Posts Taggati ‘Italia Tennis Tour’

Grande successo per il Tennis Tour 2017



Milano, 15 novembre 2017 – Il successo è tangibile, da vedere e ammirare nei numeri di un circuito nato solo nel 2016 ma capace appena un anno dopo di raccogliere fra Lombardia e Piemonte la bellezza di 5.110 iscrizioni, per un totale di 52 tappe combined che hanno dato vita a 124 tornei tra singolare maschile, femminile e doppio. Ma i risultati del Tennis Tour ideato da Davide Golinelli, sparso fra le province di Milano, Como, Varese, Novara, Cuneo e quella del Verbano-Cusio-Ossola, diventano ancora più importanti se si guarda alla soddisfazione dei giocatori, che hanno trovato un circuito organizzato nei minimi dettagli, per sentirsi come dei veri professionisti. “Ho sempre creduto in questo progetto – dice Golinelli – e sono soddisfatto di come è andata. L’obiettivo era realizzare qualcosa che fosse il più fruibile possibile per giocatori e organizzatori, e ce l’abbiamo fatta. Il progetto è piaciuto e i numeri ci danno ragione. Il fatto che sia organizzato come una sorta di piramide, che parte dai circuiti provinciali per arrivare fino al Master regionale è stata l’idea vincente, come le condizioni messe in campo nei confronti dei club, per i quali organizzare tappe del Tennis Tour è stato fin qui totalmente gratuito”. Come in ogni successo che si rispetti, i meriti vanno divisi con tutte le realtà coinvolte, in particolare IMG Academy, che ha messo a disposizione due borse di studio negli Stati Uniti per i campioni regionali under, e SmatchMe, intervenuta con un investimento importante. “In più – prosegue Golinelli – devo ringraziare anche i delegati provinciali della Fit, che hanno creduto molto nel progetto. Da Ezio Terreni per Varese a Walter Schmidinger per Como, poi ancora Roberto Ferrario per Milano, Dario Bozza per Novara, Giorgio Clavico per il Verbano-Cusio-Ossola e Mauro Favari per Cuneo. Più i due Comitati Regionali, lombardo e piemontese. Il merito della diffusione del Tennis Tour è di tutti”.

Tuttavia, malgrado l’enorme successo del 2017, il Tennis Tour non ha intenzione di sedersi sugli allori, e può già svelare le prime novità per il 2018, perché è quando tutto funziona a dovere che bisogna provare a migliorare ancora. La più importante novità riguarderà l’apertura del circuito all’intera terza categoria: i tornei non saranno più limitati a 3.3 ma si passerà a 3.1, per far crescere ancora la qualità degli incontri (e quindi il numero di spettatori) e dare a sempre più giocatori la possibilità di accedere al servizio. In più, per rafforzare l’aspetto sociale del circuito, nascerà anche un nuovo portale aperto a sponsor, club e stampa, che saranno liberi di pubblicare a piacimento e interagire coi giocatori. L’obiettivo è di renderlo una vetrina commerciale, ma non solo. In cantiere anche una possibile collaborazione col circuito Fit-Tpra per le fasi finali della categoria 4.4/4.5/4.6/Nc, l’arrivo di due montepremi di spessore per i Master finali delle due regioni (si parla di circa 10.000 euro cadauno, con premi in valore), e l’apertura a nuove province, per rendere il Tennis Tour una realtà sempre più ampia. “Nel 2018 – dice Golinelli – è previsto l’allargamento del calendario in Piemonte. Diciamo che laddove quest’anno c’è stata difficoltà nell’organizzare il Master regionale, dal prossimo anno non ci saranno più problemi, con il probabile ingresso di Torino, Vercelli e Biella. Ma non vogliamo limitare il circuito a Lombardia e Piemonte: noi siamo aperti e pronti a diffonderci in qualsiasi provincia, e non vediamo l’ora di crescere, sbarcare anche in altre regioni e offrire un servizio ancora più accurato”. Il sogno non è difficile da intuire: una diffusione a macchia d’olio del circuito, così da poter dar vita a un Master nazionale fra i campioni di ogni regione. “È il nostro sogno – chiude Golinelli – e non appena ci saranno le basi per organizzarlo non perderemo l’occasione”. Allora sì che il Tennis Tour diventerà un vero fenomeno a livello nazionale. Le basi gettate nel 2017 lasciano ben sperare.

Leggi Tutto

Il Master lombardo del Tennis Tour ha premiato i campioni 2017



Milano, 31 ottobre 2017 – Accontentarsi? Nel tennis non è mai una buona idea. Per informazioni citofonare a casa Bogni, dove il sedicenne Andrea ha appena portato altri due trofei, fra i più importanti nella bacheca del giovane tennista varesino, autentico protagonista nella prima edizione del Master lombardo del Tennis Tour. Il giovane della Scuola Tennis Le Querce di Casorate Sempione era stato fra i migliori del 2017 nel maxi circuito di tornei di terza categoria (limitati ai 3.3) organizzato fra Lombardia e Piemonte, ma non era fra i più attesi all’evento conclusivo. Invece, sui campi del Tennis Busto Garolfo si è regalato un weekend da star, mettendo tutti in fila in entrambi i tabelloni ai quali ha partecipato. Prima ha vinto nella categoria under 12/14/16, battendo in finale Luigi Corrias e conquistando la borsa di studio del valore di 2.389 dollari (circa 2.000 euro) per trascorrere una settimana di allenamento nella mitica IMG Academy di Bradenton (Florida), l’accademia più famosa del mondo. Poi, non pago, ha conquistato anche il tabellone assoluto, al termine di una splendida finale contro l’altra sorpresa Ezio Giola, già superato nella finale del Master provinciale varesino. Un primo set giocato al massimo ha portato in vantaggio Giola, ma alla lunga la tenuta fisica e la solidità del più giovane hanno fatto la differenza. Bogni ha vinto agevolmente il secondo set e poi l’ha spuntata al terzo aiutato anche dai crampi accusati dal rivale in avvio di terzo set. Quest’ultimo è riuscito comunque a giocarsela fino in fondo, ma il problema ne ha limitato il rendimento, fino al k.o. per 5-7 6-2 6-4.

