Sonego e Travaglia show, Crema deve arrendersi. I due top 100 trascinano il Tc Italia



Foto 1 - La formazione del Tennis Club Crema. Da sinistra: Fabio Delfini (vice capitano), Riccardo Sinicropi, Samuel Vincent Ruggeri, Lorenzo Bresciani, Alessio Tramontin, Andrey Golubev, Paolo Lorenzi, Adrian Ungur, Armando Zanotti (capitano)

Crema, 1 novembre 2019 – Non capita spesso, nella Serie A1 di oggi, di vedere due giocatori fra i primi 100 del mondo impegnati nello stesso incontro a difendere i colori della medesima squadra. Una rarità di cui ha fatto le spese il Tennis Club Crema, che nella quarta giornata del Campionato si è dovuto arrendere per 4-2 in casa ai toscani del Tc Italia di Forte dei Marmi, determinati a rialzare la testa dopo una partenza incerta. Lo dimostra la scelta di arruolare per la trasferta in Lombardia sia Lorenzo Sonego (numero 54 Atp), sia Stefano Travaglia (numero 88), i due giocatori italiani più forti in gara fin qui nel torneo (c’è anche Fognini al Park Genova, ma non è mai sceso in campo), presentando ai padroni di casa un ostacolo troppo difficile da superare. Come previsto, i grandi protagonisti della giornata sono stati loro, con Travaglia a segno per 6-3 6-1 su Adrian Ungur in apertura di giornata e Sonego che ha lasciato un game in più ad Andrey Golubev (6-3 6-2), portando la formazione ospite in vantaggio addirittura per 3-0. A differenza di quanto successo in Versilia nel duello d’andata, stavolta un Lorenzo Bresciani febbricitante non è riuscito a tenere a bada Marco Furlanetto, che l’ha superato per 6-2 6-2, mentre a tenere vive le speranze del Tc Crema ci ha pensato più tardi il sempre puntuale Samuel Vincent Ruggeri. Alla sua prima stagione da titolare, il 17enne bergamasco è ancora imbattuto in singolare, e ha fatto 4 su 4 spuntandola per 6-1 6-4 sullo spagnolo Luis Gomar Monio, già battuto nella sfida di una ventina di giorni fa.

Tuttavia, il sogno dei cremaschi di riuscire ad agguantare un pareggio è svanito quando il sorteggio dei doppi ha opposto a Golubev e Ungur il duo Furlanetto/Gomar Monio, mentre in pasto a Sonego/Travaglia ha mandato Vincent Ruggeri e l’altro giovane del vivaio Alessio Tramontin, al debutto in Serie A1. Accoppiamenti che hanno reso la vita semplice a entrambe le coppie favorite: i due top 100 portacolori del Tc Italia hanno firmato il 4-1 spuntandola per 6-2 6-0, mentre pochi minuti più tardi la coppia Golubev/Ungur ha siglato il punto del definitivo 4-2, imponendosi sui rivali per 6-4 6-4. “Abbiamo fatto il possibile – ha detto Armando Zanotti, capitano dei cremaschi –, ma contro un Tc Italia armato dei big non è bastato. Peccato per Bresciani, che a causa della febbre era privo di energie, ma siamo contenti comunque. È stata una bella giornata di sport: dispiace per la sconfitta ma guardiamo avanti”. La classifica del Girone 1 li vede comunque al comando, e già sabato mattina è fissata la partenza per la Sicilia, dove domenica i cremaschi affronteranno il MatchBall di Siracusa, oggi a riposo in virtù del rinvio dell’incontro con lo Sporting Club Sassuolo. “Dopo il 3-3 dell’andata – chiude Zanotti –, sarà un altro incontro importantissimo per il girone. I ragazzi dovranno dare il massimo”. Niente paura: sino a qui l’hanno sempre fatto tutti, indipendentemente dal risultato finale.

RISULTATI
QUARTA GIORNATA GIRONE 1
Tennis Club Italia b. Tennis Club Crema 4-2
Stefano Travaglia (I) b. Adrian Ungur (C) 6-3 6-1, Marco Furlanetto (I) b. Lorenzo Bresciani (C) 6-2 6-2, Lorenzo Sonego (I) b. Andrey Golubev (C) 6-3 6-2, Samuel Vincent Ruggeri (C) b. Luis Gomar Monio (I) 6-1 6-4, Sonego/Travaglia (I) b. Vincent Ruggeri/Tramontin (C) 6-2 6-0, Golubev/Ungur (C) b. Furlanetto/Gomar Monio (I) 6-4 6-4.

