Posts Taggati ‘Paolo Lorenzi’

Colpo del Tc Crema, per la Serie A1 arriva Paolo Lorenzi



Crema, 10 gennaio 2019 – Al Tennis Club Crema le promesse vengono mantenute. Nel salutare col sorriso l’ottimo 2018 il presidente Stefano Agostino aveva annunciato un’importante novità in arrivo nei primi giorni dell’anno nuovo, e ora c’è l’ufficialità: la società cremasca ha tesserato niente meno che Paolo Lorenzi, uno dei giocatori simbolo dell’ultimo decennio del nostro tennis, pronto a dare il proprio contribuito per la prossima Serie A1. Per Crema si tratta di un innesto di grande spessore: non solo per gli ottimi risultati raggiunti dal senese sul campo da tennis, con un titolo Atp (nel 2016 a Kitzbühel), altre tre finali, gli ottavi allo Us Open e un best ranking da numero 33 della classifica mondiale; ma anche per l’enorme esperienza maturata in quasi vent’anni di tornei in giro per il mondo. La carta d’identità dice 37 primavere, ma Lorenzi non pensa affatto all’addio e punta anzi a tornare in fretta fra i top 100 (attualmente è appena fuori, al n.109), magari già nei primi mesi del 2019. “Conosciamo Paolo da tanti anni – ha detto il presidente Stefano Agostino -, e siamo contenti del suo arrivo, perché dietro a un giocatore di altissimo livello c’è una persona squisita. L’abbiamo visto in azione anche sui nostri campi (nella semifinale di A1 del 2016, quando il toscano giocava per il Tc Italia di Forte dei Marmi, ndr), e non vediamo l’ora di averlo nel team. Nella scorsa stagione Paolo è uscito dai primi 100 del mondo a causa di una serie di problemi a un piede – ha aggiunto – ma ci auguriamo di vederlo tornare presto dove merita. Quella di puntare su di lui è una scelta di qualità, studiata per far crescere ulteriormente il valore della nostra squadra”.

Lorenzi, che ha vinto lo scudetto nel 2013 con Bassano (in semifinale superarono proprio il Tc Crema), si aggiungerà ad altri due ex Top 100 della classifica mondiale, Andrey Golubev e Adrian Ungur, e metterà un po’ della sua esperienza al servizio dei tanti giovani di casa al Tc Crema. L’obiettivo? Migliorare il risultato del 2018, che ha visto i cremaschi chiudere al secondo posto il girone 2, guadagnando la salvezza diretta. “Sono davvero felice del passaggio al Tc Crema – ha detto Lorenzi, impegnato in queste ore all’Australian Open -, perché si tratta di un circolo che nelle ultime stagioni si è sempre messo in evidenza nel massimo campionato nazionale. Col presidente Agostino avevo già avuto contatti in passato, senza che però si arrivasse a concretizzare. Stavolta ce l’abbiamo fatta. A Crema troverò due amici come Ungur e Golubev, che conosco da tanti anni e coi quali ho da sempre un grande rapporto. Non saremo i più giovani del campionato, ma l’esperienza sa fare la sua bella parte. La formazione è già rodata: spero di riuscire a dare quel qualcosa in più che possa guidare la squadra fino alle fasi finali”. Che colpo!


TC CREMA, TENNIS DI QUALITÀ DAL 1908

Le caratteristiche del Tc Crema sono l’eleganza, il prestigio e il fascino senza tempo di una storia centenaria. Nasce nel 1908 e si caratterizza per un’infinita passione per il tennis, successi sportivi e grandi campioni. Il club ha visto passare giocatori come Claudio Panatta, Simone Colombo e Paolo Canè, che vanta tre vittorie nei campionati a squadre di serie A negli anni 1985, 1986 e 1987, e milita tutt’oggi nel massimo campionato nazionale. Dal 2010 la sede è in Via del Fante, in una nuovissima struttura perfetta e curata in ogni minimo dettaglio: stimolo maggiore per chi in questo club ci ha messo passione. Dal 2003, sotto la guida del presidente Stefano Agostino, il circolo mira a un consolidamento importante, come una quercia secolare che ha già resistito alle due guerre mondiali. Uno degli obiettivi principali è quello di raggiungere un alto livello agonistico e di migliorare ogni giorno la preparazione dei ragazzi: i campioni di domani.

