Posts Taggati ‘Open’

L’Open maschile del Ctc Robur Saronno entra nel vivo



Ceriano Laghetto, 11 settembre 2015 – I super favoriti non sbagliano un colpo e volano ai quarti di finale della terza edizione dell’Open maschile “Trofeo Ctc Robur Saronno” che si sta svolgendo in questi giorni sui nuovi campi in sintetico del Robur in via Colombo 42, nel rinnovato centro sportivo in provincia di Varese. Una competizione che mette in palio un montepremi di 1.500 euro e che domenica 13 vedrà il suo culmine con la finalissima. Dopo una settimana di match il torneo entra nel vivo con i quarti di finale che si giocheranno stasera in quel di Saronno. Le premesse per un gran finale ci sono tutte dal momento che i super favoriti e gli ‘osservati speciali’ non hanno tradito, giungendo nei primi otto di slancio. C’è il padrone di casa Andrea Borroni (2.4) e con lui il giovanissimo talento siciliano Nicolo Schillirò (2.5), seconda testa di serie del tabellone e rivelazione della passata edizione del torneo quando, appena sedicenne, raggiunse la finale. Tra gli ultimi 8 non manca nemmeno Massimiliano Dotti, esperto 2.5 che a Ceriano conoscono bene perché trionfatore dell’edizione 2013 della competizione. Col suo velenoso rovescio in back e il suo gioco vario, il 44enne milanese si conferma su ottimi livelli. Insieme a loro Fabrizio Cecchi (2.6) che ha superato l’altra speranza cerianese Giacomo Pizzi negli ottavi dopo un tiratissimo 7-6 6-4, Jacopo Bartolini (2.6), 22enne cresciuto nel vivaio con la “Max&Chapu Tennis Project”, Riccardo Morelli (2.6), Federico Sagnella (2.8), 18enne già vincitore della tappa di Cesano Maderno del Master della Brianza un paio di anni fa, e un altro giovanissimo talento, italianissimo anche se dal nome esotico, il 16enne Michael Delebois (quest’anno aveva giocato anche le qualificazioni alla 56esima edizione del Trofeo Bonfiglio).

E così Schilirò se la vedrà con Bartolini in un match complicato, di quelli in grado di dire molto sulle ambizioni di vittoria di entrambi. Il vincitore in seguito se la vedrà con uno tra Dotti e Morelli. Nella parte alta del tabellone il cerianese Borroni incrocia un altro ‘brianzolo’ come Sagnella, mentre l’ultimo pass per le semifinali se lo contendono Delebois e Cecchi. Tanti giovani di talento alla ricerca del primo sigillo in questo Open contro l’esperienza di Dotti, unico dei giocatori ancora in gara ad aver già alzato questo trofeo. Gli ingredienti per un week end di tennis e spettacolo ci sono tutti. Dopo l’Open femminile cerianese 2015 che ha incoronato Corinna Dentoni, chi sarà il trionfatore della terza edizione di quello maschile? Il verdetto, come sempre, spetta al campo.

CLUB TENNIS CERIANO, UNA STAGIONE DA SERIE A

Il Club Tennis Ceriano svolge la propria attività in due sedi, quella principale di Ceriano Laghetto (MB) e in quella di Saronno (VA). Fin dalla sua fondazione, nel 1985, si è posto l’obiettivo di coniugare le ambizioni agonistiche a un ambiente familiare. Il CTC è sede di importanti eventi di rilevanza nazionale, tra cui un Open femminile e uno maschile. A livello nazionale il circolo vanta una struttura tecnica di primo piano e un impegno agonistico che parte dagli under 10 e arriva fino agli under 16. Ciliegina sulla torta, la promozione in serie A1 del proprio team femminile. Il CTC aderisce ai Piani Integrati d’Area della Fit, vantando risultati di rilievo regionale. La Scuola Tennis, diretta dal maestro nazionale Silverio Basilico, è composta da tre settori: addestramento, preagonistico e agonistico. Viene svolta anche un’importante attività promozionale nelle scuole elementari, che coinvolge più di 1.000 ragazzi.