CLASSIFICA GIRONE 1
1. Tennis Club Crema, 7 punti (14-10)
2. Tennis Club Italia, 6 punti (10-14)
3. Match Ball Siracusa, 4 punti (9-9) *
4. Sporting Club Sassuolo, 3 punti (9-9) *
* una partita in meno

Area download immagini

Leggi Tutto

Bal Lumezzane, venerdì nero a Prato. Ma domenica si va a caccia del riscatto



Foto 1 - La formazione della Bal Lumezzane con la presidente del Tc Lumezzane, Nerina Bugatti. Da sinistra: Alberto Paris (cap.), Eleonora Canovi, Ylena In-Albon, Nerina Bugatti, Georgia Brescia, Sara Cicognani, Rubina De Ponti, Elisa Belleri (vice cap.)

Lumezzane, 1 novembre – Una giornata storta, dall’inizio alla fine. È quella nella quale sono incappate le ragazze del Bal Lumezzane, che nella difficilissima trasferta sui campi della capolista Tennis Club Prato sono state sconfitte per 4-0, riuscendo a raccogliere poco in un confronto durato complessivamente appena tre ore e mezza. Troppo forti le vincitrici di quattro degli ultimi sei scudetti, aiutate pure dalle condizioni di gioco (terra all’aperto) e dall’infortunio di Ylena In-Albon, occorso domenica scorsa nel duello casalingo contro Faenza. Con appena cinque giorni per recuperare, la tennista svizzera ha fatto il possibile, provando comunque a scendere in campo per la sfida contro Martina Trevisan, ma il problema muscolare alla coscia non le ha dato scampo, obbligandola al ritiro dopo una ventina di minuti, quando il primo set era già finito nelle mani della rivale con un rotondo 6-0. Il nuovo ritiro della In-Albon ha subito complicato una giornata proseguita con altre difficoltà, con Georgia Brescia capace di tener testa a Gaia Sanesi soltanto nelle battute iniziali (6-3 6-1 il punteggio) e con Rubina De Ponti a sua volta sconfitta in due set, contro Lucrezia Stefanini. La giovanissima del vivaio, reduce da un buon successo nella sfida contro Faenza, ha mostrato di nuovo indicazioni incoraggianti, ma contro un’avversaria attualmente superiore non è riuscita ad andare oltre il 6-4 6-1 finale, battagliando per un set prima di subire il tennis della toscana e consegnare in 67 minuti il punto che ha garantito il successo alle rivali.

La musica non è cambiata nemmeno nel doppio: il capitano Alberto Paris ha deciso di dare fiducia alla lumezzanese doc Sara Cicognani, schierata in coppia con Georgia Brescia, ma contro un duo di ottime giocatrici quali Trevisan e Sanesi, le bresciane sono state costrette ad arrendersi in meno di un’ora, con il punteggio di 6-3 6-1. “Ci aspettavamo una trasferta difficile – ha detto capitan Paris – sia per il valore delle rivali, sia per delle condizioni di gioco all’aperto che di certo non ci favoriscono, con i campi umidi e un clima tutt’altro che estivo. L’infortunio di Ylena e le condizioni non ottimali di Georgia Brescia hanno fatto il resto, condannandoci alla sconfitta”. Un k.o. pesante ma che fa meno male in virtù del 4-0 rimediato dal Club Atletico Faenza (in trasferta al Tc Genova 1893), che permette alle bresciane di conservare il terzo posto del girone 1, con sole due giornate ancora da disputare: il 3 e il 17 novembre. Alla prima mancano meno di 48 ore, e il Bal Lumezzane giocherà in casa, contro il Tc Genova 1893. “Sarà un altro duello molto complicato – ha chiuso Paris – ma ci auguriamo che le condizioni di gioco e la spinta del pubblico possano darci un aiuto”. Così come c’è l’augurio che Ylena In-Albon possa recuperare al cento per cento dall’infortunio alla gamba. La sua presenza è fondamentale per sognare almeno un pareggio.

RISULTATI
Quarta giornata Girone 1
Tennis Club Prato b. Bal Lumezzane 4-0
Martina Trevisan (P) b. Ylena In-Albon (L) 6-0 ritiro, Gaia Sanesi (P) b. Georgia Brescia (L) 6-3 6-1, Lucrezia Stefanini (P) b. Rubina De Ponti (L) 6-4 6-1, Trevisan/Sanesi (P) b. Brescia/Cicognani (L) 6-3 6-1.

