Posts Taggati ‘Futures’

Bega in semifinale a Sondrio, Di Nicola out



Sondrio, 17 marzo 2016 – A differenza della scorsa edizione, il Futures Città di Sondrio (10 mila dollari, sintetico Mapecoat TNS) avrà un italiano in semifinale. A gioire insieme al pubblico è il milanese Alessandro Bega, che si è presentato in Valtellina con grandi ambizioni, forte della seconda testa di serie, e che ha confermato il suo ruolo con tre successi in due set. Nei quarti di finale ha superato con un convincente 6-2 6-4 il mancino tedesco Johannes Haerteis, in un match a fasi alterne. Sul duro del Tennisporting Club il 25enne azzurro è finito sotto di un break sia nel primo sia nel secondo set, ma con pazienza ha risalito la corrente in entrambi i casi, mostrando un tennis complessivamente superiore (e molto più solido) rispetto a quello del rivale. Il quale è riuscito comunque a scappare sul 4-2 nel secondo parziale, ma Bega l’ha prima riagganciato e poi superato, chiudendo con quattro giochi consecutivi e prendendosi un successo molto prezioso. Oltre alla semifinale, la seconda di fila dopo quella di sette giorni fa a Basiglio (Milano 3), il tennista di Cernusco sul Naviglio ha incassato 6 punti Atp che gli permetteranno, fra due lunedì, di ritoccare il proprio best ranking, sfondando il muro simbolico dei primi 300 giocatori della classifica mondiale. E non è finita qua, perché potrebbe salire ulteriormente se riuscisse ad accedere alla finalissima, contesa domani nel duello con Markus Eriksson, l’altra testa di serie approdata ai quarti. Lo svedese, numero 3 del seeding, ha rimontato un set di svantaggio al francese Gregoire Jacq, girando il match a suo favore a metà del secondo set. Sotto 6-3 2-2, Eriksson è salito in cattedra con il suo ‘drittone’, conquistando 11 degli ultimi 12 giochi dell’incontro, chiuso con il punteggio di 3-6 6-3 6-0.

Mick Lescure (foto Panunzio)

Mick Lescure (foto Panunzio)

È terminato, invece, il cammino di Gianluca Di Nicola, che dalle qualificazioni si era spinto fino ai quarti di finale. A fermarlo è stato l’altro qualificato Mick Lescure, 22enne parigino che nella serata di mercoledì ha fatto fuori dopo una durissima battaglia il grande favorito Jan Mertl (al quale ha salvato tre match-point), e ha recuperato in tempo le energie necessarie per passare 6-3 6-2. E pensare che era partito meglio il ventenne di Avezzano, salito subito sul 2-0. Ma l’illusione è durata giusto lo spazio di un paio di game. Poi Lescure è entrato in partita ed è scappato via, archiviando la pratica in appena 66 minuti. A separarlo dalla finale troverà venerdì il polacco Marcin Gawron, il tennista più esperto fra quelli rimasti in gara a Sondrio. Classe 1988, in carriera vanta nove titoli internazionali in singolare e un best ranking da numero 262, nell’ultimo quarto di finale di giornata ha avuto la meglio sul qualificato francese Hugo Voljacques. Gli sono bastati un break per set per chiudere con il risultato di 6-4 6-3, centrando la prima semifinale dell’anno. Domani alle 14 in campo Bega ed Eriksson, a seguire Lescure-Gawron. Non prima delle 17.30 la finale del doppio (ingresso gratuito).

RISULTATI

Singolare, quarti di finale: Bega b. Haerteis (Ger) 6-2 6-4, Eriksson (Swe) b. Jacq (Fra) 3-6 6-3 6-0, Lescure (Fra) b. Di Nicola 6-3 6-2, Gawron (Pol) b. Voljacques (Fra) 6-4 6-3.

Doppio. Semifinali: Eriksson/Leite (Swe/Bra) b. Haerteis/Obert (Ger) ritiro, Hoang/Jacq (Fra) b. Becuzzi/Au. Virgili 7-5 6-3.

