Posts Taggati ‘Olimpica Tennis Rezzato’

Town of Rezzato Trophy, incoronati gli otto re dell’Itf per veterani



Rezzato, 14 giugno 2019 – Un successo su tutta la linea per gli organizzatori, arricchito da due vittorie bresciane nei sette tabelloni di gara. È il bilancio dell’edizione numero tre del Town of Rezzato Trophy – Grand Prix Bredasole Wine, torneo Itf Senior di grado 4 concluso quest’oggi sui campi dell’Olimpica Tennis Rezzato. È stata un’ultima giornata di fuoco, per il gran caldo ma anche per un programma super concentrato, che ha assegnato sette titoli nell’arco di circa sei ore. A conquistare il primo, in mattinata, è stato l’instancabile bresciano Italo Terzi, 77 anni di simpatia da Palazzolo sull’Oglio, trionfatore nell’Over 75. Per conquistare il titolo gli è bastata una finale a senso unico contro Fabio D’Ascola, che era la prima testa di serie ma è riuscito a raccogliere un solo game, arrendendosi con il punteggio di 6-0 6-1. L’altro trofeo che resta in terra bresciana finirà invece nella bacheca di Maurizio Capra, l’unico a bissare il successo di dodici mesi fa. Con la differenza che nel 2018 vinse fra gli Over 60, mentre quest’anno era in gara nell’Over 65. Ciò che non cambia è il suo dominio, certificato dal 6-1 6-0 imposto in finale al campione uscente di categoria Francesco Piccinini, che come lui puntava al bis di titoli.

Marco Bianchi, 47 anni da Monza, ha trionfato nell’over 45 – Foto GAME Comunicazione & Media

Nell’Over 45 la vittoria è andata al monzese Marco Bianchi, che dopo aver concluso al primo posto uno dei due round robin ha superato senza difficoltà (6-1 6-3 il punteggio) il vincitore dell’altro girone, il trentino Massimiliano Riccardi, conquistando il quarto titolo Itf in carriera. Fra tutte, la finale più combattuta è stata quella dell’Over 70 maschile, che ha incoronato il parmense Giorgio Colla, passato per 6-3 6-3 contro Pier Luigi Garrone. Più facile la vittoria di Luca Vallania nell’Over 55: il milanese era la prima testa di serie del tabellone e ha confermato il ruolo di favorito con tre vittorie in due set. La più semplice è stata proprio l’ultima, 6-1 6-2 contro un combattivo Massimo Massetti, che ha pagato le fatiche della maratona vinta giovedì in semifinale contro Fabio Rossi. Finale a metà, invece, nell’Over 60, in cui Roberto Mussi aveva ormai il match in pugno (sul punteggio di 6-4 3-0), quando il suo avversario Claudio Maraffio ha gettato la spugna a causa di una fascite plantare che lo affligge già da qualche settimana. A chiudere l’elenco dei titoli quello del doppio maschile Over 70, conquistato da Giantullio Cornalba (già numero uno al mondo in doppio nell’Over 65) e Roberto Gardetti Nazzareno: 6-3 6-3 il punteggio del match contro Aureliano Donadini e Leonardo Barbieri.

RISULTATI

Singolare Over 45. Finale:Marco Bianchi b. Massimiliano Riccardi 6-1 6-3.

Singolare Over 55. Finale:Luca Vallania b. Massimo Massetti 6-1 6-2.

Singolare Over 60. Finale:Roberto Mussi b. Claudio Maraffio 6-4 3-0 ritiro.

Singolare Over 65. Finale:Maurizio Capra b. Francesco Piccinini 6-1 6-0.

Singolare Over 70. Finale:Giorgio Colla b. Pier Luigi Garrone 6-3 6-3.

Singolare Over 75. Finale: Italo Terzi b. Fabio D’Ascola 6-0 6-1.

Doppio Over 70. Finale: Cornalba/Gardetti Nazzareno b. Donadini/Barbieri 6-3 6-3.

