Posts Taggati ‘Asd Training Team’

A Rozzano il tennis diventa… “crazy”



Rozzano, 24 gennaio 2017 – Quando si parla di inventiva, l’Asd Training Team di Rozzano è sempre in prima linea. Basta il nome, “Crazy Tennis”, a raccontare l’essenza dell’ultima trovata: una domenica all’insegna del tennis-pazzo, con 24 partecipanti divisi in quattro squadre da sei giocatori, chiamati ad affrontarsi in sfide tutt’altro che convenzionali. Sempre sul campo da tennis, certo, ma magari impugnando le classiche “racchettine” da bambino, o le racchette di legno del tennis che fu, o addirittura delle padelle da cucina, per disputare dei tie-break di doppio. Oppure sfide a calcetto con una palla da tennis gigante come pallone, e ancora una gara di velocità al servizio: tre palline a testa e la battuta più forte messa a referto, a far la media con quelle dei compagni di squadra. Per il team vincitore di ogni disciplina c’erano in palio due punti, utili per la classifica finale di giornata. A far festa è stata la formazione B, che si è trovata in casa i due bombardieri al servizio Mattia Colombo (recordman con 175 km/h) e Jacopo Mora (165 km/h), capaci poi di conquistare il successo nella classifica generale insieme ai compagni Nicoletta Brigatti, Claudio Biffi, Gino Colombo e Martina Fabroni. “La gente va letteralmente pazza per il tennis – spiega la responsabile Amanda Gesualdi -, quindi osservando i nostri soci abbiamo pensato a una manifestazione che andasse a esaltare questo rapporto di sana follia”. Il risultato è stato un successo, con una giornata di tennis alternativo in cui il classico e rigoroso silenzio è stato piacevolmente sostituito dal tifo, sempre positivo e leale.

“Uno degli aspetti migliori di questi eventi – prosegue la Gesualdi – è che malgrado nascano a carattere puramente sociale riescono a coinvolgere anche gli agonisti, che di solito avendo già un’attività molto intensa evitano certi appuntamenti. La nostra particolarità, invece, è che accade il contrario”. Tanto che a Rozzano era in gara addirittura Gaia Sanesi, 24enne fiorentina classificata 2.1 a livello nazionale, e arrivata fra le prime 300 al mondo solo tre anni fa. “Pur non conoscendo praticamente nessuno si è subito sentita a casa, e si è anche presentata con un completino veramente particolare”. Già, perché oltre al premio per i vincitori, e uno speciale assegnato alla famiglia Colombo (in gara al completo: papà Gino, mamma Martina Fabroni e i figli Margherita e Mattia), ce n’era anche uno per l’abbigliamento più pazzo. “Ma noi intendevamo abbigliamento da tennis – racconta ancora la Gesualdi -, invece è venuto fuori un evento stile carnevale, con colori sgargianti e parrucche. Il premio è andato a Miriam Zanellotti: visto che si giocava anche con le padelle, si è presentata con un completino a metà fra tennis e cucina, un mix azzeccatissimo. Siamo rimasti sorpresi – chiude – dal livello di gioco espresso con le padelle, anche da parte di giocatori alle prime armi. Anche per questo ripeteremo l’evento in primavera, magari aggiungendo anche badminton e beach-tennis”.

TRAINING TEAM, TENNIS E BENESSERE DAL 1998

L’ASD Training Team nasce nel 1998 con l’intento di promuovere il tennis, in particolar modo a livello agonistico. Nel 1999 disputa il Campionato Italiano a squadre femminile di serie A1, e oggi può vantare nell’albo d’oro importanti titoli in ogni categoria. La ‘mission’ è sport e cultura, per offrire all’atleta un percorso di evoluzione e realizzazione personale. È stato registrato un marchio che rappresenta una filosofia di insegnamento, “Tennis Olistico”, il tennis e le discipline bio naturali (coaching, alimentazione consapevole, kinesiologia, meditazione, floriterapia, reiki, ecc.) uniti con lo scopo di fornire agli associati un panorama di corsi che stimolino le risorse naturali e siano mirati al benessere. L’ASD Training Team ha stretto importanti collaborazioni, con Tennis Rozzano, Centro Sportivo della Polizia di Milano, Università Bocconi, Ospedale San Paolo di Milano e Centro Sportivo Parco Vione di Basiglio.

