Posts Taggati ‘Futures’

Lombardi d’Europa a Sondrio: Grigelis va forte. Galovic eliminato, ma quanti rimpianti



Sondrio, 19 febbraio 2015 – Doveva essere la giornata dei lombardi d’adozione. Ma lo è stata solo a metà. Perché se da una parte il lituano trapiantato a Bergamo Laurynas Grigelis ha messo insieme due ottimi set e ha superato l’azzurro Gianluca Mager, dall’altro il croato Viktor Galovic, trasferitosi a Milano a soli tre anni dalla natia Croazia, ha dovuto portare a casa una cocente sconfitta, in tre set e con un match point a disposizione nel tie-break del secondo parziale. Ma andiamo con ordine. Grigelis ha sfruttato il suo rovescio chirurgico e un’ottima giornata al servizio per guadagnarsi i quarti di finale. Nel primo set, il davisman lituano è andato subito avanti di un break, concretizzando il vantaggio fino al 6-3 finale. Nel secondo parziale, invece, è stato Mager a mettere la testa avanti, sfruttando il servizio e costringendo l’avversario a rincorrere, turno di servizio dopo turno di servizio. L’epilogo naturale delle cose è stato il tie-break, pure lui equilibrato e risolto con una gran risposta di rovescio da parte del 23enne lituano. Che nei quarti di finale se la vedrà con un altro ottimo talento, il 21enne francese Gregoire Barrere: i due si sono appena affrontati, a Bressuire, e hanno dato vita a un match lungo e combattuto, vinto dal transalpino con il punteggio di 6-4 4-6 6-3. Anche allora, era metà gennaio, si giocava sul sintetico indoor.

Giornata da dimenticare in fretta invece quella di Viktor Galovic, che ha giocato un ottimo tennis ma che non è riuscito a raccogliere quanto meritato per il gioco espresso, soprattutto con il rendimento al servizio. Opposto al qualificato Niels Lootsma, spilungone dal gran servizio e con una discreta inclinazione per il serve & volley esasperato, Galovic ha sempre dominato i propri turni di servizio, vincendo poi il primo set al tie-break. Nel secondo tie-break invece è successo di tutto: prima il 20enne n.695 Atp ha messo sotto Galovic, poi ha commesso un paio di doppi falli da lasciar perplessi – per la scelta di giocare “due prime” – e alla fine, sull’8-7, ha concesso un match point sul servizio dell’italo-croato. Il quale ha giocato una prima palla concreta ma non risolutiva, un diritto d’attacco non decisivo e si è visto infilzare dal passante sulla discesa a rete. Un altro paio di serve & volley e il terzo set è diventato realtà. Ancora servizi a farla da padrone, fino al 4-4, quando Lootsma ha conquistato il break a zero, poi confermato per il 6-7 7-6 6-4 conclusivo. Nell’ultimo ottavo di finale della sessione pomeridiana, il bielorusso Dzmitry Zhyrmont ha impiegato tre set per superare il croato Filip Veger: la testa di serie n.2 del tabellone ha regolato la pratica per 6-2 4-6 6-2. Nella sessione serale, a completare la griglia del tabellone, il derby tutto azzurro tra il genovese Andrea Basso, anche lui come Mager seguito a Sondrio dall’ex davisman azzurro Diego Nargiso, e il torinese Lorenzo Sonego. Venerdì spazio a tutti i quarti di finali del singolare e alla finale del torneo di doppio.

AGGIORNAMENTO Il torinese Lorenzo Sonego sfrutta alla grande la wild card ricevuta dal settore tecnico federale e approda ai quarti di finale del Futures di Sondrio (15 mila dollari di montepremi). L’azzurrino, classe 1995, vince una partita equilibrata solo a metà contro il genovese Andrea Basso, allievo di Diego Nargiso, per 7-6 6-1. Il match si è spezzato in soli 10 minuti, quelli intercorsi tra un brutto dritto del ligure sul 5-5 nel tie-break del primo parziale – errore gratuito che ha mandato Sonego a servire per il set – e il break subito nel quarto game del secondo parziale. Anche quello frutto di una serie di errori, specialmente con il diritto, firmati Basso. Per Sonego ora c’è l’olandese Niels Lootsma, con cui condivide struttura fisica (entrambi alti e longilinei) ma non certo le traiettorie dei colpi (molto più lavorate quelle dell’azzurro). Venerdì si comincia alle ore 14, con i quattro quarti di finale disposti su due campi. Non prima delle 19 invece la finale del doppio, con ancora Lootsma protagonista, in coppia con il connazionale Arends. A sfidarli tanta Italia, vale a dire il veneto Francesco Borgo e il lituano trapiantato a Bergamo Laurynas Grigelis (quartofinalista anche in singolare).