Leggi Tutto

A Sondrio l’Italia fa 2-2, ma la sorpresa è Di Nicola



Sondrio, 16 marzo 2016 – Due pari e palla …ai quarti di finale. Nel complesso, per l’Italia, è una buona notizia. Come nel 2015 al Futures Città di Sondrio (10 mila dollari, sintetico Mapecoat TNS) ci saranno due azzurri fra i migliori otto, a giocarsi un posto per le semifinali. Lo scorso anno furono Eremin e Sonego, entrambi fermati, stavolta saranno Alessandro Bega e Gianluca Di Nicola, e la speranza del pubblico valtellinese è che possano arrivare in fondo. L’exploit di giornata l’ha firmato proprio il ventenne abruzzese Di Nicola, partito dalle qualificazioni e approdato ai quarti con quattro vittorie in due set. La più facile è arrivata proprio oggi, in una sfida che pareva la più impegnativa fra quelle disputate al Tennisporting Club, di fronte alla settima testa di serie Takanyi Garanganga. Invece l’incontro si è rivelato un autentico monologo dell’azzurro, passato con il risultato di 6-1 6-1 in 50 minuti e capace di doppiare nei punti (52 contro 25) il 25enne dello Zimbabwe. Va detto che Garanganga ha sbagliato tanto, a tratti troppo, ma al tennista di Avezzano va il merito di averlo portato spesso all’errore, tenendo botta negli scambi da fondo campo malgrado un tennis più leggero. “Non mi aspettavo un risultato così secco – ha detto Di Nicola, accompagnato in Lombardia dal padre-coach Italo – quindi sono doppiamente contento. È vero che il mio avversario ha commesso molti errori, ma sempre dopo qualche scambio. Significa che sono stato più solido e ho contrattaccato nel modo giusto”. Prima di presentarsi a Sondrio aveva vinto appena un match in quattro tornei, mentre in Valtellina ha fatto 4 su 4. “Mi sento sempre più forte mentalmente, e questo quarto di finale è una bella iniezione di fiducia”.

Alessandro Bega (foto Panunzio)

Alessandro Bega (foto Panunzio)

Potrebbe tornargli molto comodo nella giornata di giovedì, quando – a meno di clamorose sorprese nella sessione serale di mercoledì – se la vedrà con la prima testa di serie Jan Mertl, favorito nel suo ‘ottavo’ contro il francese Lescure. “Mertl è fortissimo: per ora per battere uno così serve il match della vita. Dovrò cercare di essere più aggressivo di lui e servire bene: su questi campi è fondamentale”. Molto facile anche il successo di Alessandro Bega, seconda testa di serie, che ha lasciato appena tre game al qualificato russo Kirill Kivattsev, e nei quarti sfiderà il tedesco Haerteis. Sconfitte che bruciano, invece, per gli altri due italiani impegnati al secondo turno. Andrea Vavassori ha ceduto con due tie-break al polacco Marcin Gawron, mancando due set-point nella prima frazione e servendo invano sul 5-4 della seconda, mentre Vilardo è caduto dopo 2 ore e 55 minuti contro il francese Gregoire Jacq, in un match a dir poco rocambolesco. Sotto 6-2 6-5, l’azzurro ha salvato tre match-point consecutivi ed è riuscito a trascinare il match al terzo set, e sembrava prossimo al successo quando è salito 4-0 e poi 5-2. Invece il rivale l’ha prima riagguantato con una lunga serie di giocate incredibili, fra smorzate e colpi da sotto le gambe, e poi l’ha beffato per 8-6 al tie-break decisivo. Giovedì (dalle 15) i quarti di finale del singolare e le semifinali del torneo doppio.

AGGIORNAMENTO: CHE SORPRESA, MERTL ELIMINATO! È arrivata poco prima delle 22, nell’ultimo incontro di giornata, la più inattesa delle sorprese: l’eliminazione di Jan Mertl, prima testa di serie del Futures Città di Sondrio. Alla vigilia, il suo match serale contro il qualificato francese Mick Lescure pareva una formalità, invece si è trasformato in un incubo di tre set e quasi 3 ore, che alla fine ha premiato il rivale, numero 742 del ranking Atp, a segno 6-7 7-6 6-4. Mertl ha avuto la chance di chiudere nel tie-break del secondo set, ma ha mancato tre match-point e si è trovato al terzo. Quindi è andato per due volte avanti di un break, ma si è lasciato riprendere, e dopo aver mancato sul 4-4 la chance che l’avrebbe portato a servire per il match è stato lui a cedere il servizio che gli è costato la sconfitta. Da segnalare che Lescure aveva salvato un match-point anche al turno finale delle qualificazioni, contro l’olandese Gijs Brouwer.

TUTTI I RISULTATI DI GIORNATA Singolare, ottavi di finale: Di Nicola b. Garanganga (Zim) 6-1 6-1, Haerteis (Ger) b. Veger (Cro) 6-1 6-4, Gawron (Pol) b. Vavassori 7-6 7-6, Jacq (Fra) b. Vilardo 6-2 6-7 7-6, Bega b. Kivattsev (Rus) 6-2 6-1, Eriksson (Swe) b. Lootsma (Ned) 6-3 6-7 6-1, Voljacques (Fra) b. Alekseenko (Ukr) 6-4 6-3, Lescure (Fra) b. Mertl 6-7 7-6 6-4. Doppio, quarti di finale: Hoang/Jacq (Fra) b. Frigerio/Schena 6-2 6-7 13/11, Haerteis/Obert (Ger) b. Fallert/Lootsma (Ger/Ned) ritiro.

