Posts Taggati ‘Quarta Categoria’

Da Crema verso gli Internazionali d’Italia. A Rozzi il “quarta” che porta al Foro Italico



Crema, 22 gennaio 2019 – Dalla terra rossa del Palatennis del Tc Crema fino a quella ambitissima del Foro Italico di Roma, sede degli Internazionali d’Italia. Un sogno, quello di giocare accanto ai più forti tennisti del mondo, che la scorsa settimana è stato regalato a sei giocatori: Enrico Rozzi, Giorgio Spinelli, Marco Di Bitonto, Luca Zaccagnini, Emilio Saronni e Massimo Pagliari, tutti protagonisti della tappa cremasca del “Road to Foro”, il circuito di tornei provinciali di Quarta categoria validi come tappe di qualificazione per il “Master BNL”, in programma sui campi più famosi d’Italia in concomitanza con uno dei tornei più prestigiosi al mondo. Il modo migliore per far sentire gli amatori come dei professionisti è nato da un’idea lanciata dalla Federtennis nel 2017, strutturata in maniera molto semplice: ogni provincia ha il suo torneo di qualificazione per la fase regionale, che a sua volta metterà in palio dei posti per il gran finale romano di maggio. Vuol dire che il torneo giocato al Tc Crema, che ha risposto presente al richiamo della manifestazione amatoriale più importante d’Italia, è solo l’inizio del percorso, ma intanto spedirà un gruppetto di protagonisti all’appuntamento regionale in programma in primavera, accontentando anche chi nello scorso fine settimana ha dovuto dire addio al titolo proprio sul più bello.

La premiazione del tabellone di doppio, vinto da Marco Di Bitonto (secondo da sinistra) e Luca Zaccagnini (terzo da sinistra)

Come l’under 16 di casa Giorgio Spinelli, che da favorito numero uno del tabellone si è guadagnato la finale grazie ai successi su Leoni e Magenis, ma all’ultimo atto è stato beffato dall’esperto Enrico Rozzi, over 55 del Dlf Cremona. Dopo un primo set a senso unico, Spinelli se l’è giocata alla pari nel secondo parziale, ma nelle fasi decisive il più forte è stato di nuovo Rozzi, che l’ha spuntata per 6-1 7-5 e si è preso il primo titolo stagionale. Nel doppio, invece, il successo è andato all’over 35 del Tc Crema Marco Di Bitonto e al milanese Luca Zaccagnini, che in una finale particolarmente combattuta hanno avuto la meglio per 7-6 7-5 sulla coppia di over 45 di casa composta da Massimo Pagliari ed Emilio Saronni.


RISULTATI

Singolare. Quarti di finale: Spinelli b. Leoni 6-7 6-3 10/2, Magenis b. Frittoli 6-2 7-5, Bottini b. Leoni 6-2 6-4, Rozzi b. Baruzzi 6-4 4-6 10/2. Semifinali: Spinelli b. Magenis 6-3 6-2. Rozzi b. Bottini 7-6 7-6. Finale: Enrico Rozzi b. Giorgio Spinelli 6-1 7-5.

Doppio. Semifinali: Saronni/Pagliari b. Torresan/Barbaglio 6-4 7-5, Di Bitonto/Zaccagnini b. Bonfadini/Chiappa 6-0 6-1. Finale: Saronni/Pagliari b. Di Bitonto/Zaccagnini 7-6 7-5.


