Posts Taggati ‘Futures’

Bega e Galovic in finale all’Excel Futures di Basiglio



Basiglio, 10 marzo 2017 – La finale dell’Excel Futures 2017, evento Itf da 15 mila dollari di montepremi dello Sporting Milano 3 di Basiglio, sarà un derby milanese. Da una parte della rete ci sarà Alessandro Bega, 26enne di Cernusco sul Naviglio, mentre dall’altra il croato di nascita ma cresciuto a Milano Viktor Galovic. L’azzurro in settimana ha confermato la propria attitudine ai campi veloci, sui quali ha conquistato tutti e sette i titoli vinti in carriera. In semifinale non c’è stato nemmeno bisogno di farlo, grazie al ritiro del francese Hugo Grenier, che si è dovuto arrendere all’infortunio accusato giovedì nella semifinale di doppio (contrattura alla coscia sinistra). “Alessandro sta giocando molto bene – ha commentato l’allenatrice di Bega, Laura Golarsa -. L’obiettivo è sicuramente quello di salire di livello, giocare i tornei Challenger, per poi salire ancora. Ma questo torneo per noi è di casa quindi non potevamo mancare. L’anno scorso – ha proseguito l’ex n. 39 Wta – siamo andati vicini alle qualificazioni degli Slam e quest’anno ci riproviamo”. Un rapporto, quello con Bega, nato tanti anni fa e che vede coach e atleta molto legati: “Per me è come un secondo figlio – ha chiuso la Golarsa -, lo seguo sin da quando aveva 9 anni e ho sempre cercato di trasmettergli tutta la mia esperienza. Dare a qualche giovane tanto quanto ho ricevuto dal tennis e portarlo per mano verso i primi 100 è il mio primo grande obiettivo. Noi soffriamo e gioiamo insieme in questo lungo percorso in cui ogni anno Alessandro ha saputo chiudere con il best ranking”.

Alessandro Bega (foto Panunzio)

Alessandro Bega (foto Panunzio)

A separare Bega dall’ottavo titolo in carriera ci sarà (sabato dalle 16.30) il croato ma milanese d’adozione Viktor Galovic. Il 27enne di Nova Gradiska, trasferito a Milano all’età di 5 anni, ha demolito in poco più di un’ora di gioco il detentore del titolo e testa di serie n.4 Antal Van Der Duim. 6-3 6-1 il risultato finale di una partita che ha avuto un solo sussulto, nel secondo set, quando l’olandese ha avuto una palla del contro-break sul 2-1. “Pensavo di dover lottare un po’ di più oggi – le parole di Galovic a fine partita -, ma sono entrato molto carico in campo, e lui questo forse non se l’aspettava, facendo fatica a recuperare il ritmo”. Fin qui nemmeno un set perso da Galovic nel torneo: “Mi sono adattato subito a questi campi molto veloci soprattutto negli spostamenti, ma non pensavo di mantenere questo livello. La finale con Bega sarà tosta, per noi sarà un derby visto che abitiamo a 3 chilometri di distanza”. Sabato, prima della finale del singolare, spazio a un altro grande evento targato Sporting Milano 3 e Ace Management: dalle 14 un doppio di esibizione che vedrà in campo l’ex Davisman Stefano Pescosolido, la bandiera milanista Paolo Maldini, l’ex pro Atp e n.1 di Ace Marco Crugnola, l’ex Juventus Nicola Amoruso e tanti altri protagonisti del mondo del calcio. Spettacolo assicurato.

AGGIORNAMENTO Nella serata di venerdì, dopo le semifinali che hanno promosso Alessandro Bega e Viktor Galovic, è stato assegnato anche il trofeo del doppio dell’Excel Futures dello Sporting Milano 3 (15 mila dollari di montepremi). Il titolo di specialità è finito nelle mani dei cechi Jan Mertl e Petr Michnev, che hanno posto fine in due tie-break e in un’ora e 39 minuti al sogno della coppia milanese formata da Alessandro Coppini ed Emanuele Dorio. Gli azzurri, in gara grazie alla wild card conquistata con la vittoria di una settimana fa nel torneo “Openrace” sempre allo Sporting Milano 3, sono stati spesso in vantaggio nel punteggio: lo sono stati nel primo set e nel primo tie-break, quando però i cechi sono riusciti a mettere la testa avanti proprio in chiusura fino al parziale di 9 punti a 7. Stesso canovaccio nel secondo set, con Coppini e Dorio, entrambi di base alla Canottieri Milano, avanti addirittura di un break e con la possibilità di allungare il match al parziale decisivo (sul 5-3). Recuperato ancora una volta lo svantaggio, Mertl e Michnev hanno conquistato anche il secondo tie-break per il 7-6 7-6 conclusivo (7-1 il punteggio del gioco decisivo).