Leggi Tutto

A Sondrio brilla Vilardo. Mertl parte subito in quarta



Sondrio, 15 marzo 2016 – Il Futures Città di Sondrio (10 mila dollari, sintetico Mapecoat TNS) perde i pezzi, con altri tre italiani caduti al primo turno, ma applaude un ottimo Francesco Vilardo, promosso al secondo round dopo un’ottima vittoria contro il tedesco Tobias Simon. L’azzurro partiva favorito, forte della sesta testa di serie, ma affrontare sulle superfici veloci un giocatore come Simon, gigante dal servizio bomba e frequenti discese a rete, non è mai facile. Invece il calabrese trapiantato a Milano l’ha fatto con la giusta attitudine, senza strafare, e soprattutto ha chiuso senza mai cedere il servizio, salvando tutte le sette palle-break concesse. Così gli è bastato un break per set per archiviare la pratica, risolta alla grande nel secondo parziale. Al servizio per rimanere nel match sul 4-5, l’azzurro si è trovato 0-40, con tre set-point consecutivi da fronteggiare. Ma è stato bravissimo a giocarli con la giusta attenzione: li ha cancellati uno dopo l’altro, e poi si è rivelato molto più cinico dell’avversario. Quando Simon si è trovato nella sua stessa situazione, infatti, Vilardo non l’ha perdonato: lo 0-40 è diventato il break decisivo, che gli ha consegnato match e secondo turno. Lo giocherà domani (secondo match dalle 12, campo centrale) contro il francese Gregoire Jacq, oggi protagonista di un gran match contro il brasiliano Wilson Leite. Dice tutto il punteggio: 6-1 6-2 in 55 minuti, a confermare il grande momento di forma che una decina di giorni fa gli ha fruttato il titolo a Trento, in un torneo di pari categoria a quello del Tennisporting Club.

Francesco Vilardo (foto Panunzio)

Francesco Vilardo (foto Panunzio)

Per un azzurro che passa ce ne sono tre subito eliminati: Federico Maccari, Andrea Pellegrino e Lorenzo Frigerio, il migliore del gruppo. Il lecchese ha giocato alla pari contro il polacco Marcin Gawron, iniziando meglio e poi tenendogli testa a lungo, ma ha finito per arrendersi con un ingeneroso 6-3 6-4, viziato da un secondo set ricco di occasioni mancate. Basti pensare che ha avuto almeno una palla-break (sette in tutto) in ogni game di risposta fino al 4-4, poi è stato lui a cedere il turno di servizio che gli è costato la sconfitta. Ottima, invece, la partenza della prima testa di serie Jan Mertl, che non ha dato chance al tedesco Obert. C’è stata partita solo fino al 2-2, poi il ceco ha messo il turbo e ammazzato l’incontro con otto game di fila, confermando il suo ruolo di grande favorito. Fra le teste di serie promosso anche l’africano Takanyi Garanganga, pittoresco portacolori dello Zimbabwe, passato 7-6 6-3 sul tedesco George Von Massow, in uno dei match qualitativamente migliori della quarta giornata. Saluta subito il torneo, invece, lo stakanovista portoghese Goncalo Oliveira, 21enne che nel 2015 ha giocato la bellezza di 46 tornei, di cui 27 consecutivi. Sondrio non gli ha portato fortuna, premiando il suo avversario Vadim Alekseenko, a segno 6-4 7-6 dopo oltre due ore di gioco. Domani dalle 12 tutti gli incontri di secondo turno del singolare e gli ultimi due quarti del doppio. Sul Centrale apre Di Nicola-Garanganga, chiude (non prima delle 19) Mertl-Lescure.

AGGIORNAMENTO: CHE BRAVO VAVASSORI! VINCE ANCHE BEGA Le tre sconfitte azzurre in apertura di giornata avevano spaventato il pubblico del Futures Città di Sondrio, ma a far tornare il sorriso al bilancio sono arrivate altrettante vittorie dal pomeriggio in avanti. Oltre a quello di Francesco Vilardo su Tobias Simon, successi anche per Alessandro Bega e Andrea Vavassori. Il primo ha impiegato appena 45 minuti per sbarazzarsi del tedesco Florian Fallert, domato 6-0 6-2 senza la minima difficoltà, mentre Vavassori ha firmato l’impresa di giornata, spedendo a casa la quarta testa di serie Viktor Durasovic (521 Atp). Il ventenne piemontese, in gara grazie a una wild card della Federazione Italiana Tennis, ha annullato con una prova generosissima le oltre 450 posizioni che lo separano dal rivale nella classifica mondiale, fino a spuntarla 6-2 6-7 7-5 dopo 2 ore e 23 minuti. Da segnalare che, sotto 5-4 nel terzo set, il tennista di Pinerolo ha annullato al rivale due match-point (il primo con un buon servizio, l’altro con una coraggiosa discesa a rete), prima di trovare il break decisivo sul 5-5.