TC CREMA, TENNIS DI QUALITÀ DAL 1908

Le caratteristiche del Tc Crema sono l’eleganza, il prestigio e il fascino senza tempo di una storia centenaria. Nasce nel 1908 e si caratterizza per un’infinita passione per il tennis, successi sportivi e grandi campioni. Il club ha visto passare giocatori come Claudio Panatta, Simone Colombo e Paolo Canè, che vanta tre vittorie nei campionati a squadre di serie A negli anni 1985, 1986 e 1987, e milita tutt’oggi nel massimo campionato nazionale. Dal 2010 la sede è in Via del Fante, in una nuovissima struttura perfetta e curata in ogni minimo dettaglio: stimolo maggiore per chi in questo club ci ha messo passione. Dal 2003, sotto la guida del presidente Stefano Agostino, il circolo mira a un consolidamento importante, come una quercia secolare che ha già resistito alle due guerre mondiali. Uno degli obiettivi principali è quello di raggiungere un alto livello agonistico e di migliorare ogni giorno la preparazione dei ragazzi: i campioni di domani.

Leggi Tutto

Lombardia Tennis Tour: che numeri nel 2018



21 dicembre 2018 – 1.599 iscrizioni, che hanno portato in campo ben 183 club da 23 province diverse, per un totale di 1.437 incontri disputati in sedici tornei. Sono i numeri più significativi dell’edizione 2018 del Lombardia Tennis Tour, per la prima volta allargato alla classifica massima di 3.1 e col calendario esteso su Milano, Como e Varese. Tre province che si sono unite per regalare un nuovo successo al circuito promosso dal Lomazzo Sport Club (Co), in grado di far scuola in quanto a qualità dell’organizzazione e capacità di far sentire i giocatori come dei professionisti. “La scelta di alzare il limite di classifica a 3.1 ha dato i suoi frutti – dice Davide Golinelli, del comitato organizzatore – perché abbiamo vissuto una stagione ricchissima di incontri di altissimo livello”. Per non parlare delle fasi finali, che hanno tenuto col fiato sospeso il pubblico dello Sporting Club Mondodomani di Marnate (Varese), sede del Master conclusivo. Non è un caso, dunque, che i risultati ottenuti nelle varie tappe del Tennis Tour abbiano aiutato numerosi giocatori a conquistare il passaggio in seconda categoria nelle ultime classifiche Fit, offrendo molte più chance di raccogliere punti preziosi rispetto al passato. “Siamo onorati – continua Golinelli – di essere arrivati a coinvolgere nel Circuito tennisti da così tante province, e anche di aver visto qualche giocatore che aveva abbandonato il tennis da un po’ di tempo ritrovare le motivazioni grazie all’arrivo di una tappa del Tennis Tour nel proprio club”. L’appuntamento dei record è stato il terzo dei quindici in calendario, al Tennis Club Varese, con un totale di 158 iscritti e 140 match giocati. Segue, con un solo iscritto in meno, la tappa numero 13, al Ct Parabiago, che si è distinto sotto più fronti. Per la qualità dell’evento organizzato, per aver vinto la classifica dei club (che somma i punti raccolti dai tesserati nei vari tornei), e sopratutto per aver portato almeno un giocatore a punti in tutti i sedici tornei del Tennis Tour. Significa che è il club che ha risposto meglio al richiamo del circuito, riuscendo a far scendere in campo gran parte dei suoi agonisti.

Numeri importanti anche nella tappa n.11, al Tc Le Querce di Casorate Sempione, in quella provincia di Varese che si è confermata il pilastro del circuito, organizzando sei tappe (più il Master finale) e trovando nella giovanissima Annachiara Ardo un talento in grado di vincere il circuito femminile e conquistare il voucher offerto da IMG Academy per una settimana d’allenamento a Bradenton (Florida), da Nick Bollettieri. È quella la grande chicca del Tennis Tour, insieme a tanti dettagli degni di un evento internazionale. “A nome del Lomazzo Sport Club – dice ancora Davide Golinelli – voglio ringraziare tutte le persone che hanno collaborato con noi. Dalla Federtennis al Comitato Regionale Lombardo, tutti i presidenti dei club coinvolti nel circuito e tutti i nostri sponsor: IMG Academy nella figura di Fiorella Bonfanti, SmatchMe, New Tennis, Dunlop Italia, Studio Synopia e la nostra fotografa ufficiale Roberta Corradin. Un grazie anche allo Sporting Club Mondodomani: da quando esiste il Tennis Tour abbiamo sempre organizzato il Master finale in una location diversa, e loro hanno risposto perfettamente alle nostre esigenze”. Così come tutte le realtà coinvolte nel circuito e le persone che si sono impegnate per portarlo dove è oggi: un successo simile non può che avere più di un artefice.