Doppietta anche per Francesca Sganga: un problema fisico nella finale del Master di Varese le era costato il titolo provinciale e il record di imbattibilità fra i 3.306 partecipanti al Tennis Tour nella sola Lombardia, ma la maestra del Tennis Tosi si è rifatta a livello regionale. Ha vinto con agio fra le Ladies 40 e poi ha conquistato anche il titolo assoluto, superando la giovane Samira De Stefano in una finale molto piacevole, specialmente nel secondo set. La De Stefano ha avuto anche a disposizione due set-point sul 5-4 e 40-15, ma l’esperta insegnante milanese li ha cancellati entrambi e poi ha cambiato marcia, chiudendo per 6-2 7-5. Per la De Stefano c’è stata comunque la gioia del titolo fra le under, che le vale il viaggio a Bradenton nel regno di Nick Bollettieri. Decisivo, nello splendido duello contro Ilaria Semplici, il settimo game del terzo set. L’ha conquistato lei, l’avversaria ha perso la concentrazione nel gioco successivo e il tanto ambito traguardo è diventato realtà. L’altro titolo assoluto è andato invece alla coppia comasca Colombo/Giacchi, passata con un doppio 6-1 in finale sui milanesi Gallina e Massetti. Nei tabelloni di quarta categoria, titoli regionali a Paolo Panaro, Camilla Angioni Martino (l’unica campionessa non lombarda: è del Piemonte), Alessandro Belcore e Annamaria Cirrito; nell’over 45 a Giulio Cavalli; nell’over 55 a Marco Grilli, capace di battere a sorpresa il favorito Gianluca Raniolo. “È un onore – ha detto Davide Golinelli, deus ex machina dell’evento – aver ideato il circuito più grande della Lombardia. Ci tengo a ringraziare il Comitato regionale della Fit, che ci ha sostenuto col suo patrocinio e ha collaborato alla creazione del Master finale, giocato davanti alle telecamere di SuperTennis: un grande valore aggiunto. La stagione è andata a meraviglia e sono felice si sia conclusa al Tennis Busto Garolfo, dove abbiamo trovato un direttivo affiatato e ben organizzato. Ci hanno fatto sentire a casa, dando grandissima attenzione all’evento”. I giocatori se ne sono accorti, e ricambieranno. Per il Tennis Tour il meglio deve ancora venire.

TUTTI I RISULTATI DEL MASTER LOMBARDO DEL TENNIS TOUR

Singolare maschile lim. 3.3 – Semifinali: Bogni b. Pirello 6-4 6-3, Giola b. Federico 6-4 6-3. Finale: Bogni b. Giola 5-7 6-2 6-4.

Singolare femminile lim. 3.3 – Semifinali: De Stefano b. Semplici 6-4 6-2, Sganga b. Verzin 6-3 6-0. Finale: Sganga b. De Stefano 6-2 7-5.

Singolare maschile lim. 4.1 – Semifinali: Barani b. Lusardi 6-3 6-4, Panaro b. Rosa 6-4 6-0. Finale: Panaro b. Barani ritiro.

Singolare femminile lim. 4.1 – Semifinali: Angioni b. Gatti 6-3 6-0, Dell’Orto b. Carugo 6-1 6-1. Finale: Angioni b. Dell’Orto 6-4 6-2.

Singolare maschile lim. 4.4 – Semifinali: Giussani b. Menegazzo 4-6 6-1 6-4, Belcore b. Taroni 6-4 6-1. Finale: Belcore b. Giussani 6-2 6-4.

Singolare femminile lim. 4.4 – Semifinali: Cirrito b. Benini 6-3 6-2, Nepomuceno b. Fraenza 6-3 6-2. Finale: Cirrito b. Nepomuceno 1-6 6-3 6-1.

Over 45 – Semifinali: Rossetti b. Barani 6-4 2-1 ritiro, Cavalli b. Rosa 7-6 6-4. Finale: Cavalli b. Rossetti 6-4 6-2.

Over 55 – Semifinali: Raniolo b. Corti 6-3 6-3, Grilli b. Lomonte 6-2 6-1. Finale: Grilli b. Raniolo 6-3 6-4.

Ladies 40 – Semifinali: Sganga b. Perondi 6-0 6-0, Chavarria b. Ruggeri 4-6 6-1 6-2. Finale: Sganga b. Chavarria 6-1 6-2.

Under 12/14/16 maschile – Semifinali: Bogni b. Zingaro 6-2 6-4, Corrias b. Pirrello 6-3 6-2. Finale: Bogni b. Corrias 6-3 6-4.

Under 12/14/16 femminile – Semifinali: De Stefano b. Belotti 6-3 6-2, Semplici b. Ardo 6-4 7-5. Finale: De Stefano b. Semplici 6-0 3-6 6-3.

Doppio maschile – Semifinali: Colombo/Giacchi b. Gatti/Cremonesi 6-2 6-0, Gallina/Massetti b. Dal Bosco/Cremonesi ritiro. Finale: Colombo/Giacchi b. Gallina/Massetti 6-1 6-1.