Leggi Tutto

Paolo Lorenzi fa il bis al Memorial Agazzi di Iseo

La premiazione del 9° Memorial Carlo Agazzi, da sinistra, Andrea Agazzi, Paolo Lorenzi, Federico Gaio ed Enrico Vezzoli di CST

Iseo, 17 dicembre – Il 17 dicembre del 2016 Paolo Lorenzi pronunciava il fatidico “sì” nella sua Siena, sposando la storica fidanzata Elisa. Esattamente dodici mesi più tardi ha risposto presente sui campi del PalaIseo, mettendo la firma sulla nona edizione del Memorial Carlo Agazzi – Trofeo CST. Un anniversario particolare, nel segno del suo infinito amore per il tennis, festeggiato davanti ai circa 400 spettatori che sin dal mattino hanno assiepato le tribune del Centrale, ricevendo in cambio il miglior Memorial di sempre. E non solo per la qualità di un tabellone che contava su ben cinque giocatori che anche a livello nazionale si vedono di rado, ma anche per quasi 10 ore di spettacolo, chiuse dal doppio fallo che ha condannato il campione uscente Federico Gaio alla sconfitta per 5-4 4-5 4-2. L’andamento della finale, che ha messo uno contro l’altro gli ultimi due vincitori del rodeo Open di Iseo, lo racconta bene il punteggio: è stato un duello combattuto punto su punto, con tante possibilità di break da entrambe le parti ma con la legge dei servizi che è andata in frantumi solo nel terzo set, dopo due frazioni terminate al fotofinish. La prima ha dato ragione a Lorenzi, mentre la seconda ha visto il toscano commettere un brutto errore in avvio di tie-break. Errore che Gaio gli ha fatto pagare a caro prezzo. Dettagli che a certi livelli fanno la differenza, come la differenza l’ha fatta il piccolo calo del 25enne faentino nel terzo set. Un primo break ha dato subito il 2-0 a Lorenzi; e poi un secondo break, dopo che il set era stato riequilibrato, è arrivato nel sesto gioco, quando di tempo per recuperare non ce n’era più.
Sport Tennis 9° Memorial Carlo Agazzi, Paolo Lorenzi, 17 Dicembre, 2017.

Paolo Lorenzi al 9° Memorial Carlo Agazzi

Così è esplosa la gioia di Lorenzi, di nuovo campione in una manifestazione che gli è entrata nel cuore. Il toscano ha trovato il modo ideale per chiudere la miglior stagione della sua carriera, foriera del best ranking al n.33 del ranking Atp, di due finali nel circuito maggiore e degli ottavi di finale allo Us Open. Lorenzi diventa il secondo giocatore capace di vincere il titolo per due volte, insieme a Flavio Cipolla. Proprio Cipolla era stata la “vittima” del senese nella semifinale, mentre Gaio in precedenza aveva superato prima il qualificato Alessandro Coppini e poi Andrea Arnaboldi, in un match deciso da due tie-break. “Sono felicissimo per il titolo – ha detto Lorenzi – perché qui torno sempre volentieri, e trovo ogni anno una splendida atmosfera. Con la famiglia Agazzi si è creata una grande amicizia, e grazie al loro invito ho trascorso un bellissimo week-end a partire da venerdì, giorno del mio compleanno. Non vedo l’ora di tornare nel 2018”. Insieme a lui ridono gli organizzatori, di nuovo promotori di un torneo da applausi. “Dire che sono soddisfatto – ha spiegato il direttore del torneo Andrea Agazzi – è riduttivo. Abbiamo assistito a uno spettacolo di primissima qualità, con i giocatori che non si sono risparmiati nemmeno su una palla. Il nostro grazie va a loro, così come agli sponsor che rendono possibile il nostro torneo, alle tantissime persone che ci aiutano e anche al pubblico da record visto oggi. Lavoreremo per regalare a tutti un evento sempre migliore”. Una promessa che, ci si può già scommettere, verrà mantenuta. Come sempre. I RISULTATI DI DOMENICA 17 DICEMBRE Tabellone principale Quarti di finale: Lorenzi [1] bye, Cipolla b. Martini [Q] 2-4 4-0 4-1, Arnaboldi b. Berrettini 5-4 4-2, Gaio [2] b. Coppini [Q] 4-0 4-0. Semifinali: Lorenzi [1] b. Cipolla 4-2 4-2, Gaio [2] b. Arnaboldi 5-4 5-4. Finale: Lorenzi [1] b. Gaio [2] 5-4 4-5 4-2. Leggi Tutto

Lorenzi, Cipolla, Gaio & Co al PalaIseo per il 9° Memorial Agazzi

Sport Tennis 9° Memorial Carlo Agazzi, Federico Gaio, Paolo Lorenzi, Andrea Agazzi Flavio Cipolla e Matteo Berrettini, 16 Dicembre, 2017

