Posts Taggati ‘Asd Training Team’

Amanda Gesualdi al convegno Uisp al femminile



Rozzano, 22 marzo 2016 – Nel tennis amatoriale c’è aria di rivoluzione. Sono almeno due le novità emerse dall’ultimo convegno dei maestri di tennis della Uisp (Unione italiana sport per tutti), svoltosi nello scorso fine settimana a Caserta. La prima è proprio la collocazione geografica, migrata in un Meridione in cui l’attività si sta sviluppando sempre di più, la seconda riguarda il grande spazio dato alle donne, con un convegno interamente al femminile. Una vera e propria ventata d’aria fresca suggerita nel 2015 da Amanda Gesualdi, e accolta con piacere dal presidente della lega tennis Erasmo Palma. “Malgrado l’attività femminile sia molto sviluppata – racconta la coach rozzanese – nei convegni le donne hanno sempre pochissimo spazio, sia come relatrici sia nelle dimostrazioni. Ho pensato che si potesse provare a invertire la tendenza, e l’idea è stata apprezzata, con una due giorni di sole donne al microfono, dal risultato molto interessante. Una platea di 200 maestri, quasi interamente maschile, ha potuto apprezzare il lato femminile dello sport, spesso troppo trascurato”. Fra le relatrici, insieme a Manuela Claysset (presidente del consiglio nazionale Uisp), Anna Maria Palma (counselor e mental coach) e l’ex professionista Alexia Virgili, c’è stato spazio anche per la Gesualdi, invitata in qualità di fondatrice e ambasciatrice della filosofia d’allenamento ‘Tennis Olistico’.

Nel proprio intervento la Gesualdi ha preso spunto dalla sua ultima pubblicazione, il libro ‘Emotions’, e dalle varie esperienze precedenti, portando in cattedra un discorso volto a fare chiarezza sulla vera parte psicologica dello sport. “Ho preso il triangolo della salute, che comprende l’ambito fisico e materiale, quello della psiche e quello dell’alimentazione, e mi sono addentrata nel secondo. Noto che spesso c’è poca chiarezza su mental training, training autogeno e quant’altro. Si pensa che la parte psicologica riguardi l’aspetto mentale, quando in realtà, come dice il nome stesso, tocca la psiche, quindi l’inconscio, in tutte le sue sfaccettature”. Amanda si è anche ispirata all’Ovoide di Roberto Assagioli, il primo psicoterapeuta italiano, autore di un diagramma che descrive la psiche. “Spesso si cerca di attribuire delle percentuali alle fasi d’allenamento, per esempio 30% tecnica, 30% tattica, ma si dimentica che la parte mentale è sempre e comunque presente al 100%. Anche quando fa un lavoro diverso, l’atleta è immerso nell’inconscio. Lo dicono i grandi pilastri della psicanalisi, ma nel mondo dello sport questi aspetti vengono sottovalutati”. Il pubblico ha apprezzato, lei pure. “Sono onorata – ha detto – di essere stata coinvolta in un passaggio importantissimo per le donne nello sport, peraltro all’interno di un convegno organizzato all’indomani della storica intesa Fit-Uisp. Il presidente Erasmo Palma ha fatto un lavoro magnifico, tanto che tutta la platea si è alzata in piedi sulle sedie per applaudirlo, regalando un abbraccio collettivo molto toccante che ha ricordato la famosa scena del film L’attimo fuggente ”. E Amanda può esserne fiera, perché una parte del merito è anche sua.

TRAINING TEAM, TENNIS E BENESSERE DAL 1998

L’ASD Training Team nasce nel 1998 con l’intento di promuovere il tennis, in particolar modo a livello agonistico. Nel 1999 disputa il Campionato Italiano a squadre femminile di serie A1, e oggi può vantare nell’albo d’oro importanti titoli in ogni categoria. La ‘mission’ è sport e cultura, per offrire all’atleta un percorso di evoluzione e realizzazione personale. È stato registrato un marchio che rappresenta una filosofia di insegnamento, “Tennis Olistico”, il tennis e le discipline bio naturali (coaching, alimentazione consapevole, kinesiologia, meditazione, floriterapia, reiki, ecc.) uniti con lo scopo di fornire agli associati un panorama di corsi che stimolino le risorse naturali e siano mirati al benessere. L’ASD Training Team ha stretto importanti collaborazioni, con Tennis Rozzano, Centro Sportivo della Polizia di Milano, Università Bocconi, Ospedale San Paolo di Milano e Centro Sportivo Parco Vione di Basiglio.