Leggi Tutto

Al via il Master lombardo del Tennis Tour



Milano, 13 ottobre 2017 – Sessanta giocatori da tre province diverse, dodici titoli in palio e due borse di studio per l’IMG Academy di Nick Bollettieri, pronte a portare a Bradenton (Florida) i due vincitori delle categorie under. Sono queste le premesse della prima edizione del Master lombardo del Tennis Tour, il maxi circuito di tornei di terza categoria (limitati ai 3.3) pronto al gran finale con un evento che racchiuderà in 12 tabelloni i migliori giocatori stagionali delle province di Varese, Milano e Como. L’evento scatta sabato sui campi dell’Asd Tennis Busto Garolfo, pronto ad accogliere racchette e ambizioni nella nuova struttura pressostatica aperta di recente con due campi in terra battuta, e pronta all’inaugurazione ufficiale proprio in occasione delle finali del Master, in programma domenica 29 ottobre. È sul rosso che si giocheranno la gran parte degli incontri, fatta eccezione per quelli di quattro categorie: under maschile e femminile, e quarta categoria maschile e femminile (4.4/4.5/4.6/Nc). Questi andranno in scena sul campo sintetico della struttura. Tutti sulla terra, invece, terza categoria maschile e femminile, quarta categoria (da 4.1 a 4.3 maschile e femminile), veterani (over 45, over 55 e ladies 40) e doppio maschile. In virtù della divisione di categoria operata solo per i Master e non per le tappe, ben 12 giocatori saranno al via in due tabelloni diversi. Fra loro anche i vincitori dei Master assoluti di Como e Varese: Luigi Corrias e Andrea Bogni nel maschile, oltre alla sola Samira De Stefano nel femminile. Un risultato, per quest’ultima, dal valore doppio se si considera che la giocatrice della Scuola Tennis Varese ha solamente 13 anni. Ma non sarà comunque lei la più giovane al via, superata dalla 12enne del Club Tennis Ceriano Alice Dell’Orto, unica under 12 in gara e anche lei pronta a giocare in due tabelloni differenti: l’under 12/14/16 e il quarta categoria per 4.4/4.5/4.6/Nc.

“Dopo aver raccolto qualcosa come 3.234 iscrizioni solamente in Lombardia nell’arco dei sei mesi del circuito – ha detto Davide Golinelli, ideatore del Tennis Tour -, mi aspetto che il Master si riveli una festa per tutti: per il circuito, per i club che l’hanno ospitato e per i giocatori che da marzo in avanti ci hanno accompagnato in questa splendida avventura. Avventura che non sarebbe potuta iniziare meglio di così, anche grazie al patrocinio del Comitato Regionale Lombardo della Fit e dei delegati provinciali di Varese, Milano e Como: Ezio Terreni, Roberto Ferrario e Walter Schmidinger. Il Tennis Tour – ha continuato Golinelli – è già diventato il più grande circuito tennistico della Lombardia, e giunti a questo punto non ci resta che augurarci che il Master finale sia un’ulteriore vetrina per farci conoscere, e fare in modo che il prossimo anno i numeri diventino ancora più importanti, indipendentemente da un’eventuale crescita nel totale delle province lombarde coinvolte nel progetto”. Chi spera di far festa sono soprattutto gli under, con Samira De Stefano a guidare l’elenco delle pretendenti al titolo nel femminile. Oltre a coppa e prestigio, grazie alla collaborazione nata fra il Tennis Tour e l’IMG Academy, ai due giovani campioni andrà anche una borsa di studio del valore di 2.389 dollari (circa 2.000 euro), per trascorrere una settimana di allenamenti nell’accademia di Bradenton guidata dal “guru” degli allenatori di tennis Nick Bollettieri, l’uomo che ha forgiato alcuni dei più grandi campioni della storia della racchetta. Un’opportunità di quelle che capitano raramente nella vita.

Leggi Tutto

Novara Tennis Tour, Scotti e Milani i campioni 2017



Novara, 11 ottobre 2017 – Dopo dodici tappe e oltre sei mesi di battaglie sparse da nord a sud della provincia, il Novara Tennis Tour ha finalmente i suoi campioni. Li ha decretati il Master finale giocato nello splendido palazzetto dell’Asd La Piramide di Casalbeltrame, cornice ideale per un torneo conclusivo che ha ritoccato di nuovo i numeri di un successo senza precedenti, portandoli a un totale di 1.329 iscrizioni, 1.137 incontri disputati e 92 circoli (da 13 province di tre regioni diverse) in grado di schierare almeno un giocatore nel tour. A contendersi i successi finali erano addirittura in cento, divisi nelle varie categorie capeggiate dal singolare maschile e femminile limitato a 3.3, categoria massima per poter prendere parte al circuito. E proprio 3.3 è la classifica del vincitore fra gli uomini, quell’Alessandro Scotti che si è presentato al Master come prima testa di serie, e ha rispettato i pronostici della vigilia al termine di una finale spettacolare contro Francesco Caratti, curiosamente già battuto all’ultimo atto della seconda tappa (Arona). A maggio era finita con un doppio 7-5, mentre stavolta il giovane Caratti (under 16) è riuscito a trascinare al terzo il rivale, ma alla lunga l’esperienza dell’over 45 novarese è venuta fuori, insieme a cinismo e lucidità nelle fasi finali, armi perfette per chiudere 6-4 2-6 6-3. Grande favorita a segno anche nel femminile: doveva vincere Francesca Milani e così è stato, con una finale dominata contro Camilla Angioni, superata per 6-1 6-2. Sorpresa invece nel doppio maschile, conquistato dalla coppia Caratti/Guala, capace di farsi strada a suon di exploit (notevole quello al 2° turno contro Mora/Baldon) fino a un titolo insperato, strappato in due set a Pati/Spalenza.