I RISULTATI – Singolare, tabellone principale. 2° turno: L. Grigelis (Ltu) [7] b. G. Mager (Ita) 6-3 7-6(7), N. Lootsma (Ned) [Q] b. V. Galovic (Cro) 6-7(5) 7-6(9) 6-4, D. Zhyrmont (Blr) [2] – F. Veger (Cro) 6-2 4-6 6-2, L. Sonego (Ita) [WC] b. A. Basso (Ita) 7-6(5) 6-1. Doppio, tabellone principale. Semifinali: F. Borgo (Ita) / L. Grigelis (Ltu) b. W. Trusendi / L. Pancaldi (Ita) 3-6 6-1 10-8, S. Arends / N. Lootsma (Ned) b. L. Frigerio / M. Trevisan (Ita) 6-3 6-4.

Nella foto: il lituano trapiantato a Bergamo Laurynas Grigelis è nei quarti di finale del Futures di Sondrio (foto Panunzio) Leggi Tutto

Itf Sondrio: Eremin, che botte con Trevisan: bravo di testa. Ma occhio agli enfants terribles francesi



Sondrio, 18 febbraio 2015 – Botte da orbi. Sono quelle che si sono scambiati, tennisticamente parlando ovviamente, il toscano Matteo Trevisan e il piemontese Edoardo Eremin. Alla fine l’ha spuntata proprio Eremin, ma sono serviti due tie-break e più di qualche grande colpo per avere la meglio su un Trevisan rimasto sempre concentrato, o almeno fino all’inizio del secondo tie-break. Che la giornata del piemontese fosse positiva lo si è capito fin dalle prime battute, quando è andato avanti per tre giochi a zero, strappando subito il servizio al toscano. Un vantaggio poi recuperato, che ha condotto fino al sei pari. E lì, Trevisan, è andato a condurre 5-2, ma senza riuscire a concretizzare. 8-6 il finale, e poi una gran concretezza, sia al servizio sia da fondo campo. Così come in fase di chiusura e sui colpi vincenti. “La chiave è stata più che altro mentale – ha detto Eremin – perché la partita si vinceva e si perdeva su due o tre punti, quindi era fondamentale stare concentrati”. E se le condizioni sono quelle giuste, il piemontese di base a Genova e di padre russo diventa davvero pericoloso: “Io sto bene, fisicamente sono a posto e questa superficie mi piace: non è velocissima ma la palla tende a rimbalzare bassa e quindi il mio servizio & diritto funziona per bene“. Ora Eremin, 21enne n.716 Atp, approda ai quarti: “Ma io il tabellone non lo guardo mai, preferisco pensare di partita in partita, e restare sempre il più tranquillo possibile. Con il mio allenatore, Mauro Balestra, stiamo lavorando tanto sul piano mentale”.

Derby azzurro ma non solo, in questa terza giornata del Futures di Sondrio (15 mila dollari di montepremi). Da tenere d’occhio, soprattutto in ottica futura, la coppia di ‘Enfants terribles’ transalpini, Gregoire Barrere e Quentin Halys. Il primo a impressionare, e ad aprire il programma sul campo n.5, è stato il n.430 Gregoire Barrere, 21enne francese, in grado di annichilire, almeno per un set, la testa di serie n.3 del tabellone Marek Michalicka. 7-6 6-1 il punteggio finale dell’incontro, durato in pratica soltanto fino al primo tie-break. Mix di talento e scuola francese, connubio vincente che promette scintille. E che fa dei transalpini due ‘osservati speciali’ in ottica successo finale. La giornata di oggi, oltre a mettere in campo tutti gli ottavi di finale della parte bassa del tabellone e a delineare le quattro coppie semifinaliste del doppio, si concluderà in serata con l’ultimo secondo turno di singolare, quello che vede di fronte lo slovacco Adrian Sikora, n.6 del seeding, e il francese Matthieu Roy, proveniente dalle qualificazioni. Giovedì spazio agli ultimi quattro ottavi di finale, quelli della parte alta. Si parte alle ore 14, ingresso gratuito.

I RISULTATI – Singolare, tabellone principale. 2° turno: G. Barrere (Fra) b. M. Michalicka (Cze) [3] 7-6(6) 6-1, E. Eremin (Ita) [WC] b. M. Trevisan (Ita) [8, Q] 7-6(6) 7-6(3), Q. Halys (Fra) b. H. Laaksonen (Sui) [4] 6-2 4-6 6-4. In serata: A. Sikora (Svk) [6] b. M. Roy (Fra) [Q] 7-6 6-4. Doppio, tabellone principale. Quarti di finale: W. Trusendi / L. Pancaldi (Ita) b. G. Borsos / L. Godry (Hun) 6-4 6-2, L. Frigerio / M. Trevisan (Ita) b. A. Basso / G. Mager (Ita) 6-4 7-6(2), S. Arends / N. Lootsma (Ned) b. F. Schena / J. Vitari (Ita) 6-3 6-1, F. Borgo (Ita) / L. Grigelis (Ltu) b. G. Barrere / Q. Halys (Fra) 4-6 6-4 11-9.