CLASSIFICA GIRONE 1
1. Tennis Club Prato, 12 punti (13-3)
2. Tennis Club Genova 1893, 9 punti (12-4)
3. Bal Lumezzane, 1 punto (4-12)
4. Club Atletico Faenza, 1 punto (3-13)

Area download immagini

Leggi Tutto

Serie A2, dopo il ko a Mestre, il Ct Ceriano cerca subito il rilancio



Dopo il ko in trasferta contro il Tc Mestre, Ceriano cerca subito il rilancio

Ceriano Laghetto (MB), 28 ottobre 2019 – L’impresa non è arrivata. E d’altra parte d’impresa vera si sarebbe trattato perché sconfiggere la capolista Tc Mestre, che guida il girone 2 della Serie A2 femminile a punteggio pieno, era un’ipotesi remota. Così il Club Tennis Ceriano incassa in laguna il secondo ko consecutivo dopo quello rimediato in casa dal Tc Rungg: finisce 3-1 per Mestre, che si impone in tutte e tre le gare di singolare prima di lasciare alla coppia Moratelli/Stuani l’unico punto per la formazione brianzola. Senza Anne Schaefer, la squadra guidata da Silverio Basilico schiera le giovanissime Rachele Zingale e Gloria Stuani accanto ad Angelica Moratelli. Proprio la giocatrice trentina parte forte contro la 28enne croata Tereza Mrdeza (numero 282 della classifica Wta), che però vince in rimonta per 5-7 6-3 6-4. “Quello di Angelica – dice capitan Silverio Basilico – è stato un incontro molto combattuto e siamo stati avanti di un break all’inizio del terzo set, ma anche i match di Zingale e Stuani sono stati più equilibrati di quanto dica il risultato. Purtroppo eravamo davvero in emergenza per questa trasferta e difficilmente avremmo potuto fare di più. Adesso l’obiettivo è quello di vincere i prossimi due incontri contro lo Stampa Sporting e Sassuolo”. Impresa possibile, perché dal prossimo turno sarà di nuovo a disposizione la giocatrice tedesca.

La vittoria del Tc Cagliari sul campo di Sassuolo per 3-1, così come quella (netta) del Tennis Beinasco contro la formazione B dello Stampa Sporting nel derby piemontese, allontanano temporaneamente il Ct Ceriano dalla zona play-off relegandolo al quinto posto nel raggruppamento. Ma, come detto, quella di Mestre era una sconfitta tutto sommato preventivabile, il vero campionato per la formazione di Ceriano Laghetto comincia adesso. Tra pochi giorni si torna in campo per il turno casalingo di venerdì 1 novembre, in casa contro lo Stampa Sporting; due giorni più tardi si va in provincia di Modena per la trasferta contro Sassuolo. Un doppio confronto ravvicinato con le ultime in classifica, entrambe ancora ferme a zero punti. Insomma, nel giro di tre giorni potrebbe decidersi buona parte del cammino stagionale del Club Tennis Ceriano che, con un doppio successo apparentemente alla portata, tornerebbe prepotentemente in corsa per la zona play-off. Allo stesso tempo serve attenzione perché un passo falso in questa fase potrebbe rivelarsi fatale e compromettere la stagione costringendo le ragazze a disputare i play-out.

RISULTATI
Quarta giornata Girone 2
Tc Mestre b. Club Tennis Ceriano 3-1
Federica Trevisan (M) b. Rachele Zingale (C) 6-0 7-5, Tereza Mrdeza (M) b. Angelica Moratelli (C) 5-7 6-3 6-4, Julia Mayr (M) b. Gloria Stuani (C) 6-2 6-3, Moratelli/Stuani (C) b. Trevisan/Mayr (M) 7-5 6-3

CLASSIFICA, GIRONE 2
1. Tennis Club Mestre, 12 punti
2. Tennis Club Rungg, 7 punti
3. Tennis Club Cagliari, 7 punti
4. US Tennis Beinasco, 6 punti
5. Club Tennis Ceriano, 3 punti
6. Sporting Stampa “B”, 0 punti
7. Sc Sassuolo, 0 punti

Area download immagini

Leggi Tutto

Lorenzi trascina il Tc Crema, 4-2 allo Sporting Sassuolo e vetta della classifica



Foto 1 - La formazione del Tennis Club Crema. Da sinistra: Fabio Delfini (vice capitano), Riccardo Sinicropi, Samuel Vincent Ruggeri, Lorenzo Bresciani, Alessio Tramontin, Andrey Golubev, Paolo Lorenzi, Adrian Ungur e il capitano Armando Zanotti (foto GAME)