Fra i grandi protagonisti del Master anche Sergio Barani, che si è guadagnato il ruolo di simbolo del Tennis Tour, disputando la bellezza di 32 tappe nelle varie province e riuscendo a qualificarsi per sette Master diversi: due nei circuiti di Milano, Como e Varese, e uno in quello di Novara. Sul veloce indoor di Casalbeltrame era in gara nel torneo per 4.1, 4.2 e 4.3, e l’ha vinto spuntandola al tie-break del terzo set nella finale contro Filippo Brustia. Nel femminile, invece, il titolo dei quarta categoria è andato all’under 18 Rebecca Salis, a segno in rimonta nella finale contro Silvia Spagnolini, la quale però ha conquistato comunque un titolo, imponendosi fra le Ladies 40. Nella categoria limitata ai 4.3, invece, successi per Jacopo Zanotti ed Elisa Bozzola, mentre fra gli over l’hanno spuntata Marco Sansotera, bravo a far valere la sua superiorità nell’over 55, ed Edoardo Pozzi, che si è laureato campione fra gli over 45. Dai veterani ai giovani, racchiusi in due tabelloni che comprendevano dagli under 12 agli under 16: a vincere Nicolò Marchetti e la sorprendente Victoria Carvajal, che al primo turno ha fatto fuori Francesca Milani, poi vincitrice nella categoria assoluta. A premiare, presenti Dario Bozza, delegato Fit per la provincia di Novara, e Giorgio Clavico, delegato Fit per la provincia del Verbano-Cusio-Ossola, oltre che consigliere regionale del Comitato piemontese. “Fra tutti i Tennis Tour – ha detto l’ideatore Davide Golinelli – quello di Novara è stato quello a raccogliere il maggior numero d’iscrizioni. Un successo che vorrei condividere con Dario e Giorgio, che non solo hanno creduto da subito nel progetto ma lo hanno spinto giorno dopo giorno, creando un egregio lavoro di squadra. Il risultato ci ripaga di tutti gli sforzi compiuti, e siamo già al lavoro per studiare l’edizione 2018”.

TUTTI I RISULTATI DEL MASTER FINALE

Singolare maschile lim. 3.3 – Semifinali: Scotti b. Taglione 7-6 6-2, Caratti b. Mazzocchi 6-2 4-6 7-5. Finale: Scotti b. Caratti 6-4 2-6 6-3.

Singolare femminile lim. 3.3 – Semifinali: Milani b. Zapelli 7-5 6-1, Angioni b. Vanotti ritiro. Finale: Milani b. Angioni 6-1 6-2.

Singolare maschile lim. 4.1 – Semifinali: Barani b. Sansotera 6-2 6-4, Brustia b. Bricchi 6-4 6-3. Finale: Barani b. Brustia 3-6 6-2 7-6.

Singolare femminile lim. 4.1 – Semifinali: Spagnolini b. Longo 6-0 6-2, Salis b. Viganò 7-6 6-3. Finale: Salis b. Spagnolini 3-6 6-4 6-3.

Singolare maschile lim. 4.4 – Semifinali: Zanotti b. Ginepro 4-6 6-1 6-1, Spallina b. Lisotti 6-3 6-4. Finale: Zanotti b. Spallina 6-3 6-4.

Singolare femminile lim. 4.4 – Semifinali: Bozzola b. Benzi 6-1 6-0, Rossi b. Vicari 6-2 6-3. Finale: Bozzola b. Rossi 6-4 7-6.

Over 45 – Semifinali: Solaro b. Francisco 6-2 6-7 6-0, Pozzi b. Tarlao 6-2 6-2. Finale: Pozzi b. Solaro ritiro.

Over 55 – Semifinali: Sansotera b. Castellaro 6-1 6-0, Giammarinaro b. Zanazzo 6-7 7-6 ritiro. Finale: Sansotera b. Giammarinaro 6-3 6-2.

Ladies 40 – Semifinali: Spagnolini b. Vanotti 3-6 7-6 7-6, Brustia b. Foglio 6-2 6-0. Finale: Spagnolini b. Brustia 6-3 6-3.

Under 12/14/16 maschile – Semifinali: Marchetti b. De Vecchi 6-2 7-5, Quatraccioni b. Bricchi 6-2 6-4. Finale: Marchetti b. Quatraccioni 6-3 6-4.

Under 12/14/16 femminile – Semifinali: Carvajal b. Maduzzi 6-1 6-2, Portalupi b. Angioni 6-3 6-4. Finale: Carvajal b. Portalupi 6-4 7-5.

Doppio maschile – Semifinali: Caratti/Guala b. Bricchi/Taglione 6-2 7-6, Pati/Spalenza b. Aina/Bozza ritiro. Finale: Caratti/Guala b. Pati/Spalenza 6-2 6-4.