Leggi Tutto

Venerdì di finali all’Olimpica Tennis. Sette titoli in palio nel Town of Rezzato Trophy



Rezzato, 13 giugno 2019 – All’Olimpica Tennis Rezzato sarà un venerdì da ricordare. Il ‘Town of Rezzato Trophy – Grand Prix Bredasole Wine’ giunge al gran finale e propone sette finali in serie, una via l’altra dalle 10 del mattino, per eleggere i campioni della terza edizione. A dare il la alla giornata toccherà agli Over 75, con una finale che vedrà di fronte i primi due favoriti della vigilia. Da una parte Fabio D’Ascola, 77enne milanese che oggi l’ha spuntata per 7-5 6-4 su Bruno Cremascoli, dall’altra il bresciano Italo Terzi, classe 1942, emerso in rimonta dalla semifinale contro Luigi Zeggiotti. Il primo set ha dato facilmente ragione a quest’ultimo, che l’ha chiuso con il punteggio di 6-2, ma poi è stato Terzi show, col veterano di Palazzolo sull’Oglio che ha lasciato un solo game fra secondo e terzo set, imponendosi per 2-6 6-0 6-1 e conquistando la sua prima finale del 2019. Alle 10 del mattino anche il via alla finale dell’Over 70, che cambierà padrone rispetto a dodici mesi fa. Il campione uscente Pierluigi Pagani, infatti, si è arreso per 6-2 6-2 a Giorgio Colla, che venerdì mattina se la vedrà col vincitore della semifinale serale fra Franco Zanolli e Pier Luigi Garrone. Alle 11, invece, sarà la volta dell’ultimo atto del singolare maschile Over 55, fra l’emiliano Luca Vallania, prima testa di serie, e Massimo Massetti, che nel pomeriggio ha vinto una battaglia lunga due ore e mezza contro il n.2 del seeding Fabio Rossi, sconfitto per 7-6 2-6 6-2.

Quasi in contemporanea (alle 11.30) scatterà anche la finale dell’Over 45, che vedrà di fronte i due giocatori promossi dai round robin terminati quest’oggi. Uno l’ha vinto Marco Bianchi, già capace di conquistare tre titoli a livello internazionale; l’altro Massimiliano Riccardi, che invece proprio a Rezzato ha fatto il suo debutto nel circuito Itf Senior, raggiungendo subito la finale. Si conoscono già anche i protagonisti della finale Over 65, che alle 12.30 vedrà Francesco Piccinini e il bresciano Maurizio Capra contendersi la seconda vittoria consecutiva nel torneo dell’Olimpica Tennis, che dodici mesi fa incoronò Capra nell’Over 60 e Piccinini proprio nell’Over 65. Ancora da definire, invece, i finalisti dell’Over 60, che usciranno dalle semifinali Maraffio-Guadagnoli e Fumagalli-Mussi, così come la coppia che contenderà al duo Cornalba/Gardetti il titolo del doppio Over 70. Sempre domani, all’Olimpica Tennis, anche le finali (maschile e femminile) del torneo di terza categoria “10° Memorial Giuseppe Ogna – Trofeo Ristorante Cascina Brugnola”. Per aggiungere un altro po’ di tennis a una giornata imperdibile.

Leggi Tutto

Il Town of Rezzato Trophy entra nel vivo



Rezzato, 12 giugno 2019 – Prima i veterani, poi alcuni degli under 12 più forti al mondo. Sono le tappe del percorso che fra giugno e luglio porta ben tre tornei internazionali all’Olimpica Tennis di Rezzato, dove in queste ore il primo dei tre appuntamenti si sta avvicinando alle fasi calde. A darsi battaglia sui campi avvolti nel verde in provincia di Brescia è il turno degli over, con la terza edizione del Town of Rezzato Trophy – Grand Prix Bredasole Wine, torneo Itf Senior di Grado 4 che eleggerà i suoi campioni fra giovedì e venerdì. La bella notizia è la presenza nei vari tabelloni maschili (dall’over 45 all’over 75) di ben quattro dei vincitori della passata edizione: Franco Cassani, Maurizio Capra, Francesco Piccinini e Pierluigi Pagani. Segno che si sono trovati particolarmente bene a Rezzato, in un appuntamento che punta molto proprio sulla qualità organizzativa, e così sono voluti tornare a difendere il titolo. Particolare la situazione che si è verificata nell’over 65 maschile, dove i campioni in carica sono addirittura due, visto che a Piccinini – qualificato per la finale grazie al successo per 6-2 7-5 su Sogliani – si è unito pure il bresciano Capra, vincitore nel 2018 fra gli over 60 e quest’anno passato tra gli over 65.