Leggi Tutto

Bonini vince il primo Open maschile di Rozzano



Rozzano, 1 marzo 2016 – Era la seconda testa di serie, ma in pochi avrebbero scommesso su Michele Bonini. Invece il 30enne milanese, classificato 2.6, ha infilato il torneo perfetto sui campi di Rozzano, crescendo match dopo match fino a intascare il primo Open maschile targato Training Team. L’ha fatto chiudendo per 7-5 6-2 una bella finale contro il 18enne Alberto Buttini (anche lui classificato 2.6), giunto sino all’ultimo atto dopo aver eliminato la prima testa di serie Edoardo Gallo a suon di servizi bomba e diritti al fulmicotone. Ma contro Bonini è stato costretto ad arrendersi alla grande intelligenza tattica di un giocatore poco appariscente ma capace di trovare le giuste contromisure al tennis di tutti gli avversari incontrati. Ne è nato uno splendido confronto di stili: Buttini ha provato a ‘spaccare la palla’, Bonini ne ha sfruttato la potenza appoggiandosi e colpendo d’anticipo, giocando anche numerose palle corte. Una strategia che alla lunga ha mandato fuori giri l’avversario, fino a consegnare al tennista di Buccinasco una vittoria meritatissima. E pensare che Bonini era stato a un passo dall’eliminazione nei quarti di finale, quando contro Federico Visioli si è trovato sotto 6-3 3-0, senza grandi possibilità di rimonta. Ma, provato dalle fatiche precedenti, l’avversario – ex 2.4 e membro del team dell’Università Bocconi che si allena a Rozzano – è calato fisicamente e gli ha offerto una chance, lui l’ha sfruttata e ha lanciato lo splendido torneo, incassando la fetta principale dei 500 euro in palio.

Alberto Buttini

Alberto Buttini

Ottimo anche il torneo del diciottenne tedesco Viktor Hascher, classificato 3.2 in Italia ma dotato di un tennis di livello decisamente superiore. L’ha mostrato battendo prima i due atleti del Trtt, Paolo Longo e Arturo Colvara, entrambi protagonisti di un ottimo torneo, poi qualificandosi per il tabellone finale, dove ha perso nei quarti di finale contro Gallo, salendo 4-0 nel set d’apertura prima di rimanere senza energie. “Il migliore dei nostri è stato Arturo Colvara – racconta Amanda Gesualdi –, che prima di cedere a Hascher ha vinto il derby con Edoardo Lommano”. È finita con un doppio 6-0 ma è stato un punteggio bugiardo, che non rende omaggio alla bella prova di quest’ultimo, partito dal tabellone iniziale e poi capace di superare anche il 3.4 Novara. Subito eliminati invece Davide Selva e Jacopo Mora. “Siamo soddisfatti di come è andata – prosegue la Gesualdi – perché si sono visti tanti match di livello e il pubblico ha apprezzato. Ripeteremo il torneo con questo formato (spalmato su due week-end, ndr), preferendolo alla formula rodeo”. Chiuso un evento, è già tempo di ospitarne altri due: sabato 5 marzo spazio ai campionati dell’Università Bocconi, domenica 6 a un seminario di meditazione.

RISULTATI – Quarti di finale: Gallo b. Hascher 6-4 3-2 ritiro, Buttini b. Camanini 6-4 6-1, Benussi b. Mattion 6-2 6-2, Bonini b. Visioli 3-6 6-3 6-1. Semifinali: Buttini b. Gallo 6-2 4-6 6-3, Bonini b. Benussi 6-2 7-5. Finale: Michele Bonini b. Alberto Buttini 7-5 6-2.

TRAINING TEAM, TENNIS E BENESSERE DAL 1998

L’ASD Training Team nasce nel 1998 con l’intento di promuovere il tennis, in particolar modo a livello agonistico. Nel 1999 disputa il Campionato Italiano a squadre femminile di serie A1, e oggi può vantare nell’albo d’oro importanti titoli in ogni categoria. La ‘mission’ è sport e cultura, per offrire all’atleta un percorso di evoluzione e realizzazione personale. È stato registrato un marchio che rappresenta una filosofia di insegnamento, “Tennis Olistico”, il tennis e le discipline bio naturali (coaching, alimentazione consapevole, kinesiologia, meditazione, floriterapia, reiki, ecc.) uniti con lo scopo di fornire agli associati un panorama di corsi che stimolino le risorse naturali e siano mirati al benessere. L’ASD Training Team ha stretto importanti collaborazioni, con Tennis Rozzano, Centro Sportivo della Polizia di Milano, Università Bocconi, Ospedale San Paolo di Milano e Centro Sportivo Parco Vione di Basiglio.