RISULTATI

Singolare, semifinali – A. Bega (Ita, 3) b. H. Grenier (Fra) 3-0 rit., V. Galovic (Cro) b. A. Van Der Duim (Ned, 4) 6-3 6-1.

Doppio, finale – J. Mertl / P. Michnev (Cze) b. A. Coppini / E. Dorio (Ita, WC) 7-6(7) 7-6(1).

Leggi Tutto

Città di Sondrio: da domani la quarta edizione



I giocatori iniziano ad arrivare, per prendere confidenza con le condizioni di gioco del TenniSporting Club Sondrio, e sabato mattina alle 9 si parte. La quarta edizione del Futures Città di Sondrio scalda i motori, con un montepremi nuovamente portato a 15 mila dollari e un elenco di partecipanti di livello mai così elevato. Ci sono i tre grandi protagonisti della scorsa edizione: il campione in carica Markus Eriksson, il finalista Marcin Gawron e il migliore degli italiani Alessandro Bega, peraltro atteso in Valtellina dopo l’ottimo risultato di questa settimana al Futures di Basiglio (Milano 3), dove disputerà domani la finale. Ma ci sono anche tanti altri potenziali protagonisti, dalla prima testa di serie Salvatore Caruso all’ex top-100 tedesco Cedrik-Marcel Stebe, più lo svizzero Yann Marti, il gigante francese Albano Olivetti e altri otto italiani entrati di diritto nel tabellone principale. In tutto sono 14 gli azzurri già sicuri di un posto, visto che ne sono entrati altri quattro grazie alle wild card. La Federazione Italiana Tennis ha invitato l’emiliano Andrea Guerrieri e il calabrese Corrado Summaria, due dei migliori azzurri della classe 1998, mentre le due wild card a disposizione degli organizzatori sono andate al 17enne pisano Carlo Donato e al padrone di casa Filippo Schena, 23enne di Sondrio sempre presente nelle tre edizioni passate. Saranno tutti in gara da lunedì, ma sul veloce lombardo si farà sul serio già con le qualificazioni, e non è detto che il possibile protagonista non possa uscire proprio da lì.

Federico Arnaboldi

Federico Arnaboldi

Il format del torneo cadetto sarà lo stesso degli anni scorsi: 32 giocatori e due match da vincere fra sabato e domenica, per conquistare uno degli ultimi otto posti liberi per il main draw. Anche nelle qualificazioni occhi puntati su numerosi italiani, guidati da quel Gianluca Di Nicola che, nel 2016, arrivò ai quarti di finale. Per le “quali” il club ospitante ha concesso ai milanesi Alessandro Petrone (752 Atp) e Mattia Rossi due delle quattro wild card a propria disposizione, mentre la Fit ha invitato Giovanni Fonio e il giovanissimo Federico Arnaboldi. Classe 2000 e cugino di Andrea, top-300 Atp, il sedicenne di Cantù è uno dei prospetti più interessanti per il futuro del tennis tricolore, come dimostrato dai successi dello scorso anno nei campionati italiani under 16 e soprattutto al prestigioso Torneo Avvenire di Milano. In più, nella nuova stagione Arnaboldi ha già raggiunto quattro finali nei tornei Itf under 18, vincendo l’ultima la scorsa settimana in Norvegia, a testimonianza di un livello che si fa sempre più interessante. Al Futures di Sondrio la sua quarta apparizione di sempre nel circuito dei grandi, per capire se malgrado la giovane età sia già pronto per meritare l’ingresso nella classifica Atp. Gli appassionati di Sondrio lo potranno scoprire in anteprima.