TUTTI I RISULTATI DI GIORNATA Singolare. Primo turno: Erikkson (Sve) b. Maccari 6-3 6-3, Lescure (Fra) b. Pellegrino 6-2 6-1, Mertl (Cze) b. Obert (Ger) 6-2 6-1, Jacq (Fra) b. Leite (Bra) 6-1 6-2, Gawron (Pol) b. Frigerio 6-3 6-4, Alekseenko (Ukr) b. Oliveira (Por) 6-4 7-6, Vilardo b. Simon (Ger) 6-4 7-5, Garanganga (Zim) b. von Massow (Ger) 7-6 6-3, Bega b. Fallert (Ger) 6-0 6-2, Vavassori b. Durasovic (Nor) 6-2 6-7 7-5.

Doppio. Primo turno: Haerteis/Obert (Ger) b. Casati/Vilardo 6-4 6-4, Frigerio/Schena b. Martini/Thurau (Ita/Ger) 6-3 7-5. Quarti di finale: Becuzzi/Au.Virgili b. Ad.Virgili/Oliveira (Ita/Por) ritiro, Eriksson/Leite (Swe/Bra) b. Alekseenko/Veger (Nor/Cro) 6-7 6-4 12/10.

Leggi Tutto

I ‘pro’ di Crema valgono il… doppio



Crema, 15 marzo 2016 – Non è ancora arrivato il primo successo in singolare, ma certo non si può dire che il nuovo progetto ‘pro’ del Tennis Club Crema non sia foriero di soddisfazioni. A poco più di due mesi dal via della stagione 2016, la bacheca di via del Fante conta già tre titoli di doppio a livello Futures, e la bella notizia è che ci hanno messo lo zampino tutti i tre giocatori professionisti allenati da Giuseppe ‘Beppe’ Menga: Laurynas Grigelis, Claudio Fortuna e Riccardo Sinicropi. I primi due ce l’hanno fatta in coppia, sbancando per due settimane consecutive il Futures da 10mila dollari di Sharm El Sheikh (Egitto), sul cemento di Soho Square. Nella prima trasferta stagionale del team, il lituano cresciuto in provincia di Bergamo e il siciliano emigrato in Lombardia per seguire le ‘cure’ di coach Menga, hanno dimostrato che l’amicizia e l’affiatamento che li accompagna negli allenamenti si può rivelare un’arma importante anche in campo. Specialmente in una disciplina come il doppio, in cui l’abitudine a giocare fianco a fianco può fare la differenza. Non è un caso che i due vantino ben cinque titoli insieme, tutti da luglio in avanti, vittorie che hanno permesso a ‘Grigio’ (come è soprannominato) di sforare addirittura quota trenta titoli in carriera. Il 24enne nativo di Klaipeda ne ha vinti 14 in singolare, fra i quali tredici Futures, il Challenger californiano di Aptos (2011) e venti in doppio: dodici Futures e ben otto Challenger. Un risultato che, alla sua età, non sono molti a poter vantare.

Riccardo Sinicropi (foto Milesi)

Riccardo Sinicropi (foto Milesi)

La vittoria più recente di questa lista porta invece la firma di Riccardo Sinicropi, coetaneo di Fortuna (entrambi sono nati nel 1990, un anno prima di Grigelis), bravo a imporsi nel primo torneo Futures della stagione italiana. In coppia con il piemontese Andrea Vavassori, il milanese ha conquistato il titolo sui campi veloci di Trento, dominando il torneo dall’inizio alla fine sino a chiudere con un facile 6-2 6-1 il match decisivo contro i francesi Kanar/Voljacques. Incassando così il quindicesimo titolo Futures in doppio. Un risultato che conferma l’ottima attitudine alla specialità, per di più se si pensa che in carriera è arrivato al successo insieme a dieci partner diversi. Chissà che il prossimo non possa diventare proprio Claudio Fortuna, col quale fa coppia questa settimana nel Futures turco di Antalya. Da segnalare, infine, il successo di Andrey Golubev nel Challenger di Jonkoping (Svezia, 42.500 euro). Il kazako, nuovo acquisto del Tc Crema, l’ha spuntata per 6-7 7-6 7-6 nella finale col russo Khachanov, salvando ben 4 match-point.