Leggi Tutto

Milano Tennis Tour, Federico e Verzin conquistano il Master



Milano, 10 ottobre 2017 – Lui è over 40, lei under 14, ma Simone Francesco Federico e Irene Verzin hanno tante cose in comune. Come le racchette nel borsone, la passione per il tennis e da domenica anche il titolo di campioni stagionali assoluti del Milano Tennis Tour, il circuito di tornei di terza categoria limitati ai 3.3 nato nel 2016. Dopo le dieci tappe sparse da aprile a settembre, la manifestazione ha incoronato i suoi 13 re provinciali sui campi in erba sintetica dello Sport Time Lacchiarella, dove i 75 migliori giocatori della stagione si sono trovati per il Master finale, diviso in varie categorie. Una resa dei conti in salsa tennistica che ha consegnato i due premi più ambiti proprio a Federico e Verzin, vincitori nel tabellone assoluto, aperto fino ai 3.3. Due successi che profumano di conferme, visto che il primo aveva conquistato di recente la tappa del Cus Milano, battendo quel Beltrami che al Master era la prima testa di serie ma che è stato tradito da un attacco febbrile, mentre la 13enne dello Junior Tennis Milano era stata più volte protagonista nel corso dell’anno. In finale Federico l’ha spuntata per 6-2 7-5 contro Nicolò Pirrello, mentre la Verzin ha vinto una battaglia fra teenager contro Ilaria Semplici, regolata per 6-7 7-5 6-3. Un punteggio che ha lasciato tanto amaro in bocca alla ragazza di Parabiago, visto che in precedenza aveva battuto proprio la stessa avversaria nelle semifinali del Master di categoria under 12/14/16, andando poi a prendersi il titolo. Ma Ilaria si può consolare con la classifica dei club, vinta anche grazie ai suoi risultati dal Circolo Tennis Parabiago, davanti a Tennis Club Lainate e Quanta Club Milano. Sorpresa, invece, nel tabellone di doppio, che ha premiato la coppia composta da Diego Gallina, presidente del club ospitante, e Massimo Massetti. Fra semifinale e finale i due hanno battuto sia i primi favoriti Mazzucco/Colautto sia i secondi Gatti/Cremonesi, spuntandola sempre per 11/9 al super tie-break decisivo, salvando un match-point nel primo caso e addirittura tre nel secondo.

Nei tabelloni limitati a 4.1 invece sono arrivate le vittorie di Laura Carugo e Paolo Panaro, in quelli limitati ai 4.4 titolo a Ludovica Fraenza e a Gabriele Colombo, unico capace di conquistare due Master grazie al successo ottenuto anche nella categoria over 55. Nell’over 45 il Master è finito nelle mani di Giulio Cavalli, mentre fra le Ladies 40 l’ha spuntata Francesca Sganga, unica giocatrice abile a chiudere il Tennis Tour senza sconfitte. In virtù di numerose vittorie sarebbe stata favoritissima anche nella categoria assoluta, ma nel Milano Tennis Tour ha scelto di giocare solo fra le veterane (mentre a Varese, per esempio, ha disputato con successo entrambe le categorie), lasciando spazio alle più giovani. Completa il quadro il tabellone maschile under 12/14/16, vinto dallo stesso Pirrello finalista assoluto. Alla presenza di Roberto Ferrario, delegato FIT per la provincia di Milano, il Milano Tennis Tour si è chiuso con 1.156 iscrizioni e 1.058 incontri disputati. Ora spazio al Master regionale dal 14 al 29 ottobre al Tennis Busto Garolfo, con in campo tre province: Milano, Como e Varese (qualificati il vincitore e il finalista di tutti i Master): tutti gli aventi diritto hanno già aderito. Un dato che la dice lunga sul prestigio dell’evento, arricchito dai numerosi premi in palio. Su tutti un viaggio-stage di una settimana all’IMG Academy di Bradenton, l’accademia più celebre al mondo. Dove il mitico Nick Bollettieri è pronto ad accogliere i due vincitori della categoria under.

TUTTI I RISULTATI DEL MASTER FINALE

Singolare maschile lim. 3.3

Semifinali: Federico b. Croci 6-2 6-4, Pirrello b. Rossetti 7-5 6-2. Finale: Federico b. Pirrello 6-2 7-5.

Singolare femminile lim. 3.3

Semifinali: Verzin b. Scarfò 6-2 6-0, Semplici b. Di Palma 6-0 6-4. Finale: Verzin b. Semplici 6-7 7-5 6-3.

Singolare maschile lim. 4.1

Semifinali: Barani b. Lomonte 6-1 6-0, Panaro b. Lusardi 6-1 6-2. Finale: Panaro b. Barani 6-0 6-1.

Singolare femminile lim. 4.1

Finale: Carugo b. Gatti 6-2 6-0.

Singolare maschile lim. 4.4

Semifinali: Colombo b. Gambaro 6-4 6-4, Taroni b. Cribiù 6-0 6-3. Finale: Colombo b. Taroni 6-1 6-4.

Singolare femminile lim. 4.4

Semifinali: Fraenza b. Beltrami 6-2 6-2, Viola b. Mari 6-0 6-1. Finale: Fraenza b. Viola 6-2 7-5.

Over 45

Semifinali: Cavalli b. Barani ritiro, Rossetti b. Sanzone 6-4 6-4. Finale: Cavalli b. Rossetti 7-6 6-4.

Over 55

Finale: Colombo b. Lomonte 6-4 6-0.

Ladies 40

Semifinali: Sganga b. Perondi 6-1 6-0, Ruggeri b. Roveda 6-2 6-2. Finale: Sganga b. Ruggero 6-1 6-4.

Under 12/14/16 maschile

Semifinali: Zingaro b. Deiro 6-1 6-1, Pirrello b. Di Silvio ritiro. Finale: Pirrello b. Zingaro 6-1 7-5.

Under 12/14/16 femminile

Semifinali: Belotti b. Monolo ritiro, Semplici b. Verzin 6-4 6-2. Finale: Semplici b. Belotti 6-4 6-0.

Doppio maschile

Semifinali: Gallina/Massetti b. Mazzucco/Colautto 5-7 6-2 11/9, Gatti/Cremonesi b. Fornoni/Este 6-4 6-3. Finale: Gallina/Massetti b. Gatti/Cremonesi 6-7 6-3 11/9.