Nella foto: Edoardo Eremin, 21enne italiano di padre russo, si allena al Tc Genova con Maurizio Balestra (foto Panunzio)

Leggi Tutto

Sondrio: Grigelis rincorre e beffa Napolitano. Bene la banda Nargiso, Basso fa il colpo



Sondrio, 17 febbraio 2015 – Altri otto match, a completare lo schema dei secondi turni del 2° Città di Sondrio, Futures Itf da 15 mila dollari in corso di svolgimento sul sintetico valtellinese. Il match più sfizioso del pomeriggio è quello che ha visto in campo il biellese Stefano Napolitano, 19enne tra i più ‘osservati’ del vivaio azzurro, e il bergamasco d’adozione Laurynas Grigelis. Quest’ultimo, lituano di nascita l’ha spuntata alla fine di tre set molto spettacolari, vivacizzati dall’attitudine di entrambi al gioco sul duro. A partire forte è stato proprio il figlio di Cosimo, come d’abitudine presente a bordo campo: 3-0 prima, 6-3 poi, senza grossa resistenza dall’altra parte della rete. Nel secondo parziale le cose sono cambiate, e il match si è fatto molto equilibrato. In special modo nei turni di servizio targati Grigelis, non sempre così incisivo con la prima come invece ha saputo essere il piemontese fino al tie-break che ha incanalato il match. Eppure Grigelis si è sempre difeso alla grande, specialmente nelle situazioni delicate e sulle palle break affrontate (sul 4-4, e sul 5-5): se non un ace o un servizio vincente, a venirgli in soccorso ci ha pensato il naturalissimo rovescio lungolinea, col quale ha fatto molto male a Napolitano. La partita è girata a fine secondo set, come detto, in un tie-break per la verità caratterizzato da qualche errore di troppo (soprattutto di Napolitano, e soprattutto con il diritto). Preludio a un terzo set tutto appannaggio del lituano, che ora se la vedrà con il ligure Gianluca Mager.

E a proposito di Mager, le buone notizie odierne in tinta azzurra, almeno nella parte iniziale del pomeriggio sondriese, sono firmate dalla “Banda Nargiso”, che ha centrato un ottimo due su due di promozioni agli ottavi. Il primo, anche cronologicamente, è stato il mancino genovese Andrea Basso, che ha superato la testa di serie n.5 Sam Barry. L’irlandese, scappato in partenza fino al 6-2 del primo parziale, è stato poi rimontato e la partita è svoltata nel tie-break del secondo set (chiuso per 7 punti a 4). Il terzo set, complice anche una vescica su un piede, è stato tutto tricolore, fino al 6-2 conclusivo che spedisce l’allievo di Diego Nargiso agli ottavi contro uno tra le due wild card Sonego e Schena (impegnati nel turno serale). A Mager invece sono bastati due set per superare il qualificato modenese Luca Pancaldi, che ha tenuto botta per tutto il primo parziale, terminato al tie-break. Nella seconda partita un solo game lasciato per strada e biglietto assicurato per il secondo turno, dove lo aspetta proprio Grigelis. Nulla da fare, invece, per il toscano Adelchi Virgili, battuto dal croato Veger con il punteggio di 7-6 6-4. La parte conclusiva del programma ha lasciato spazio ai doppi, pronti a introdurre la discesa in campo del primo favorito del tabellone, il lombardo Roberto Marcora (n.222 Atp), impegnato contro il croato – ma milanese d’adozione – Viktor Galovic.

AGGIORNAMENTO La sorpresa arriva all’ora di cena. Quando la testa di serie n.1 Roberto Marcora saluta già all’esordio il Futures da 15 mila dollari di Sondrio. A estrometterlo dal tabellone, è stato il croato Viktor Galovic, autore di un buon match, nel quale ha avuto moltissime occasioni. Gli è bastato concretizzarne alcune per prendersi il corridoio che conta, quello del primo favorito della vigilia. Primo set deciso da un break (anche se la maggior parte delle occasioni per strappare il servizio all’avversario le ha avute Marcora), così come il secondo parziale, che pareva poter rimettere in carreggiata un bustese questa sera a secco di killer instinct. Alla fine il tabellone dice 6-4 4-6 6-3 e Galovic, lombardo d’adozione (si trasferì dalla Croazia natia a Milano quando aveva soltanto tre anni), si prepara ad affrontare il qualificato olandese Lootsma. Nell’ultimo match di giornata, la wild card di casa Filippo Schena è riuscito a strappare solo quattro game all’altro azzurro Lorenzo Sonego, pure lui detentore di un invito da parte della Federtennis. 6-2 6-2 il risultato finale dell’incontro. Mercoledì si ricomincia a partire dalle ore 14.00.