Leggi Tutto

Il Master finale del Trtt Slam incorona i campioni 2016



Rozzano, 20 dicembre 2016 – Da gennaio a dicembre, senza sosta, con tennis e divertimento a braccetto per un circuito che in sei anni ha coinvolto una valanga di giocatori amatoriali, esempio di progetto ben riuscito per permettere a tutti di “allenarsi all’emozione del torneo”. Come a ogni finale di stagione, è tempo di tirare le somme per il Trtt Slam, tour di tornei di un giorno ideato e promosso dallo staff dall’Accademia Tennis Olistico, che col Master finale della scorsa domenica ha eletto i campioni della stagione 2016 delle sei categorie: mini tennis, midi tennis, under 14/16, over 16 maschile, femminile e doppio. Una processione di incontri da mattina a sera, con la formula dei tre tie-break su cinque e tanti sorrisi, alla base di una manifestazione sinonimo anche di aggregazione. Il grande protagonista della giornata è stato il dodicenne Jacopo Carbone, capace di conquistare due circuiti: l’under 12 maschile, nonostante la sconfitta nella finale del Master contro il sorprendente Salvatore De Castro, e l’under 14/16, nel quale invece è stato eletto anche Re del Master conclusivo. Curiosamente, al primo turno del torneo di chiusura ha battuto proprio De Castro, che l’aveva superato in precedenza, favorito dalle condizioni di gioco diverse, che prevedono palle tradizionali e campo di dimensioni standard, mentre per le due categorie inferiori seguono le direttive dell’International Tennis Federation, con campi ridotti e palle depressurizzate.

master trtt slam 2016 (2)

Oltre che a Carbone nell’under 14/16, la doppietta ‘Master più vittoria del circuito’ è riuscita anche ad altri due giocatori: nell’over 16 maschile ce l’ha fatta il “bodyguard” Edoardo Cannistraro, over 40 così soprannominato per un fisico particolarmente muscoloso, che si riflette nel suo stile di gioco molto potente e sempre alla ricerca del colpo vincente. Cannistraro è riuscito a domare in finale Edwin Martella al quinto e decisivo tie-break. Nel doppio, invece, a prendersi Master e titolo stagionale è stato Paolo Bozzoli: ha conquistato il torneo in coppia con Sandro Carugo, e proprio grazie ai punti raccolti all’ultima occasione utile (doppi rispetto a tutte le altre tappe) ha fatto un balzo in avanti dalla quinta alla prima posizione, conquistando la classifica finale per soli 5 punti. Per Fiordiana Castelbarco, invece, la doppietta è sfumata per un solo punto. Ha conquistato il circuito femminile per la quarta volta, ma in una finale molto avvincente si è arresa al quinto tie-break ad Anna Lamarina, dopo aver recuperato uno svantaggio di 0-2 e mancato quattro match-point sul 6-2 del quinto. Discorso identico per l’under 10 Giulio Follo: ha vinto il circuito di minitennis conquistando tutte le tappe tranne una, ma nella finale del Master si è arreso a sorpresa a Rebecca Vendramini. Da segnalare il premio speciale “family” assegnato alla famiglia Carbone, la prima capace di conquistare il Master con tutti i suoi componenti: papà Giuseppe, mamma Loredana Lovisetto e i figli Jacopo e Nicolò.

master trtt slam 2016 (3)

CIRCUITO TRTT SLAM 2016 – I RISULTATI FINALI

CATEGORIA MINI-TENNIS (under 10)

Campione Circuito: Giulio Follo Primo classificato Master: Rebecca Vendramini Secondo classificato Master: Giulio Follo Primo classificato Master tabellone intermedio: Marco Rizzi

CATEGORIA MIDI-TENNIS (under 12)

Campione Circuito: Jacopo Carbone Primo classificato Master: Salvatore De Castro Secondo classificato Master: Jacopo Carbone Primo classificato Master tabellone intermedio: Martina Sanpietro

CATEGORIA UNDER 14/16

Campione Circuito: Jacopo Carbone Primo classificato Master: Jacopo Carbone Secondo classificato Master: Lisa Castagnino Primo classificato Master tabellone intermedio: Salvatore De Castro

CATEGORIA OVER 16 FEMMINILE

Campione Circuito: Fiordiana Castelbarco Primo classificato Master: Anna Lamarina Secondo classificato Master: Fiordiana Castelbarco Primo classificato Master tabellone intermedio: Loredana Lovisetto

CATEGORIA OVER 16 MASCHILE

Campione Circuito: Edoardo Cannistraro

Primo classificato Master: Edoardo Cannistraro Secondo classificato Master: Edwin Martella Primo classificato Master tabellone intermedio: Maurizio Costanzo

CATEGORIA OVER 16 DOPPIO

Campione Circuito: Paolo Bozzoli Primi classificati Master: Paolo Bozzoli e Sandro Carugo Secondi classificati Master: Gianni Gezzi e Fabio Bulfone Primi classificati Master tabellone intermedio: Massimo Bertelli e Andrea Monzino