TC CREMA, TENNIS DI QUALITÀ DAL 1908

Le caratteristiche del Tc Crema sono l’eleganza, il prestigio e il fascino senza tempo di una storia centenaria. Nasce nel 1908 e si caratterizza per un’infinita passione per il tennis, successi sportivi e grandi campioni. Il club ha visto passare giocatori come Claudio Panatta, Simone Colombo e Paolo Canè, che vanta tre vittorie nei campionati a squadre di serie A negli anni 1985, 1986 e 1987. Una nuovissima struttura dal 2010 ospita la sede in Via del Fante, in un contesto sportivo caratterizzato dalla vicinanza della piscina comunale. La struttura è uno stimolo maggiore per chi in questo club ci ha messo passione. Dal 2003, sotto la guida del presidente Stefano Agostino, il circolo mira a un consolidamento importante, come una quercia secolare che ha già resistito alle due guerre mondiali. Uno degli obiettivi principali è quello di raggiungere un alto livello agonistico e di migliorare ogni giorno la preparazione dei ragazzi: i campioni di domani.

Leggi Tutto

Lootsma avanti. E Sondrio prepara il suo super-martedì



Sondrio, 14 marzo 2016 – Nel 2015 Niels Lootsma è stato la sorpresa del Futures Città di Sondrio (10 mila dollari, sintetico Mapecoat TNS), arrivando in semifinale in singolare e in finale in doppio, quest’anno prova a diventare una conferma. Tornato al Tennisporting Club a un anno da uno dei suoi migliori risultati in carriera, il ventunenne olandese ha iniziato il torneo con il piede giusto, e soprattutto con le stesse caratteristiche che ne accompagnarono i successi della seconda edizione: un tennis brillante con tante discese a rete, e dei duri (e lunghi) incontri vinti a suon di tie-break. Lo scorso anno ne giocò cinque in tre sfide consecutive, stavolta ne ha già disputati due contro il francese Antoine Hoang, domato 7-6 6-7 6-3 nel primo match del tabellone principale. Una battaglia di 2 ore e 41 minuti, lottata punto su punto e in equilibrio fino all’1-1 del terzo set, quando il ragazzone olandese ha alzato il livello, vinto tre game di fila e girato la contesa dalla propria parte, dando seguito al bel momento dei giocatori ‘orange’ nel nostro paese. Solo due giorni fa il suo connazionale Antal Van Der Duim ha vinto l’evento di pari categoria a Basiglio (Milano 3), questa settimana tocca a lui, atteso al 2° turno dal vincente della sfida di martedì fra lo svedese Markus Eriksson e l’italiano Federico Maccari. Promossi al secondo round anche l’ottava testa di serie Filip Veger, croato passato 6-1 6-2 in 63 minuti contro il tedesco Pirmin Haenle, il francese Hugo Voljacques e il russo (di base a Bra, provincia di Cuneo) Kirill Kivattsev. Entrambi l’hanno spuntata in duelli fra qualificati: il ‘galletto’ ha battuto per 6-3 3-6 6-4 il tedesco Dominik Boehler, mentre Kivattsev ha prevalso per 6-3 3-6 6-3 sul croato Fran Zvonimir Zgombic.

In attesa di chiudere la prima giornata, la terza edizione del torneo valtellinese è già pronta per un martedì da urlo, con la bellezza di quattordici incontri programmati dalle 10.30 del mattino in avanti, con sessione serale dalle 19.30. In campo il big match del primo turno fra il milanese Alessandro Bega, secondo favorito della vigilia, e il tedesco Florian Fallert, primo giocatore escluso dall’elenco delle otto teste di serie. Sempre martedì anche tutti gli altri incontri di primo turno del tabellone di singolare: significa che ci sarà l’esordio di tutti i favoriti, a partire dal grande atteso Jan Mertl, vincitore in carriera di 22 titoli a questi livelli. Il suo primo avversario è il tedesco Adrian Obert, numero 1.240 del ranking Atp: le quasi 900 posizioni che li separano in classifica raccontano di un match sulla carta agevole per il ceco, che però si presenta in Lombardia dopo quasi due mesi di stop a causa di un problema alla spalla. Da seguire anche il primo turno fra il norvegese Viktor Durasovic, quarta testa di serie e già protagonista in Coppa Davis con i colori del paese nordico, e la wild card piemontese Andrea Vavassori, in programma non prima delle 18 sul Campo 5 (ingresso gratuito).