Crema, 27 ottobre 2019 – Due vittorie nelle prime tre giornate e la vetta in solitaria nella classifica del Girone 1. Il Tennis Club Crema non poteva chiedere di meglio all’andata della prima fase del Campionato di Serie A1, aperta con un successo a Forte dei Marmi e chiusa con altri tre punti, raccolti grazie al 4-2 rifilato in casa allo Sporting Club Sassuolo in una giornata da incorniciare. Protagonista assoluto il neo-acquisto Paolo Lorenzi, che di rientro dal Challenger francese di Brest si è presentato a Crema addirittura mercoledì, per allenarsi coi compagni in vista dell’impegno di campionato e per preparare l’imminente trasferta in Sudamerica. Per qualche giorno il 38enne toscano, già numero 33 del mondo, ha regalato sorrisi a tutti, palleggiando coi soci e firmando autografi ai ragazzi della scuola tennis, e soprattutto si è fatto trovare prontissimo per un confronto non semplice con Enrico Dalla Valle, giocatore cresciuto tantissimo nel corso del 2019. Infatti quella andata in scena al Palatennis è stata una battaglia vera, con un primo set lungo oltre un’ora che ha visto l’ex numero uno d’Italia scardinare lentamente la resistenza del rivale, fino a beffarlo al tie-break per poi prendere il largo, verso il 7-6 6-2 che ha dato al Tc Crema il punto del 3-1. In precedenza erano arrivate le sconfitte di Lorenzo Bresciani (doppio 6-3 da Vianello) e le vittorie del 17enne Samuel Vincent Ruggeri, ancora imbattuto in singolare grazie al 6-1 6-2 rifilato in 56 minuti a Mazzoli, e del solito Adrian Ungur.

Il rumeno si trovava di fronte un compito non semplice contro Pietro Rondoni, ma ha colto di nuovo l’occasione per mostrare tutto il suo valore. Prima con il 6-4 del set d’apertura, poi con il capolavoro in un secondo parziale per lunghi tratti nelle mani del rivale. Proprio quando il terzo set sembrava cosa fatta, Ungur ha alzato ancora il livello: si è guadagnato il tie-break cancellando un set-point sul 5-6, poi ne ha cancellati altri quattro consecutivi e quindi non si è più fermato, andando a vincere la partita con un parziale di sei punti consecutivi. A siglare il definitivo 4-2 ci hanno pensato i doppi del pomeriggio: Lorenzi e Golubev l’hanno spuntata per 6-1 7-6 su Mazzoli/Vianello, concedendo qualcosa di troppo nel secondo set ma facendo buona guardia nel tie-break, mentre Dalla Valle e Rondoni hanno superato per 7-5 6-4 la coppia del vivaio Bresciani/Vincent Ruggeri, comunque capace di regalare spettacolo. “Quest’ultimo – il commento del capitano Armando Zanotti – è stato uno dei migliori doppi da quando siamo in Serie A. Un bel modo per chiudere un’altra giornata davvero intensa, nella quale Lorenzi e Ungur si sono confermati due giocatori speciali, facendo la differenza nei momenti chiave. Chiudere il girone d’andata con 7 punti è un grande risultato, ma non ci montiamo la testa. Ci attendono altre tre partite complicate e non c’è nulla da dare per scontato”. La prima sarà venerdì 1 novembre, di nuovo in casa, contro il Tc Italia di Forte dei Marmi. Il 5-1 dell’andata dà fiducia, ma a Crema preferiscono volare basso. Nel tennis ogni volta è una storia nuova.

RISULTATI
TERZA GIORNATA GIRONE 1
Tennis Club Crema b. Sporting Club Sassuolo 4-2
Michele Vianello (S) b. Lorenzo Bresciani (C) 6-3 6-3, Adrian Ungur (C) b. Pietro Rondoni (S) 6-4 7-6, Paolo Lorenzi (C) b. Enrico Dalla Valle (S) 7-6 6-2, Samuel Vincent Ruggeri (C) b. Giulio Mazzoli (S) 6-1 6-2, Golubev/Lorenzi (C) b. Mazzoli/Vianello (S) 6-1 7-6, Dalla Valle/Rondoni (S) b. Bresciani/Vincent Ruggeri (C) 7-5 6-4.