Leggi Tutto

Spettacolo Trtt Slam, aspettando il Master



Rozzano, 13 dicembre 2016 – L’Asd Training Team – Tennis Rozzano non si ferma mai, e il Trtt Slam ne è una delle dimostrazioni più limpide. Non è ancora finita l’edizione 2016, che si concluderà la prossima domenica col Master finale, che è già iniziata quella del prossimo anno, la settima dalla nascita di un circuito ideato per aiutare i principianti ad “allenarsi all’emozione del torneo” (come da slogan della manifestazione) e capace in pochi anni di coinvolgere oltre 650 giocatori amatoriali, dagli under 6 agli over 70. La tappa zero del circuito 2017, categoria over 16, si è giocata la scorsa domenica con una grande affluenza di partecipanti, ben 19 per il singolare misto (uomini e donne insieme) e 8 coppie per il doppio. E per questo la manifestazione è durata molto più del solito: grazie alla formula dei due tie-break su tre, i tornei superano raramente le sei ore, mentre l’ultimo è durato dalle 11 del mattino alle 19, soprattutto grazie a un tabellone di doppio più avvincente che mai. Il sorteggio casuale delle coppie ha dato una mano, componendo formazioni equilibrate, tanto che il successo della coppia composta da Luca Mora e Giuseppe Carbone, a segno in finale su Fiordiana Castelbarco e Maurizio Sedrani, ha chiuso un torneo nel quale il 90 per cento degli incontri sono terminati al terzo set, con match decisi sul filo di lana, scambi di livello e tanto spettacolo. “La gente si è divertita soprattutto per il doppio – racconta Sara Marcionni, alla guida dell’evento – e rispetto al solito si è visto un livello di gioco più alto”. In singolare, invece, nel tabellone A l’ha spuntata Pasquale Pinto, all’esordio assoluto, bravo a far valere una velocità di palla superiore a tutti gli altri, mentre nel B il titolo è andato a Fiordiana Castelbarco: ha incontrato solo uomini, ma li ha stesi tutti uno dopo l’altro.

trtt slam

“Siamo pronti a concludere un 2016 esaltante – ha detto la responsabile Amanda Gesualdi -, ma anche a proseguire per il 2017. Con un circuito che si conferma di successo: i nostri soci lo trovano più accattivante di un normale torneo sociale, e chi viene da fuori ne resta affascinato”. Domenica 18, a partire dalle 10 del mattino, la conclusione dell’edizione 2016, con in gara tutti i migliori delle classifiche stagionali delle categorie mini tennis (6 giocatori), midi tennis (6 giocatori), under 14/16 (4 giocatori), over 16 maschile (8 giocatori), over 16 femminile (4 giocatrici) e doppio over 16 (4 coppie). La particolarità è che la formula del Master sarà leggermente diversa rispetto a quella dei tornei in scena nel corso dell’anno, con i match allungati al meglio dei cinque tie-break. Come un torneo del Grande Slam in miniatura, per aumentare pathos ed equilibrio.

I RISULTATI DELLA TAPPA ZERO – 2017 DEL TRTT SLAM

Tabellone A singolare

1° classificato: Pasquale Pinto. 2° classificato: Sandro Carugo. 3° classificato: Lino Maccarone

Tabellone B singolare

1° classificato: Fiordiana Castelbarco. 2° classificato: Luca Mora. 3° classificato: Attilio Matarazzo.

Tabellone A doppio

1° classificati: Mora/Carbone. 2° classificati: Castelbarco/Sedrani. 3° classificati: Bertelli/Nobile.

TRAINING TEAM, TENNIS E BENESSERE DAL 1998

L’ASD Training Team nasce nel 1998 con l’intento di promuovere il tennis, in particolar modo a livello agonistico. Nel 1999 disputa il Campionato Italiano a squadre femminile di serie A1, e oggi può vantare nell’albo d’oro importanti titoli in ogni categoria. La ‘mission’ è sport e cultura, per offrire all’atleta un percorso di evoluzione e realizzazione personale. È stato registrato un marchio che rappresenta una filosofia di insegnamento, “Tennis Olistico”, il tennis e le discipline bio naturali (coaching, alimentazione consapevole, kinesiologia, meditazione, floriterapia, reiki, ecc.) uniti con lo scopo di fornire agli associati un panorama di corsi che stimolino le risorse naturali e siano mirati al benessere. L’ASD Training Team ha stretto importanti collaborazioni, con Tennis Rozzano, Centro Sportivo della Polizia di Milano, Università Bocconi, Ospedale San Paolo di Milano e Centro Sportivo Parco Vione di Basiglio.