L’ENTRY LIST UFFICIALE (al 10 marzo 2017)

Salvatore Caruso (Ita, 235), Petr Michnev (Cze, 288), Alessandro Bega (Ita, 312), Cedrik-Marcel Stebe (Ger, 343), Yann Marti (Sui, 356), Albano Olivetti (Ita, 366), Walter Trusendi (Ita, 392), Matteo Viola (Ita, 422), Niels Lootsma (Ned, 440), Lorenzo Frigerio (Ita, 443), Markus Eriksson (Swe, 468), Riccardo Bonadio (Ita, 501), Patrick Rosenholm (Swe, 535), Antonio Massara (Ita, 536), Adelchi Virgili (Ita, 553), Francesco Vilardo (Ita, 582), Andrea Vavassori (Ita, 592), Marcin Gawron (Pol, 644), Elmar Ejupovic (Ger, 654), Christoph Negritu (Ger, 672). Alternates: Gianluca Di Nicola (Ita, 683), Ilija Vucic (Srb, 686), Luca Pancaldi (Ita, 714), Giorgio Ricca (Ita, 838).

Leggi Tutto

Bega difende i colori azzurri a Basiglio



Basiglio, 9 marzo 2017 – È Alessandro Bega l’unico italiano a raggiungere le semifinali dell’Excel Futures 2017, evento Itf da 15 mila dollari di montepremi, in scena sui campi dello Sporting Milano 3 di Basiglio. Con una prova maiuscola, il milanese ha liquidato in 50 minuti il qualificato svizzero Raphael Baltensperger guadagnandosi il diritto di sfidare il francese Hugo Grenier per un posto in finale. 6-0 6-1 il risultato dell’incontro, uno score che la dice lunga sul dominio dell’azzurro. “Sono riuscito a gestire bene la partita sin dall’inizio, a prendere l’iniziativa da subito – ha commentato a fine match l’allievo di Laura Golarsa -. Mi piace molto giocare su questi campi veloci, dove il mio stile ‘piatto’ rende molto bene. In semifinale contro Grenier sarà davvero tosta, è sicuramente un osso duro e su questa superficie si esprime molto bene”. Proprio il francese, finalista già la passata edizione, ha eliminato il lecchese Lorenzo Frigerio grazie a un break per set, al terzo gioco nel primo parziale, al secondo in quello successivo (6-4 6-3). Nulla da fare dunque per l’italiano, che non ha ingranato come nei match dei turni precedenti. E ha lottato come sempre pure l’abruzzese Gianluca Di Nicola, ma questa volta ha dovuto cedere il passo al più quotato olandese Antal Van Der Duim. La testa di serie numero 4 del torneo, nonché detentore del trofeo, ha mostrato a luci alterne tutto il suo repertorio, fatto di potenti colpi da fondocampo. Dal canto suo, l’azzurro ha sfruttato il passaggio a vuoto nel secondo set dello spilungone “orange” e portato il match al terzo parziale. Qui però il 21enne di Avezzano ha iniziato a sentire sia nel fisico che nella testa la fatica per le maratone dei giorni precedenti e ha ceduto al “bombardamento” di Van Der Duim.

Tutti e tre i primi semifinalisti dunque hanno confermato il risultato ottenuto nella prima edizione dell’Excel Futures. L’unico giocatore a differire dai migliori quattro del torneo 2016 è il croato trapiantato a Milano Viktor Galovic (l’anno scorso fu il ceco Jan Hernych) che ha battuto il tedesco Lukas Ruepke per 6-2 6-3. Nel torneo di doppio continua il sogno della coppia italiana formata da Alessandro Coppini ed Emanuele Dorio, in gara grazie alla wild card conquistata una settimana fa nel torneo “Openrace” disputato sempre sui campi dello Sporting Milano 3. Proprio come nel turno precedente, la coppia avversaria formata da Grenier e il croato Zgombic è stata costretta al ritiro dopo il primo set, con il francese che ha lamentato un dolore alla coscia sinistra ed ora è anche in dubbio per il match di singolare di venerdì. Ad affrontare il duo azzurro nell’ultimo atto i cechi Mertl/Michnev (7-6 6-1 agli azzurri Bega/Vavassori). Il programma vedrà disputare le semifinali di singolare dalle ore 13.30, poi la finale del doppio non prima delle 17. In serata, il tennis giocato lascerà spazio alla Tennis Night, evento in cui verranno premiati i finalisti e presentata la Clinic che il grande coach americano Nick Bollettieri terrà il 5 maggio proprio allo Sporting Milano 3. E tra tutti i partecipanti alla serata verrà estratto un fortunato vincitore che potrà partecipare proprio alla Clinic del famoso coach internazionale. Non una cosa da poco.