I NUMERI DEL TENNIS TOUR 2018

1.599 iscrizioni

1.437 incontri disputati

183 club diversi rappresentati, da 23 province diverse

Vincitore singolare maschile: Francesco Lopizzo

Vincitrice singolare femminile: Annachiara Ardo

Vincitori doppio maschile: Nicolò Giacchi e Giacomo Colombo

CLASSIFICA DEI CIRCOLI

1° posto: Circolo Tennis Parabiago

2° posto: Tennis Club Gallarate

3° posto: Tennis Club Lainate

Leggi Tutto

Master della Brianza: il circuito si conferma, già al lavoro per il 2019



Monza, 10 ottobre 2018Soddisfazione piena. Anzi: “Al 200%”, conferma un sorridente Marco Gerosa. Il Master della Brianza numero 38, quello scattato a marzo 2018 e chiuso una settimana fa sui campi del Villa Reale Tennis Monza, si è confermato su altissimi livelli, anche in una stagione che poteva essere delicata: “Rispetto alla formula classica degli ultimi anni, abbiamo cambiato molto – conferma Gerosa – dividendo la competizione in due tronconi maschili e allargando il campo delle partecipanti nel femminile”. Sì, perché quest’anno le gare – e le relative classifiche – erano tre: quella di Quarta categoria maschile limitata 4.3, quella sempre maschile riservata ai 3.2 (fino ai 4.2) e quella femminile aperta alle ‘Terza’ (fino a 3.2). “I ragazzi hanno risposto come al solito benissimo, tanto che abbiamo totalizzato la bellezza di 1.170 iscrizioni. La gara al femminile invece ha risentito della presenza delle giocatrici più forti, che devono aver uno po’ scoraggiato quelle della fascia più bassa”. 254 le iscrizioni in rosa totali: “Adesso, preparando la prossima edizione, vedremo che iniziative adottare per incentivare maggiormente l’affluenza delle ragazze”. Non solo, c’è un’altra questione da analizzare: “Vogliamo arrivare alla 40a edizione, quella del 2020, con una macchina perfettamente oliata e quest’anno abbiamo notato che questa divisione, in campo maschile, ha avuto un unico effetto collaterale, quello di far segnare troppi passaggi da una categoria all’altra dei protagonisti (dal limitato 4.3 al 3.2) in concomitanza con gli aggiornamenti delle classifiche Fit di metà anno”. Tradotto: chi ha classifica più bassa, facendo bene nel Master della Brianza limitato 4.3, diventa protagonista nelle classifiche generali, ma si guadagna anche i punti necessari per superare lo sbarramento nelle graduatorie federali e diventare 4.2 o meglio. “Il rischio è di svuotare la sezione di ‘Quarta’ del circuito e intasare quella di ‘Terza’ – spiega Gerosa -. Ma abbiamo già diverse idee per ovviare: le presenteremo nella prossima edizione”.

Già, perché le idee non mancano mai. Così come i segnali positivi: “I club che per la prima volta hanno ospitato una o più tappe del circuito in questo 2018 hanno dato ottime risposte”. Come il Tc Lecco, che è entrato subito ad alti livelli in termini di partecipazioni. È invece di una vecchia conoscenza del Master della Brianza, il Tennis Usmate e Velate, il record di partecipazione per singola tappa (109 nel maschile limitato 4.3). “Insomma, anche quest’anno il circuito ha riscosso grande successo – continua il deus ex machina della manifestazione -: per questo vanno ringraziati tutti gli sponsor che ci stanno vicini, i circoli, gli appassionati del territorio. Con una menzione speciale per il Villa Reale Tennis Monza, il club che anche quest’anno ha fatto da casa e da base al Master”. Con queste premesse solide, e con qualche sperimentazione regolamentare ancora da affinare, ci si avvicina a grandi passi verso il traguardo delle 40 edizioni. “È un anniversario importante, anche perché la nostra manifestazione ormai ha fatto scuola ispirandone altre più o meno simili”. Non c’è nemmeno il tempo di tracciare un bilancio, dunque: la macchina organizzativa è pronta a ripartire. E con lei i quasi 1.500 match all’anno che si porta dietro (1.396 per la precisione nell’arco del 2018).