Leggi Tutto

Via all’Open maschile del Club Tennis Ceriano



Ceriano Laghetto, 1 settembre 2015 – Neanche il tempo di chiudere l’ombrellone che è già ora di impugnare la racchetta. L’estate è ormai agli sgoccioli e a settembre riparte a tutto gas l’attività del Club Tennis Ceriano Laghetto, con la terza edizione del torneo Open maschile “Trofeo Ctc” che inizierà domani, mercoledì 2 settembre, sui nuovi campi in sintetico del Robur Saronno in via Colombo 42, nel rinnovato centro sportivo in provincia di Varese. A disposizione c’è un montepremi di 1.500 euro. Ottanta gli iscritti che si contenderanno la vittoria finale in quello che si preannuncia come un torneo ricco di sorprese ed emozioni. Un appuntamento importante, dove non mancano certo gli ‘osservati speciali’, in primis Andrea Borroni (2.4) e Giacomo Pizzi (2.7), portacolori della società ospitante, con una gran voglia di mettersi in mostra tra le mura amiche. Tra i favoriti d’obbligo per il successo finale c’è anche l’esperto Massimiliano Dotti, classe 1970, in campo per il Tennis Selva Alta, che a Saronno ha trionfato due anni fa. Altri giocatori rodati da tenere d’occhio sono Mattia Ceruti e Riccardo Morelli. C’è poi grande curiosità per saggiare i progressi di Nicolò Schillirò, 17enne siciliano che l’anno scorso sorprese tutti raggiungendo la finale a Saronno (poi vinta dal comasco Edoardo Tessaro), ed è reduce da una bella vittoria nell’Open di Città di Serradifalco, oltre che dall’esordio nel Challenger di Caltanisetta del giugno scorso. “Schillirò è stato senz’altro la vera sorpresa della passata edizione – dice il presidente del Ct Ceriano, Severino Rocco – e l’Open di quest’anno è l’occasione giusta per mostrare ai nostri soci il tennis di alto livello dei professionisti e fornire ai nostri atleti la possibilità di giocare e fare esperienza; un evento possibile grazie anche all’impegno dei due sponsor, Pagani Imballaggi e Fibre Drums Italia”.

Un torneo che segue di pochi mesi l’Open femminile disputato sui campi cerianesi di via Campaccio, che nella primavera 2015 ha visto il successo di Corinna Dentoni in finale sulla talentuosa atleta di casa Alice Moroni, trionfatrice dell’edizione precedente. Ma il terzo Open Ctc Robur Saranno non è l’unico appuntamento in agenda per il Ct Ceriano Laghetto, che si prepara inoltre all’open day di domenica 6 settembre. Sarà l’occasione per presentare i corsi della stagione 2015/16 e per far conoscere agli appassionati l’attività del tennis club brianzolo, presentando ufficialmente la squadra femminile di A1, vero fiore all’occhiello del club che nel giro di dieci anni è volato dalla D1 fino alla serie maggiore.

CLUB TENNIS CERIANO, UNA STAGIONE DA SERIE A

Il Club Tennis Ceriano svolge la propria attività in due sedi, quella principale di Ceriano Laghetto (MB) e in quella di Saronno (VA). Fin dalla sua fondazione, nel 1985, si è posto l’obiettivo di coniugare le ambizioni agonistiche a un ambiente familiare. Il CTC è sede di importanti eventi di rilevanza nazionale, tra cui un Open femminile e uno maschile. A livello nazionale il circolo vanta una struttura tecnica di primo piano e un impegno agonistico che parte dagli under 10 e arriva fino agli under 16. Ciliegina sulla torta, la promozione in serie A1 del proprio team femminile. Il CTC aderisce ai Piani Integrati d’Area della Fit, vantando risultati di rilievo regionale. La Scuola Tennis, diretta dal maestro nazionale Silverio Basilico, è composta da tre settori: addestramento, preagonistico e agonistico. Viene svolta anche un’importante attività promozionale nelle scuole elementari, che coinvolge più di 1.000 ragazzi.