Leggi Tutto

La favola di Sara Marcionni, “pro” a 27 anni



Rozzano, 8 dicembre 2016 – L’età media del tennis mondiale si sta alzando, ma capita comunque molto raramente che i giocatori si affaccino al circuito professionistico dopo i 18 anni. Non è il caso di Sara Marcionni, 27 anni da Piateda (provincia di Sondrio, Valtellina), che ha scelto di lanciarsi a livello internazionale poco più di un anno fa, dopo varie stagioni al Tennis Rozzano, prima da giocatrice e poi da insegnante. Una crescita costante di livello di gioco e di motivazioni l’ha spinta a provarci, e i risultati del primo anno da “pro” sono andati ben oltre le aspettative. In doppio soprattutto, vincendo addirittura due titoli internazionali in poco più di un mese e riuscendo ad arrivare fra le prime 700 della classifica di specialità. Inoltre ha appena coronato il sogno di farcela anche in singolare, entrando nel ranking Wta alla posizione 1.251. Un traguardo vicino già da settembre e diventato realtà lunedì 5 dicembre, quando le è stato assegnato il punto conquistato due settimane prima ad Hammamet (Tunisia), terzo risultato necessario per conquistare la classifica. “Fino a qualche anno fa – racconta Sara – il mio sogno era arrivare in seconda categoria. Non mi sentivo all’altezza delle 2.8, mentre ora ho un posto nella classifica Wta. Le cose sono un tantino cambiate (ride, ndr)”. Ma nulla avviene per caso, e i traguardi recenti non sono altro che il frutto di una dedizione incredibile, che la accompagna da sempre. “Il primo anno che si allenava con noi – ricorda la sua coach Amanda Gesualdi – veniva a Rozzano tre volte la settimana, alzandosi alle 5 del mattino e cambiando una serie infinita di autobus e treni, per essere al club intorno alle 10. Ricordo che una volta nevicava, e nessuno di noi uscì di casa. Alle 9 del mattino mi chiamò: ‘dove siete tutti? Oggi non ci si allena?’. Era già arrivata al circolo, e c’era solamente lei. Quando ha un obiettivo, nulla la può fermare”.

Un carro armato che da quel 2007, quando a 18 anni era appena dentro alla terza categoria e quando si infortunava spesso, ha fatto un sacco di strada, sposando pienamente i percorsi proposti da Tennis Olistico. Così è diventata una tennista completa tecnicamente e fisicamente. “Il nostro metodo di lavoro – spiega – è diverso da qualsiasi altro, ed è stato fondamentale. Le altre giocatrici si concentrano solo su tecnica e tattica, mentre noi abbiamo un panorama molto più ampio”. All’interno del quale rientrano coaching, meditazione, alimentazione consapevole e tanto altro. “Abbiamo investito tantissimo – prosegue la Gesualdi – su un percorso di crescita psicologica, non perché Sara fosse debole, ma perché aveva un tennis molto istintivo e fisico, e faticava a incanalare l’energia nella giusta direzione. Oggi invece la parte mentale è uno dei suoi punti di forza”. Lo si è visto nei 16 tornei disputati a livello Itf, fra Italia, Francia, Portogallo, Svizzera, Serbia e Tunisia. “E diventeranno ancora di più il prossimo anno. Obiettivi? Semplice: riuscire a dare tutta me stessa. Sogno le prime 300 in doppio e le prime 500 in singolare. Magari un posto nelle pre-qualificazioni degli Internazionali BNL d’Italia. Quest’anno l’ho sfiorato, l’anno prossimo voglio prendermelo”. E quando Sara si mette in testa una cosa…

TRAINING TEAM, TENNIS E BENESSERE DAL 1998

L’ASD Training Team nasce nel 1998 con l’intento di promuovere il tennis, in particolar modo a livello agonistico. Nel 1999 disputa il Campionato Italiano a squadre femminile di serie A1, e oggi può vantare nell’albo d’oro importanti titoli in ogni categoria. La ‘mission’ è sport e cultura, per offrire all’atleta un percorso di evoluzione e realizzazione personale. È stato registrato un marchio che rappresenta una filosofia di insegnamento, “Tennis Olistico”, il tennis e le discipline bio naturali (coaching, alimentazione consapevole, kinesiologia, meditazione, floriterapia, reiki, ecc.) uniti con lo scopo di fornire agli associati un panorama di corsi che stimolino le risorse naturali e siano mirati al benessere. L’ASD Training Team ha stretto importanti collaborazioni, con Tennis Rozzano, Centro Sportivo della Polizia di Milano, Università Bocconi, Ospedale San Paolo di Milano e Centro Sportivo Parco Vione di Basiglio.

