Il modello Piatti sempre più digitale: arriva ‘My Coach’, al servizio di staff e giocatori



Foto 1 - Luigi Bertino, direttore del Piatti Tennis Center (destra), a colloquio con Cedric Messina, uno dei due fondatori di MyCoach

Bordighera (IM), 3 marzo 2021 – Non solo è uno dei centri di formazione più rinomati per la crescita dei giovani tennisti, ma è anche uno dei più attenti agli aspetti tecnologici, ormai fondamentali nel mondo dell’insegnamento. Una filosofia, quella del Piatti Tennis Center, che la scorsa estate ha portato alla nascita di un vero e proprio “modello Piatti”, il nuovo sistema organizzativo del centro diviso in sei aree, e più recentemente ha portato all’accordo con ‘My Coach’, importante società francese che ha come mission la “trasformazione digitale dello sport”. I transalpini hanno sviluppato una piattaforma gestionale che permette ad allenatori e allievi di ottimizzare l’organizzazione del lavoro, vantano già esperienze in tantissime discipline e in Francia collaborano con ben otto federazioni nazionali (comprese quelle di calcio, ciclismo e pallavolo), ma non erano mai sbarcati nel mondo della racchetta prima della chiamata del Piatti Tennis Center. Con ‘My Coach Pro’ ogni atleta dispone di una scheda personale, all’interno della quale – attraverso una app – ognuno può inserire delle informazioni: il giocatore si occupa dei risultati, il coach delle schede di allenamento, mentre preparatore atletico, fisioterapista e osteopata immettono a loro volta ulteriori dati. Così diventa tutto di facile fruizione, per chiunque ne abbia bisogno. “Questa novità – dice Luigi Bertino, direttore del Piatti Tennis Center – ci permette di sfruttare ancora meglio il nostro modello organizzativo, basato su alcuni elementi fondamentali in costante comunicazione fra di loro”.

Tre le funzioni principali, spiccano il monitoraggio dell’atleta, la gestione degli allenamenti e la centralizzazione dei dati. “A un giocatore – continua Bertino – arrivano ogni singolo giorno informazioni di vario genere: tecniche, fisiche, mentali, mediche. Poterle raccogliere tutte in un solo strumento significa avere la possibilità, sia per i responsabili che per l’atleta, di vederle in qualsiasi momento e in maniera ordinata. È l’ideale per fare in modo che venga trasmesso lo stesso messaggio da parte di tutti i membri dello staff. Attraverso l’utilizzo di ‘My Coach’ ci auguriamo di ottimizzare ulteriormente il nostro lavoro e di renderlo più efficiente risparmiando tempo ed energie, così da offrire un servizio sempre più accurato”. Gli fa eco Dalibor Sirola, responsabile della preparazione atletica del centro. “Grazie a ‘My Coach’ – dice l’uomo dietro ai muscoli di Jannik Sinner – riusciamo sul serio a monitorare la crescita e la progressione di ogni atleta, dai più piccoli ai professionisti. Avere tutto a disposizione sulla stessa piattaforma semplifica il lavoro e la comunicazione fra i membri del team, e rende più semplice prendere decisioni”. Un servizio, insomma, che renderà ancora più efficace il lavoro di tutti gli attori del centro, a beneficio dei giocatori. I veri protagonisti di ogni attività quotidiana.

Area download immagini

Leggi Tutto

Malgaroli e Caldera trionfano all’Open Fibre Drums. E sabato il Ct Ceriano torna protagonista



Ceriano Laghetto (MB), 22 febbraio 2021 – Il primo torneo stagionale organizzato dal Club Tennis Ceriano ha emesso i suoi verdetti. All’edizione di debutto dell’Open Fibre Drums Italia (1.200 euro di montepremi complessivo) trionfano Leonardo Malgaroli e Sofia Antonella Caldera. Il giovane atleta bergamasco si è imposto in finale sull’altro lombardo Mattia Bellucci per 6-2 1-6 7-2. Malgaroli, che pochi mesi fa è giunto fino ai quarti di finale nel tabellone Junior di doppio del Roland Garros 2020, ha fatto valere il suo servizio potente e preciso nel tie-break decisivo contro il 19enne di Castellanza. Anche Caldera, tesserata per il Tennis Beinasco (Torino), faceva parte del novero delle favorite e non ha tradito le attese superando Emma Lioi per 6-2 6-4. La tennista bergamasca (che negli ottavi aveva eliminato la giocatrice di casa Maria Aurelia Scotti) non era al top della forma per qualche acciacco fisico e non è riuscita a contenere la forza dell’avversaria. Soddisfatto il presidente del CTC, Severino Rocco: “Abbiamo assistito a un torneo di ottimo livello e speriamo di ripeterci al più presto già nei prossimi giorni”. Nemmeno il tempo di chiudere questo primo appuntamento stagionale che, dal prossimo 27 febbraio, si torna di nuovo in campo al Club Tennis Ceriano con l’Open maschile Trilux Italia. Giovedì si chiuderanno le iscrizioni e sabato il via.