TROFEI E TARGHE, TUTTI I VINCITORI DEL 38° MASTER DELLA BRIANZA

Medaglia d’oro al vincitore del Circuito Maschile 3.2/4.2:

Iseo Colciago del T. C. Anzano del Parco sulla base dei punti acquisiti nei vari tornei del circuito 3.2/4.2.

Medaglia d’oro al vincitore del Circuito Maschile 4.3/4.NC:

Stefano Garghentini del Villa Reale Tennis Monza sulla base dei punti acquisiti nei vari tornei del Circuito 4.3/4.NC.

Medaglie d’oro alle vincitrici del Circuito Femminile 3.2/4.NC:

Roberta Bassani class. 3.2 del T.c. Sesto S. G. e a Carlotta Querin class. 3.2 tesserata per la S. C. Nino Bixio 1883 (le due sono arrivate al termine del circuito Femminile a pari punti in classifica generale).

Memorial Enrico Andena al giovane emergente:

Andrea Luciano Viganò del Circolo Alte Groane Club.

Memorial Enrico Vimercati alla giovane emergente:

Judith Esther Kim Attias del Tc Milano Alberto Bonacossa.

Memorial Manlio Bollati al Circolo primo classificato sulla base dei punti acquisiti dai propri Atleti nelle varie tappe del Circuito:

Tennis Club Seregno

Memorial Paolo Fumagalli al Circolo secondo classificato:

A. T. Cesano Maderno


I VINCITORI E I RISULTATI DELLE FINALI DEL MASTER CONCLUSIVO DI MONZA

(tra parentesi la testa di serie)

Singolare maschile (Lim. 3.2)

Finale: Colciago (1) b. Mottadelli (3) 6-2 6-2

Singolare femminile (Lim. 3.2)

Finale: Requizo (2) b. Menegazzo (8) 3-6 6-2 6-0

Singolare maschile (Lim. 4.3)

Finale: Garghentini (1) b. Caron (2) 6-1 6-0

Leggi Tutto

Master della Brianza: Garghentini, Requizo e Colciago i campioni 2018



Monza, 30 settembre 2018Si è chiusa nel pomeriggio di sabato la settimana conclusiva del Master della Brianza 2018, la 38a edizione di quello che è il circuito tennistico per Terza e Quarta categoria più longevo d’Italia. A esultare in ordine cronologico sono stati Stefano Garghentini, Marydhel Requizo e Iseo Colciago, capaci di portarsi a casa titolo e relativi premi. Per quanto riguarda la competizione maschile di Quarta categoria (limitata 4.3), la coppa è rimasta tra le mura del club ospitante e motore di tutta la stagione, il Villa Reale Tennis di Monza. Il 4.4 di casa Garghentini ha superato nell’atto conclusivo l’altro favorito della vigilia, vale a dire il 4.3 del Tc Seregno (Mb) Luciano Caron. Una partita durata meno di un’ora, chiusa col punteggio di 6-1 6-0, in cui il 47enne agente di commercio di Monza non ha mostrato punti deboli. In contemporanea sono scese in campo anche le finaliste del tabellone femminile (limitato a 3.2): la vittoria è andata a Marydhel Requizo (3.3 del Tc Villasanta, Mb), seconda testa di serie, che ha battuto in rimonta la sorpresa della settimana, Alessandra Menegazzo (3.3 del Ct Ceriano, Mb). Un match dai due volti, in cui la Menegazzo si è portata in vantaggio di un set (6-3) approfittando dei tanti errori commessi dall’avversaria. Ritrovato il gioco mostrato durante la stagione nelle varie tappe, la 19enne di origini filippine ha prima pareggiato i conti per poi dominare l’ultimo parziale grazie soprattutto al diritto. 3-6 6-2 6-0 il risultato finale in favore della tennista di Cassina Rizzardi (Como), che studia da geometra.