RISULTATI

Tabellone singolare, quarti di finale – H. Grenier (Fra) b. L. Frigerio (Ita) 6-4 6-3, A. Van Der Duim (Ned, 4) b. G. Di Nicola (Ita, Q) 6-3 1-6 6-1, A. Bega (Ita, 3) b. R. Baltensperger (Sui, Q) 6-0 6-1, V. Galovic (Cro) b. L. Ruepke (Ger, Q) 6-2 6-3.

Tabellone doppio, semifinali – A. Coppini / E. Dorio (Ita, WC) b. H. Grenier (Fra) / F.Z. Zgombic (Cro) 7-6(6) 1-1 rit.; J. Mertl / P. Michnev (Cze) b. A. Bega / A. Vavassori (Ita, 4) 7-6(4) 6-1.

Leggi Tutto

Excel Futures: Di Nicola, Bega e Frigerio ai quarti



Basiglio, 8 marzo 2017 – L’Excel Futures 2017, evento Itf da 15 mila dollari di montepremi, è entrato nelle fasi calde e lo ha fatto con un intenso mercoledì di match. Grande protagonista di giornata, e non è la prima volta in questa edizione, è stato l’abruzzese Gianluca Di Nicola, ancora una volta in versione ‘maratoneta’. Ma andiamo con ordine. Il programma allo Sporting Milano 3 di Basiglio si è aperto con una sfida dalle mille emozioni (e anche alcuni colpi da giocolieri): da una parte il lecchese Lorenzo Frigerio, dall’altra lo svedese Markus Eriksson. È proprio l’azzurro a spuntarla al tie break del terzo set dopo aver salvato 3 match point e infilato 5 punti consecutivi (in precedenza ne aveva cancellato un altro sul 5-3 e servizio per l’avversario). Ora per Frigerio la classica prova del nove contro il finalista della scorsa edizione Hugo Grenier. Il francese ha sconfitto in due set il toscano Walter Trusendi grazie a un break per parziale. Sempre in tema di finalisti dello scorso anno, ha proseguito la sua marcia l’olandese Antal Van Der Duim, testa di serie numero 4 del torneo. Per lui è arrivata la settima vittoria di fila sul veloce meneghino (5 per il successo 2016 più i primi due di quest’anno): a farne le spese lo svedese, ma dai tratti orientali, Daniel Appelgren, battuto per 6-3 6-4.

Lorenzo Frigerio (foto Panunzio)

Lorenzo Frigerio (foto Panunzio)

Tornando agli italiani, nei due derby in programma vittorie per Gianluca Di Nicola e Alessandro Bega. Il primo, proveniente dalle qualificazioni, ha vinto la seconda maratona in due giorni: dopo aver rimontato nella serata di martedì il bulgaro Kuzmanov (6-7 7-6 6-4 in quasi tre ore di gioco) il 21enne abruzzese ha concesso il bis contro il beniamino di casa Alessandro Petrone. Ancora una rimonta, questa volta conclusa col punteggio di 4-6 7-6 6-4 dopo due ore e mezza di lotta, e pass staccato per i quarti dove se la vedrà con Van Der Duim. Bega dal canto suo, testa di serie numero 3 del tabellone, ha battuto in un match tra compagni di allenamento Francesco Vilardo. Una sfida ricca più di tensione che di grandi colpi: alla fine il milanese è uscito vincitore col punteggio di 7-6 6-3. Ora ai quarti incontrerà il qualificato svizzero Raphael Baltensperger, che ha approfittato del ritiro per problemi a una spalla dell’olandese Botic Van De Zandschulp dopo appena un set. Giovedì, dalle ore 12.30, i quarti di finale del tabellone singolare e le semifinali di quello di doppio. L’ingresso è libero per tutta la durata del torneo.

RISULTATI

Tabellone singolare, 2° turno

L. Frigerio (Ita) b. M. Eriksson (Swe) 6-4 2-6 7-6(6), A. Van Der Duim (Ned, 4) b. D. Appelgren (Swe, Q) 6-3 6-4, R. Baltensperger (Sui, Q) b. B. Van De Zandschulp (Ned, 7) 7-6(3) rit., H. Grenier (Fra) b. W. Trusendi (Ita, 8) 7-5 6-4, A. Bega (Ita, 3) b. F. Vilardo (Ita) 7-6(4) 6-3, G. Di Nicola (Ita, Q) b. A. Petrone (Ita, WC) 4-6 7-6(3) 6-4, L. Ruepke (Ger, Q) b. A. Virgili (Ita) 6-0 0-6 7-6(2), V. Galovic (Cro) b. E. Gerasimov (Blr) 6-1 7-6(6).