Si giocheranno giovedì, invece, le semifinali dei tabelloni over 55, 60, 70 e 75. Nell’over 55 il campione in carica Franco Cassani è atteso da un duello difficile contro la prima testa di serie Luca Vallania, emiliano numero 71 al mondo di categoria. Nell’altra semifinale, invece, sfida fra Fabio Rossi (numero 2 del seeding) e Massimo Massetti. Nell’over 60 le semifinali saranno fra Claudio Maraffio e Alberto Guadagnoli, e fra Dino Fumagalli e Roberto Mussi. Passando all’over 70, il tabellone più popolato con ben 18 partecipanti, sono in semifinale Franco Zanolli (che all’esordio ha fatto fuori il numero 1 del tabellone Giantullio Cornalba), Giorgio Colla, Pierluigi Garrone e il campione uscente Pagani, che nei quarti di finale ha prevalso su Marcello Vigolo con il punteggio di 6-2 7-5. Già definiti anche i semifinalisti dell’over 75, la categoria più ‘esperta’, che ha visto arrivare al penultimo atto tre delle prime quattro teste di serie: Fabio D’Ascola (1), Italo Terzi (2) e Luigi Zeggiotti (4). Unico ‘intruso’ da non testa di serie è Bruno Cremascoli, promosso senza giocare in virtù del forfait del n.3 Piero Isacco. Giovedì anche le semifinali del doppio over 70, e gli ultimi incontri della fase a gironi dell’over 45 maschile. Le finali, invece, sono tutte in programma per la giornata di venerdì, fra mattino e pomeriggio. Sempre con ingresso gratuito.

Leggi Tutto

L’Olimpica Tennis di Rezzato rilancia il suo tris internazionale



Rezzato, 6 giugno 2019 – Prendi la verve organizzativa dell’instancabile Gianni Capacchietti, aggiungi l’entusiasmo e la passione della famiglia Ogna, e il gioco è fatto. Ecco spiegato come l’Olimpica Tennis Rezzato è arrivata a ospitare la bellezza di tre appuntamenti internazionali nell’arco di una cinquantina di giorni, diventando una delle capitali italiane della racchetta. Di quella giovanile in primis, ma non solo. Perché come nel 2018 ad aprire il trittico sarà, dal 10 al 15 giugno, il torneo ITF Senior per veterani “Town of Rezzato Trophy – Grand Prix Bredasole Wine”, giunto alla terza edizione e promosso da Grado 5 a Grado 4. Il che significa un ruolo di maggiore prestigio nel calendario internazionale e più punti in palio per le classifiche mondiali Senior. Spetterà dunque ai ‘Vet’, dagli over 40 agli over 75, inaugurare un calendario che poi si infuocherà nel mese di luglio, con due degli eventi under 12 a squadre più importanti dell’agenda internazionale. Prima, dall’8 al 13 luglio, la storica Lampo Trophy Nation Cup – Grand Prix Gallerie Orler, giunta alla diciottesima edizione e pronta a portare sui campi di Rezzato una cinquantina di giovani talenti da tutta Europa e non solo; poi una delle tappe europee femminili del Nations Challenge by Head, la più prestigiosa competizione a squadre targata Tennis Europe. Dal 24 al 28 luglio, a contendersi i due posti per la fase finale arriveranno otto formazioni femminili, che proveranno a emulare il percorso compiuto nel 2018 da Italia e Russia, passate da Rezzato a conquistare la qualificazione per le finali di Ajaccio.

Nella Lampo Trophy Nation Cup, invece, a festeggiare fu la Gran Bretagna, protagonista di una splendida doppietta ragazzi-ragazze. I britannici torneranno nel Bresciano con entrambe le formazioni, e saranno fra i protagonisti insieme a Italia, Bulgaria, Francia, Slovenia, Ungheria, Romania, Bosnia ed Erzegovina (solo femmine) e Messico (solo maschi). Come da tradizione, l’evento sarà una preziosa occasione anche per gli appassionati, per vedere in gara tante future star del tennis internazionale, come dimostrano i casi di Simona Halep, Andy Murray, Alexander Zverev e tanti altri, tutti in gara da ragazzini nella competizione. Ultima in ordine di tempo Bianca Andreescu, finalista col Canada nel 2012 (perse a Salò proprio contro l’Italia) e oggi numero 23 al mondo, ad appena 18 anni. “Siamo pronti per un’altra stagione di grandi tornei – ha dichiarato Gianni Capacchietti, direttore dei tre eventi -, con tanta voglia di ripetere il successo organizzativo delle scorse stagioni. Ogni anno i nostri eventi ricevono tanti complimenti, da parte di giocatori, capitani e responsabili delle Federazioni, e questo ci stimola a continuare su questa strada, provando a fare sempre meglio”. Riconoscimenti ormai diventati quotidianità, che premiano sia l’impegno degli organizzatori nella parte sportiva, sia l’attenzione data all’ospitalità e alle attività collaterali, studiate per rendere migliore la permanenza degli atleti all’Olimpica Tennis. Il successo di un torneo passa anche da questi dettagli. E a Rezzato lo sanno benissimo.