Area download immagini

Leggi Tutto

Ceriano tifa per due: l’Open Fibre Drums entra nel vivo



Domenica 21 febbraio si giocheranno le finali dell’Open Fibre Drums Italia organizzato dal Club Tennis Ceriano (foto Carlo Anastasio)

Ceriano Laghetto (MB), 16 febbraio 2021 – D’ora in poi, vietato sbagliare: perché l’Open Fibre Drums Italia che si sta disputando in questi giorni sui campi del Club Tennis Ceriano (e su quelli del Centro Robur Saronno) entra nelle sue fasi decisive. Spettacolo assicurato dunque nel torneo ‘combined’ (maschile e femminile) con montepremi complessivo di 1.200 euro in scena in Brianza. C’è molta attesa in casa Ceriano per Mattia Rossi (2.4) e Massimiliano De Pasquale (2.4): i due giocatori puntano a staccare il pass per i quarti di finale. Riflettori puntati anche sul bergamasco Leonardo Malgaroli, classe 2002 e tesserato per la Brusaporto Tennis Academy, e sul 19enne di Castellanza (tesserato per il Tc Prato) Mattia Bellucci, di recente vincitore del Memorial Piero Serafini del Tennis Club Riccione e finalista, sempre in Brianza, all’Open del Ct Giussano.

Nell’evento femminile invece niente da fare per le ragazze del Club Tennis Ceriano: Maria Aurelia Scotti e Serena Paris si sono fermate agli ottavi (entrambe superate per 10-8 nel super tie break del terzo set) così come per Rachele Zingale, anche lei eliminata agli ottavi. Sabato 20 febbraio, in mattinata, sono previste le semifinali e domenica le finali che decreteranno i vincitori di questo primo appuntamento stagionale targato Club Tennis Ceriano.

Area download immagini


Leggi Tutto

Allenarsi come Sinner? Si può. Dal 13 al 21 febbraio gli stage col metodo Piatti



Riccardo Piatti a colloquio con Jannik Sinner. Con gli stage di Carnevale il metodo Piatti sarà a disposizione di tutti

Bordighera (IM), 4 febbraio 2021 – Un’opportunità rara – e aperta a tutti – per provare a lavorare col metodo di Riccardo Piatti, lo stesso sposato quotidianamente da tanti professionisti e in particolare da uno dei giovani più interessanti del circuito, Jannik Sinner. È la possibilità offerta dal Piatti Tennis Center con gli Stage di Carnevale, che dal 13 al 21 febbraio accoglieranno sui campi di Bordighera chiunque voglia assaggiare la tipologia di lavoro che ha reso il centro della Riviera di Ponente uno dei più prestigiosi al mondo. Due le formule disponibili. La prima è quella settimanale, con sei giorni di tennis, atletica e videoanalisi da lunedì 15 a sabato 20 febbraio (per un totale di 36 ore di lavoro); la seconda è quella week-end, disponibile sia per sabato 13 e domenica 14, sia per il fine settimana successivo (20-21). Entrambe le formule si dividono in due ulteriori opzioni: solo mattina oppure full time, quella che permette davvero di allenarsi come i professionisti che frequentano il centro in pianta stabile. “Oltre alle attività che portiamo avanti a tempo pieno – dice il direttore Luigi Bertino –, nel mese di febbraio proponiamo sempre anche questa possibilità, alla quale abbiamo deciso di dare continuità malgrado le difficoltà del periodo, naturalmente nel pieno rispetto delle normative anti-Covid in vigore. Si tratta di stage costruiti a misura di giocatore, nei quali il rapporto maestro-allievo è lo stesso che offriamo ai professionisti, con due persone al massimo per campo. Così da garantire la massima attenzione”.