Tabellone doppio, quarti di finale

J. Mertl / P. Michnev (Cze) b. D. Appelgren / P. Rosenholm (Swe) 6-2 6-4, A. Coppini / E. Dorio (Ita, WC) b. N. Lootsma / B. Van De Zandschulp (Ned, 3) w.o., H. Grenier (Fra) / F.Z. Zgombic (Cro) b. M. Volante / N. Turchetti (Ita) 6-4 7-5, A. Bega / A. Vavassori (Ita, 4) b. G. Di Nicola (Ita) / D. Kuzmanov (Bul) 6-2 6-4.

Leggi Tutto

Esordio col brivido per Van Der Duim a Basiglio. Bene Petrone



Basiglio, 7 marzo 2017 – Una giornata di emozioni e sorprese ha chiuso il primo turno dell’Excel Futures di Basiglio (evento da 15 mila dollari di montepremi). Il primo big a fare le valigie è proprio la prima testa di serie del torneo Salvatore Caruso, sorpreso dallo svedese Markus Eriksson, già vittorioso nell’edizione 2016 del Futures di Sondrio. Peccato per il tennista di Avola che nel tie break del terzo set, iniziato male, ha tentato un disperato recupero senza successo. Chi se l’è vista brutta, ma alla fine ha potuto tirare un sospiro di sollievo, è stato il campione in carica Antal Van Der Duim, che ha rischiato grosso con il connazionale Niels Lootsma. Un derby di primo turno che ha visto subito in difficoltà il favorito, sotto immediatamente di un break che l’avversario è riuscito a capitalizzare al meglio conquistando il primo parziale. Nel secondo e terzo set la reazione di Van Der Duim, che dopo aver sprecato un primo colpo del ko quando è andato a servire in vantaggio per 5-4, ha chiuso i conti al tie break. Un esordio col brivido per il tulipano, che nel prossimo turno dovrà vedersela con un brutto cliente come il 20enne svedese Daniel Appelgren, vera sorpresa del tabellone di qualificazione e approdato al secondo turno dopo il successo sul connazionale Rosenholm (di quasi 500 posizioni più avanti in classifica).

Alessandro Petrone (foto Panunzio)

Alessandro Petrone (foto Panunzio)

Tornando agli azzurri, termina presto l’avventura di Fabrizio Ornago, che dopo aver superato di slancio il tabellone cadetto si è arreso al connazionale Walter Trusendi. Niente da fare nemmeno per un altro qualificato, Francesco Salviato, costretto a cedere il passo al croato di Milano Viktor Galovic, allievo di Daniel Panajotti. Ma oggi è stato anche il giorno del milanese Alessandro Petrone, wild card del torneo, che si allena proprio sui campi di Basiglio, e che ha superato il ceco Jan Mertl con una prova convincente, staccando così il pass per gli ottavi. Soffre ma passa pure il talentuoso fiorentino Adelchi Virgili, a segno su Andrea Vavassori e atteso ora da Lukas Ruepke, tedesco proveniente dalle qualificazioni. È dunque un secondo turno decisamente interessante quello che ha preso forma sui campi veloci di Basiglio. Con altri incroci da seguire come quello tra il lecchese Lorenzo Frigerio e lo svedese Eriksson, o ancora il derby dell’Est tra Egor Gerasimov (giustiziere della seconda testa di serie del torneo, Petr Michnev) e Viktor Galovic. Conclusi tutti i match di primo turno, ora la seconda edizione dell’Excel Futures di Basiglio entra nella sua fase decisiva. L’ingresso è sempre libero per tutta la durata del torneo.

RISULTATI

Tabellone singolare, 1° turno

V. Galovic (Cro) b. F. Salviato (Ita, Q) 7-5 6-1, A. Van Der Duim (Ned, 4) b. N. Lootsma (Ned) 3-6 6-4 7-6(4), B. Van De Zandschulp b. E. Ejupovic (Ger, Q) 6-4 7-6(3), M. Eriksson (Swe) b. S. Caruso (Ita, 1) 6-4 4-6 7-6(5), W. Trusendi (Ita, 8) b. F. Ornago (Ita, Q) 6-3 6-2, A. Petrone (Ita, WC) b. J. Mertl (Cze, 6) 6-3 6-4, A. Virgili (Ita) b. A. Vavassori (Ita, WC) 6-3 1-6 6-3, G. Di Nicola (Ita, Q) b. D. Kuzmanov (Bul) 6-7(6) 7-6(3) 6-4, A. Bega (Ita, 3) b. M. Dembek (Pol, Q) 6-2 7-5.