Leggi Tutto

Nations Challenge by Head, a Rezzato festeggiano Italia e Russia



Rezzato, 29 luglio 2018 – L’Olimpica Tennis Rezzato porta fortuna all’Italia. Per il secondo anno consecutivo, il club della famiglia Ogna ha ospitato una delle quattro fasi europee di qualificazione per il Tennis Europe Nations Challenge by Head, e anche stavolta uno dei due posti in palio per le finali degli Europei under 12 a squadre è andato al team azzurro, protagonista di una splendida vittoria sulla Croazia nella giornata conclusiva del “Grand Prix Serena Wines”. Sulla carta doveva essere un match alla pari, con le croate forse leggermente favorite in virtù del primo posto nel Gruppo B, invece le ragazze capitanate da Maurizio Calcagno hanno sfoderato le migliori prestazioni della settimana, chiudendo i conti già al termine dei singolari. A inaugurare una domenica trionfale ci ha pensato la livornese Noemi Basiletti, che si è sbarazzata in un’ora di Nera Tesankic, cedendo appena due giochi e permettendo a Vittoria Paganetti di entrare in campo senza la pressione di dover vincere per forza. Una situazione che ha giovato alla barese, protagonista di un match splendido contro Lana Preis. Nella giornata di sabato, quest’ultima aveva firmato l’impresa del torneo battendo la slovena Milic e regalando alla Croazia i play-off, ma l’azzurra – sostenuta a gran voce dal pubblico – non si è lasciata spaventare dalla difesa dall’avversaria, riuscendo a imporre il suo tennis. Con pazienza e grinta ha avuto la meglio per 6-4 6-3, regalando all’Italia un posto ad Ajaccio, in Corsica, dove dal 9 al 12 agosto otto nazioni andranno a caccia dei titoli europei.

La premiazione della Russia – foto Maffeis

“Eravamo consapevoli di avere un buon team – ha detto il capitano azzurro Maurizio Calcagno –, ma fra le otto squadre in gara c’erano anche delle vere corazzate. Le ragazze sono state brave a vincere gli incontri giusti. Oggi mi sarei aspettato un doppio decisivo, invece abbiamo fatto ancora meglio: le nostre si sono comportate davvero bene, dimostrando di avere i mezzi per fare grandi cose”. Un ottimo punto di partenza, dunque, in vista della fase finale. “Ci presenteremo ad Ajaccio a fari spenti – ha continuato –, e ci auguriamo di mostrare un tennis di qualità, indipendentemente dal risultato. L’obiettivo, a questa età, è giocare e fare esperienza”. Insieme all’Italia, fra una decina di giorni in Corsica ci sarà anche la Russia, che si è guadagnata la qualificazione battendo per 2-1 la Bulgaria. Decisivo il successo di Shadchneva e Pozdnyakova nel doppio finale, che ha mandato in archivio non solo l’evento, ma anche il trittico di appuntamenti internazionali estivi dell’Olimpica Tennis, iniziato a giugno col torneo Itf per veterani e proseguito con la Lampo Trophy Nation Cup. Un terzetto di appuntamenti capaci non solo di confermarsi sugli standard di dodici mesi fa, ma anche di continuare a migliorare alcuni dettagli organizzativi che li hanno resi dei piccoli gioielli. Nella finale per il 5° posto l’ha spuntata la Slovenia sul Portogallo, in quella per il 7° posto ha vinto l’Estonia contro la Bosnia. I video del Nations Challenge by Head sono disponibili sulla pagina Facebook “Mastro Omnisport” o sul canale YouTube “Redazione TgSport”.


PLAY OFF QUALIFICAZIONE

Italia b. Croazia 2-0

Noemi Basiletti (Ita) b. Nera Tesankic (Cro) 6-1 6-1, Vittoria Paganetti (Ita) b. Lana Preis (Cro) 6-4 6-3.

Russia b. Bulgaria 2-1

Alina Pozdnyakova (Rus) b. Katalina Petrova (Bul) 6-3 7-6, Rositsa Dencheva (Bul) b. Alina Korneeva (Rus) 1-6 6-2 6-3, Shadchneva/Pozdnyakova (Rus) b. Dencheva/Petrova (Bul) 3-6 7-5 10/7.