I RISULTATI – Singolare, tabellone principale. 1° turno: F. Veger (Cro) b. A. Virgili (Ita) 7-6(1) 6-4, G. Mager (Ita) b. L. Pancaldi (Ita) [Q] 7-6(5) 6-1, L. Grigelis (Ltu) [7] b. S. Napolitano (Ita) 3-6 7-6(3) 6-2, A. Basso (Ita) b. S. Barry (Irl) [5] 2-6 7-6(4) 6-3, A. Sikora (Svk) [6] b. D. Petrovic (Srb) 6-4 6-3, H. Laaksonen (Sui) [4] b. F. Fallert (Ger) 6-4 7-5, V. Galovic (Cro) b. R. Marcora (Ita) [1] 6-4 4-6 6-3, L. Sonego (Ita) [WC] b. F. Schena (Ita) [WC] 6-2 6-2.

Nella foto: Il ligure Andrea Basso ha battuto al 1° turno del Futures di Sondrio l’irlandese Barry, testa di serie n.5 (foto Panunzio)

Leggi Tutto

Primi turni a Sondrio: Eremin facile, Trevisan lotta. Martedì programma intenso, c’è Marcora-Galovic



Sondrio, 16 febbraio 2015 – Giornata piena, la prima dedicata al tabellone principale del 2° Città di Sondrio. Piena sì, ma anche lunga, soprattutto per l’andamento dei primi match sui campi-gara, con tre incontri su quattro terminati in tre set e oltre il muro delle due ore di gioco. Alla fine, nella prima sessione di gioco, ad accedere al 2° turno del Futures valtellinese da 15 mila dollari di montepremi sono stati Marek Michalicka e il francesino Quentin Halys. Il primo ha superato il 19enne azzurro Gianluca Di Nicola, autore comunque di un ottimo match dopo esser passato dalle qualificazioni, e capace di impensierire il n.3 del seeding. Tanto da avere la chance di servire per il match sul 6-5 nel terzo parziale, perso poi al tie-break. Andamento diverso per il successo del baby transalpino contro il toscano Walter Trusendi, che con il torneo di Sondrio non è riuscito a trovare il feeling. Lo scorso anno fu eliminato al 2° turno, quest’anno al primo e, questa volta, dopo essere andato avanti di un set. Il grande talento del francese, dal tennis vivace quanto il completino fluo, è stato in grado di riportare l’equilibrio e, infine, di dare la spallata vincente. Altro match fiume quello tra il britannico James Marsalek e l’olandese Niels Lootsma, vinto da quest’ultimo con il punteggio di 6-7 6-4 6-4. Molto più agevole il passaggio del turno per la wild card azzurra Edoardo Eremin, che si è involato sul 6-2 5-0 in un amen prima di sfruttare il ritiro del tedesco Kern, proprio nelle ultime battute, a causa di un problema alla schiena.

Molto più tosto il 1° turno di Matteo Trevisan, opposto al qualificato francese Yanais Laurent. Un match molto più complesso di quanto dica il risultato, specialmente nel primo set. Quando il fiorentino si è trovato sotto di un break, sul 3-3, prima di recuperarlo nel gioco successivo e prima di giocare un tie-break davvero di alto livello. Nella sessione serale delle 19.30, palcoscenico tutto per Riccardo Stiglich, wild card del Tennisporting Club Sondrio opposto al secondo favorito della vigilia, il bielorusso Dzmitry Zhyrmont. E martedì ancora programma intenso, con 8 match di singolare e 5 di doppio (tre nella giornata di lunedì): riflettori puntati sul tardo pomeriggio, con uno degli incontri più interessanti del 1° turno, quello che vede di fronte il primo favorito del tabellone Roberto Marcora con il croato – ma milanese d’adozione – Viktor Galovic. Preceduto da un altro incontro interessante, tra il giovane biellese Stefano Napolitano e il lituano Laurynas Grigelis, bergamasco d’adozione e testa di serie n.7 del torneo. L’ingresso alle strutture di via Vanoni è gratuito per tutta la durata del torneo.

AGGIORNAMENTO Nulla da fare per il beniamino di casa Riccardo Stiglich, uscito al 1° turno nel torneo di casa, il Futures da 15 mila dollari di Sondrio. Nella sessione serale di lunedì, il valtellinese è riuscito a stare attaccato al bielorusso Dzmitry Zhyrmont soltanto nelle prime fasi del primo set. E lo ha fatto a suon di break subiti e break recuperati nei primi cinque giochi. Ma alla lunga la differenza con il secondo favorito della vigilia, n.276 Atp, si è fatta sentire, fino al 6-2 6-1 conclusivo. Per Stiglich, in gara con una wild card, ora c’è il ritorno a Melbourne (Australia), dove sta studiando economia a La Trobe University. Martedì sera sarà invece la volta di un’altra wild card di casa, l’altro sondriese Filippo Schena, che se la vedrà con l’azzurro Lorenzo Sonego (n.813 al mondo), anche lui in campo grazie a un invito, ma da parte della Federazione Italiana Tennis.