Leggi Tutto

Mutti e Bartolucci, lo Sterilgarda Open entra nel vivo



Castiglione delle Stiviere (MN), 27 maggio – Lo Sterilgarda Open va veloce. Dopo una dozzina di giorni di gare, la manifestazione della Mutti e Bartolucci Tennis Clinic è giunta ai tabelloni conclusivi e si prepara per le fasi finali. Il tabellone maschile si allinea agli ottavi di finale e quello femminile ai quarti. In gara anche la giovane Elisa Fiorini, che dopo aver superato il tabellone di qualificazione sfida Camilla Littlewood; e ancora il maestro del club Patrizio Minari e il giovanissimo Lorenzo Bresciani, classe 2000, emerso con un po’ di fortuna dalle qualificazioni, ma poi bravo a domare in due set il 2.8 Medda. “Si sono già visti tanti incontri di buon livello – ha detto il responsabile Mirko Mutti – come quello fra Paolo Bompieri e Simone Gotti, vinto dal primo dopo una battaglia di tre ore. Avrebbero meritato entrambi il passaggio del turno”. Per Bompieri ci sarà ora il bresciano Michele Scaglia, quarta testa di serie. Gli altri favoriti del torneo maschile esordiranno invece venerdì. Fra loro il campione del 2014 Lorenzo Corioni, ma soprattutto il 2.3 bresciano Davide Pontoglio, prima testa di serie. Il 22enne di Rovato, numero 1686 del ranking mondiale Atp, è un osso duro a questi livelli, e parte con i favori del pronostico dalla propria parte. Un discorso molto simile a quello che si può fare per Angelica Moratelli, la grande attesa del torneo femminile. Classificata 2.2 in Italia, la ventenne di Trento è un po’ scesa nella classifica Wta a causa di qualche infortunio di troppo, ma solo un paio d’anni fa è arrivata a ridosso delle prime 300, vincendo cinque tornei internazionali fra singolare e doppio. La principale contendente per il titolo dovrebbe essere la bergamasca Stefania Imolesi, campionessa nel 2014 e dal valore più alto di quanto racconti la sua classifica (2.5). Sabato le semifinali, nel pomeriggio di domenica le finali. Ma il bilancio è già più che positivo. “Rispetto allo scorso anno – prosegue Mutti – abbiamo fatto un bel passo avanti. Non solo nel numero di iscritti, ma anche nel livello dei partecipanti. Non potendo contare su un montepremi molto elevato (1500 euro, ndr) puntiamo tutto sulla qualità dell’organizzazione, cercando di andare il più possibile incontro ai giocatori. Un’attenzione che paga: tutti apprezzano”. Da segnalare, infine, il passaggio alla fase regionale delle due formazioni under 12 maschili, entrambe a punteggio pieno nei gironi. “Sono stati molto bravi – chiude il coach mantovano – ottenendo risultati al di sopra delle aspettative. Le ragazze invece sono arrivate seconde, ma dovrebbe esserci un ripescaggio”.

RISULTATI

Tabellone principale maschile 1° turno: Minari b. Monfardini 7-5 7-6, Botezatu b. Particelli 7-5 2-6 7-5, Berta b. Modonesi 7-5 7-6, Platto b. Rossi 6-4 7-6, Ongari b. Tumicelli 6-1 7-5. Secondo turno: Bresciani b. Medda 7-5 6-1, Bompieri b. Gotti 4-6 7-5 6-3. Tabellone principale femminile 1° turno: Perico b. Ansaloni 6-2 7-5, Gerebennik b. Mugelli 7-6 6-1.

MUTTI E BARTOLUCCI, IL FUTURO È GIÀ QUI

La Mutti e Bartolucci Tennis Clinic opera sul territorio di Castiglione delle Stiviere e Solferino (Mantova), da fine 2005. Offre una grande varietà di corsi, allenamenti, stage, scuola Sat e centri estivi, avvalendosi di maestri, istruttori, preparatori fisici di comprovata competenza e professionalità. L’associazione può contare su una struttura a Solferino, che comprende 3 campi coperti, e una a Castiglione delle Stiviere, con 2 campi scoperti in erba sintetica. Realizzati inoltre, in quest’ultima struttura, 2 nuovi campi coperti in terra, una palestra e una club house. Lo staff comprende, oltre a Mirko Mutti e Federico Bartolucci (entrambi maestri nazionali), anche Matteo Milazzotto (collaboratore Sat), Elisa Scarpetta Rongoni (minitennis), Giovanni Milozzi (collaboratore minitennis), Cristian Dal Lago (responsabile preparazione fisica), Mario Gatelli (responsabile Wheelchair), Paola Goldoni (responsabile preparazione fisica in acqua), Enrico Benedetti (collaboratore per la preparazione fisica), Barbara Abate (fisioterapista) e Gianmarco Righi (responsabile attrezzatura tecnica).