FINALE 5°/6° POSTO

Slovenia b. Portogallo 2-1

Lena Couto (Por) b. Ana Tara Pracek (Slo) 6-3 6-4, Ela Nala Milic (Slo) b. Milana Ivantsiv (Por) 6-2 6-1, Milic/Vranicar (Slo) b. Andre/Couto (Por) 6-0 6-2.


FINALE 7°/8° POSTO

Estonia b. Bosnia-Erzegovina 2-1

Asja Salkanovic (Bos) b. Laura Rahnel (Est) 6-4 6-0, Maarja Leinstrep (Est) b. Maria Ivankovic (Bos) 6-4 2-6 6-1, Rahnel/Martin (Est) b. Ivankovic/Ignjatik (Bos) 6-2 6-4.

Leggi Tutto

Nations Challenge by Head, per la qualificazione sarà Italia-Croazia



Rezzato, 28 luglio 2018 – Mai sconfitta fu più indolore. Nella terza giornata del “Tennis Europe Nations Challenge by Head – Grand Prix Serena Wines” l’Italia femminile Under 12 ha subìto la prima battuta d’arresto, per mano delle coetanee della Russia, ma in virtù del doppio successo dei giorni scorsi contro Portogallo e Bosnia-Erzegovina le azzurre possono prendere lo stop a cuor leggero. Sui campi dell’Olimpica Tennis Rezzato, la situazione del Gruppo A era già definita con un giorno d’anticipo, con Russia e Italia sicure di un posto nel match decisivo e le altre due nazioni già tagliate fuori dalla corsa ai play-off. Il confronto con le russe serviva solo a definire la vincitrice del girone: un vantaggio finito nelle mani delle giovani dell’Est, che l’hanno spuntata per 2-1 chiudendo i giochi nei singolari. Nel primo, la numero uno Daria Shadchneva ha avuto la meglio per 6-1 7-5 sulla livornese Noemi Basiletti, mentre nel successivo la romana Matilde Ercoli, al debutto in singolare, le ha provate tutte per strappare il successo ad Alina Korneeva, ma i suoi sforzi si sono rivelati vani. Dopo un primo set a senso unico, la laziale dai capelli rossi è riuscita a trascinare il match al parziale decisivo, ma quando è stato il momento di andare a vincere la partita è emersa di nuovo la superiorità dell’avversaria, a segno per 6-1 3-6 6-3. Le azzurrine si sono rifatte parzialmente vincendo il doppio del pomeriggio, perfetto per incamerare fiducia in vista della sfida decisiva di domenica contro la Croazia, protagonista dell’impresa del giorno, col successo sulla Slovenia.

Lana Preis, croata classe 2006, ha portato la sua nazionale al match decisivo contro l'Italia, firmando l'impresa nella sfida contro la slovena Milic (foto Maffeis)

Lana Preis, croata classe 2006, ha portato la sua nazionale al match decisivo contro l’Italia, firmando l’impresa nella sfida contro la slovena Milic (foto Maffeis)

Sembravano favorite le slovene, ma la loro giornata è iniziata male – con la sconfitta della Vranicar contro la Tesankic – e proseguita peggio, dato che non è riuscita a vincere nemmeno Ela Nala Milic, punto di forza del team. I suoi colpi potentissimi, prodotto di un fisico degno di una diciottenne, sono andati a sbattere contro la strenua difesa di Lana Preis, che con tanta grinta ha costruito un piccolo capolavoro, spuntandola per 6-4 2-6 6-4 e regalando alla Croazia sia la vittoria, sia il primo posto del Girone B, e il conseguente duello contro l’Italia. L’avversaria della Russia sarà invece la Bulgaria, che dopo il k.o. nella prima giornata ha inanellato due vittorie consecutive. Decisiva quella odierna contro l’Estonia: grazie ai successi in singolare di Yoana Konstantinova e Katalina Petrova, la formazione bulgara si è garantita la sfida decisiva per l’accesso alla fase finale del Nations Challenge, ad agosto in Francia, condannando invece le avversarie all’ultimo posto del girone. Domenica mattina, a partire dalle 9 e con ingresso gratuito, la conclusione della competizione: nei duelli Italia-Croazia e Russia-Bulgaria saranno in palio i pass per Ajaccio, mentre Slovenia e Portogallo si affronteranno per il 5° posto, Estonia e Bosnia per il 7°. A seguire le premiazioni, con la probabile presenza di Antonio Rossi, sottosegretario di Regione Lombardia con delega ai grandi eventi sportivi. I video del Nations Challenge by Head sono disponibili sulla pagina Facebook “Mastro Omnisport”, o sul canale YouTube “Redazione TgSport”.