Leggi Tutto

Ecco ‘Emotions’, il 3° libro firmato Gesualdi



Rozzano, 9 febbraio 2016 – Dopo ‘L’atleta Zen’ e ‘Tennis Olistico’, ecco ‘Emotions’, il terzo libro a tema sportivo di Amanda Gesualdi. La coach rozzanese l’ha presentato lo scorso fine settimana nella splendida cornice di Villa Castelbarco a Imbersago (Lecco), con un pranzo-evento su invito, che ha raccolto numerose partecipazioni. “È stata un’esperienza bella e molto interessante – ha raccontato l’autrice – e non è un caso che sia stata scelta una presentazione a porte chiuse. Ho preferito condividere questo ultimo progetto soprattutto con amici, atleti e genitori: le persone con cui passo la maggior parte del tempo”. L’evento ha avuto una durata di mezz’ora, ma non è stata la classica presentazione a mo’ di conferenza, bensì ha puntato molto sull’impatto emotivo. “Ho deciso – prosegue Amanda – di proiettare delle immagini che rievocassero cose ben precise, così da colpire l’attenzione del pubblico”. Ne è uscita un’occasione piacevole di confronto e crescita, molto apprezzata dai presenti. Nel complesso il volume, disponibile su ordinazione in tutte le librerie del gruppo Feltrinelli, si divide in tre parti: la prima scientifica, con le tante teorie formulate negli anni sulle emozioni, la seconda psicologica, e la terza dedicata invece alla psicologia nel mondo dello sport, con un mix fra scienza e psicologia. “Consiglierei questo libro agli insegnanti sportivi, anche se ci sono delle parti che vanno benissimo anche per gli atleti e i ragazzi. Credo sia perfetto per chiunque voglia farsi un viaggio attraverso le emozioni, con tutte le teorie che le riguardano”.

Jacopo Mora

Jacopo Mora

Tornando al tennis giocato, a Rozzano sono in arrivo settimane ricche di appuntamenti, tra cui anche il neonato Open maschile da 500€ di montepremi, in programma negli ultimi due fine settimana di febbraio: sabato 20 e domenica 21, sabato 27 e domenica 28. Il torneo è nato non solo per portare sempre più tennis maschile a Rozzano, ma anche per dare la possibilità di fare esperienza ai tanti giovani di terza categoria che si allenano al club. L’appuntamento Open farà da antipasto a un marzo a tutto tennis: nel primo week-end i tornei dell’Università Bocconi, alla Training Team per il terzo anno consecutivo, e successivamente l’inizio dei campionati del Cus, con in gara tutti gli atenei del milanese. Sabato 12 e domenica 13 è in programma un rodeo Open femminile, con 1.000€ in palio e l’obiettivo di attirare il solito parterre importante di giocatrici. La settimana seguente, invece, Tennis Olistico sarà a Caserta per il convegno dei maestri Uisp (Unione Italiana Sport per Tutti, ndr), dove sono previsti anche degli ospiti d’eccezione. “Verrà data grande importanza alla professionalità femminile nel tennis – sottolinea la Gesualdi – quindi non potevamo mancare”. E poi, dopo lo stop per Pasqua, da aprile il via a tutti i campionati: under, over, serie C femminile e serie D1 maschile, le ultime due con ambizioni di promozione. E poi ancora un torneo primaverile con racchette di legno, i primi tornei nazionali dell’atleta di wheelchair Sabrina Fidaleo e quelli Itf di Sara Marcionni, il cui anno da ‘pro’ inizierà con due appuntamenti da 10 mila dollari in Francia. Insomma, sarà la solita, splendida primavera di fuoco.

TRAINING TEAM, TENNIS E BENESSERE DAL 1998

L’ASD Training Team nasce nel 1998 con l’intento di promuovere il tennis, in particolar modo a livello agonistico. Nel 1999 disputa il Campionato Italiano a squadre femminile di serie A1, e oggi può vantare nell’albo d’oro importanti titoli in ogni categoria. La ‘mission’ è sport e cultura, per offrire all’atleta un percorso di evoluzione e realizzazione personale. È stato registrato un marchio che rappresenta una filosofia di insegnamento, “Tennis Olistico”, il tennis e le discipline bio naturali (coaching, alimentazione consapevole, kinesiologia, meditazione, floriterapia, reiki, ecc.) uniti con lo scopo di fornire agli associati un panorama di corsi che stimolino le risorse naturali e siano mirati al benessere. L’ASD Training Team ha stretto importanti collaborazioni, con Tennis Rozzano, Centro Sportivo della Polizia di Milano, Università Bocconi, Ospedale San Paolo di Milano e Centro Sportivo Parco Vione di Basiglio.