Leggi Tutto

Sterilgarda Open, dal 15 maggio grande tennis a Castiglione



Castiglione delle Stiviere, 11 maggio – Ormai ci siamo. Ancora qualche giorno di attesa e poi il grande tennis tornerà a Castiglione delle Stiviere, per la seconda edizione dello Sterilgarda Open, l’appuntamento più importante della stagione targata Mutti & Bartolucci Tennis Clinic. Come nel 2014, sui campi mantovani si daranno battaglia sia gli uomini sia le donne, su superfici diverse (terra i primi, veloce le seconde) ma con lo stesso obiettivo: entrare nell’albo d’oro di un torneo dalle ambizioni ben precise. È nato una decina d’anni fa come quarta categoria, poi è salito in terza, quindi ha aperto i battenti anche ai seconda, per una sorta di prova generale in vista di un futuro sempre più importante. Lo dimostra l’attenzione data al torneo, che oltre ai 1.500 euro di montepremi in palio offre servizi che solitamente si trovano soltanto a livello internazionale. Dal quello di incordatura sul posto alla transportation per i giocatori, passando per fisioterapista, campi d’allenamento sempre disponibili, ristorante aperto a ogni ora e hotel convenzionati. Un segnale ben chiaro di come dalle parti di Castiglione vogliano fare le cose in grande, per continuare a oliare quei meccanismi necessari per puntare, un domani, all’organizzazione di un appuntamento internazionale. “L’idea c’è da un po’ di tempo – spiega il responsabile Mirko Mutti – ed è rimasta. Continuiamo a lavorare in quel senso, formandoci un passo alla volta”. Nel primo fine settimana sarà la volta dei quarta categoria, poi toccherà ai ‘terza’, quindi, da lunedì 25 entreranno in gara i più forti, per provare a strappare lo scettro ai campioni del 2014: Lorenzo Corioni e Stefania Imolesi. Per i ‘seconda’ ci sarà tempo per iscriversi fino a venerdì 22, ma sono già arrivate parecchie adesioni, compresa quella della 2.2 Angelica Moratelli, e fra gli uomini dei 2.8 Minari, Ongari e Particelli. “Si sono già iscritti tanti giocatori di buon livello – continua Mutti – quindi non ci possiamo lamentare”. In gara anche tanti giovani di casa, a caccia di un bel risultato fra i grandi.

La premiazione dei campionati regionali under 12. Francesco Testori (destra) ha perso in finale

La premiazione dei campionati regionali under 12. Francesco Testori (destra) ha perso in finale

Sempre in tema di giovanissimi, in concomitanza con l’Open, sui campi di Castiglione andrà in scena anche un torneo di mini-tennis per under 9, della durata di due giorni. “Non ce ne sono molti in Lombardia – precisa Mutti – e per questo ci aspettiamo tanta partecipazione. Credo possa risultare un bel torneo”. Sabato 23 toccherà al tabellone per under 8, con maschi e femmine in gara insieme, il giorno dopo sarà la volta degli under 9. E per non farsi mancare nulla, hanno studiato un tabellone di consolazione per i perdenti al primo turno, così che ognuno possa giocare almeno due incontri. Nel frattempo, grande partenza per le tre formazioni del club nel campionato under 12, tutte a segno nella prima giornata. “Conferma il buon lavoro che stiamo facendo, e anche le ambizioni per il campionato. Siamo partiti con l’obiettivo di portare almeno una squadra alla seconda fase – chiude Mutti – e non ci tiriamo indietro”. Domani la seconda giornata. Buone notizie, infine, anche dai campionati regionali under 10 e 11, validi come qualificazioni agli Italiani. Semifinale per William Rossi, finale per Francesco Testori.

MUTTI E BARTOLUCCI, IL FUTURO È GIÀ QUI

La Mutti e Bartolucci Tennis Clinic opera sul territorio di Castiglione delle Stiviere e Solferino (Mantova), da fine 2005. Offre una grande varietà di corsi, allenamenti, stage, scuola Sat e centri estivi, avvalendosi di maestri, istruttori, preparatori fisici di comprovata competenza e professionalità. L’associazione può contare su una struttura a Solferino, che comprende 3 campi coperti, e una a Castiglione delle Stiviere, con 2 campi scoperti in erba sintetica. Realizzati inoltre, in quest’ultima struttura, 2 nuovi campi coperti in terra, una palestra e una club house. Lo staff comprende, oltre a Mirko Mutti e Federico Bartolucci (entrambi maestri nazionali), anche Matteo Milazzotto (collaboratore Sat), Elisa Scarpetta Rongoni (minitennis), Giovanni Milozzi (collaboratore minitennis), Cristian Dal Lago (responsabile preparazione fisica), Mario Gatelli (responsabile Wheelchair), Paola Goldoni (responsabile preparazione fisica in acqua), Enrico Benedetti (collaboratore per la preparazione fisica), Barbara Abate (fisioterapista) e Gianmarco Righi (responsabile attrezzatura tecnica).