AGGIORNAMENTO È l’abruzzese Gianluca Di Nicola il primo italiano promosso al secondo turno del Futures Città di Sondrio (10 mila dollari, sintetico Mapecoat TNS). Dopo aver superato le qualificazioni, il ventenne abruzzese ha vinto anche il suo match d’esordio nel main draw, superando con il punteggio di 6-2 6-4 l’altro azzurro Adelchi Virgili. Nel match serale, invece, eliminato il padrone di casa Filippo Schena, cresciuto nel vivaio del club, che nonostante un buon primo set si è arreso per 6-3 6-1 al tedesco Johannes Haerteis in un’ora di gioco.

TUTTI I RISULTATI DI GIORNATA Singolare. Primo turno: Lootsma (Ned) b. Hoang (Fra) 7-6 6-7 6-3, Veger (Cro) b. Haenle (Ger) 6-1 6-2, Voljacques (Fra) b. Boehler (Ger) 6-3 3-6 6-4, Kivattsev (Rus) b. Zgombic (Cro) 6-3 3-6 6-3, Di Nicola b. Virgili 6-2 6-4, Haerteis (Ger) b. Schena 6-3 6-1.

Doppio. Primo turno: Becuzzi/Virgili b. De Marinis/Pizzi 2-6 6-4 10/5, Fallert/Lootsma (Ger/Ned) b. Lescure/Voljacques (Fra/Fra) 7-6 6-3, Alekseenko/Veger (Ukr/Cro) b. Gawron/Haenle (Pol/Ger) 6-7 6-1 10/7.

Leggi Tutto

Tempo di main draw a Sondrio, 9 gli azzurri



Sondrio, 13 marzo 2016 – Sarà una partenza di fuoco quella del tabellone principale della terza edizione del Futures Città di Sondrio (10 mila dollari, sintetico Mapecoat TNS), da lunedì sui campi del Tennisporting Club del capoluogo valtellinese. La cerimonia di sorteggio del main draw, svolta in serata al ristorante ‘La Brace’ di Forcola, ha offerto al pubblico lombardo alcuni match di primo turno di spessore, su tutti quello che opporrà il milanese Alessandro Bega, numero 2 del tabellone, al tedesco Florian Fallert. L’azzurro, numero 311 del mondo e il più atteso fra i nove italiani in gara, ha pescato il primo giocatore escluso dall’elenco delle otto teste di serie. Segno che l’urna non gli ha sorriso. Ma se per lui non è una buona notizia, lo è eccome per gli spettatori di Sondrio, che sin dal primo round potranno godere di un match di altissimo livello. Dietro a Fallert, nella lista ordinata per classifica c’è un altro tedesco, il gigante Tobias Simon (n.623 Atp), e chi lo troverà dall’altra parte della rete al primo turno? Francesco Vilardo, l’altro azzurro entrato fra i favoriti della vigilia, al numero 6 del seeding. Anche per il calabrese trapiantato da anni a Milano, dunque, un primo match da prendere con le pinze, contro uno specialista delle superfici veloci. Sulla carta è andata meglio al toscano Adelchi Virgili, ultimo ammesso di diritto nel tabellone principale: a lui toccherà sfidare il qualificato Gianluca Di Nicola nell’unico derby azzurro del primo round.

Federico Maccari (foto Panunzio)

Federico Maccari (foto Panunzio)

Inizierà contro un tedesco anche il torneo del grande favorito Jan Mertl, atteso dal qualificato Adrian Obert, e quello del padrone di casa Filippo Schena – cresciuto nel vivaio del Tennisporting Club Sondrio – che domani alle 19.30 andrà a caccia della prima vittoria a livello internazionale contro Johannes Harteis. Il lecchese Lorenzo Frigerio invece, in gara con l’altra wild card a disposizione degli organizzatori, troverà sulla sua strada il polacco Marcin Gawron. Oltre al già citato Di Nicola, che al turno finale delle qualificazioni ha chiuso con un rapido 6-1 6-2 il duello con Nicolò Turchetti, nella giornata di domenica si è guadagnato il tabellone principale anche Federico Maccari. Il 21enne di Livorno è passato per 6-2 6-4 nel derby toscano con Augusto Virgili (fratello minore di Adelchi), e martedì se la vedrà con lo svedese Eriksson, terza testa di serie. Niente tabellone principale, invece, per Joy Vigani e Alessandro Ceppellini, fermati rispettivamente dal tedesco Boehler (6-2 7-5) e dal francese Voljacques (6-1 7-6). Sempre in casa Francia, ha trovato posto nel main draw anche Mick Lescure, numero uno del tabellone di qualificazione, promosso al termine dell’unico match in tre set di giornata. Il 22enne di Parigi l’ha chiuso per 3-6 7-6 6-3 contro l’olandese Brouwer dopo aver salvato un match-point nel tie-break del secondo set, e all’esordio nel tabellone principale troverà la wild card pugliese Andrea Pellegrino. Per Andrea Vavassori, invece, c’è la giovane speranza norvegese Viktor Durasovic. Lunedì si parte alle 12 (ingresso gratuito).