GRUPPO A

Russia b. Italia 2-1

Daria Shadchneva (Rus) b. Noemi Basiletti (Ita) 6-1 7-5, Alina Korneeva (Rus) b. Matilde Ercoli (Ita) 6-1 3-6 6-3, Basiletti/Paganetti (Ita) b. Shadchneva/Korneeva (Rus) 7-5 7-6.

Portogallo b. Bosnia-Erzegovina 2-1

Anastasija Ignjatic (Bos) b. Lena Couto (Por) 6-3 4-6 6-1, Milana Ivantsiv (Por) b. Maria Ivankovic (Bos) 6-1 6-1, Andre/Ivantsiv (Por) b. Ignjatic/Ivankovic (Bos) 6-3 6-1.

GRUPPO B

Bulgaria b. Estonia 3-0

Yoana Konstantinova (Bul) b. Laura Rahnel (Est) 7-5 6-0, Katalina Petrova (Bul) b. Brit Martin (Est) 6-1 6-3, Dencheva/Konstantinova (Bul) b. Leinstrep/Rahnel (Est) 6-2 7-5.

Croazia b. Slovenia 2-1

Nera Tesankic (Cro) b. Tinkara Vranicar (Slo) 6-3 6-3, Lana Preis (Cro) b. Ela Nala Milic (Slo) 6-4 2-6 6-4, Pracek/Vranicar (Slo) b. Jerolimov/Tesankic (Cro) 2-6 6-1 10/8.

Leggi Tutto

Nations Challenge by Head, l’Italia batte il Portogallo e va avanti

La stellina Ela Nala Milic, il cui successo in singolare non è bastato a promuovere la Slovenia; nel gruppo B i giochi sono ancora apertissimi (foto Maffeis)

Rezzato, 27 luglio 2018 – La notizia tanto attesa è arrivata, anche con un giorno d’anticipo: l’Italia femminile sarà in gara nella giornata decisiva del “Tennis Europe Nations Challenge by Head – Grand Prix Serena Wines” e andrà a caccia di uno dei due posti disponibili per le fasi finali della competizione, in programma ad agosto ad Ajaccio (Francia). Le azzurrine si sono guadagnate l’accesso ai play-off grazie al successo contro il Portogallo, che ha bissato la vittoria di giovedì contro la Bosnia-Erzegovina e che ha messe al riparo da qualsiasi sorpresa, indipendentemente dall’esito dell’ultimo match del Gruppo A, sabato contro la Russia. Sul Campo Centrale dell’Olimpica Tennis Rezzato, le under 12 capitanate da Maurizio Calcagno l’hanno spuntata per 2-1, al termine di un doppio lungo e in bilico fino alla fine. In apertura di giornata la toscana Noemi Basiletti aveva conquistato il punto dell’1-0 battendo per 6-4 3-6 6-3 la portoghese Lena Couto, ma il vantaggio era durato solo poco più di un’ora, perché nel secondo singolare Milana Ivantsiv ha sconfitto con un doppio 6-2 la barese Vittoria Paganetti, firmando l’1-1. Un andamento simile a quello riproposto dal doppio: Matilde Ercoli e la stessa Paganetti hanno vinto comodamente il primo set per 6-2 contro Couto/Ivantsiv, ma quando la situazione sembrava sotto controllo le portoghesi hanno rialzato la testa, vincendo il secondo set per 6-4 e rimandando l’esito del duello al match tie-break ai 10 punti, che negli incontri di doppio sostituisce il terzo set. Le azzurrine sono state brave a ripartire forte, conquistando subito un vantaggio sufficiente per tenere a distanza le avversarie, sconfitte per 6-2 4-6 10/5.  
La barese Vittoria Paganetti, protagonista nel doppio che ha garantito all'Italia l'accesso ai play-off del Nations Challenge by Head (foto Maffeis)

La barese Vittoria Paganetti, protagonista nel doppio che ha garantito all’Italia l’accesso ai play-off del Nations Challenge by Head (foto Maffeis)