Leggi Tutto

Sport e università del futuro: Gesualdi in cattedra alla Bocconi



Rozzano, 25 gennaio 2016 – Fin dalla sua nascita, l’Asd Training Team non è solo tennis giocato. Uno degli obiettivi dell’associazione è quella di legare a tecnica e tattica tanti altri aspetti, raccolti con la filosofia d’allenamento certificata Tennis Olistico. Fra questi, uno spazio primario è riservato al coaching, la psicologia applicata allo sport, tema molto caldo nell’ultimo periodo dalle parti di Rozzano. Il mese di gennaio ha sancito la nascita di una serie di incontri di coaching presso l’Università Bocconi di Milano, che già da qualche anno collabora col club per la sezione tennis, ma ha aperto ad Amanda Gesualdi anche le porte di tutti gli altri sport. “L’idea – racconta la mente di Tennis Olistico – è nata da un’unione di intenti fra noi e Bocconi Sport Team (che gestisce tutte le attività sportive dell’università, ndr), su spinta di Alberto Biffi, docente di statistica in Bocconi e coach sportivo sia dentro sia fuori l’ateneo”. Ne è nato un progetto strutturato in otto incontri, aperti ai circa venti allenatori delle varie squadre sportive, ed è stato subito accolto con grande entusiasmo. “L’intenzione – prosegue Amanda – è quella di offrire a tutti uno strumento psicologico in più nella gestione degli atleti, con l’obiettivo di allargare presto gli incontri anche ai docenti e ai vari studenti dell’università, atleti e non”. Il tutto in vista dell’apertura del campus sportivo, che dovrebbe avvenire nel 2018 in un’area adiacente all’ateneo. “In Bocconi stanno iniziando a prendere in seria considerazione lo sport, gettando delle basi solide verso un’idea di stampo statunitense, in stile college. Come associazione, siamo onorati di poter dare il nostro contributo alle attività sportive”.

Amanda Gesualdi

A Rozzano, i seminari di coaching non sono una novità, bensì un percorso che la gran parte dei ragazzi della scuola ha seguito sin dalla giovane età, con la frequentazione attestata da diplomi rilasciati dall’Accademia Tennis Olistico. “Questo percorso – prosegue la Gesualdi – serve a dare ai ragazzi una base affinché diano sempre il meglio di sé per vincere, ma non vivano di frustrazioni quando il risultato non arriva”. Sempre in tema di coaching, Amanda Gesualdi ha da poco pubblicato il suo settimo libro, dal titolo ‘Emotions’. Sull’onda dei giudizi positivi riscossi dalle due precedenti pubblicazioni a tema sportivo, ‘L’Atleta Zen’ e ‘Tennis Olistico’, la coach milanese ha lavorato a un prodotto ad ampio raggio, non solo per gli atleti, ma per ogni genere di pubblico. “Come recita il titolo – spiega l’autrice – il volume tratta il tema delle emozioni, e si divide in tre parti. La prima parla degli aspetti emozionali da un punto di vista scientifico, con varie teorie studiate negli anni, la seconda tratta la psicologia delle emozioni, con accenni anche alle filosofie di pensiero orientali, mentre la terza si occupa delle emozioni nello sport. Per questo può essere un testo utile per gli allenatori sportivi, così come gli atleti professionisti”. ‘Emotions’, disponibile su ordinazione in tutte le librerie del gruppo Feltrinelli, verrà presentato in un evento privato domenica 7 febbraio a Villa Castelbarco a Imbersago (Lecco).

TRAINING TEAM, TENNIS E BENESSERE DAL 1998

L’ASD Training Team nasce nel 1998 con l’intento di promuovere il tennis, in particolar modo a livello agonistico. Nel 1999 disputa il Campionato Italiano a squadre femminile di serie A1, e oggi può vantare nell’albo d’oro importanti titoli in ogni categoria. La ‘mission’ è sport e cultura, per offrire all’atleta un percorso di evoluzione e realizzazione personale. È stato registrato un marchio che rappresenta una filosofia di insegnamento, “Tennis Olistico”, il tennis e le discipline bio naturali (coaching, alimentazione consapevole, kinesiologia, meditazione, floriterapia, reiki, ecc.) uniti con lo scopo di fornire agli associati un panorama di corsi che stimolino le risorse naturali e siano mirati al benessere. L’ASD Training Team ha stretto importanti collaborazioni, con Tennis Rozzano, Centro Sportivo della Polizia di Milano, Università Bocconi, Ospedale San Paolo di Milano e Centro Sportivo Parco Vione di Basiglio.