Iseo, 16 dicembre – Per vedere in campo tutti i big bisognerà aspettare ancora qualche ora, ma la nona edizione del Memorial Carlo Agazzi – Trofeo CST ha già regalato spettacolo, confermando tutte le premesse della vigilia. Perché se è vero che il rodeo Open di Iseo (provincia di Brescia) entrerà nel vivo nella giornata di domenica, è vero anche che al PalaIseo è già arrivato un gustoso antipasto nel sabato delle qualificazioni, che ha visto quindici giocatori in campo a contendersi i pass per la seconda giornata. Il primo a festeggiare è stato Ottaviano Martini, classificato 2.4, grande sorpresa della giornata inaugurale: il ventenne lecchese ha esordito rifilando un doppio 4-1 a Manuel Massimino, poi ha fatto fuori in rimonta (3-5 5-4 4-0) la prima testa di serie delle qualificazioni Davide Pontoglio, e quindi ha superato la classica prova del nove contro il pugliese (trapiantato a Palazzolo Sull’Oglio) Giuseppe Tresca. Per quanto visto nei primi due incontri il favorito era il lombardo, che ha confermato i pronostici superando il rivale con un facile 4-1 4-2, e guadagnandosi la possibilità di affrontare domenica Flavio Cipolla, unico capace di conquistare il Memorial in due occasioni. Nella parte bassa del tabellone, invece, il pass per la giornata di domenica è andato ad Alessandro Coppini, 19 anni da Milano, anche lui protagonista di una bella rimonta al secondo turno: ha sconfitto per 2-4 5-4 4-2 l’esperto Jonata Vitari, e poi si è guadagnato la qualificazione (e la sfida col campione uscente Federico Gaio) battendo per 4-1 5-4 Alessandro Dragoni.
Sport Tennis 9° Memorial Carlo Agazzi, Ottaviano Martini, 16 Dicembre, 2017

Sport Tennis 9° Memorial Carlo Agazzi, Ottaviano Martini, 16 Dicembre, 2017

Nel frattempo sono arrivati al PalaIseo anche i big in gara domenica, compreso il grande favorito Paolo Lorenzi. Venerdì il n.2 d’Italia ha festeggiato in terra bresciana il 36esimo compleanno, mentre nel pomeriggio di sabato ha partecipato all’evento organizzato al negozio Tennis Player di Brescia, trascorrendo qualche ora a disposizione degli appassionati per chiacchiere, foto e autografi. Nel pomeriggio si è conclusa anche l’edizione 2017 del torneo sociale del PalaIseo, vinto da Paolo Marchetti, passato per 4-2 2-4 4-2 in finale su Gianluca Verzeletti. Domenica il programma scatta alle 10 (ingresso gratuito), con in campo una dopo l’altra tutte le stelle della nona edizione. Dalle 14.30 è prevista anche la diretta TV sul canale TeleTutto (e in streaming su teletutto.it), con ampie finestre nel corso della trasmissione “Tutti in campo”. Fra semifinali e finale, intorno alle 16.30, l’esibizione “Gioca con il campione”, aperta a chiunque desideri scambiare qualche palla con i professionisti. Ulteriori informazioni su www.palaiseo.it o sulla pagina Facebook del Memorial Carlo Agazzi – Trofeo CST. I RISULTATI Primo turno: Martini b. Massimino 4-1 4-1, Tresca b. Pozzi 4-5 4-0 4-1, Berta b. F. Arnaboldi 3-5 5-3 4-2, Vitari b. Malgaroli 4-2 ritiro, Coppini b. Serafini 4-2 4-2, Dall’Asta b. Casati 4-2 4-2, Dragoni b. Cassago 4-1 5-3. Secondo turno: Martini b. Pontoglio 3-5 5-4 4-0, Tresca b. Berta 4-2 4-2, Coppini b. Vitari 2-4 5-4 4-2, Dragoni b. Dall’Asta 2-4 4-2 5-4. Turno di qualificazione: Martini b. Tresca 4-1 4-2, Coppini b. Dragoni 4-1 5-4. IL PROGRAMMA DI DOMENICA 17 DICEMBRE Ore 10: Gaio vs Coppini. Ore 11: Berrettini vs A. Arnaboldi. Ore 12: Cipolla vs Martini. Ore 14.30: semifinale parte bassa tabellone. Ore 15.30: semifinale parte alta tabellone. Ore 16.30: esibizione Gioca con il Campione. Ore 17.30: finale. A seguire premiazioni. Ingresso gratuito. LA STORIA DEL TORNEO Giunto alla nona edizione, il Memorial Carlo Agazzi è un gioiello del calendario Fit nazionale. Nasce nel 2009, quando la famiglia Agazzi e il giudice arbitro Paolo Fedele decidono di dare il via a un evento in memoria di Carlo, grande appassionato e primo tifoso del figlio Andrea. Dopo due edizioni sull’erba naturale di Casalicolo, vinte da Uros Vico e Marco Pedrini, nel 2011 si cambia data, spostandosi in inverno al Cs Rigamonti (titolo al bergamasco Falgheri). Nel 2012 la svolta, con l’approdo al Palaiseo e la prima vittoria del romano Flavio Cipolla, campione anche l’anno seguente. Nel 2014 la miglior edizione di sempre, con in gara due azzurri di Coppa Davis: Andreas Seppi e Paolo Lorenzi. Ha vinto il primo, ma il secondo non è stato a guardare, tornando per prendersi il titolo l’anno successivo. Nel 2016, invece, successo di Federico Gaio. Leggi Tutto

Questo sito è full responsive ed è correttamente visualizzabile su ogni dispositivo. Computer, smartphone e tablet di ogni misura...