Leggi Tutto

Sondrio fa poker e se la ride: che livello



Sondrio, 7 marzo 2017 – Basta un dato a rendere l’idea del livello del Trofeo Città di Sondrio formato 2017, pronto a portare per la quarta volta il tennis internazionale in Valtellina: il polacco Marcin Gawron, finalista della scorsa edizione, al momento è fuori dal tabellone principale. Vuol dire che ci sono venti iscritti con una classifica migliore della sua, ad alzare il “cut-off” dell’evento del TenniSporting Club Sondrio fino alla posizione numero 554 del ranking Atp: un livello per il quale ogni torneo Futures metterebbe la firma. E attenzione: perché a differenza di quanto possa apparire, il risultato non è frutto del montepremi aumentato a 15 mila dollari (diventata la soglia d’ingresso obbligatoria), bensì del lavoro svolto negli anni scorsi dallo staff guidato dall’ex professionista Marco Crugnola e dal club ospitante. Oltre al livello altissimo e all’aumento di montepremi, per il pubblico di Sondrio c’è una terza buona notizia: la finale, che nel 2016 venne anticipata al sabato, torna alla domenica, regalando agli appassionati nove giorni di tennis e spettacolo: sabato 11 e domenica 12 le qualificazioni, da lunedì 13 i tabelloni principali di singolare e doppio, sempre con ingresso gratuito. Un’altra testimonianza del livello dell’entry list del torneo lombardo, guidata dal 24enne siciliano Salvatore Caruso (numero 235 del mondo), è che tutti i 18 giocatori già sicuri di un posto in tabellone vantano almeno un successo in singolare a livello Futures, per un totale di 97 titoli in gara nella stessa settimana, su un cemento indoor che si annuncia più bollente che mai.

A portare in campo più titoli è il veterano ceco Jan Mertl, a quota 23, ma i big sono tantissimi: su tutti il mancino tedesco Cedrik-Marcel Stebe, uno che cinque anni fa era lanciato verso i primi 50 del mondo (è stato numero 71 Atp), prima che un serio infortunio all’anca lo obbligasse a stare lontano dal circuito per ben due anni e mezzo. Da tenere d’occhio anche il gruppetto di otto azzurri, che oltre a Caruso annovera Alessandro Bega, il lecchese Lorenzo Frigerio e il mestrino Matteo Viola, uno che vanta due titoli a livello Challenger, ha visto da vicino la top-100 Atp e ha appena trionfato nell’appuntamento Itf di Trento. Fra gli stranieri, occhi puntati sul campione in carica Markus Eriksson, svedese che nel 2016 si regalò una delle migliori settimane in carriera, ma anche sull’estroso svizzero Yann Marti, sull’olandese Niels Lootsma (semifinalista nel 2015) e sul francese Albano Olivetti, gigante dal servizio devastante, capace di arrivare costantemente attorno ai 250 km/h. “Fra i giocatori – ha detto il direttore del torneo Marco Crugnola – si è sparsa la voce che il torneo è di livello, ed ecco i risultati. Ci sono tanti nomi che valgono molto di più di quanto dica la loro attuale classifica. Loro non vedono l’ora di arrivare, e noi di vederli all’opera”.

L’ENTRY LIST UFFICIALE (al 6 marzo 2017)

Salvatore Caruso (Ita, 235), Petr Michnev (Cze, 288), Alessandro Bega (Ita, 312), Cedrik-Marcel Stebe (Ger, 343), Yann Marti (Sui, 356), Jan Mertl (Cze, 362), Albano Olivetti (Ita, 366), Botic Van De Zandschulp (Ned, 369), Walter Trusendi (Ita, 392), Matteo Viola (Ita, 422), Niels Lootsma (Ned, 440), Lorenzo Frigerio (Ita, 443), Markus Eriksson (Swe, 468), Riccardo Bonadio (Ita, 501), Patrick Rosenholm (Swe, 535), Antonio Massara (Ita, 536), Adelchi Virgili (Ita, 553), Robin Kern (Ger, 554). Alternates: Francesco Vilardo (Ita, 582), Andrea Vavassori (Ita, 592), Marcin Gawron (Pol, 644), Elmar Ejupovic (Ger, 654), Christoph Negritu (Ger, 672), Gianluca Di Nicola (Ita, 683).