Leggi Tutto

Euromadrid e Simposio, eventi positivi per il Training Team



Rozzano, 22 novembre 2016 – Altro giro, altro fine settimana, altra serie di eventi che vanno in archivio col segno “più”. L’attività dello staff di Tennis Olistico non si ferma nemmeno quando sui campi di Rozzano non ci sono appuntamenti, come attestato da uno week-end tra i più importanti della stagione. Parliamo di quello di EuroMadrid, il torneo per le Università di tutto il mondo, che come nelle ultime due stagioni ha visto partecipare anche una selezione di tennisti della Bocconi, accompagnati dal capitano Antonino Garozzo, membro dello staff dell’Asd Training Team. Il torneo, della durata di due giorni, si è giocato fra venerdì e sabato sui campi del Centro Deportivo Municipal “Vicente del Bosque”, e ha visto gli atleti dell’ateneo milanese fra i grandi protagonisti. Marco Maiorana, Giovanni Sanci e Andreas Luczak hanno superato la prima fase a gironi, accedendo ai quarti di finale, e i primi due si sono spinti fino a un passo dal match per il titolo.

Lo staff al Simposio

Lo staff al Simposio

Poi, Maiorana si è arreso per 6-2 (si giocava sulla distanza di un set unico) al diciottenne Michel Saadè, della Notre Dame University di Beirut (Libano), mentre Sanci si è arreso per 7-6 a Toscan Dermast della spagnola IE University. Lo stesso Dermast che nel turno precedente aveva messo fine ai sogni di gloria dello svedese Andreas Luczak, sconfitto per 6-4. Alla fine, ad aggiudicarsi il torneo è stato Michel Saadè, simbolicamente eletto all’unanimità come il miglior tennista in campo, quindi campione con pieno merito. “È stata una bella esperienza – racconta Antonino Garozzo – con un’organizzazione molto precisa e molto presente fin da quando siamo sbarcati in Spagna. I ragazzi si sono comportati da veri atleti, saltando addirittura la serata inaugurale del torneo per presentarsi in campo al meglio. Tuttavia, resta un po’ di amarezza perché forse avrebbero potuto fare ancora meglio, malgrado il livello della fase finale fosse molto alto. Ci ha dato una mano il forfait di Ferdinand Schmuck, uno dei favoriti, che avrebbe dovuto giocare ai quarti di finale contro Sanci, ma una volta giunti in semifinale si poteva dare qualcosina in più. Comunque onore al vincitore: è sceso in campo per vincere a qualsiasi costo, con la voglia di combattere per prendersi ciò che voleva”.

Rossi e Gesualdi Simposio 2016

Mentre Garozzo era a Madrid con i bocconiani, il resto dello staff di Tennis Olistico è stato impegnato attivamente nella diciottesima edizione del Simposio Internazionale di tennis, svoltasi da venerdì a domenica al Centro Sportivo Pavesi di Milano. Un appuntamento di grandissimo spessore che ha raccolto insegnanti da ogni parte d’Italia e relatori di fama mondiale come Josè Perlas (coach fino a qualche settimana fa di Fabio Fognini), Javier Duarte, Patricio Remondegui, Alberto Castellani. Per Tennis Olistico anche una targa, consegnata dal presidente del Simposio e del Centro ospitante Massimo Rossi, come riconoscimento per l’appoggio alla manifestazione. “Siamo onorati e felici – racconta Amanda Gesualdi – di aver partecipato di nuovo a un appuntamento così. Unico appunto, la quasi totale assenza della parte femminile: credo che anche le donne potrebbero dire la loro”.

TRAINING TEAM, TENNIS E BENESSERE DAL 1998

L’ASD Training Team nasce nel 1998 con l’intento di promuovere il tennis, in particolar modo a livello agonistico. Nel 1999 disputa il Campionato Italiano a squadre femminile di serie A1, e oggi può vantare nell’albo d’oro importanti titoli in ogni categoria. La ‘mission’ è sport e cultura, per offrire all’atleta un percorso di evoluzione e realizzazione personale. È stato registrato un marchio che rappresenta una filosofia di insegnamento, “Tennis Olistico”, il tennis e le discipline bio naturali (coaching, alimentazione consapevole, kinesiologia, meditazione, floriterapia, reiki, ecc.) uniti con lo scopo di fornire agli associati un panorama di corsi che stimolino le risorse naturali e siano mirati al benessere. L’ASD Training Team ha stretto importanti collaborazioni, con Tennis Rozzano, Centro Sportivo della Polizia di Milano, Università Bocconi, Ospedale San Paolo di Milano e Centro Sportivo Parco Vione di Basiglio.