CLASSIFICA GIRONE 1
1. Tennis Club Crema, 7 punti (12-6)
2. Match Ball Siracusa, 4 punti (9-9)
3. Sporting Club Sassuolo, 3 punti (9-9)
4. Tennis Club Italia, 3 punti (6-12)

Area download immagini

Leggi Tutto

Primo punto in Serie A1 per il Bal Lumezzane. Contro Faenza finisce 2-2



Foto 1 - La formazione della Bal Lumezzane in Serie A1. Da sinistra: Alberto Paris (cap.), Eleonora Canovi, Ylena In-Albon, Georgia Brescia, Sara Cicognani, Rubina De Ponti, Elisa Belleri (vice cap.)

Lumezzane, 27 ottobre – Un traguardo importante messo in cassaforte, ma anche un po’ di amarezza per colpa della malasorte. È la sintesi della domenica agrodolce del Bal Lumezzane, che nella terza giornata del Campionato di Serie A1 femminile ha fermato sul 2-2 le finaliste del 2017, le ragazze del Club Atletico Faenza, conquistando il primo storico punto nella massima competizione nazionale. Un risultato atteso e meritato, che premia anche il bel tennis mostrato nelle prime due giornate e ribadisce che la formazione capitanata da Alberto Paris ha tutte le carte in regola per conquistare la salvezza. Tuttavia, la giornata avrebbe potuto assumere contorni ancora più felici se nel game d’apertura del primo singolare di giornata non fosse arrivato l’infortunio di Ylena In-Albon, bloccata da un problema muscolare alla coscia nell’incontro con Camilla Scala. La svizzera ha provato comunque a restare in campo, ma il dolore era troppo forte e sul 3-1 per la rivale ha dovuto gettare la spugna, rinunciando a un duello che la vedeva favorita per conquistare un successo potenzialmente decisivo per dare i tre punti alle bresciane. Negli altri match, Georgia Brescia ha superato per 6-4 7-6 una giocatrice esperta e pericolosa come Alice Balducci, facendo valere la sua superiorità nei momenti chiave, poi la giovane del vivaio Rubina De Ponti ha firmato l’impresa contro Agnese Zucchini, spuntandola per 3-6 7-6 7-6 in una battaglia di oltre due ore. Più volte il match è sembrato sul punto di sfuggire dalle mani della romagnola del Tc Lumezzane, specie quando nell’ottavo gioco del terzo set la rivale ha avuto la chance per salire 5-3. Ma la De Ponti è stata fredda, ha stretto i denti e ha conquistato un nuovo tie-break, chiudendo per 7-4 al primo match-point e portando le padrone di casa sul 2-1.

Le ragazze di Lumezzane non sono però riuscite a completare l’opera nel doppio, con la coppia Brescia/De Ponti che, pur giocando un ottimo match, si è arresa con il punteggio di 7-5 6-3 alla migliore alchimia del duo Balducci/Scala, abituato a giocare insieme già da qualche stagione. C’è qualche rimpianto per il primo set, nel quale le bresciane hanno servito sul 5-4 prima di cedere tre game di fila, e anche per un secondo set più aperto di quanto dica il 6-3 finale. “Siamo contenti per aver conquistato il nostro primo punto – ha detto capitan Paris –, anche se la sfortuna ci ha messo i bastoni fra le ruote. Senza l’infortunio della In-Albon avremmo potuto vincere, anche perché Brescia e De Ponti hanno giocato molto bene, battendo due avversarie difficili. Ora non ci resta che augurarci che il problema di Ylena non sia nulla di grave: la sua presenza è fondamentale, e venerdì 1 novembre ci attende subito un nuovo incontro”. Sarà il primo del girone di ritorno, in trasferta sui campi della capolista Tennis Club Prato, sempre a segno nelle prime tre giornate. Grazie al pareggio con Faenza, invece, Lumezzane resta al terzo posto davanti alle romagnole, in virtù di una migliore differenza fra match vinti e persi. Un piccolo vantaggio da provare a conservare nel girone di ritorno.

RISULTATI
Terza giornata Girone 1
Bal Lumezzane – Club Atletico Faenza 2-2
Camilla Scala (F) b. Ylena In-Albon (L) 3-1 ritiro, Georgia Brescia (L) b. Alice Balducci (F) 6-4 7-6, Rubina De Ponti (L) b. Agnese Zucchini (F) 3-6 7-6 7-6, Balducci/Scala (F) b. Brescia/De Ponti (L) 7-5 6-3.