Leggi Tutto

Milano Tennis Tour, Consolandi e Sganga vincono a Parabiago



Milano, 26 settembre 2017 – Ci voleva l’ultima tappa prima del Master finale per regalare al Milano Tennis Tour la più grande sorpresa della stagione. O quasi, visto che il successo di Stefano Consolandi nel 1° Trofeo Ctp del Circolo Tennis Parabiago è sorprendente solo per l’attuale classifica del 42enne di casa, sceso fino a 4.3 e costretto a partire dal tabellone intermedio. Ma chi l’ha visto giocare si è accorto subito che il suo tennis vale molto di più, e che nasconde un passato da buon B3 nelle vecchie classifiche federali, prima di una quindicina d’anni senza giocare tornei. Il milanese ha deciso di ripensarci quest’anno, e dopo essersi fatto notare nella tappa di Legnano, ha vinto quella del club dove è tesserato, portando a casa otto match in una decina di giorni. Una prova di forza importante, costruita con un gran servizio, che dall’alto del suo metro e 95 è veramente un’arma di spessore, e con la costante ricerca della rete, per evitare scambi lunghi e non perdere il comando del gioco. Armi che in finale sono state fatali a Demetrio Devito, uno dei sette 3.3 al via. L’over 45 dello Sporting Mondodomani è riuscito a vincere il primo set, ma alla lunga il tennis di Consolandi ha fatto la differenza, regalandogli titolo e qualificazione per il Master finale. Un obiettivo che Francesca Sganga ha invece raggiunto addirittura in due Tennis Tour diversi: quello di Milano e quello di Varese. La 39enne milanese ha vinto a Parabiago il suo sesto torneo stagionale del circuito (tre nel Varesotto e tre nel Milanese), ed è l’unica giocatrice dell’intera manifestazione a non aver mai perso una partita. La sua legge è semplice: quando c’è, vince, grazie a un tennis d’altri tempi fatto di tocco e talento, particolarmente indigesto alle giovani di oggi. Dopo i successi a Dairago e Busto Garolfo, la maestra del Tennis Tosi di Legnano ha fatto tris cedendo appena cinque game in due incontri: due contro Rebecca Belotti e tre contro Simona Fraenza.

La Sganga ha chiuso al secondo posto della classifica generale, dietro alla sola Giada Zorzan, proprio come i fratelli Sebastiano e Marzio Morlacchi, vincitori del tabellone di doppio. E pensare che i due avevano rischiato grosso già all’esordio contro il maestro di casa Cristiano Colla e il suo allievo Stefano Mazzetto, ma una volta conquistato quel match al long tie-break (5-7 6-2 10/7 lo score) hanno cambiato marcia. L’eliminazione al secondo turno dei leader Mazzucco/Colautto gli ha dato una mano, e loro si sono fatti trovare pronti vincendo quarti di finale, semifinale e finale senza cedere un set. Battuti, all’ultimo atto, Mauro Cossani e Andrea Esposito, vincitori nel marzo 2016 della prima storica tappa del Tennis Tour, giocata a Lonate Ceppino (Varese). Al Master finale ci saranno anche questi ultimi, come terzi della classifica, insieme ad altri 134 giocatori che dal 30 settembre all’8 ottobre calcheranno i tre campi indoor in erba sintetica dello Sport Time Lacchiarella, sede del maxi-evento conclusivo del circuito, capace di coinvolgere nelle dieci tappe la bellezza di 1.078 atleti. Ben tredici se ne andranno da vincitori: i due doppisti più sei uomini e cinque donne. Oltre agli otto tabelloni (quattro maschili e quattro femminili) per 3.3/3.4/3.5, 4.1/4.2/4.3, 4.4/4.5/4.6/Nc, e under 12/14/16, per le donne ci sarà anche il ladies 40, per gli uomini l’over 45 e l’over 55. Un bel modo per premiare più giocatori possibile, e lasciare un’impronta tangibile della qualità e del successo del Tennis Tour.

RISULTATI

10° TAPPA – Circolo Tennis Parabiago

Singolare maschile – Quarti di finale: Panaro b. Orrù 6-2 4-6 6-2, Devito b. Colla 7-5 4-6 6-3, Varano b. Rossetti 3-6 7-5 6-2, Consolandi b. Colombo 6-3 6-4. Semifinali: Devito b. Panaro 6-4 6-1, Consolandi b. Panaro 6-1 6-1. Finale: Consolandi b. Devito 4-6 6-3 6-3.

Singolare femminile – Semifinali: Sganga b. Belotti 6-2 6-0, S. Fraenza b. L. Fraenza 6-0 6-0. Finale: Sganga b. S. Fraenza 6-2 6-1.

Doppio maschile – Semifinali: Cossani/Esposito b. Quintavalla/Schiavio ritiro, Morlacchi/Morlacchi b. Panaro/Panaro 6-2 6-2. Finale: Morlacchi/Morlacchi b. Cossani/Esposito 6-3 6-4.

MILANO TENNIS TOUR ON-LINE Tutti i tabelloni, i risultati aggiornati, il calendario dei tornei e le classifiche su www.milanotennistour.it.