Leggi Tutto

A Rozzano Bellosi e Cattaneo vincono il Bocconi Single Tournament



Rozzano, 15 novembre 2016 – Vincere una volta è complicato, farlo due volte è difficile, farlo per tre anni di fila è roba per poche. La piccola impresa è riuscita a Francesca Bellosi nel Bocconi Single Tournament, l’evento che ogni anno – sui campi del Tennis Rozzano – decreta i campioni di tennis del prestigioso ateneo milanese. L’edizione 2016/2017 si è giocata lo scorso fine settimana, incoronando per la terza volta consecutiva la 22enne tennista emiliana, classificata 3.3 a livello nazionale. Il suo è stato un torneo senza particolari difficoltà, con il doppio 4-1 in semifinale a Francesca Andreta e il doppio 4-2 in finale a Ester Guerzoni. Nel maschile, invece, a mettere tutti in fila è stato il 2.8 Andrea Cattaneo, che dopo aver dominato la semifinale con Mirko Paolo Battaini, ha superato il francese Baptiste Gilliot in una bella finale, piacevole anche dal punto di vista stilistico grazie alle caratteristiche dei due giocatori, entrambi dotati di un ottimo rovescio a una mano. È stato Gilliot a partire meglio, tanto da lasciare immaginare un match a senso unico grazie all’iniziale 3-1, ma l’azzurro ha presto alzato il livello, con un tennis meno appariscente ma alla lunga più efficace e continuo. Con un parziale di quattro giochi consecutivi ha ribaltato l’inerzia del primo set, chiudendolo per 5-3. E poi ha mantenuto lo stesso livello anche nel secondo, chiudendo 4-1 e conquistando il trofeo, oltre a punti preziosi nel ranking che permetterà di monitorare gli atleti dell’Università Bocconi, valutandone la determinazione negli allenamenti e l’impegno nei vari seminari proposti nel corso dell’anno sportivo.

Nel novembre degli studenti-tennisti della Bocconi non c’è solo l’appuntamento annuale, ma anche l’edizione 2016 di EuroMadrid, torneo internazionale in programma nel prossimo fine settimana. Per la squadra dell’ateneo milanese voleranno nella capitale spagnola tre atleti, capitanati da Antonino Garozzo, coach dell’Asd Training Team. Si tratta dello svedese Andreas Luczak, che parte con ambizioni importanti, di Marco Maiorana e Giovanni Sanci. In più, sempre a novembre è scattato anche il primo dei vari appuntamenti del nuovo seminario di mental coaching proposto agli atleti dell’Università, che si pone l’obiettivo di lavorare sulle loro potenzialità, con un occhio a temi molto attuali a livello professionistico, alimentazione in primis. “Siamo partiti con delle domande – spiega la responsabile Amanda Gesualdi – volte a scavare un po’ fra i vari talenti dei ragazzi, oltre a cercare di capire se hanno consapevolezza degli effetti fisici e psicologici di una buona alimentazione”. Infine, per Tennis Olistico un appuntamento anche nel prossimo week-end, al 18esimo Simposio Internazionale in programma a Milano. “Saremo sponsor dell’evento – chiude la Gesualdi – e ci teniamo particolarmente. A livello qualitativo è un’occasione molto preziosa per tutti gli insegnanti di tennis”.

TRAINING TEAM, TENNIS E BENESSERE DAL 1998

L’ASD Training Team nasce nel 1998 con l’intento di promuovere il tennis, in particolar modo a livello agonistico. Nel 1999 disputa il Campionato Italiano a squadre femminile di serie A1, e oggi può vantare nell’albo d’oro importanti titoli in ogni categoria. La ‘mission’ è sport e cultura, per offrire all’atleta un percorso di evoluzione e realizzazione personale. È stato registrato un marchio che rappresenta una filosofia di insegnamento, “Tennis Olistico”, il tennis e le discipline bio naturali (coaching, alimentazione consapevole, kinesiologia, meditazione, floriterapia, reiki, ecc.) uniti con lo scopo di fornire agli associati un panorama di corsi che stimolino le risorse naturali e siano mirati al benessere. L’ASD Training Team ha stretto importanti collaborazioni, con Tennis Rozzano, Centro Sportivo della Polizia di Milano, Università Bocconi, Ospedale San Paolo di Milano e Centro Sportivo Parco Vione di Basiglio.

BOCCONI SINGLE TOURNAMENT: I RISULTATI

Singolare maschile – Semifinali: Cattaneo b. Battaini 4-0 4-0, Gilliot b. Torrano 4-0 4-2. Finale: Andrea Cattaneo b. Baptiste Gilliot 5-3 4-1.

Singolare femminile – Semifinali: Bellosi b. Andreta 4-1 4-1, Guerzoni b. Pivetta ritiro. Finale: Francesca Bellosi b. Ester Guerzoni 4-2 4-2.