Gli stage hanno ancora qualche posto disponibile (ulteriori dettagli e quote d’iscrizione sul sito www.piattitenniscenter.it) e sono aperti a chiunque voglia parteciparvi, dai bambini agli adulti, purché provvisti di tessera agonistica Fit, condizione necessaria in questo periodo per potersi allenare al coperto. “Ogni categoria di giocatore – continua Bertino – riceve un servizio preciso e dettagliato, modellato in base alle sue esigenze. In più, nel caso degli atleti più giovani, dove possibile noi raccomandiamo sempre di partecipare insieme ai propri insegnanti”. Già, perché così a imparare non è solo l’allievo ma anche il maestro, e lo staff del Piatti Tennis Center ha la possibilità sia di confrontarsi con gli insegnanti, per condividere gli allenamenti, sia eventualmente di progettare un lavoro a lungo termine, che possa poi tradursi in una consulenza o in altri stage. “Questo – conclude Bertino – è un passaggio particolarmente importante. L’obiettivo di chi verrà da noi non deve essere solo quello di vivere un’esperienza della durata di una settimana, bensì di provare il nostro metodo per poi capire se vale la pena costruire con noi dei progetti a medio e lungo termine”. Oltre all’utilità nell’immediato, dunque, stage come quello in arrivo rappresentano la via ideale per iniziare ad avvicinarsi all’universo Piatti. E toccare con mano quella realtà che in pochi anni ha saputo creare un modello vincente.

Area download immagini

Leggi Tutto

Primo Open stagionale al CT Ceriano, per un 2021 a tutto tennis



Dal 6 febbraio via all’Open Fibre Drums Italia al Club Tennis Ceriano (foto Carlo Anastasio)

Ceriano Laghetto (MB), 2 febbraio 2021 – Tutto pronto per il primo appuntamento ufficiale della stagione 2021 del Club Tennis Ceriano. Sabato 6 febbraio prenderà il via l’Open Fibre Drums Italia, torneo ‘combined’ con un montepremi complessivo di 1.200 euro che si disputerà sui campi veloci di via Campaccio e su quelli del Club Robur di Saronno, da anni ormai “seconda casa” del club brianzolo. Nelle prossime ore verranno sorteggiati i tabelloni (128 posti per quello maschile e 64 per il femminile). Il buon livello dei giocatori che si sono fin qui iscritti è una garanzia di spettacolo per questa première 2021 in casa Ceriano. “Le ragazze giocheranno sui campi veloci di Ceriano mentre i ragazzi su quelli del Centro Robur di Saronno e il torneo si disputerà in formula weekend con le finali previste per domenica 21 febbraio”, spiega il presidente del Club Tennis Ceriano Severino Rocco. L’Open Fibre Drums Italia non è che il primo appuntamento di un programma fitto di eventi tra open e tornei rodeo che accompagneranno l’attività del club brianzolo fino a maggio, in corrispondenza con l’avvio dei campionati nazionali a squadre. La stagione del Club Tennis Ceriano è ufficialmente cominciata, con una gran voglia di tennis.

Area download immagini


Leggi Tutto

La Milano Tennis Academy cresce anche nel 2020: in un anno raddoppiano gli agonisti di seconda categoria



Milano, 30 dicembre 2020 – Numeri in costante crescita, livello medio sempre più alto, staff in continua evoluzione e brand dall’identità ogni giorno più forte. Anche nell’anno della pandemia, in mezzo a chiusure, restrizioni e difficoltà, la Milano Tennis Academy ha trovato la via per eccellere, rinforzandosi e migliorando sotto tutti i punti di vista. È il sunto del bilancio di fine anno, impreziosito dal secondo posto in Lombardia – e secondo d’Italia fra le Club School – nel Grand Prix delle scuole tennis (che tiene conto delle performance dei giovani), e dal numero record di atleti di seconda categoria nelle nuove classifiche federali per il 2021. Questi ultimi sono addirittura 34, quasi il doppio rispetto a dodici mesi fa, a testimonianza di una vocazione fortemente agonistica. “La MTA – dice il direttore tecnico Ugo Pigato – sta prendendo sempre più la direzione che ci siamo prefissati, verso l’alto livello. Nonostante tutto, per noi è stata una stagione importante, che ha visto un innalzamento della qualità dei maestri con l’inserimento di Lorenzo Frigerio, Maurizio Tummolo e Marco Di Lorenzo, e ci ha permesso di fare un importante passo in avanti per quanto riguarda la preparazione atletica, con l’arrivo di Sergio Bugada. A oggi contiamo ben sei maestri che lavorano a tempo pieno con i ragazzi del full time, sotto la supervisione di Francesca Schiavone, più tutti quelli impegnati nella scuola tennis”. Il totale dello staff supera quota 20 elementi, a dimostrazione della grande espansione vissuta dalla MTA in poco più di due anni.