Leggi Tutto

Novara Tennis Tour, prima del Master vittorie per Dell’Aquila-Portalupi



Novara, 25 settembre 2017 – La lunga attesa è finita: la prima edizione del Novara Tennis Tour ha appena mandato in archivio la dodicesima e ultima tappa della “regular season”, ed è prontissima per il Master finale, al via sabato 30 settembre. La lista dei partecipanti è diventata ufficiale dopo l’appuntamento concluso al Tennis “Il Noce” di Varallo Pombia, un piccolo gioiello che ha ospitato una tappa degna del ruolo di ultima prima pre-Master, con al via 110 giocatori e oltre 30 “terza categoria” soltanto nel singolare maschile, la gran parte dei quali a caccia di punti preziosi per agguantare gli ultimi posti disponibili per il super torneo conclusivo. Un risultato che Giacomo Dell’Aquila si era già garantito con i vari piazzamenti ottenuti nel corso dell’anno, e che ha consolidato regalandosi il primo titolo in un tabellone maschile dominato dai portacolori dell’Asd Tennis Novara. Sono arrivati in semifinale in tre: oltre a Dell’Aquila, Matteo Rosso e Marcello Graziano, conquistando i punti necessari per regalare al loro club il sorpasso ai danni del Tc Piazzano, e il conseguente successo nella classifica dei club. Come anticipato, il successo finale è andato a Dell’Aquila, che nella finale in famiglia con Rosso l’ha spuntata per 6-2 3-6 6-2 dopo una battaglia piacevole e lunghissima, nella quale ha fatto la differenza la miglior condizione atletica del vincitore, capace di arrivare ancora su tutte le palle dopo quasi tre ore di battaglia. Nel singolare femminile, invece, il titolo è andato all’under 16 Gaia Portalupi, prima testa di serie, che ha bissato il successo conquistato a Cerano (3° tappa) e ha raggiunto a quota due vittorie nel Novara Tennis Tour proprio quella Francesca Milani superata in finale (6-1 7-5). Tutto secondo pronostico anche nel doppio: i favoriti erano i maestri Marco Perotti e Maurizio Sargentoni, e il titolo è finito proprio nelle loro mani, dopo la finale risolta per 7-5 6-4 contro Mazzocchi/Dell’Aquila.

Matteo Rosso (finalista) e Giacomo Dell'Aquila (vincitore)

Matteo Rosso (finalista) e Giacomo Dell’Aquila (vincitore)

Tutti i vincitori della dodicesima tappa saranno dunque fra i favoriti nel Master conclusivo, al quale parteciperanno la bellezza di 136 atleti, poco più del 10% dei 1.228 iscritti raccolti in stagione dal Novara Tennis Tour nelle sue 12 tappe. È questo uno dei tanti dati che certificano la qualità e la buona riuscita del circuito, insieme ai 1.058 incontri disputati e ai 92 club che hanno schierato almeno un giocatore nel Tour, di 13 province e 4 regioni diverse: Lombardia, Piemonte, Liguria ed Emilia Romagna. Ma il bello viene ora, con il maxi-evento finale che dal 30 settembre all’8 ottobre scalderà i due campi indoor del palazzetto del Tennis Club “La Piramide” di Casalbeltrame. Già, perché a differenza delle tappe classiche del circuito, in occasione del Master è prevista la divisione nelle varie categorie, che andrà a produrre la bellezza di dodici tabelloni differenti. Nel maschile saranno sei: uno per 3.3, 3.4 e 3.5, uno per 4.1, 4.2 e 4.3, uno per 4.4, 4.5, 4.6 e Nc, e poi ancora over 45, over 55 e uno complessivo per gli under: 12, 14 e 16. Nel femminile cinque: uno per 3.3, 3.4 e 3.5, uno per 4.1, 4.2 e 4.3, uno per 4.4, 4.5, 4.6 e Nc, Ladies 40 e giovani. Più il doppio maschile. La chicca targata Tennis Tour è che ogni categoria di gara avrà il suo vincitore, così che anche quei giocatori che hanno mostrato grande attaccamento al circuito partecipando a numerose tappe, ma non hanno la preparazione adatta per poter vincere un torneo di terza categoria limitato 3.3 (il livello degli appuntamenti standard), possano vedere il loro impegno ripagato con un titolo. E ci sarà da divertirsi.

RISULTATI

12° TAPPA – TENNIS IL NOCE

Singolare maschile – Quarti di finale: Codeluppi b. Crivelli 2-6 7-6 6-2, Rosso b. Pinaroli 3-6 6-0 6-3, Graziano b. Mazzocchi 7-5 6-2, Dell’Aquila b. Stanzione 7-5 6-0. Semifinali: Rosso b. Codeluppi 6-1 6-2, Dell’Aquila b. Graziano 6-3 6-2. Finale: Dell’Aquila b. Rosso 6-2 3-6 6-2.

Singolare femminile – Quarti di finale: Portalupi bye, Maduzzi b. Salis 6-4 6-2, Spagnolini b. Vercelli 6-0 6-0, Milani b. Angioni 7-6 7-6. Semifinali: Portalupi b. Maduzzi 6-1 6-2, Milani b. Spagnolini 7-6 6-1. Finale: Portalupi b. Milani 6-1 7-5.

Doppio maschile – Semifinali: Perotti/Sargentoni b. Baldon/Rassè 6-4 4-6 10/7, Mazzocchi/Dell’Aquila b. Graziano/Baracco 6-1 6-2. Finale: Perotti/Sargentoni b. Mazzocchi/Dell’Aquila 7-5 6-4.

NOVARA TENNIS TOUR ON-LINE Tutti i tabelloni, i risultati aggiornati, il calendario dei tornei e le classifiche su www.novaratennistour.it.