RISULTATI

Qualificazioni. Turno decisivo

Obert (Ger) b. Carlone 6-3 6-2, Kivattsev (Rus) b. Ruppli (Sui) 6-1 6-4, Voljacques (Fra) b. Ceppellini 6-1 7-6, Zgombic (Cro) b. Kivanda (Gbr) 6-1 6-3, Maccari b. Virgili 6-2 6-4, Boehler (Ger) b. Vigani 6-2 7-5, Di Nicola b. Turchetti 6-1 6-2, Lescure (Fra) b. Brouwer (Ned) 3-6 7-6 6-3.

Leggi Tutto

Van Der Duim vince il primo Excel Futures Milano 3



Basiglio (MI), 12 marzo 2016 – È l’olandese Antal Van Der Duim il primo vincitore dell’Excel Futures dello Sporting Milano 3. Un torneo che si è tinto di arancio, come la maglia indossata per l’atto conclusivo portato a casa ai danni del 19enne francese Hugo Grenier, più bello a vedersi nei gesti e nei colpi, a tratti anche più incisivo, ma in generale meno efficace e pragmatico. Titolo meritato dunque, come conferma il punteggio (7-6 6-2) e l’ora e 20 scarsa che è servita per metterlo insieme. È stato un primo set all’insegna dell’equilibrio, lungo quasi tre quarti d’ora e sempre avanti di pari passo con i servizi. Almeno fino all’11° gioco, quando il baby francese ha trovato più risposte efficaci e il guizzo giusto per portarsi a servire per il parziale. Occasione però non sfruttata, e anzi sprecata con un rendimento al servizio non in linea con l’avvio di match. Il fedele effetto ‘slice’ da destra ha tentennato e, in men che non si dica, Van Der Duim è riuscito a rifugiarsi nel tie-break. Dove ha fatto vedere i 9 anni d’esperienza in più (28 le sue primavere) e dove ha fatto valere le due armi che su questi campi fanno la differenza: prima di servizio e rapide incocciate in risposta. Risultato? 7 punti a 2 e match incanalato nella sua direzione.

Antal Van Der Duim (foto Panunzio)

Antal Van Der Duim (foto Panunzio)

Molto più a senso unico la seconda frazione, spaccato ancor prima di poter essere in bilico, ovvero al quinto game. Quando Van Der Duim ha messo insieme un parziale di 12 punti a 2 e due break consecutivi. Il tutto prima di chiudere, con un sussulto di suspance e con l’olandese sotto 0-40 prima di mettere a segno altri cinque punti filati e di mettere il punto esclamativo sul dodicesimo titolo di singolare in carriera (oltre 30 quelli vinti in doppio). E a proposito di doppio, Olanda-Francia oltre a essere stata la sfida per il titolo di singolare, è stata anche la finale del torneo di doppio. Nella tarda serata di venerdì si era già concluso il tabellone di specialità, con il trofeo finito nella mani della coppia ‘orange’ composta sempre da Antal Van Der Duim – doppietta per lui – e da David Pel. I due hanno superato con un doppio 6-4 altri due giovani francesi, vale a dire Gregoire Jacq e Antoine Hoang. In fin dei conti chi fa eco ai vincitori, in un coro di soddisfazione generale, è la macchina organizzativa. “È stata un’ottima prima – ha detto il direttore del torneo Marco Crugnola – con una struttura e un entusiasmo così, questa manifestazione ha ampi margini di crescita”. Sulla stessa lunghezza d’onda il presidente dello Sporting Milano 3, Alex Stilo: “Abbiamo un progetto chiaro in testa, e questo è stato il primo mattone per costruire qualcosa di davvero importante, come torneo e come centro di alto livello”. Insomma ora che il tennis internazionale è tornato a Milano 3, dopo 10 anni di astinenza, non resta che fissare un nuovo appuntamento. E magari pure un nuovo standard. Se ne riparlerà nel 2017.