Leggi Tutto

A Rozzano il Trtt Slam vola verso il Master finale



Rozzano, 11 novembre 2016 – All’Asd Training Team hanno una legge non scritta: quando organizzano qualcosa, lo fanno alla grande, curando alla perfezione tutti i particolari. È così che negli anni il Trtt Slam, circuito interno di tornei per principianti della durata di un giorno (si gioca con la formula dei due tie-break su tre), è stato lucidato fino a rivelarsi un autentico diamante, molto ambito e sempre più ricco di partecipanti. Come per l’ultima tappa della categoria “over 16”, che ha portato gli organizzatori a fare uno strappo ai regolamenti, allargando a 24 il tabellone di singolare (solitamente limitato a 16 giocatori), o la recente piega che i tornei stavano prendendo, diventando via via sempre più agonistici. Da lì la scelta di separare gli iscritti in due tabelloni, stilati attraverso l’International Tennis Rating, scala utilizzata a livello internazionale per attribuire un valore a ogni giocatore. Così i migliori vengono inseriti nel tabellone A, tutti gli altri nel B, con un continuo oscillare fra l’uno e l’altro di tappa in tappa, in base ai risultati ottenuti. E per gli sconfitti al primo turno niente paura: si passa al tabellone intermedio, con in palio la metà dei punti. Punti che servono per stilare le classifiche delle varie categorie (sono quattro: Mini Tennis, Midi Tennis, under 14/16, over 16, tutte con maschi e femmine insieme), che come per i circuiti Atp e Wta promuovono i migliori al Master finale. Un torneo dove non mancherà Edoardo Cannistraro, che superando Gabriele Mariuzzo nella finale “A” della quindicesima tappa per over 16 ha consolidato la sua leadership in classifica. Segue a ruota Sandro Carugo, vincitore dell’intermedio A. Nel tabellone principale B, invece, titolo a Matteo Parlavecchia, che ha completato la sua personale doppietta spuntandola anche nell’intermedio di doppio, in coppia con Francesco Bucciaglia. Nel tabellone intermedio B, invece, titolo a Claudio Biffi, mentre nel doppio principale l’hanno spuntata Andrea Monzino e Paolo Bozzoli, a segno in finale su De Lucia/Pajetta.

trtt slam rozzano 2

“Si sono visti un sacco di incontri molto equilibrati – racconta la responsabile Amanda Gesualdi – e ci riempie d’orgoglio il fatto che al via di questa tappa ci fossero anche tre over 70. Significa che è passato il messaggio giusto: nel Trtt Slam c’è davvero spazio per tutti”. Quest’anno il Master è in programma domenica 11 dicembre: al momento in testa nelle varie categorie ci sono Giulio Follo (mini tennis), Jacopo Carbone (leader sia nel midi tennis sia nell’under 14/16), ed Edoardo Cannistraro (over 16). Più Fiordiana Castelbarco, prima nell’over 16 fra le donne (che avranno un Master dedicato). Nei prossimi 30 giorni, prima del gran finale, in programma altre sette tappe: sabato 12 novembre Midi Tennis, domenica 13 over 16 di doppio, giovedì 24 Mini Tennis, sabato 26 Midi Tennis e under 14/16. E poi ancora giovedì 1 dicembre Mini Tennis e sabato 4 over 16. Nel prossimo week-end, sui campi del Tennis Rozzano, anche l’edizione 2016/17 del Bocconi Single Tournament, che eleggerà i campioni stagionali della prestigiosa università milanese, da anni a fianco dell’Asd Training Team.

TRAINING TEAM, TENNIS E BENESSERE DAL 1998

L’ASD Training Team nasce nel 1998 con l’intento di promuovere il tennis, in particolar modo a livello agonistico. Nel 1999 disputa il Campionato Italiano a squadre femminile di serie A1, e oggi può vantare nell’albo d’oro importanti titoli in ogni categoria. La ‘mission’ è sport e cultura, per offrire all’atleta un percorso di evoluzione e realizzazione personale. È stato registrato un marchio che rappresenta una filosofia di insegnamento, “Tennis Olistico”, il tennis e le discipline bio naturali (coaching, alimentazione consapevole, kinesiologia, meditazione, floriterapia, reiki, ecc.) uniti con lo scopo di fornire agli associati un panorama di corsi che stimolino le risorse naturali e siano mirati al benessere. L’ASD Training Team ha stretto importanti collaborazioni, con Tennis Rozzano, Centro Sportivo della Polizia di Milano, Università Bocconi, Ospedale San Paolo di Milano e Centro Sportivo Parco Vione di Basiglio.