Leggi Tutto

A Basiglio Italia-Svizzera finisce 1-1. Derby azzurro a Frigerio



Basiglio, 6 marzo 2017 – Il tabellone principale dell’Excel Futures di Basiglio (evento da 15 mila dollari di montepremi), alla seconda edizione nel calendario internazionale, si è aperto con una lunga giornata fatta di sette match di singolare e cinque di doppio. È partito forte il francese Hugo Grenier, finalista della passata stagione, capace di regolare per 6-4 7-6 il milanese Emanuele Dorio, in tabellone grazie alla wild card conquistata una settimana fa nel torneo Openrace, sempre giocato sui campi dello Sporting Milano 3. Nella doppia sfida Italia-Svizzera, risultato finale di 1-1: per gli azzurri, vittoria di Francesco Vilardo sul lucky loser Riccardo Maiga. Il calabrese che si allena a Milano si è imposto con un doppio tie-break, e nel secondo è riuscito a salvare tre set-point al rivale prima di chiudere per 8 punti a 6. Più tirato l’incontro tra il giovane italo-americano Liam Caruana e Raphael Baltensperger: il 19enne di Roma ha lottato su ogni palla per i primi due set, perdendo il primo parziale al tie-break e vincendo il secondo al decimo gioco. Ma nel terzo ha dovuto cedere per crampi quando ormai il match era compromesso.

Francesco Vilardo (foto Panunzio)

Francesco Vilardo (foto Panunzio)

Nel tardo pomeriggio è andato in scena il derby italiano tra Andrea Basso e Lorenzo Frigerio. A spuntarla il lecchese, che ha rimontato l’avversario di un set, e poi di un break nel parziale decisivo (4-6 6-3 6-4 il risultato finale). Nelle altre due sfide tra connazionali, sono stati i qualificati a farla da padrone: il tedesco Lukas Ruepke ha battuto 7-5 6-3 il mancino Cedrik-Marcel Stebe, uno che cinque anni fa era lanciato verso i primi 50 del mondo (è stato numero 71 Atp), prima che un serio infortunio all’anca interrompesse la sua ascesa fermandolo per ben due anni e mezzo. Mentre lo svedese Daniel Appelgren ha sconfitto al set decisivo Patrick Rosenholm (6-4 2-6 6-4). In serata scenderanno in campo la testa di serie numero 2 del torneo, il ceco Petr Michnev, e la mina vagante Egor Gerasimov. Il bielorusso è reduce dai quarti di finale del Challenger di Bergamo dove ha dato del filo da torcere al polacco Jerzy Janowicz. Nella giornata di domani, occhi puntati sulle teste di serie italiane Salvatore Caruso (sfiderà lo svedese Eriksson) e Alessandro Bega (contro il qualificato polacco Dembek), mentre per il vincitore dello scorso anno, l’olandese Antal Van Der Duim, difficile derby contro Niels Lootsma. Ingresso libero per tutta la durata del torneo.

RISULTATI

Tabellone singolare, 1° turno

H. Grenier (Fra) b. E. Dorio (Ita, WC) 6-4 7-6(4), D. Appelgren (Swe, Q) b. P. Rosenholm (Swe) 6-4 2-6 6-4, R. Baltensperger (Sui, Q) b. L. Caruana (Ita, WC) 7-6(6) 4-6 5-1 rit., F. Vilardo (Ita) b. R. Maiga (Sui, LL) 7-6(2) 7-6(6), L. Ruepke (Ger, Q) b. C.M. Stebe (Ger) 7-5 6-3, L. Frigerio (Ita) b. A. Basso (Ita) 4-6 6-3 6-4, E. Gerasimov (Blr) b. P. Michnev (Cze, 2) 7-6(4) 6-3.