Ma il 2020 è stata anche la stagione dello Slam juniores vinto da Lisa Pigato, campionessa in doppio al Roland Garros; della crescita di tante altre promesse passate in seconda categoria; del rafforzamento del brand Milano Tennis Academy. “Da quando siamo partiti – dice Piercarlo Guglielmi, general manager della MTA – ci siamo posti l’obiettivo di racchiudere sotto il brand un insieme di valori, e stiamo continuando a lavorare per questo. Dal punto di vista tecnico, abbiamo rafforzato la completezza dell’offerta e la professionalità, mentre sotto l’aspetto tecnologico abbiamo portato avanti i progetti di Athletic Lab e Mental Lab, nel segno di modernità e innovazione. In questi giorni abbiamo stretto una nuova partnership con Thought Technology, azienda canadese che ci fornirà delle strumentazioni per il lavoro mentale”. Del 2020, anche i nuovi accordi con brand come Tag Heuer, Enervit e Mizuno, che hanno creduto nel progetto MTA, apprezzandone i valori, il lavoro e il modo di comunicare la quotidianità dell’accademia, con gli atleti nel ruolo di protagonisti. “Si tratta – continua Guglielmi – di un altro elemento importante del mix che va a comporre il brand MTA, e che ha reso la nostra offerta una delle più complete dell’intero panorama nazionale. Non a caso, quest’anno siamo stati continuamente sommersi di richieste, da parte di ragazzi da tutta Italia disposti a trasferirsi da noi”. È proprio questo il miglior attestato della qualità del lavoro svolto, pronto a garantire standard ancora migliori nel 2021.

Area download immagini

Leggi Tutto

Sicurezza, confronto e collaborazioni top: l’agenda 2021 del Piatti Tennis Center



Bordighera (IM), 28 dicembre 2020 – Non fermarsi mai e continuare a investire anche nei momenti più difficili. Sono le due carte vincenti giocate nel 2020 dal Piatti Tennis Center, che malgrado una settantina di giorni di chiusura nel periodo del primo lockdown e una quantità di lavoro inevitabilmente ridotta, si trova a salutare una stagione comunque positiva. Segnata dalla volontà di crescere anche in barba alla pandemia. “Dal punto di vista organizzativo – dice Luigi Bertino, direttore del centro – è stata una stagione importante, anche nonostante le tante difficoltà. Abbiamo dato una nuova forma al modello interno del centro, investendo per aumentare il personale e migliorare il livello di competenza del nostro staff, in tutti i settori. Così da rispondere a una richiesta di livello sempre più alto”. Si è lavorato sodo anche nel periodo di chiusura, proponendo allenamenti da remoto per tutti gli atleti e, proprio in quelle settimane il pensiero è andato a come rimodellare la struttura del centro, modellata sul percorso che tanto bene ha funzionato con Jannik Sinner. Il tutto mettendo sempre la sicurezza al primo posto. “Il fatto – continua Bertino – che non si sia verificato nemmeno un caso di positività al Covid-19 in una struttura come la nostra, che accoglie tanti atleti abituati a viaggiare in continuazione, è la dimostrazione del buon funzionamento dei protocolli di prevenzione. Che sono stati curati con tanta attenzione, anche nel periodo estivo in cui c’era maggiore libertà in termini di restrizioni. Questo ci ha permesso di garantire sempre la sicurezza di tutti gli atleti”.