Leggi Tutto

Grandi obiettivi per il Training Team Rozzano nel 2016



Rozzano, 4 gennaio 2016 – Si è concluso un anno ricco di soddisfazioni, e se n’è aperto un altro che si candida almeno a ricalcare il precedente, se non a superarlo. Gli obiettivi per il 2016 dell’Asd Training Team sono come al solito di spessore, sotto tutti i fronti dell’attività del club, uno dei più attivi del Milanese e non solo. Dal prossimo anno i campi di Rozzano ospiteranno di nuovo i campionati estivi a squadre, col sogno di ripetere la doppia promozione del 2015. La prima è arrivata dal team femminile di Serie D1, salito in C ma con l’ambizione di tornare in alto (dove già era stato a lungo in passato), l’altra coi ragazzi di Serie D2, promossi in D1 e pronti a crescere ancora, verso una serie C maschile che da Rozzano non è mai passata, ma mai come in questo momento merita di transitare. Stesso discorso vale per la Coppa del Comitato invernale: dopo la finale di 12 mesi fa in fascia A, e i vari titoli degli anni precedenti, le donne sono di nuovo al tabellone finale, accompagnate dai ragazzi di fascia B. Non ci sarebbe da stupirsi se da uno dei team arrivasse il primo titolo dell’anno nuovo, specialmente dalle ragazze guidate da quella Sara Marcionni pronta per la sfida di un anno da ‘pro’, con ad attenderla tornei internazionali in tutto il mondo. Da confermare, con la speranza di poterlo addirittura aumentare, anche il numero di tornei organizzati, altro aspetto di punta del club. Dalle tre tappe del torneo con racchette di legno, che ha applaudito il dominio del giovane Jacopo Mora, fino ai ben 40 appuntamenti del Trtt Slam, competizione unica, nata e cresciuta proprio a Rozzano. In mezzo, tre appuntamenti rodeo del calendario Fit: due Open femminili, vinti da professioniste di livello come Alice Moroni e Verdiana Verardi, oltre a un terza categoria maschile che ha incoronato il padrone di casa Davide Selva.Serie D1 Rozzano

Da non dimenticare anche tutte le altre attività che hanno popolato i campi da tennis e non solo, come il torneo “Calcio e tennis” andato in scena al Parco Vione di Basiglio, o le presenze di Tennis Olistico come relatore al convegno Uisp di Cesenatico e come sponsor al prestigioso Simposio Internazionale di Milano. Tutte esperienze che danno energia fresca per l’anno nuovo, mischiate con vari obiettivi che entreranno in gioco da gennaio a dicembre. Fra i primi la nascita di un corso di mental coaching curato da Amanda Gesualdi e dal docente Alberto Biffi, rivolto a tutti gli allenatori delle squadre sportive dell’Università Bocconi (che per la sezione tennis si appoggia da anni al club di Rozzano, con buoni risultati a livello nazionale e non solo), e anche l’impegno a fianco di Marianna Lauro, la miglior atleta italiana di tennis in carrozzina, impegnata nella rincorsa alle Paralimpiadi di Rio De Janeiro. Con l’aiuto della sua collega Sabrina Fidaleo (premiata nel 2015 come atleta dell’anno ad Aprilia, così come il giovane Jacopo Mora lo è stato a Rozzano), la Training Team sta lavorando per trovare dei sostenitori, così da aiutare l’atleta sarda a finanziarsi i tornei utili per la qualificazione ai Giochi. Un obiettivo ancor più bello perché condiviso, come da prassi in casa Training Team.

TRAINING TEAM, TENNIS E BENESSERE DAL 1998

L’ASD Training Team nasce nel 1998 con l’intento di promuovere il tennis, in particolar modo a livello agonistico. Nel 1999 disputa il Campionato Italiano a squadre femminile di serie A1, e oggi può vantare nell’albo d’oro importanti titoli in ogni categoria. La ‘mission’ è sport e cultura, per offrire all’atleta un percorso di evoluzione e realizzazione personale. È stato registrato un marchio che rappresenta una filosofia di insegnamento, “Tennis Olistico”, il tennis e le discipline bio naturali (coaching, alimentazione consapevole, kinesiologia, meditazione, floriterapia, reiki, ecc.) uniti con lo scopo di fornire agli associati un panorama di corsi che stimolino le risorse naturali e siano mirati al benessere. L’ASD Training Team ha stretto importanti collaborazioni, con Tennis Rozzano, Centro Sportivo della Polizia di Milano, Università Bocconi, Ospedale San Paolo di Milano e Centro Sportivo Parco Vione di Basiglio.