I RISULTATI – Singolare, tabellone principale. 1° turno: M. Michalicka (Cze) [3] b. G. Di Nicola (Ita) [Q] 6-4 3-6 7-6(4), Q. Halys (Fra) b. W. Trusendi (Ita) 4-6 6-2 6-3, E. Eremin (Ita) [WC] b. R. Kern (Ger) 6-2 5-0 rit., M. Trevisan (Ita) [8, Q] b. Y. Laurent (Fra) [Q] 7-6(3) 6-2, M. Roy (Fra) [Q] b. U. Nastasi (Lux) [Q] 6-4 6-2, N. Lootsma (Ned) [Q] b. J. Marsalek (Gbr) [Q] 6-7(4) 6-4 6-4, G. Barrere (Fra) b. P. Bester (Can) 6-2 6-1, D. Zhyrmont (Blr) [2] b. R. Stiglich (Ita) [WC] 6-2 6-1.

Nella foto: La wild card piemontese Edoardo Eremin ha sfruttato al 1° turno il ritiro del tedesco Kern (foto Panunzio)

Leggi Tutto

Sondrio, ecco il tabellone: c’è Galovic per Marcora. Tre gli italiani promossi dalle qualificazioni



Sondrio, 15 febbraio 2015 – Oltre 150 persone hanno assistito al sorteggio del tabellone principale del Futures da 15 mila dollari di Sondrio. Un sorteggio che, nel tardo pomeriggio di domenica, ha regalato accoppiamenti interessanti fin da subito. Come quello che ha “regalato” al bustese Roberto Marcora, testa di serie n.1, il croato Viktor Galovic. Sul sintetico valtellinese (si giocherà martedì), comunque non eccessivamente rapido, i servizi la faranno da padrone in un match che presenta più di un’insidia per il primo favorito del main draw. Altro scontro da osservare con attenzione è quello che coinvolge il bergamasco d’adozione – lituano di passaporto – Laurynas Grigelis, il quale se la vedrà con uno dei baby azzurri più osservati degli ultimi anni. Si tratta del biellese Stefano Napolitano, oggi n.449 del ranking Atp, al quale sicuramente non mancano le armi per fare bene su questo genere di superficie. Sorteggi altalenanti per i ragazzi di Diego Nargiso, in Valtellina al seguito di Gianluca Mager e Andrea Basso. Il primo affronta un qualificato (il modenese Pancaldi), mentre l’altro se la vedrà con l’irlandese Sam Barry, n.5 del seeding e n.348 Atp. Non particolarmente fortunata la wild card di casa Riccardo Stiglich: l’urna gli ha riservato il n.2 del seeding, il bielorusso Zhyrmont (n.276 Atp). Per Stiglich, esordio nella sessione serale di lunedì (19.30). È andata sicuramente meglio all’altro prodotto del vivaio del Tennisporting Club Sondrio, Filippo Schena, che si ritroverà di fronte un’altra wild card, questa volta del settore tecnico federale, Lorenzo Sonego.

Tre su quattro, invece, è il bilancio degli italiani impegnati nell’ultimo turno delle qualificazioni. Ma la giornata era partita male per gli azzurri, con la sconfitta in due set del marchigiano Davide Melchiorre, superato dal transalpino Matthieu Roy, testa di serie n.13 del tabellone cadetto. A tinte azzurre invece l’altro scontro Italia-Francia, con il modenese Luca Pancaldi, 21enne n.752 Atp, bravo a lasciare solo due game per set a Teri Groll. Ma la vittoria più bella è firmata Gianluca Di Nicola, che ha fatto fuori il n.2 del seeding delle “quali”, vale a dire il ceco Dominik Suc. 4-6 6-2 7-6 il punteggio finale di un incontro più volte passato da una mano all’altra e ricco di emozioni. Fino al tie-break finale almeno, quando il 19enne abruzzese – attualmente ancora fuori dai Top 1.000 mondiali – non ha lasciato per strada nemmeno un punto. Più agile il successo di Matteo Trevisan, partito ancora a razzo e volato, in un amen, sul 4-0 contro l’ungherese Gabor Borsos. Poi un secondo set equilibrato, fino al 6-2 7-5 finale. Lunedì mattina, a partire dalle 11, scattano i primi match del tabellone principale, che si chiuderà domenica mattina con la finale del singolare maschile. In serata in campo anche i primi doppi. L’ingresso alle strutture di via Vanoni sarà sempre gratuito.