L’unico rammarico, che non dipende affatto dal Piatti Tennis Center, sta nella cancellazione di tantissimi eventi internazionali, che ha fortemente limitato l’attività di quasi tutti i giocatori di base a Bordighera. “L’aspetto agonistico e dei tornei – spiega ancora il direttore – è la parte che più è mancata ai nostri atleti in questo 2020. Proprio in questa direzione, quindi, ci siamo già organizzati in vista della prossima stagione, con la speranza che la situazione legata all’emergenza sanitaria vada via via migliorando. Abbiamo stilato dei piani per fare in modo che nel 2021 ciascuno dei nostri giocatori disputi dalle 50 alle 70 partite: l’obiettivo è di recuperare un’annata a singhiozzo giocando il maggior numero possibile di incontri, per crescere e fare esperienza”. Come struttura, invece, le intenzioni primarie del centro per l’anno nuovo riguardano un’ulteriore miglioramento della qualità dello staff, da perseguire con un continuo confronto. Perché è solo con la crescita personale di ogni membro dello staff che può continuare ad aumentare anche la qualità degli atleti. “In più – chiude Bertino – ci auguriamo di continuare ad ampliare il numero di contatti con giocatori, tecnici e club che si appoggiano alla nostra struttura, e abbiamo in cantiere anche delle importantissime collaborazioni che puntiamo a finalizzare presto”. Anche nel 2021, insomma, ci sarà da divertirsi.

Area download immagini

Leggi Tutto

Un 2020 al top in Lombardia. Il Tennis Club Crema più forte delle difficoltà



Crema, 23 dicembre 2020 – Miglior club dell’intera Lombardia (e 28° in Italia) nella trentaseiesima edizione del Trofeo Fit, e terza migliore Top School lombarda nel Grand Prix delle scuole tennis, che tiene conto delle performance dei giovani e del grado di coinvolgimento di ogni affiliato nei progetti federali. Sono i due traguardi con cui il Tennis Club Crema ha chiuso un 2020 che, a dispetto dell’emergenza sanitaria che ha colpito l’intero mondo dello sport e la zona di Crema in particolare, ha comunque lasciato più di una soddisfazione, specialmente nelle gare a squadre. Il fiore all’occhiello dell’intera attività è stata senza dubbio la splendida e inattesa semifinale nel Campionato di Serie A1, che insieme alla qualificazione della formazione Under 16 maschile per la fase di Macroarea dei Campionati giovanili ha contribuito a consegnare al club cremasco la vetta lombarda nel Trofeo Fit, assegnato secondo una classifica a punti che tiene conto dei risultati nei campionati nazionali e in quelli under. “Dal punto di vista sportivo – dice il presidente Stefano Agostino – la stagione è andata anche oltre le aspettative. Il primo posto in Lombardia rappresenta un motivo d’orgoglio e uno stimolo per fare ancora meglio. Il merito è in particolar modo dei ragazzi di Serie A1, con i giovani che continuano a crescere e un Andrey Golubev che, anche grazie all’affetto e all’entusiasmo visti a Crema ha ritrovato gli stimoli per fare sul serio col tennis professionistico, riguadagnandosi in fretta un posto fra i primi 100 nel ranking di doppio”.

L’emergenza sanitaria ha anche costretto alla cancellazione della sedicesima edizione del torneo internazionale Under 16 Città di Crema, e ha frenato il progetto di ampliamento del club che aveva nel 2020 un anno molto importante per l’avanzamento dei lavori, ma in via del Fante non si danno per vinti. “A livello nazionale – continua Agostino – lo sport ha dovuto sopportare una situazione per nulla facile, ma la nostra intenzione è quella di tornare il prima possibile sugli standard degli anni scorsi. Al momento fare programmi sarebbe prematuro, ma non appena la situazione tornerà alla normalità riprenderemo a lavorare su tutti i nostri progetti”. Seppur a distanza e da remoto nel periodo del lockdown, invece, non si è mai fermata l’attività del gruppo full-time guidato da Beppe Menga e Massimo Ocera, i quali hanno portato avanti gli allenamenti grazie alle piattaforme online, e dalla ripresa hanno continuato a lavorare con obiettivi importanti. “Si è formato un bel gruppo – dice ancora Agostino –, che da qualche settimana può beneficiare anche dell’inserimento di un nuovo preparatore atletico, Davide Fantini. Siamo certi che il suo contributo sarà un ulteriore fattore di miglioramento per tutti i nostri giovani. Abbiamo un settore giovanile molto ricco e promettente: ci auguriamo di continuare a cogliere risultati positivi”. Se ce l’hanno fatta in un 2020 così complicato, la possibilità di riuscirci anche nel 2021 pare già una certezza.

Area download immagini

Leggi Tutto

Questo sito è full responsive ed è correttamente visualizzabile su ogni dispositivo. Computer, smartphone e tablet di ogni misura...