CLASSIFICA GIRONE 1
1. Tennis Club Prato, 9 punti (9-3)
2. Tennis Club Genova 1893, 6 punti (8-4)
3. Bal Lumezzane, 1 punto (4-8)
4. Club Atletico Faenza, 1 punto (3-9)

Area download immagini

Leggi Tutto

Il Bal Lumezzane lotta ma cede a Genova. In Liguria finisce 3-1, ok il doppio



Foto 1 - La formazione della Bal Lumezzane con la presidente del Tc Lumezzane, Nerina Bugatti. Da sinistra: Alberto Paris (cap.), Eleonora Canovi, Ylena In-Albon, Nerina Bugatti, Georgia Brescia, Sara Cicognani, Rubina De Ponti, Elisa Belleri (vice cap.)

Lumezzane, 20 ottobre – Da una parte c’è una sconfitta per 3-1 contro le rivali del Tennis Club Genova 1893, finaliste in Serie A1 nel 2018. Dall’altra, però, c’è una nuova prestazione incoraggiante, che ha visto le ragazze del Bal Lumezzane dare parecchio filo da torcere a una delle favorite per lo scudetto, dopo aver già destato un’ottima impressione sette giorni prima contro il Tennis Club Prato. È da lì, e da una giornata che con un pizzico di fortuna in più poteva assumere contorni diversi, che le bresciane devono ripartire e guardare con fiducia all’ultimo match del girone d’andata, domenica 27 ottobre (in casa) contro il Club Atletico Faenza. Perché anche la difficile trasferta in Liguria ha dato tante indicazioni positive, che hanno fatto dimenticare in fretta il rapido k.o. di Georgia Brescia (doppio 6-1 contro Lucia Bronzetti) nell’incontro inaugurale della giornata, interamente giocata su un solo campo coperto – in terra rossa – a causa della pioggia che ha colpito la Città della Lanterna. Prima Ylena In-Albon se l’è giocata alla pari contro la russa d’Italia Liudmila Samsonova, numero 156 della classifica mondiale, a segno per 7-6 6-3 in un duello deciso da pochi punti. Poi la “vivaio” Rubina De Ponti ha tenuto testa per tutto l’incontro a una giocatrice di grande esperienza come Giulia Remondina, costruendo varie chance in una battaglia lunga poco meno di due ore, e chiusa per 7-6 6-4. La 17enne riminese ha sfoderato una grande prestazione e lottato punto su punto, pagando dazio solo alla maggiore freddezza della rivale nei momenti decisivi dell’incontro.

Ceduti per 3-0 i singolari, per il Bal Lumezzane è arrivato un punto nel doppio, importante sotto parecchi aspetti. In primis perché permette al team di conservare un prezioso terzo posto in classifica, in virtù di una migliore differenza fra incontri vinti e persi delle rivali di Faenza; poi perché in campo, a fianco di Ylena In-Albon, c’era una lumezzanese doc come Sara Cicognani. All’esordio assoluto in Serie A1, la bresciana ha gestito alla grande il peso della responsabilità, spalleggiando la compagna svizzera verso un comodo successo per 6-3 6-2 e prendendosi anche il lusso di un successo sull’ex top 100 Wta Alberta Brianti, avversaria in coppia con Giulia Assereto. “In generale non è andata male – spiegato il capitano Alberto Paris –, e a parte il primo singolare ce la siamo giocata in ogni partita. Peccato per quei due primi set persi al tie-break: le ragazze non sono state lontano dalla possibilità di vincerli entrambi, ma i pochi punti decisivi non ci hanno premiato. Ci siamo rifatti nel doppio, con una prestazione davvero brillante”. Un altro motivo per pensare positivo in vista della sfida in programma fra sette giorni contro il Club Atletico Faenza. “Tra le avversarie del nostro girone – continua Paris – è sicuramente quella contro la quale abbiamo più chance. Sarà un match aperto e avremo il vantaggio di giocare in casa, davanti al nostro pubblico”. Uno stimolo in più per fare bene, e per provare a conquistare i primi storici punti in Serie A1.

RISULTATI
Seconda giornata Girone 1
Tennis Club Genova 1893 b. Bal Lumezzane 3-1
Lucia Bronzetti (G) b. Georgia Brescia (L) 6-1 6-1, Liudmila Samsonova (G) b. Ylena In-Albon (L) 7-6 6-3, Giulia Remondina (G) b. Rubina De Ponti (L) 7-6 6-4, Cicognani/In-Albon (L) b. Assereto/Brianti (G) 6-3 6-2.