Leggi Tutto

Milano Tennis Tour, concluse le tappe a Lacchiarella e Cus Milano



Milano, 19 settembre 2017 – Come in ogni circuito che si rispetti, anche nel Milano Tennis Tour una buona fetta dei tennisti in gara è la stessa per diverse tappe. Ma c’è sempre spazio per le novità, e anche ora che il circuito di tornei di terza categoria limitato ai 3.3 è lanciatissimo verso la conclusione, continuano a presentarsi nuovi protagonisti. Come i sei che hanno conquistato i titoli in palio fra ottava e nona tappa, dallo Sport Time Lacchiarella al Cus Milano. Nella prima, il grande protagonista è stato il 3.5 Aldo Croci, 44enne della Walter Bertini Tennis Academy, partito a fari spenti ma capace di portare fino al titolo il suo tennis molto piacevole, costruito come una sorta di ibrido fra lo stile classico di un tempo e quello più moderno e potente. Una capacità di aggiornarsi e crescere nel pressing da fondo campo, ma senza dimenticare discese a rete e qualità a tutto campo, che gli è stata utilissima per farsi strada a suon di exploit e per battere in finale il giovane Valerio Pasotto, under 18 del Quanta Club, che invece a rete si è presentato solo per stringergli la mano al termine del match, combattutissimo ma ceduto di misura in entrambi i set, per 7-5 7-6. Ancora più combattuto il duello femminile, che ha consegnato la prima vittoria a Fabiola Scarfò. La 17enne milanese era la favorita, ma ha avuto comunque il suo bel daffare, battendo in semifinale Irene Verzin (vincitrice a Lainate) e poi obbligando Ilaria Di Palma a chiudere in passivo la sua domenica bestiale. In un solo giorno l’under 16 comasca ha giocato tre finali: al mattino ha vinto il Master Head Under 16 a Venegono, a mezzogiorno ha ceduto a Faloppio la finale di una tappa del Como Tennis Tour e alle 17 era in campo a Lacchiarella, dove una Scarfò più centrata che mai l’ha battuta in rimonta per 1-6 7-6 7-6. Nel doppio, invece, vittoria per i giovani Gatti/Cremonesi, bravi a farsi trovare pronti in finale dopo aver approfittato di due ritiri nei turni precedenti.

La premiazione allo Sc Lacchiarella

La premiazione allo Sport Time Lacchiarella

Due nomi nuovi anche fra i campioni della tappa del Cus Milano, che proprio grazie al Tennis Tour è tornato a ospitare tornei nazionali dopo un lunghissimo digiuno. E la “prima”, intitolata alla memoria di Dennis Dotti, è stata un autentico successo, aiutando Ilde Lalli a lanciare il suo periodo d’oro culminato addirittura con uno scudetto. La lady 55 classificata 3.3 della Canottieri Milano, non solo ha dominato il torneo battendo due delle protagoniste del circuito come Roveda e Verzin, quest’ultima regolata per 6-4 6-2 in finale, ma l’ha anche sfruttato per trovare la condizione in vista dei Campionati italiani veterani della settimana seguente, chiusi conquistando il titolo nazionale di categoria sui campi di Milano Marittima. Nel singolare maschile, invece, al Cus Milano il titolo è andato al 3.3 Simone Francesco Federico, 42enne tesserato per il Molinetto Country Club, capace sin dal primo turno di mostrare una netta superiorità. Basti pensare che in finale Federico ha lasciato appena cinque giochi (6-3 6-2) ad Alberto Beltrami, lo stesso che vincendo a inizio stagione allo Sporting Milano 3 di Basiglio era parso uno dei giocatori più attrezzati dell’intero circuito. Terminata anche la nona tappa, il Milano Tennis Tour è pronto per salutare anche l’ultima, che si chiuderà il prossimo sabato al Circolo Tennis Parabiago, e si appresta a conoscere i nomi di tutti i qualificati per il Master finale. Si giocherà di nuovo a Lacchiarella, dal 30 settembre all’8 ottobre. Ma con una posta in palio molto più alta.

RISULTATI

8° TAPPA – Sport Time Lacchiarella

Singolare maschile – Quarti di finale: Grigolato b. Federico ritiro, Croci b. Liguori 2-6 6-3 7-6, Pasotto b. Campari 7-6 6-4, Orrù b. Carlo 6-4 5-7 6-3. Semifinali: Croci b. Grigolato 6-1 4-1 ritiro, Pasotto b. Orrù 1-6 7-5 7-5. Finale: Croci b. Pasotto 7-5 7-6.

Singolare femminile – Quarti di finale: Scarfò bye, Verzin b. Guarnieri 6-1 7-5, Pezzoli b. De Margheriti 6-4 3-6 6-4, Di Palma bye. Semifinali: Scarfò b. Verzin 6-3 6-4, Di Palma b. Pezzoli 6-1 6-2. Finale: Scarfò b. Di Palma 1-6 7-6 7-6.

Doppio maschile – Semifinali: Gatti/Cremonesi b. Beltrami/Marmondi ritiro, Fornoni/Este b. De Martini/Anastasi 6-3 6-0. Finale: Gatti/Cremonesi b. Fornoni/Este 6-1 6-2.

9° TAPPA – Cus Milano

Singolare maschile – Quarti di finale: Campanella b. Zanini 6-3 6-4, Beltrami b. Scaccabarozzi 6-1 6-1, Marcora b. Fortunio 7-6 6-1, Federico b. Orrù 6-2 6-2. Semifinali: Beltrami b. Campanella 6-0 6-0, Federico b. Marcora 6-2 6-4. Finale: Federico b. Beltrami 6-3 6-2.

Singolare femminile – Quarti di finale: Lalli bye, Roveda b. Pala 6-1 6-0, Verzin bye, Forza bye. Semifinali: Lalli b. Roveda 6-1 6-1, Verzin b. Forzan 3-6 6-2 6-0. Finale: Lalli b. Verzin 6-4 6-2.

MILANO TENNIS TOUR ON-LINE Tutti i tabelloni, i risultati aggiornati, il calendario dei tornei e le classifiche su www.milanotennistour.it.

Leggi Tutto

Questo sito è full responsive ed è correttamente visualizzabile su ogni dispositivo. Computer, smartphone e tablet di ogni misura...