I RISULTATI – Singolare, qualificazioni. Turno decisivo: M. Roy (Fra) [13] b. D. Melchiorre (Ita) 6-3 6-4, U. Nastasi (Lux) [7] b. T. Simon (Ger) [12] 7-6(6) 6-3, L. Pancaldi (Ita) [6] b. T. Groll (Fra) [15] 6-2 6-2, G. Di Nicola (Ita) b. D. Suc (Cze) [2] 4-6 6-2 7-6(0), M. Trevisan (Ita) [1] b. G. Borsos (Hun) [14] 6-2 7-5, Y. Laurent (Fra) b. P. Meis (Ger) [16] 6-2 6-2, N. Lootsma (Ned) [4] b. J. Salisbury (Gbr) [10] 6-3 7-6(2), J. Marsalek (Gbr) [5] b. M. Netuschil (Ger) [9] 6-4 6-4.

Nella foto: Il modenese Luca Pancaldi è uno dei tre azzurri ad aver superato le qualificazioni (foto Panunzio)

Leggi Tutto

Sondrio lancia-sogni, Vanni è l’esempio. Partite le qualificazioni, domani il sorteggio



Sondrio, 14 febbraio 2015 – Nel giorno in cui prende il via il secondo Futures di Sondrio, il vincitore della prima edizione è impegnato nella prima semifinale a livello Atp della sua carriera. Un anno fa Luca Vanni vinceva il torneo Città di Sondrio, Futures allora da 10 mila dollari (oggi salito a 15 mila), e oggi gioca nel circuito maggiore, dopo una stagione eccellente che, partendo proprio dalla Valtellina, lo ha portato fino alle qualificazioni degli Australian Open e, ora, a ridosso dei primi 100 giocatori del mondo. “Spero che la mia carriera possa ripartire da qui – aveva detto 365 giorni fa, durante la premiazione – e mi auguro che Sondrio mi dia una bella spinta”. Bene, Sondrio, il torneo che ha dimostrato di poter dare il la a nuovi sogni, è ripartito oggi sotto una fitta nevicata che ha fatto da contorno al primo giorno del tabellone di qualificazione. Da un toscano all’altro, insomma: subito in campo il toscano Matteo Trevisan. Il fiorentino, titolare di una wild card, è il n.1 del seeding e uno dei protagonisti più attesi in questo primo week-end: del tutto liscio il 6-0 6-3 con cui si è sbarazzato dello svizzero Hauser, mostrando tutta la sua facilità di braccio. Erano due i derby azzurri in questa giornata di primi turni. Il bergamasco d’adozione Davide Melchiorre ha superato in tre set Matteo Marfia, n.8 del seeding. Nell’altro scontro tutto italiano, invece, Gianluca Di Nicola ha lasciato soltanto quattro game a Davide Della Tommasina (n.11 del tabellone).

Tra gli altri azzurri, fuori i lombardi Giorgio De Rossi, battuto dal lussemburghese Ugo Nastasi, settima testa di serie del tabellone cadetto. Avanti di un parziale, l’azzurrino si è fatto recuperare e ha dovuto lasciare strada. Nulla da fare anche per l’altro azzurro Nicolò Turchetti, che in Valtellina si è allenato a lungo da bambino sulle piste di sci. Il 18enne di Saronno non ha trovato il modo di controbattere alle armi del francese Teri Groll, testa di serie n.15, sicuro nell’imporsi con il punteggio di 6-1 6-4. Nella giornata di domenica spazio agli otto incontri del secondo e decisivo turno delle qualificazioni, in grado di dare altrettanti pass per il main draw. Che verrà sorteggiato proprio domenica, nella cerimonia d’inaugurazione in cui saranno coinvolte anche alcune autorità locali. Poi, a partire da lunedì, i primi match, con in cima alla lista dei favoriti il bustese Roberto Marcora, attualmente al n.232 delle classifiche mondiali. L’ingresso alle strutture di via Vanoni sarà sempre gratuito, sia per le qualificazioni che per tutta la durata dell’evento.
I RISULTATI – Singolare, qualificazioni. Primo turno: T. Simon (GER) [12] b. L. Tomasetto (ITA) 6-1 6-3, M. Roy (FRA) [13] b. G. Moghini (SUI) 6-1 6-4, T. Groll (FRA) [15] b. N. Turchetti (ITA) 6-1 6-4, G. Di Nicola (ITA) b. D. Della Tommasina (ITA) [11] 6-3 6-1, Y. Laurent (FRA) b. P. Haenle (GER) [3] 6-2 6-1, M. Trevisan (ITA) [1] b. J. Hauser (SUI) 6-0 6-3, U. Nastasi (LUX) [7] b. G. De Rossi (ITA) 3-6 6-2 6-4, D. Melchiorre (ITA) b. M. Marfia (ITA) [8] 6-3 3-6 6-4, L. Pancaldi (ITA) [6] b. S. Arends (NED) 7-6 0-6 6-4, D. Suc (CZE) [2] b. M. Della Cagnoletta (ITA) 6-0 6-0, N. Lootsma (NED) [4] b. C. Carli (ITA) 6-2 7-6(3), P. Meis (GER) [16] b. F. Borgo (ITA) 6-3 6-4.
Da concludere: J. Marsalek (GBR) [5] – D. Kapric (GER), L. Dell’Ospedale (ITA) – G. Borsos (HUN) [14], M. Mazzella (ITA) – J. Salisbury (GBR) [10], L. Godry (HUN) – M. Netuschil (GER) [9].
Nella foto: Il fiorentino Matteo Trevisan, protagonista di questi primi due giorni di qualificazione al Città di Sondrio (foto Panunzio)
Leggi Tutto