Leggi Tutto

La Ferratella al Foro Italico con Cristian Rodriguez



Roma, 17 aprile 2015 – Anche la Ferratella sarà al Foro Italico. Le pre-qualificazioni degli Internazionali d’Italia 2015 sono vicine e già si conoscono alcuni dei tennisti che, conquistando l’Open di turno, hanno staccato il pass per l’evento che si svolgerà sui campi del Masters 1000 romano dal 5 al 7 maggio. Il colombiano Cristian Rodriguez, nuovo acquisto de La Ferratella Sporting Club, ha portato a casa l’Open di Cosenza procurandosi un biglietto di prima classe per giocare al Foro. Il numero 1 della squadra di Serie B del circolo romano ha superato in finale il 2.3 Andrea Grazioso con il punteggio di 7-5 6-1. “Nonostante non fossi al meglio fisicamente – ha spiegato Rodriguez – a causa di uno strappo di due centimetri alla gamba che ho scoperto in seguito, ho disputato un buon torneo battendo ai quarti Andrea Marra, in semifinale Giorgio Ricca e in finale Grazioso”. La storia italiana di Cristian, ormai capitolino d’adozione, inizia ben 9 anni fa. “Sono arrivato a Roma nel maggio del 2006 – spiega ancora il colombiano – quando avevo 16 anni, grazie a mia cugina che lavorava presso il Sant’Agnese Tennis Club. Sono giunto in Italia per allenarmi e giocare poiché in Sudamerica gli spostamenti erano complicati e i tornei non erano molti, mentre sapevo che venendo in Europa avrei potuto disputarne di più”. Nel corso degli anni Rodriguez ha raggiunto il best ranking al numero 589 in singolo e 286 in doppio. “Per quanto concerne il Foro Italico non mi pongo aspettative elevatissime, cercherò piuttosto di dare il cento per cento”. Il legame tra Rodriguez e il circolo romano è sempre più forte e saldo. Da alcuni mesi anche il padre, Carlos, si è trasferito alla Ferratella dove svolge il ruolo di maestro di tennis. “ll mio obiettivo attuale – chiosa Rodriguez – è recuperare dall’infortunio e iniziare subito a fare bene in Serie B, sperando in una grande stagione insieme ai miei compagni”.

La Ferratella Sporting Club è inserita nel Girone 4 della B maschile insieme a Circolo Tennis Galatina, Circolo Tennis Reggio, Tc Palermo 3, Coopesaro Tennis, Tennis San Paolo e Circolo Tennis Arezzo. Gli altri alfieri del circolo romano, confermatissimi dopo l’ottima stagione 2014, saranno Andrea Marra (2.4), Giacomo Vianello (2.4), Giorgio Micarelli (2.8), Pasquale Vallotti (2.8), Corrado Graziotti (3.2) e Marco Graziotti, capitano del team nonché vicepresidente del Comitato regionale Lazio. “Lo scorso anno siamo giunti ai playoff a sorpresa – racconta Graziotti – mentre quest’anno puntiamo a raggiungere risultati ancor più prestigiosi. Sperando che il nostro Rodriguez ci porti in alto”.

LA FERRATELLA SPORTING CLUB, INNOVAZIONE E TRADIZIONE

Immerso nel verde, nella zona sud di Roma, La Ferratella Sporting Club è uno dei circoli maggiormente all’avanguardia di tutta la regione Lazio. Gli impianti sportivi sono nati nel 1983 per opera di alcuni soci promotori che con spirito d’iniziativa hanno gettato il seme di quella che è oggi una realtà concreta di gran rilevanza sociale e sportiva. Il Circolo si distingue per la sua felice posizione geografica e per la gran disponibilità di spazi aperti su un’area di 45 mila mq. Danza, ginnastica posturale, palestra, piscina, arti marziali e, ovviamente, tennis, con i suoi 11 campi (tutti illuminati), di cui due coperti da una moderna copertura pressostatica nei mesi invernali. Tra i talenti del vivaio anche i giovanissimi Arianna Capogrosso, classe 1999, una delle junior più forti del panorama nazionale, e Giuseppe Bonaiuti, classe 2003, tra i migliori under 11 d’Italia, atleta osservato dal Settore Tecnico della Federazione.

Leggi Tutto

Questo sito è full responsive ed è correttamente visualizzabile su ogni dispositivo. Computer, smartphone e tablet di ogni misura...