In virtù della comoda vittoria della Russia, passata per 3-0 sulla Bosnia-Erzegovina con appena dodici game lasciati per strada in tre incontri, i giochi nel Gruppo A sono già fatti, con Italia e Russia certe del passaggio ai play-off. Sarà comunque importante anche l’esito dell’ultima giornata del round robin, con lo scontro diretto Italia-Russia che determinerà la prima classificata del girone, opposta domenica alla seconda di un Gruppo B che invece risulta più aperto che mai. Tutte le quattro formazioni in lizza si trovano a quota tre punti, grazie a una vittoria e una sconfitta. Il k.o. più sorprendente è quello della Slovenia, beffata per 2-1 dalla Bulgaria al termine di un doppio lungo due ore e mezza, con la coppia Dencheva/Petrova passata per 5-7 7-6 10/8 su Milic/Pracek. Le slovene hanno condotto per 6-3 nel match tie-break, ma non sono riuscite a conquistare i quattro punti in più che avrebbero garantito l’approdo ai play-off, cedendone sette dei successivi nove. Prezioso successo anche per l’Estonia, che battendo per 2-1 la Croazia è tornata in corsa per la qualificazione. Saranno decisivi i due incontri di sabato: Slovenia-Croazia ed Estonia-Bulgaria. Dalle 9.30 i singolari, alle 16 il doppio. I video del Nations Challenge by Head sono disponibili sulla pagina Facebook “Mastro Omnisport”, o sul canale YouTube “Redazione TgSport”.   GRUPPO A Italia b. Portogallo 2-1 Noemi Basiletti (Ita) b. Lena Couto (Por) 6-4 3-6 6-3, Milana Ivantsiv (Por) b. Vittoria Paganetti (Ita) 6-2 6-2, Ercoli/Paganetti (Ita) b. Couto/Ivantsiv (Por) 6-2 4-6 10/5. Russia b. Bosnia ed Erzegovina 3-0 Daria Shadchneva (Rus) b. Asja Salkanovic (Bos) 6-3 6-2, Alisa Pozdnyakova (Rus) b. Anastasija Ignjatic (Bos) 6-0 6-2, Korneeva/Shadchneva (Rus) b. Ignjatic/Salkanovic (Bos) 6-3 6-2. GRUPPO B Bulgaria b. Slovenia 2-1 Katalina Petrova (Bul) b. Tinkara Vranicar (Slo) 7-6 6-3, Ela Nala Milic (Slo) b. Rositsa Dencheva (Bul) 6-1 6-4, Dencheva/Petrova (Bul) b. Milic/Pracek (Slo) 5-7 7-6 10/8. Estonia b. Croazia 2-1 Nera Tesankic (Cro) b. Maarja Leinstrep (Est) 6-0 6-1, Brit Martin (Est) b. Lana Preis (Cro) 6-3 0-6 7-6, Leinstrep/Martin (Est) b. Jerolimov/Tesankic (Cro) 6-4 6-2. IL PROGRAMMA Da giovedì 26 a sabato 28 luglio: gironi di qualificazione. Dalle ore 9.30 gli incontri di singolare, alle 16 i doppi. Domenica 29 luglio, dalle ore 9: play-off qualificazione, finale 5°/6° posto, finale 7°/8° posto. Ingresso gratuito. Leggi Tutto

Nations Challenge by Head, a Rezzato l’Italia parte forte

La livornese Noemi Basiletti, classe 2006, ha dato all'Italia il punto dell'1-0 nel facile successo contro la Bosnia-Erzegovina (foto Maffeis)

Rezzato, 26 luglio 2018 – Per l’Italia non poteva esserci partenza migliore. Sulla carta, il duello inaugurale del “Tennis Europe Nations Challenge by Head – Grand Prix Serena Wines”, che vedeva le azzurre opposte alla Bosnia-Erzegovina, doveva essere il più comodo dell’intera settimana, e i campi dell’Olimpica Tennis di Rezzato hanno confermato le attese. Le azzurrine capitanate da Maurizio Calcagno hanno archiviato la pratica con un convincente 3-0, tenendosi alla larga dalle insidie e conquistando con relativa facilità tutti e tre gli incontri. In apertura di giornata la livornese Noemi Basiletti l’ha spuntata per 6-3 6-1 su Anastasija Ignjatic, mentre a chiudere i conti ci ha pensato Vittoria Paganetti, già apprezzata dal pubblico bresciano nel corso della Lampo Trophy Nations Cup di un paio di settimane fa. La barese ha battagliato contro Maria Ivankovic fino al 4-4 del primo set, poi l’avversaria ha iniziato ad accusare un fastidio al gomito che non le ha più permesso di competere agli stessi livelli. Ha provato comunque a lottare fino alla fine, rinunciando all’idea di un ritiro, ma non è più riuscita a raccogliere nessun gioco, arrendendosi per 6-4 6-0. Con la vittoria già in tasca, le azzurre hanno arrotondato il punteggio nel doppio, con la coppia Ercoli/Paganetti passata con un doppio 6-2 su Ignjatic/Salkanovic. “È sicuramente un ottimo avvio – ha detto il capitano azzurro Maurizio Calcagno –, perché non solo le ragazze hanno vinto, ma hanno giocato degli incontri ordinati, cercando di fare sempre le cose giuste. L’augurio è che riescano a continuare su questa strada già da domani, quando la nostra strada inizierà a salire”.
Alina Korneeva, protagonista nel successo della Russia contro il Portogallo. Ha vinto singolare e doppio (foto Maffeis)