CLASSIFICA GIRONE 1
1. Tennis Club Genova 1893, 6 punti (7-1)
2. Tennis Club Prato, 6 punti (6-2)
3. Bal Lumezzane, 0 punti (2-6)
4. Club Atletico Faenza, 0 punti (1-7)

Area download immagini

Leggi Tutto

A2, Ct Ceriano ko in casa contro il Tc Rungg. E domenica a Mestre va contro le prime della classe



Foto 1 – Anne Schaefer ha vinto il primo e unico set per il Ct Ceriano contro il Tc Rungg

Ceriano Laghetto (MB), 20 ottobre 2019 – Le luci del centro Robur Saronno che si spengono d’improvviso, pochi minuti prima dell’inizio della sfida tra il Ct Ceriano e il Tc Rungg, e che costringono a una breve interruzione anche durante il primo match, sono il primo segnale di una giornata che si preannunciava fin da subito difficile per il club brianzolo. E infatti, il Tc Rungg passa per 4-0 e infligge a Ceriano il primo stop stagionale in casa. Un successo meritato per le ragazze altoatesine che hanno dominato il confronto fin dalle prime battute. Niente da fare per il CTC che, dopo il successo contro Beinasco (Torino) resta a 3 punti nel girone 2. Raggruppamento in cui, invece, volano sia il sodalizio di Bolzano sia il Tc Mestre, vittorioso per 3-1 in Piemonte proprio contro il Tennis Beinasco. In questa terza giornata stagionale della Serie A2 femminile 2019, gli equilibri del girone cominciano a definirsi e prendere forma con la formazione veneta, avversaria del Ct Ceriano nel prossimo turno, sempre più leader; e con lo Stampa Sporting Torino B e Sc Sassuolo ancora fanalini di coda a zero punti. In mezzo, ancora tutto da decidere. Quella a Ceriano è stata una vittoria senza discussioni per Rungg, che consolida così il secondo posto mentre il club brianzolo guarda avanti: “Complimenti alle nostre avversarie che hanno vinto meritatamente, confermandosi una delle favorite per il primo posto nel girone. Domenica prossima avremo un’altra sfida molto difficile contro il Tc Mestre ma sono convinto che la nostra squadra abbia la possibilità di puntare al terzo posto”, parola del presidente del Ct Ceriano Severino Rocco.

Passando alla cronaca dal campo, nel primo match di giornata Anne Schaefer ha sfidato Verena Meliss, numero uno proveniente dal vivaio del club altoatesino. Nel primo set, l’esperta tennista tedesca ha recuperato subito il break di svantaggio ‘patito’ in avvio e ha fatto suo con decisione il primo parziale. Alla lunga però la potenza e la forza atletica della 22enne azzurra hanno fatto la differenza. Nel secondo singolare di giornata nemmeno Angelica Moratelli, fin qui trascinatrice del Ct Ceriano, è riuscita a riportare la sfida in equilibrio e s’è dovuta arrendere alla svizzera Susan Bandecchi in due set. La successiva vittoria di Martina Spigarelli (brianzola pure lei ma in forza al Rungg) su Rachele Zingale ha decretato il successo del club altoatesino rendendo ininfluente il doppio. Domenica 27 ottobre il Ct Ceriano andrà quindi a Mestre per cercare di rallentare la corsa delle prime della classe; interessante, nella prossima giornata, anche il derby piemontese tra la formazione B dello Sporting Stampa e il Tennis Beinasco mentre il Tc Cagliari farà visita a Sassuolo per tentare l’aggancio al secondo posto.

RISULTATI
Terza giornata Girone 2
TC Rungg b. Club Tennis Ceriano  4-0
Verena Meliss (R) b. Anne Schaefer (C) 4-6 6-2 6-1, Susan Bandecchi (R) b. Angelica Moratelli (C) 6-1 7-6, Martina Spigarelli (R) b. Rachele Zingale (C) 6-3 6-2, Meliss/Bandecchi b. Schaefer/Stuani 6-3 6-2.

CLASSIFICA, GIRONE 2
1. Tennis Club Mestre, 9 punti
2. Tennis Club Rungg, 7 punti
3. Tennis Club Cagliari, 4 punti
4. Club Tennis Ceriano, 3 punti
5. US Tennis Beinasco, 3 punti
6. Sporting Stampa “B”, 0 punti
7. Sc Sassuolo, 0 punti

Area download immagini

Leggi Tutto

Crema pareggia con Siracusa. Ma il 3-3 lascia in vetta i lombardi



Foto 1 - La formazione del Tennis Club Crema. Da sinistra: Fabio Delfini (vice capitano), Riccardo Sinicropi, Samuel Vincent Ruggeri, Lorenzo Bresciani, Alessio Tramontin, Andrey Golubev, Paolo Lorenzi, Adrian Ungur, Armando Zanotti (capitano)

