivali – a segno per 4-0 – e finendo per fare un brutto scherzo alle lombarde. Che ora si trovano all’ultimo posto, con un punto contro i 4 delle faentine, avversarie nella giornata conclusiva. Vuol dire che per evitare di chiudere al quarto e ultimo posto (il che significherebbe giocarsi la permanenza in A1 con la terza del Girone 2), le bresciane dovranno andare a vincere proprio a Faenza. L’aspetto positivo è che il duello sarà domenica 17, fra due settimane. Sufficienti, o almeno si spera, per permettere alla numero uno In-Albon di tornare finalmente al cento per cento.

RISULTATI
Quarta giornata Girone 1
Tennis Club Genova 1893 b. Bal Lumezzane 3-1
Liudmila Samsonova (G) b. Ylena In-Albon (L) 2-1 ritiro, Alberta Brianti (G) b. Rubina De Ponti (L) 6-1 6-2, Georgia Brescia (L) b. Lucia Bronzetti (G) 5-7 7-5 7-5, Brianti/Samsonova (G) b. Cicognani/Canovi (L) 6-1 6-0.

CLASSIFICA GIRONE 1 (se Faenza vince 4-0)
1. Tennis Club Prato, 12 punti (13-7)
2. Tennis Club Genova 1893, 12 punti (15-5)
3. Club Atletico Faenza, 4 punti (7-13)
4. Bal Lumezzane, 1 punto (5-15)

Area download immagini

Leggi Tutto

A2, Ct Ceriano: missione compiuta a Sassuolo. Ma per il 3° posto serve un’impresa a Cagliari



Foto 2 - La formazione del CT Ceriano Laghetto
La formazione del CT Ceriano Laghetto

Ceriano Laghetto (MB), 3 novembre 2019 – Il Club Tennis Ceriano aveva un solo risultato a disposizione: la vittoria. E l’ha ottenuta. Nella trasferta di Sassuolo le ragazze di Ceriano Laghetto (MB) erano obbligate a conquistare tre punti per restare agganciate al treno play-off e giocarsi la terza posizione nell’ultima giornata di campionato in Sardegna contro il Tc Cagliari. E proprio l’inaspettato exploit delle isolane, che hanno liquidato un Tennis Club Mestre fin troppo remissivo per 4-0, rappresenta senza dubbio il risultato più clamoroso di giornata. Una vittoria che proietta il Tc Cagliari a 11 punti (ancora in lizza per il primo posto), due in più delle ragazze guidate da Silverio Basilico. Le brianzole però, domenica prossima, dovranno compiere un’autentica impresa sportiva per battere la compagine cagliaritana e agguantare in rimonta il terzo posto nel girone 2. Obiettivo possibile, ma solo in caso di successo. Anche perché l’altra contendente, il Tennis Beinasco (che ha fermato il Tc Rungg sul 2-2) dovrà osservare il turno di riposo e non potrà migliorare il bottino di 8 punti fin qui accumulato. La formazione piemontese, dunque, è già sicura di dover disputare i play-out per restare in A2. Ma la settima e ultima giornata sarà interessante anche per stabilire chi tra Sporting Stampa B e Sporting Club Sassuolo retrocederà direttamente in Serie B.

Se è fra sette giorni che tutto sarà deciso, l’ultimo è stato in ogni caso un turno molto positivo per il CTC. Dopo il successo casalingo di venerdì scorso contro le torinesi dello Sporting Stampa, il club lombardo ha trovato la seconda vittoria consecutiva in poco più di 48 ore. Nella trasferta emiliana, il primo punto per Ceriano è arrivato da Anne Schaefer che, sotto 4-5 nel primo parziale contro Giulia Guidetti, ha ottenuto un break provvidenziale ed è andata a vincere il primo set, riuscendo poi a chiudere un match comunque molto equilibrato. Ma Sassuolo non ha alzato bandiera bianca e con Nuria Parrizas-Diaz (attuale numero 202 della classifica WTA) ha agguantato il pari. Nonostante una prova di carattere, Angelica Moratelli non è riuscita infatti a fermare la 28enne spagnola, passata per 6-3 7-5. Il risultato è rimasto in bilico ancora per poco, perché Gloria Stuani ha lasciato appena quattro giochi a Giorgia Guidotti riportando Ceriano avanti. Nel doppio, infine, la coppia Moratelli/Stuani è partita in quarta e, dopo aver dominato il primo set, ha chiuso i conti fissando il punteggio sul 3-1. “Oggi le ragazze hanno giocato molto bene e lo hanno fatto su una superficie sintetica tutt’altro che facile, conquistando i tre punti”, racconta capitan Silverio Basilico. “Dispiacerebbe se il risultato di oggi tra il Tc Cagliari e il Tc Mestre dovesse, alla fine, rivelarsi decisivo per il terzo posto ma domenica prossima noi andremo in Sardegna per cercare con le unghie e con i denti un successo che ci porterebbe ai play-off”.