Alina Korneeva, protagonista nel successo della Russia contro il Portogallo. Ha vinto singolare e doppio (foto Maffeis)

Il prossimo team sulla strada delle azzurre sarà il Portogallo, oggi battuto per 3-0 dalla Russia ma comunque capace di lasciare la prima giornata con tante indicazioni positive. Infatti, sia Lena Couto che Milana Ivantsiv si sono arrese in tre set, rispettivamente ad Alisa Pozdnyakova e Alina Korneeva, lasciandosi rimontare dopo aver conquistato il primo parziale, e venerdì si ripresenteranno in campo con tanta voglia di riscatto. La Russia, tra le favorite per la conquista dei due posti per le fasi finali della competizione (ad agosto ad Ajaccio, in Corsica), andrà invece a caccia di un nuovo successo contro la Bosnia-Erzegovina, ed è pronta a schierare anche Daria Shadchneva, arrivata con 24 ore di ritardo rispetto alle connazionali, ma prontissima a dare il suo contributo dalla seconda giornata. Nel Gruppo B, invece, le favorite della Slovenia hanno avuto bisogno del doppio per spuntarla sull’Estonia, mentre l’altro successo è andato alla Croazia, passata per 2-1 sulla Bulgaria. A negare il 3-0 un doppio interminabile, vinto per 4-6 6-3 17/15 in chiusura di giornata dalla coppia bulgara Konstantinova/Petrova. Venerdì, su quattro campi, la seconda giornata dei round robin: dalle 9.30 i singolari, alle 16 i doppi. I video del Nations Challenge by Head sono disponibili sulla pagina Facebook “Mastro Omnisport”, o sul canale YouTube “Redazione TgSport”. GRUPPO A Italia b. Bosnia-Erzegovina 3-0 Noemi Basiletti (Ita) b. Anastasija Ignjatic (Bos) 6-3 6-1, Vittoria Paganetti (Ita) b. Maria Ivankovic (Bos) 6-4 6-0, Ercoli/Paganetti (Ita) b. Ignjatic/Ivankovic (Bos) 6-2 6-2. Russia b. Portogallo 3-0 Alisa Pozdnyakova (Rus) b. Lena Couto (Por) 2-6 6-3 6-0, Alina Korneeva (Rus) b. Milana Ivantsiv (Por) 3-6 6-2 7-5, Korneeva/Pozdnyakova (Rus) b. Andre/Couto (Por) 6-0 6-4. GRUPPO B Slovenia b. Estonia 2-1 Maarja Leinstrep (Est) b. Tinkara Vranicar (Slo) 6-2 6-0, Ela Nala Milic (Slo) b. Brit Martin (Est) 6-3 6-3, Milic/Pracek (Slo) b. Leinstrep/Martin (Est) 7-5 6-4. Croazia b. Bulgaria 2-1 Nera Tesankic (Cro) b. Yoana Konstantinova (Bul) 3-6 7-5 6-4, Lana Preis (Cro) b. Rositsa Dencheva (Bul) 7-6 6-3, Konstantinova/Petrova (Bul) b. Jerolimov/Tesankic (Cro) 4-6 6-3 17/15. IL PROGRAMMA Fino a sabato 28 luglio: gironi di qualificazione. Dalle ore 9.30 gli incontri di singolare, alle 16 i doppi. Domenica 29 luglio, dalle ore 9: play-off qualificazione, finale 5°/6° posto, finale 7°/8° posto. Ingresso gratuito. Leggi Tutto

Questo sito è full responsive ed è correttamente visualizzabile su ogni dispositivo. Computer, smartphone e tablet di ogni misura...