Leggi Tutto

Excel Futures, cominciate le qualificazioni allo Sporting Milano 3

Nicolò Turchetti

Primo importante banco di prova per i 21 italiani ai blocchi di partenza delle qualificazioni della seconda edizione dell’Excel Futures dello Sporting Milano 3, il torneo maschile del circuito Itf da 15 mila dollari che si gioca sui campi veloci della struttura milanese. E proprio la rapidità del terreno di gioco rappresenta uno dei motivi di maggior interesse di una competizione che nel 2016 ha riportato il tennis internazionale nel palazzetto di Basiglio dopo un lungo digiuno. Scambi rapidi e repentine discese a rete rappresentano, come è ovvio, uno degli schemi più ricorrenti già da questa prima giornata di qualificazioni al tabellone principale. Ne sa qualcosa l’azzurro Maurizio Speziali che non è riuscito ad arginare la straripante potenza del tedesco Lukas Ruepke (n.8 delle qualificazioni): quest’ultimo, grazie a un servizio-bomba e a un buon gioco di volo, si è aggiudicato un match comunque non semplice. Il 20enne milanese ci ha provato, lottando su ogni palla, ma è stato costretto ad arrendersi in due set. Più semplice il compito per Nicola Ghedin, che ha lasciato appena due giochi ad Andrea Grazioso. Tutto facile anche per il giovane calabrese Corrado Summaria, che si è liberato di slancio della wild card Sebastiano Mahoro Zorzi.

Torneo Excel Futures Milano 3 , Fabrizio OrnagoAzzurri protagonisti anche in apertura di giornata, con il bolognese Luca Pancaldi (testa di serie n.4) capace di avere la meglio su Nicolas Carlone dopo lunga rimonta chiusa per 4-6 6-4 6-3. Tra gli scontri più interessanti di giornata un altro derby tutto azzurro: quello tra il milanese Fabrizio Ornago (n.2 del seeding cadetto) e il 30enne trevigiano Matteo Marfia, dotato di un ottimo rovescio a una mano. Il tennista di Gorgonzola, classe 1992, è stato bravo a contenere la partenza dell’avversario e a incanalare il match sui binari a lui più favorevoli. Niente da fare per l’esperto Jonata Vitari che proprio qui a Basiglio, lo scorso anno, aveva conquistato i suoi primi punti Atp all’età di 37 anni. Nonostante una prova generosa, il lecchese si è dovuto arrendere al 20enne saronnese Nicolò Turchetti dopo un incontro ricco di emozioni e capovolgimenti di fronte chiuso solo al terzo set. Bel risultato per il comasco Lorenzo Rottoli, classe 2002, che al primo match Itf in carriera ha eliminato l’altro azzurro Francesco Ferrari per 6-4 6-4. Domenica si completa la fase di qualificazione, da seguire – oltre al giovanissimo Rottoli – c’è anche il confronto tra il tedesco Elmar Ejupovic (testa di serie n.1) e lo svizzero Riccardo Maiga, oltre a quello fra Ghedin e l’altro elvetico Baltensperger che ha avuto ragione dell’argentino naturalizzato italiano Gabriel Andres Ciurletti (ingresso gratuito).

RISULTATI – Tabellone di qualificazione, 1° turno

E. Ejupovic (Ger) b. M. Mazzella (Ita) 6-4 6-7(3) 6-1; R. Maiga (Sui) b. M. Burgos (Fra) 6-2 6-4; L. Pancaldi (Ita) b. N. Carlone (Ita) 4-6 6-4 6-3; D. Appelgren (Swe) b. A. Ingrao (Ita) 6-3 7-6(1); N. Ghedin (Ita) b. A. Grazioso (Ita) 6-2 6-0; R. Baltensperger (Sui) b. A. Ciurletti (Ita) 6-2 6-2; C. Summaria (Ita) b. S. Zorzi (Ita) 6-1 6-2; L. Ruepke (Ger) b. M. Speziali (Ita) 6-3 6-3; F. Ornago (Ita) b. M. Marfia (Ita) 6-4 7-6(2); M. Denbek (Pol) b. A. Ceppellini (Ita) 6-2 6-4; N. Turchetti (Ita) b. J. Vitari (Ita) 6-1 3-6 6-3, L. Rottoli (Ita) b. F. Ferrari (Ita) 6-4 6-4.

Da concludere in serata: F. Salviato – A. Guerrieri (Ita), G. Di Nicola – M. Mansson (Sve), R. Bertola (Svi) – F.Z. Zgombic (Cro), G. Ricca (Ita) – L. Frost (Sve).

Leggi Tutto

Questo sito è full responsive ed è correttamente visualizzabile su ogni dispositivo. Computer, smartphone e tablet di ogni misura...