Leggi Tutto

A Rozzano gran finale per il Trtt Slam 2015



Rozzano, 22 dicembre 2015 – Dopo una stagione da 35 tappe, la quinta edizione del Trtt Slam non poteva che avere un finale di alto livello. Gliel’ha regalato il miglior Master finale dalla nascita del circuito, lanciato e portato avanti da Tennis Rozzano e Asd Training Team, con una formula breve (tornei da un giorno, match al meglio dei cinque tie-break) che aumenta divertimento e spettacolo. Ed è proprio per questo che dal 2011 in avanti la manifestazione si è ritagliata una propria dignità all’interno di un calendario fitto di eventi, e ha trovato i suoi dominatori storici. Su tutti Fiordiana Castelbarco, membro dello staff di Training Team e capace di quattro successi in cinque anni. Dopo la tripletta 2011-2013, le è sfuggito il titolo dello scorso anno, ma dodici mesi dopo è tornata protagonista dell’over 16, sbancando il Master femminile e risultando la miglior ragazza della classifica. Un altro grande protagonista è Luigi ‘Gino’ Colombo, over 50 che dopo il successo del 2014 si è ripetuto quest’anno, vincendo di nuovo Master e classifica finale, e pure il confronto generazionale con i giovani della scuola. E mentre lo scorso anno era favorito, stavolta il suo compito pareva più difficile, ma lui ce l’ha fatta comunque, con grande determinazione e un’intelligenza tattica che gli è valsa il soprannome di ‘stratega’. Nel tabellone intermedio (che accoglie gli sconfitti al 1° turno del principale) vittoria invece per Alberto Colvara, bravo a disinnescare al quinto set le bombe di Edoardo Cannistraro.

Ma il Master formato 2015 ha regalato anche una grande scoperta, ovvero Filippo Alfano, vincitore della categoria Midi under 12. Un traguardo incredibile per un ragazzino di appena 7 anni, in grado di battere giocatori più grandi di lui e mostrare una completezza tecnica di assoluto rispetto, che ha attirato l’attenzione di tutti i presenti. Battuto in finale Davide Longo, comunque vincitore della classifica generale del circuito. Nell’under 14-16, invece, titolo stagionale e Master finale a Fabio Giardomentrone. Nel doppio, infine, successo nel Master per la coppia Biffi/Santoro: un titolo che è valso al secondo la vittoria in classifica, strappata a Mariuzzo proprio grazie al successo nello scontro decisivo in finale. “Anche l’edizione 2015 – commenta l’organizzatrice Amanda Gesualdi – ha rispettato gli standard della manifestazione, capace di coinvolgere numerosi atleti. Quest’anno hanno trovato più spazio gli over, dalla prossima stagione l’obiettivo è quello di rilanciare nuovamente la categoria Mini Tennis (under 10, ndr), per dare ai più piccoli la possibilità di allenarsi all’emozione del torneo”. Uno slogan, peraltro, riprodotto sulle t-shirt celebrative dell’evento conclusivo, consegnate ai qualificati. “Sono diventate una sorta di cimelio da collezione, ma non sono in vendita. Per averle bisogna guadagnarsi un posto al Master”. Un incentivo in più per dare il massimo da gennaio a ottobre.

foto 2

Campioni Circuito Trtt Slam 2015

Midi tennis: Davide Longo.

Under 14-16: Fabio Giardomentrone.

Over 16 femminile: Fiordiana Castelbarco.

Over 16 maschile: Luigi Colombo.

Doppio: Claudio Biffi.

Podio Master Finale Circuito Trtt Slam 2015

Midi Tennis: 1° Filippo Alfano, 2° Davide Longo. Tabellone intermedio: Alessio Fiadino.

Under 14-16: 1° Fabio Giardomentrone, 2° Claudio Manzini. Tabellone intermedio: Nicolas Merlini.

Over 16 F: 1° Fiordiana Castelbarco, 2° Clara De Nicolò.

Over 16 M: 1° Luigi Colombo, 2° Dario De Lucia. Tabellone intermedio: Alberto Colvara.

Doppio: 1° Biffi/Santoro, 2° Castelbarco/Mariuzzo. Tabellone intermedio: Giardomentrone/Silvestri.

Premio Atleta Zen: Lisa Castagnino (Midi Tennis).