Crema, 20 ottobre 2019 – C’è un pizzico di amarezza per un paio di incontri particolarmente combattuti, nei quali la sorte non ha dato una mano ai padroni di casa. Ma il 3-3 casalingo fra Tennis Club Crema e Match Ball Siracusa nella seconda giornata del Campionato di Serie A1 resta un buon risultato, che conferma il valore del team capitanato da Armando Zanotti e soprattutto gli permette di restare in vetta nel Girone 1, con gli stessi 4 punti dei siciliani ma con una miglior differenza fra incontri vinti e persi. Merito del 5-1 all’esordio a Forte dei Marmi, al quale i lombardi hanno provato a dar seguito fra le mura amiche schierando il nuovo acquisto Paolo Lorenzi, numero 117 al mondo ma già top 40. Tuttavia, l’esordio del senese ha coinciso con un gran match dello spagnolo Bernabe Zapata Miralles, 22enne numero 234 Atp, che gli ha rimontato un set e nella bagarre del terzo parziale ha avuto la meglio per 4-6 6-4 6-3, dopo due ore abbondanti di gioco. La sconfitta del numero uno ha complicato la giornata dei cremaschi, prima in vantaggio col solito Adrian Ungur (splendido nel 6-1 6-2 imposto in un’ora ad Antonio Massara) e poi addirittura sotto per 2-1 quando Alessandro Ingarao ha domato per 6-4 6-7 6-3 un combattivo Lorenzo Bresciani, bravo a provarle tutte contro un avversario che partiva favorito. A far passare la paura ci ha pensato Samuel Vincent Ruggeri, che nell’ultimo singolare ha tenuto a debita distanza Ettore Zito, imponendosi per 6-3 6-2 e chiudendo sul 2-2 il bilancio dei singolari.

In parità anche i successivi doppi: Lorenzi e Bresciani non hanno deluso contro Ingarao/Zito, soffrendo un po’ nel secondo set ma riuscendo comunque a spuntarla per 6-2 6-4, mentre Andrey Golubev e Samuel Vincent Ruggeri si sono arresi a Massara e Zapata Miralles. Dopo un primo set a senso unico, i cremaschi sono entrati in partita e a suon di occasioni cancellate hanno iniziato a far sognare il terzo set. Ma dopo tre match-point sul 4-5, un quarto sul 5-6 e un quinto sul 3-6 del tie-break, sono stati costretti ad alzare bandiera bianca al sesto, cedendo per 6-2 7-6. “Onestamente – ha detto il capitano Armando Zanotti –, questo pareggio ci sta un po’ stretto. Zapata Miralles ha fatto un gran match contro Lorenzi, sfruttando il vantaggio di non aver nulla da perdere, mentre Bresciani ha lottato per quasi tre ore ma è stato sfavorito da un paio di episodi. C’è un po’ di rammarico, ma il tennis è così. Prendiamo questo punto, che ci permette di restare in testa al girone, e guardiamo avanti”. Il prossimo impegno, domenica 27 ottobre e di nuovo sui campi di casa, si chiama Sporting Club Sassuolo, squadra che dopo la sconfitta all’esordio contro Siracusa ha inflitto un secco 5-1 al Tennis Club Italia, dimostrando di avere le carte in regola per fare bene. Sarà un altro duello impegnativo, ma in Serie A1 non c’è nulla di semplice.

RISULTATI
SECONDA GIORNATA GIRONE 1
Tennis Club Crema vs Match Ball Siracusa 3-3
Adrian Ungur (C) b. Antonio Massara (S) 6-1 6-2, Bernabe Zapata Miralles (S) b. Paolo Lorenzi (C) 4-6 6-4 6-3, Alessandro Ingarao (S) b. Lorenzo Bresciani (C) 6-4 6-7 6-3, Samuel Vincent Ruggeri (C) b. Ettore Zito (S) 6-3 6-2, Massara/Zapata Miralles (S) b. Golubev/Vincent Ruggeri (C) 6-2 7-6, Lorenzi/Bresciani (C) b. Ingarao/Zito (S) 6-2 6-4.

CLASSIFICA GIRONE 1
1. Tennis Club Crema, 4 punti (8-4)
2. Match Ball Siracusa, 4 punti (7-5)
3. Sporting Club Sassuolo, 3 punti (7-5)
4. Tennis Club Italia, 0 punti (2-10)

Area download immagini

Leggi Tutto

Questo sito è full responsive ed è correttamente visualizzabile su ogni dispositivo. Computer, smartphone e tablet di ogni misura...