Leggi Tutto

Rozzano, Training Team e Bocconi ancora insieme



Rozzano, 14 ottobre 2016 – Nuovo anno sportivo, nuovi nomi per la squadra di tennis dell’Università Bocconi, che ormai tradizionalmente si appoggia per gli allenamenti all’Asd Training Team di Rozzano, grazie a una partnership ormai consolidata che cresce stagione dopo stagione. Per quella 2016-2017 ci sono subito due novità importanti legate all’attività, a partire da un numero maggiore di atleti rispetto agli anni scorsi. La selezione, svolta la scorsa settimana al Tennis Rozzano, ha evidenziato sia una partecipazione numerica più alta sia un livello medio di gioco migliore, tanto da portare lo staff guidato da Amanda Gesualdi (che si occupa di selezione, allenamento e accompagnamento degli atleti nei tornei) ad allargare il numero dei componenti. “Negli anni scorsi – racconta la coach milanese – nel corso delle selezioni non superavamo mai i 5-6 atleti per ciascun team, maschile e femminile. Stavolta, invece, la formazione dell’Università Bocconi sarà composta da sedici giocatori: otto ragazzi e otto ragazze”. E la gran parte, dodici, saranno delle new entry, che andranno ad affiancare i quattro “veterani” Lorenzo Capucci, Francesca Bellosi, Elena Pivetta e Francesca Andreta. Nella formazione anche due giocatori stranieri: lo svedese Andreas Luczak, che si è subito distinto come uno dei più validi, e il francese Baptiste Gilliot. Ancor più importante la seconda novità: oltre agli allenamenti in campo, da questa stagione i ragazzi parteciperanno anche a un corso di mental coaching, sulla falsariga di quello tenuto lo scorso anno da Amanda Gesualdi e Alberto Biffi con i coach di tutte le squadre sportive dell’ateneo. “Alle due ore settimanali di allenamento con la squadra, se ne aggiungeranno un paio in aula. Una decisione che ci inorgoglisce, perché rappresenta un’apertura in ottica universitario-sportiva verso percorsi di allenamento psicologico, nei quali noi crediamo molto”.

bocconi 2015

Il programma di lavoro entrerà presto nel vivo, almeno dal punto di vista delle competizioni, visto che già il 12 e 13 novembre verrà organizzato proprio a Rozzano il Bocconi Single Tournament, l’evento che elegge i due campioni stagionali dell’Università. “Negli anni scorsi – spiega la Gesualdi – era a marzo, mentre stavolta abbiamo deciso di anticiparlo così che ci possa aiutare a selezionare i sei atleti (tre uomini e tre donne, ndr) che difenderanno i colori della Bocconi in un torneo internazionale universitario”. Nel 2013 scelsero Valencia, nel 2014 Parigi (sui campi del Roland Garros), lo scorso anno Madrid, mentre stavolta a lottare con la capitale spagnola c’è l’opzione Roma. “Ci siamo sempre ben difesi, vincendo il titolo femminile a Valencia, e puntiamo a un altro bel risultato”. Come lo sognano per le cosiddette Coppa Davis e Fed Cup, le due competizioni fra tutti gli atenei del Milanese, al via nel febbraio 2017. “Siamo sempre arrivati fra le prime tre – chiude la Gesualdi – e quest’anno, specialmente con gli uomini, ci sono i presupposti per fare ancora meglio”.

LE FORMAZIONI DELL’UNIVERSITÀ BOCCONI PER LA STAGIONE 2016/17

Squadra maschile

Marco Maiorana, Andrea Cattaneo, Andreas Luczak (Svezia), Giovanni Sanci, Baptiste Gilliot (Francia), Jacopo De Maio, Giovanni Manenti, Lorenzo Capucci.

Squadra femminile

Elena Cortimiglia, Francesca Bellosi, Benedetta Introna, Elena Pivetta, Ester Guerzoni, Francesca Andreta, Federica Pulcino, Alice Dealessi.

TRAINING TEAM, TENNIS E BENESSERE DAL 1998

L’ASD Training Team nasce nel 1998 con l’intento di promuovere il tennis, in particolar modo a livello agonistico. Nel 1999 disputa il Campionato Italiano a squadre femminile di serie A1, e oggi può vantare nell’albo d’oro importanti titoli in ogni categoria. La ‘mission’ è sport e cultura, per offrire all’atleta un percorso di evoluzione e realizzazione personale. È stato registrato un marchio che rappresenta una filosofia di insegnamento, “Tennis Olistico”, il tennis e le discipline bio naturali (coaching, alimentazione consapevole, kinesiologia, meditazione, floriterapia, reiki, ecc.) uniti con lo scopo di fornire agli associati un panorama di corsi che stimolino le risorse naturali e siano mirati al benessere. L’ASD Training Team ha stretto importanti collaborazioni, con Tennis Rozzano, Centro Sportivo della Polizia di Milano, Università Bocconi, Ospedale San Paolo di Milano e Centro Sportivo Parco Vione di Basiglio.

Leggi Tutto

Questo sito è full responsive ed è correttamente visualizzabile su ogni dispositivo. Computer, smartphone e tablet di ogni misura...