TRAINING TEAM, TENNIS E BENESSERE DAL 1998

L’ASD Training Team nasce nel 1998 con l’intento di promuovere il tennis, in particolar modo a livello agonistico. Nel 1999 disputa il Campionato Italiano a squadre femminile di serie A1, e oggi può vantare nell’albo d’oro importanti titoli in ogni categoria. La ‘mission’ è sport e cultura, per offrire all’atleta un percorso di evoluzione e realizzazione personale. È stato registrato un marchio che rappresenta una filosofia di insegnamento, “Tennis Olistico”, il tennis e le discipline bio naturali (coaching, alimentazione consapevole, kinesiologia, meditazione, floriterapia, reiki, ecc.) uniti con lo scopo di fornire agli associati un panorama di corsi che stimolino le risorse naturali e siano mirati al benessere. L’ASD Training Team ha stretto importanti collaborazioni, con Tennis Rozzano, Centro Sportivo della Polizia di Milano, Università Bocconi, Ospedale San Paolo di Milano e Centro Sportivo Parco Vione di Basiglio.

Leggi Tutto

A Rozzano è Verardi show: suo il rodeo che sa di pro



Rozzano, 7 dicembre 2015 – Di nomi importanti, l’albo d’oro dei rodei femminili del Memorial Gasparini del Tennis Rozzano, ne era già ricco. Ma la decima edizione giocata nello scorso fine settimana ne ha aggiunto un altro. È quello di Verdiana Verardi, ventisettenne di La Spezia da anni trapiantata in Lombardia, dove dopo una carriera internazionale con quattro titoli Itf ma anche con tanti rimpianti, lavora come insegnante di tennis. Malgrado cinque anni di inattività nel circuito mondiale, il suo talento non è scemato di una virgola, come mostrato nel rodeo organizzato dall’Asd Training Team, letteralmente dominato dal primo punto del match d’esordio contro Beatrice Letizia, al match-point della finale contro la prima testa di serie Giulia Sussarello, sconfitta 5-4 4-2. “Verdiana aveva già disputato alcuni dei nostri rodei – racconta l’organizzatrice Amanda Gesualdi – ma non l’avevo mai vista così determinata: si è mostrata di un’altra categoria. Ha ripreso ad allenarsi, e sta pensando di provare a disputare di nuovo qualche torneo internazionale”. La ritrovata condizione della Verardi, unita all’ottima forma della Sussarello, ha regalato all’edizione numero dieci del Memorial – promosso dai soci sostenitori Carlo Pastori e Claudio Biffi – quella che è stata forse la miglior finale di sempre. “Entrambe le giocatrici hanno dato il 110%, giocando degli scambi incredibili. Sicuramente, ha influito il fatto che siano arrivate alla finale più fresche rispetto a quanto avviene di solito. Tutto a vantaggio del pubblico, che ha apprezzato particolarmente lo spettacolo”.

Di qualità la finale, ma di qualità anche l’intero torneo, sin dal tabellone di qualificazione di sabato. In gara anche le due giovani di casa Margherita Colombo e Ludovica Chiesa, entrambe eliminate all’esordio ma protagoniste di due buoni match, nei quali forse avrebbero meritato di più. La prima ha perso 5-3 4-0 contro Francesca Gaida, mostrandosi all’altezza della categoria, mentre la seconda ha lottato ancor di più contro Sara Superci, arrivando vicina al successo. L’ha mancato di poco e poi si è arresa 3-5 4-2 4-2, ma i progressi mostrati sono molto incoraggianti. Da segnalare anche il bel torneo di Beatrice Stagno, under 12 di interesse nazionale capace di qualificarsi e battere una seconda categoria, così come la semifinale dell’atleta di casa Sara Marcionni, che questa settimana è al via di un torneo Itf in Turchia. “Sara ha giocato molto bene sia nei primi due turni sia contro la Sussarello – spiega la Gesualdi – ma l’avversaria ha disputato la classica partita perfetta e non le ha dato chance”. Chiuso questo rodeo si pensa già ai prossimi appuntamenti, perché a Rozzano il tennis non si ferma mai.

RISULTATI – Quarti di finale: Sussarello b. Stagno 4-0 4-0, Marcionni b. Scotti 4-0 5-4, Verpelli b. Pavolucci 2-4 5-4 4-0, Verardi b. Letizia 4-0 4-1. Semifinali: Sussarello b. Marcionni 4-0 4-1, Verardi b. Verpelli 4-2 4-1. Finale: Verardi b. Sussarello 5-4 4-2.

TRAINING TEAM, TENNIS E BENESSERE DAL 1998

L’ASD Training Team nasce nel 1998 con l’intento di promuovere il tennis, in particolar modo a livello agonistico. Nel 1999 disputa il Campionato Italiano a squadre femminile di serie A1, e oggi può vantare nell’albo d’oro importanti titoli in ogni categoria. La ‘mission’ è sport e cultura, per offrire all’atleta un percorso di evoluzione e realizzazione personale. È stato registrato un marchio che rappresenta una filosofia di insegnamento, “Tennis Olistico”, il tennis e le discipline bio naturali (coaching, alimentazione consapevole, kinesiologia, meditazione, floriterapia, reiki, ecc.) uniti con lo scopo di fornire agli associati un panorama di corsi che stimolino le risorse naturali e siano mirati al benessere. L’ASD Training Team ha stretto importanti collaborazioni, con Tennis Rozzano, Centro Sportivo della Polizia di Milano, Università Bocconi, Ospedale San Paolo di Milano e Centro Sportivo Parco Vione di Basiglio.