Sondrio apre il circuito Itf italiano. Sabato le qualificazioni



Sondrio, 13 febbraio 2015 – È tutto pronto. Il Tennisporting Club Sondrio si appresta ad aprire la stagione del circuito Itf in Italia. Il primo Futures del 2015 nel nostro paese prende il via domani, a partire dalle ore 9, con le qualificazioni della 2a edizione. Il trofeo “Città Sondrio”, evento internazionale capace – nel 2014 – di lanciare l’aretino Luca Vanni e di mandarlo nemmeno un anno dopo agli Australian Open, si presenta ancora una volta ricco di spunti. E non ci sarà nemmeno bisogno di aspettare il tabellone principale, a partire da lunedì 16 febbraio, perché già il primo week-end potrebbe non lesinare sorprese. La prima è già arrivata: tra le wild card per le qualificazioni ne è spuntata una per Matteo Trevisan, 25enne di Firenze attualmente al n.386 del ranking mondiale. Il toscano è sempre stato tra gli osservati speciali del panorama tennistico italiano, fin dalla finale raggiunta al Trofeo Bonfiglio a 18 anni. Dopo qualche stagione in saliscendi, a Sondrio ci sarà l’occasione di vedere l’approccio dell’azzurro in questa nuova stagione. Intanto è arrivata la conferma anche delle wild card per il tabellone principale. Oltre ai due beniamini di casa Riccardo Stiglich e Filippo Schena, già certi di un posto da qualche settimana, il settore tecnico della Federtennis ha stabilito che il pass per il main draw lo riceveranno anche Adelchi Virgili (di due posti fuori dall’entry list) ed Edoardo Eremin. Il primo, toscano classe 1990; l’altro, piemontese classe 1993.
Ma un tocco di Valtellina ci sarà anche nelle qualificazioni, perché oltre alle wild card assegnate dal circolo ai ragazzi del proprio vivaio, è sicura la presenza – sempre tramite invito, settore Fit – del giovane Nicolò Turchetti. Il 18enne di Saronno ha forti legami valtellinesi e, prima di scegliere definitivamente il tennis, ha praticato a lungo e ad alti livelli lo sci alpino (allenandosi proprio a Sondrio). Come le sue due cugine, Irene ed Elena Curtoni, che oggi affrontano le piste della Coppa della Mondo. Domenica, nel pieno svolgimento del tabellone di qualificazione, sarà la volta del primo evento ufficiale della settimana. Vale a dire il sorteggio del tabellone principale, la cui cerimonia si terrà alla presenza delle autorità locali alle ore 16. L’epilogo della manifestazione è previsto per il week-end successivo, con le finali di doppio e di singolare. Appuntamento al quale proverà a non mancare il primo favorito del torneo, quel Roberto Marcora che dall’alto del suo n.232 Atp punta al successo finale dopo un 2014 più che positivo nel quale ha raccolto molti punti anche nel circuito Challenger. Tra gli azzurri occhio anche a due giovani molto interessanti e con un gioco che potrebbe rivelarsi adatto alla superficie, sintetica ma non particolarmente rapida. Si tratta del biellese Stefano Napolitano e del mancino ligure Andrea Basso. L’ingresso alle strutture di via Vanoni sarà sempre gratuito.
L’ENTRY LIST UFFICIALE – nelle parentesi nazionalità e ranking mondiale
1. Roberto Marcora (ITA, 232), 2. Dzmitry Zhyrmont (BLR, 300), 3. Marek Michalicka (CZE, 316), 4. Henri Laaksonen (SUI, 342), 5. Laurynas Grigelis (LTU, 346), 6. Sam Barry (IRL, 352), 7. Adrian Sikora (SVK, 362), 8. Walter Trusendi (ITA, 427), 9. Gregoire Barrere (FRA, 439), 10. Gianluca Mager (ITA, 454), 11. Stefano Napolitano (ITA, 469), 12. Florian Fallert (GER, 470), 13. Danilo Petrovic (SRB, 488), 14. Philip Bester (CAN, 491), 15. Robin Kern (GER, 504), 16. Andrea Basso (ITA, 519), 17. Filip Veger (CRO, 528), 18. Quentin Halys (FRA, Junior Exempt).
Leggi Tutto