I RISULTATI DELLE FINALI

Tabellone principale, singolare

A. Van Der Duim (Ned) [3] b. H. Grenier (Fra) 7-6(2) 6-2.

Tabellone principale, doppio

D. Pel / A. Van Der Duim (Ned) [1] b. A. Hoang / G. Jacq (Fra) [2] 6-4 6-4.

Leggi Tutto

Giovane Italia a Sondrio: 6 azzurri avanti nelle ‘quali’



Sondrio, 12 marzo 2016 – La terza edizione del Trofeo Città di Sondrio (10 mila dollari, sintetico Mapecoat TNS) accende i motori e sorride subito agli italiani, portando sei dei nostri al secondo turno delle qualificazioni, in una giornata fitta di incontri (ben 16) e giovani da scoprire. La bella notizia è che domani quattro di loro daranno vita a due derby vista main draw, con i vincitori promossi fra i 32 del tabellone principale. In ordine cronologico, il primo a prendersi il successo è stato il mancino fiorentino Augusto Virgili, fratello del più noto Adelchi, passato 6-3 6-1 sul sedicenne Matteo Maria Sperati e prossimo a un duello toscano con Federico Maccari. Il livornese, terza testa di serie delle qualificazioni, ha chiuso 6-3 6-4 contro l’olandese Mats Hermans, sfruttando a dovere la superficie sintetica dei campi del Tennisporting Club Sondrio, tanto da chiudere senza concedere l’ombra di una palla-break. L’altro duello tutto italiano vedrà invece di fronte Gianluca Di Nicola, al quale sono bastati appena 40 minuti per superare la wild card sondriese Rocco Bordoni, e Nicolò Turchetti. Il lombardo di origini valtellinesi (i nonni materni sono di Morbegno) l’ha spuntata in tre set sul tedesco Urs Thurau, partendo meglio, cedendo il secondo set nel decimo gioco ma tornando alla carica nel parziale decisivo, fino a chiudere 6-2 4-6 6-2. Due le teste di serie cadute, entrambe eliminate da giocatori italiani. Il genovese Alessandro Ceppellini ha fatto fuori per 7-5 6-1 il tedesco Dittmer, mentre la wild card Nicolas Carlone ha sconfitto in rimonta (5-7 6-3 6-2 lo score) Marco De Rossi, primo giocatore nella storia della piccola Repubblica di San Marino capace di entrare nella classifica mondiale di singolare.

Nicolò Turchetti (foto Panunzio)

Nicolò Turchetti (foto Panunzio)

Domani il turno finale delle qualificazioni e il sorteggio dei tabelloni principali di singolare e doppio, al via lunedì. La pattuglia italiana nel main draw ha perso il genovese Andrea Basso, che si è cancellato per un problema fisico, ma ha guadagnato quattro componenti grazie alle wild card. Le due a disposizione degli organizzatori sono andate al lecchese Lorenzo Frigerio, numero 816 della classifica mondiale, e al ventiduenne di casa Filippo Schena, prodotto del vivaio del Tennisporting Club Sondrio. La Federazione Italiana Tennis, invece, ha premiato il piemontese Andrea Vavassori (971 Atp) e il 18enne pugliese Andrea Pellegrino, numero 1411 del ranking e reduce dagli ottavi di finale nel torneo di pari categoria di Basiglio (Milano). Per l’Italia, confermata anche la presenza di Alessandro Bega, seconda testa di serie, e Francesco Vilardo, entrambi protagonisti questa settimana proprio sui campi del Futures milanese. Il grande favorito della vigilia è il ceco Jan Mertl, numero 256 Atp e vincitore in carriera di ben ventidue titoli a questi livelli in singolare, oltre trenta se si considera anche il doppio.

RISULTATI

Qualificazioni. Primo turno: Ruppli (Sui) b. Consoli Carlin 6-2 6-3, Kivattsev (Rus) b. Becuzzi 6-2 6-0, Carlone b. De Rossi (Smr) 5-7 6-2 6-3, Obert (Ger) b. Pizzi 6-1 6-1, Voljacques (Fra) b. Huesler (Sui) 7-6 6-3, Ceppellini b. Dittmer (Ger) 7-5 6-1, Zgombic (Cro) b. Della Cagnoletta 6-0 6-0, Kivanda (Gbr) b. Casati 6-4 7-5, Virgili b. Sperati 6-3 6-1, Maccari b. Hermans (Ned) 6-3 6-4, Di Nicola b. Bordoni 6-1 6-2, Turchetti b. Thurau (Ger) 6-2 4-6 6-2, Boehler (Ger) b. Martini 6-1 6-3. Da concludere: Lescure (Fra)-Gelade (Bel), De Marinis-Brouwer (Ned), Bertola (Sui)-Vigani.

Leggi Tutto

Questo sito è full responsive ed è correttamente visualizzabile su ogni dispositivo. Computer, smartphone e tablet di ogni misura...