Leggi Tutto

Rozzano: Margherita va veloce… e beffa le grandi

Foto di Margherita Colombo, in azione su un campo da tennis

Rozzano, 27 novembre 2015 – La fascia A femminile della Coppa del Comitato è iniziata da appena due giornate, ma l’Asd Training Team ha già centrato uno degli obiettivi. Alla vigilia, la responsabile Amanda Gesualdi era stata chiara: “Puntiamo a un grande risultato, ma anche a far crescere le ragazze più giovani, come Margherita Colombo”. Detto, fatto, con la quindicenne di casa protagonista sia nella prima sfida contro il Tc Lodi sia nella trasferta bergamasca sui campi di Stezzano. Due incontri segnati dall’assenza per infortunio della numero 1 Arianna Magagnoli ma ugualmente vittoriosi, entrambi per 2-1 ed entrambi con la firma della Colombo nel doppio decisivo, sempre in coppia con Sara Marcionni. La giovane milanese, cresciuta passo dopo passo proprio al Tennis Rozzano, si è fatta trovare pronta nel momento del bisogno, tenendo testa ad avversarie di classifica – ed esperienza – nettamente superiore alla sua, fino a spalleggiare la compagna lungo due vittorie preziosissime. L’ultima colta rimontando addirittura uno svantaggio di 2-5 nel tie-break finale (ai 7 punti) che nella competizione sostituisce il terzo e decisivo set. “Una doppietta – racconta la Gesualdi – che psicologicamente gli servirà parecchio: è stata bravissima a interpretare la tattica del doppio, qualità che in una ragazza così giovane non passa certo inosservata”. E ha mostrato una grande maturità, nel tenere bene il campo in mezzo a tre giocatrici decisamente più forti di lei. “Le avversarie l’hanno ovviamente presa di mira, ma non si è demoralizzata e ha saputo girare la situazione a proprio favore”.
Foto di gruppo per la squadra di tennis dell'Università Bocconi
Il team dell’Università Bocconi che ha partecipato all’EuroComillas di Madrid. In alto, da sinistra, Nicole Mingazzini e il capitano Arianna Magagnoli. Sotto, da sinistra, Mattia Colombo e Carlo Buttini
Come la formazione femminile di fascia A, anche la ‘seconda’ compagine maschile è a punteggio pieno nella relativa fascia B, quella composta dai giocatori più esperti, sin qui protagonisti di un grande campionato. Per i più giovani invece è appena arrivato il primo ko: “Dopo due vittorie – spiega la Gesualdi – hanno ceduto per 2-1 al Molinetto Country Club dopo un match che si poteva anche vincere. La sconfitta potrebbe costarci la qualificazione alla fase successiva, ma mai dire mai”. Nel frattempo, si è conclusa anche l’edizione 2015 dell’EuroComillas di Madrid, il maxi-evento sportivo in grado di coinvolgere oltre 1.000 studenti e 20 università europee, fra le quali l’Università Bocconi di Milano. Per il team di tennis, che si allena proprio sui campi di Rozzano, il miglior risultato è il 5° posto di Carlo Buttini, che ha guidato il proprio raggruppamento ed eliminato negli ottavi il compagno Mattia Colombo, prima di cadere nei quarti. Fuori nel girone, invece, Nicole Mingazzani. Da segnalare, infine, la bella iniziativa di Tennis Olistico, che ha deciso di contribuire al sogno paralimpico di Marianna Lauro. La 36enne di Sassari, n.1 d’Italia e 25 del mondo di tennis in carrozzina, era in cerca di sostegno economico per poter disputare i tornei utili per garantirsi un posto a Rio 2016. Ebbene, grazie all’impegno di Sabrina Fidaleo nel gestirne l’ufficio stampa, e a quello del club e di una benefattrice anonima, la giocatrice sarda ha trovato i fondi necessari per partecipare a due tappe della sua rincorsa: la prima a Praga proprio questa settimana, e la successiva a febbraio a Bolton (Regno Unito). Leggi Tutto

Questo sito è full responsive ed è correttamente visualizzabile su ogni dispositivo. Computer, smartphone e tablet di ogni misura...