RISULTATI
Sesta giornata Girone 2
Club Tennis Ceriano b. Sc Sassuolo 3-1
Anne Schaefer (C) b. Giulia Guidetti (S) 7-5 6-4, Nuria Parrizas-Diaz (S) b. Angelica Moratelli (C) 6-3 7-5, Gloria Stuani (C) b. Giorgia Guidotti (S) 6-3 6-1, Moratelli/Stuani (C) b. Parrizas-Diaz/Guidotti (S) 6-0 6-2

CLASSIFICA, GIRONE 2
1. Tennis Club Mestre, 12 punti
2. Tennis Club Rungg, 11 punti
3. Tennis Club Cagliari, 11 punti
4. Club Tennis Ceriano, 9 punti
5. Tennis Beinasco, 8 punti
6. Sporting Stampa “B”, 0 punti
7. Sc Sassuolo, 0 punti

Area download immagini


Leggi Tutto

Serie A2, Ceriano ritrova vittoria e sorriso. Domenica a Sassuolo per la conferma



anne schaefer
Anne Schaefer ha vinto il secondo singolare della sfida tra Ct Ceriano e Sporting Stampa “B”

Ceriano Laghetto (MB), 1 novembre 2019 – La corsa del Club Tennis Ceriano nel Campionato di Serie A2 2019 è ripartita. Lasciati alle spalle i due k.o. contro Tc Rungg e Tc Mestre, la formazione brianzola è tornata al successo superando in casa la formazione B dello Stampa Sporting Torino per 4-0. Un successo rotondo che restituisce fiducia alle ragazze di Ceriano Laghetto, rientrate in corsa per la zona play-off. Stavolta era importante partire con il piede giusto e Angelica Moratelli non se l’è fatto ripetere due volte. Nel primo match di giornata contro Federica Gardella, la giocatrice trentina ha impresso da subito il proprio ritmo e, dopo essersi aggiudicata il primo parziale per 6-2, è tornata in campo concentrata salendo subito sul 3-0 e chiudendo i conti con un altro 6-2. Ritrova il successo anche Anne Schaefer, assente nel corso dell’ultima, sfortunata trasferta di Mestre. Contro Chiara Fornasieri, la tedesca non ha avuto difficoltà conquistando il successo senza concedere nemmeno un gioco all’avversaria. Il punto che ne vale tre in classifica è arrivato dalla racchetta di Gloria Stuani, nell’ultimo singolare di giornata contro Alessia Camerano. Nel doppio, la coppia Moratelli/Stuani ha poi fissato il punteggio sul 4-0 finale. Dando uno sguardo agli altri match della quinta giornata del girone 2, il Tc Rungg vince per 3-1 in casa contro Sassuolo non senza qualche difficoltà, mentre Tc Cagliari e Tennis Beinasco pareggiano per 2-2.

“Oggi – sottolinea il capitano del Club Tennis Ceriano, Silverio Basilico – la prestazione delle ragazze è stata molto positiva. Adesso la cosa più importante è quella di fare risultato a Sassuolo domenica perché, vista la situazione attuale del girone, è una partita decisiva se vogliamo poi andare a giocarci il terzo posto a Cagliari”. Già, perché Ceriano non ha nemmeno il tempo di festeggiare: domenica 3 novembre c’è il secondo turno settimanale in trasferta. Un impegno ravvicinato molto importante per le brianzole che, in caso di successo (la formazione emiliana è ancora ferma a zero in classifica), potrebbero guadagnare i punti che servono in ottica play-off. Ovviamente, a questo punto della stagione è tempo di fare i primi calcoli. Il primo posto nel girone sarà, quasi certamente, una questione a due tra il Tc Mestre (che in questa giornata ha osservato il turno di riposo) e il Tc Rungg, che si sfideranno nello scontro diretto proprio all’ultima di campionato. Per la terza piazza, invece, sono in corsa Tc Cagliari, Tennis Beinasco e appunto Ceriano, con la formazione piemontese che nell’ultima giornata riposerà mentre le altre due si incroceranno in Sardegna per una sfida da dentro o fuori. Naturalmente, però, prima c’è un altro turno da disputare dopo sole 48 ore: adesso che il Campionato di A2 è arrivato allo sprint finale, per tutti sono vietati passi falsi.

RISULTATI
Quinta giornata Girone 2
Club Tennis Ceriano b. Sporting Stampa “B” 4-0
Angelica Moratelli (C) b. Federica Gardella (S) 6-2 6-2, Anne Schaefer (C) b. Chiara Fornasieri (S) 6-0 6-0, Gloria Stuani (C) b. Alessia Camerano (S) 6-2 6-1, Moratelli/Zingale (C) b. Gardella/Fornasieri (S) 6-3 6-3.

CLASSIFICA, GIRONE 2
1. Tennis Club Mestre, 12 punti
2. Tennis Club Rungg, 10 punti
3. Tennis Club Cagliari, 8 punti
4. US Tennis Beinasco, 7 punti
5. Club Tennis Ceriano, 6 punti
6. Sporting Stampa “B”, 0 punti
7. Sc Sassuolo, 0 punti

Area download immagini

Leggi Tutto

Questo sito è full responsive ed è correttamente visualizzabile su ogni dispositivo. Computer, smartphone e tablet di ogni misura...