Sondrio cerca l’erede di Luca Vanni



Sondrio, 9 febbraio 2015 – Dopo aver portato grande fortuna a Luca Vanni, che in Valtellina vinse il primo dei sette titoli del suo splendido 2014, il secondo torneo internazionale Città di Sondrio è pronto a lanciarne il successore. Lo farà da sabato 14 febbraio a domenica 22, giorno della finale, e con un montepremi più alto, salito da 10 a 15 mila dollari. Un passo avanti che significa maggiore qualità e un miglior campo di partecipazione, anche quest’anno guidato da un italiano. Il primo favorito sarà il 25enne varesino Roberto Marcora, anch’egli protagonista di un 2014 con i fiocchi, che gli ha permesso di salire a competere con continuità a livello Challenger. Ma per l’appuntamento di Sondrio, l’unico Futures sul veloce indoor della sua Lombardia, farà volentieri un’eccezione. Aiutato da un gran servizio e un rovescio a una mano di rara efficacia, l’attuale numero 232 del ranking Atp è il principale indiziato per tenere in Italia il trofeo, ma dovrà guardarsi da numerosi avversari insidiosi, stranieri in primis. Secondo la lista, i più pericolosi dovrebbero essere il bielorusso Zhyrmont e il ceco Michalicka, seguiti dallo svizzero Laaksonen e dal bergamasco d’adozione Laurynas Grigelis, ventitreenne lituano di base in Italia da numerosi anni, e specialista delle superfici veloci. Ma occhio anche a tutti gli altri: il successo di Vanni insegna che spesso la classifica conta fino a un certo punto. Dodici mesi fa il gigante aretino si presentò al Tennisporting Club Sondrio da numero 731 Atp, poi chiuse la stagione a un solo posto dai primi 150 del mondo.

Per l’Italia, oltre alle wild card locali di Riccardo Stiglich e Filippo Schena, sono già sicuri di un posto in tabellone l’esperto toscano Walter Trusendi e un terzetto di talenti fra i 19 e i 21 anni, a caccia di punti preziosi per scalare la classifica. Il più giovane è il biellese Stefano Napolitano, in compagnia dei liguri Gianluca Mager e Andrea Basso, entrambi allievi dell’ex davisman Diego Nargiso. Curiosità anche per il giovane Quentin Halys, diciottenne francese che lo scorso settembre ha sfiorato il titolo allo Us Open under 18, e sogna di ripetersi fra i grandi. Tornando in casa Italia, è vicino all’ingresso nel main draw il fiorentino Adelchi Virgili, uno dei giocatori italiani più baciati dal talento. Pur essendo rimasto lontano dalle posizioni che contano, Virgili è dotato di un tennis fantastico e, condizioni fisiche permettendo, è in grado di offrire uno spettacolo unico, e vale sempre la pena assistere ai suoi incontri. Non dovesse entrare di diritto, sarà molto probabilmente al via nelle qualificazioni, che si annunciano molto interessanti. E che vedranno al via anche tanti altri azzurri, tra cui diversi giovani, a caccia degli ultimi otto posti liberi per il main draw, al via da lunedì 16 febbraio. L’ingresso alle strutture di via Vanoni sarà sempre gratuito, fasi finali comprese.

L’ENTRY LIST UFFICIALE (al 9 febbraio 2015)

1. Roberto Marcora (ITA, 232), 2. Dzmitry Zhyrmont (BLR, 300), 3. Marek Michalicka (CZE, 316), 4. Henri Laaksonen (SUI, 342), 5. Laurynas Grigelis (LTU, 346), 6. Sam Barry (IRL, 352), 7. Adrian Sikora (SVK, 362), 8. Walter Trusendi (ITA, 427), 9. Gregoire Barrere (FRA, 439), 10. Gianluca Mager (ITA, 454), 11. Stefano Napolitano (ITA, 469), 12. Florian Fallert (GER, 470), 13. Mats Morang (GER, 480), 14. Danilo Petrovic (SRB, 488), 15. Philip Bester (CAN, 491), 16. Robin Kern (GER, 504), 17. Andrea Basso (ITA, 519), 18. Quentin Halys (FRA, Junior Exempt).

Leggi Tutto

Questo sito è full responsive ed è correttamente visualizzabile su ogni dispositivo. Computer, smartphone e tablet di ogni misura...