A concludere la giornata di finali, hanno incrociato le racchette per incoronare il campione del tabellone di “Terza” maschile (limitato 3.2) Iseo Colciago e Marco Mottadelli. Il 3.2 del Tc Anzano del Parco (Co) ha irretito con un gioco fatto di continui cambi di ritmo Mottadelli (3.2 della L&M Tennis Academy). Quest’ultimo non è mai riuscito a trovare la chiave giusta per rispondere ai colpi precisi del maestro, nonchè presidente, del club comasco. Un 6-2 6-2 senza storia dunque in favore del 45enne Colciago, che in maggio si era messo in luce anche ai Campionati nazionali di Quarta categoria giocati sui campi del Foro Italico di Roma in contemporanea con gli Internazionali d’Italia. Con i risultati delle finali, il trofeo riservato ai circoli è andato al Tc Seregno, seguito sul secondo gradino del podio dal Tennis Cesano Maderno (Mb). Dopo le finali, sono seguite le premiazioni, alla presenza degli sponsor e dei partner della manifestazione. A fare da gran cerimoniere è stato Marco Gerosa, responsabile dell’organizzazione dell’intero circuito: “È stata ancora una volta un’annata splendida, segnata da grandi numeri e dall’ingresso di nuovi circoli. Il bilancio – ha sottolineato Gerosa – non può che essere super positivo, cosa che ci dà grande entusiasmo per cominciare già a lavorare sulla prossima edizione”.


I RISULTATI (tra parentesi la testa di serie)

Singolare maschile (Lim. 3.2)

Finale: Colciago (1) b. Mottadelli (3) 6-2 6-2

Singolare femminile (Lim. 3.2)

Finale: Requizo (2) b. Menegazzo (8) 3-6 6-2 6-0

Singolare maschile (Lim. 4.3)

Finale: Garghentini (1) b. Caron (2) 6-1 6-0


IL MASTER ON-LINE Tutti i tabelloni, i risultati definitivi e le classifiche su www.masterdellabrianza.it. Leggi Tutto

Master della Brianza: Monza emette i primi verdetti, sabato le finalissime



Monza, 24 settembre 2018 Ormai ci siamo: sabato 29 settembre a partire dalle ore 13 i campi in terra battuta del Villa Reale Tennis di Monza incoroneranno i campioni del Master della Brianza 2018. Nel week-end appena trascorso sono state definite le finali di tutti e tre i tabelloni, con qualche sorpresa in quelli di Terza categoria. Partiamo proprio da qui, perché nel torneo maschile di “Terza” l’ultimo atto sarà tra il primo favorito Iseo Colciago (3.2 del Tc Anzano del Parco, CO) e il 3.3 della L&M Tennis Academy (CO) Marco Mottadelli. Colciago non ha avuto problemi nei quarti di finale contro Alessio Castelnuovo, concedendo soltanto due giochi, ma in semifinale ha dovuto faticare e non poco, vincendo in rimonta per 4-6 6-2 6-2 di fronte a Lorenzo Notarianni (già finalista nella passata stagione). Nella parte bassa del tabellone invece Mottadelli ha prima battuto Marco Musitano per poi sconfiggere in due set – anche in questo caso lottati – la sorpresa Fabio Dimastromatteo. Quest’ultimo nei quarti aveva superato contro pronostico il secondo favorito della vigilia Christian Liguori.

Alessandra Menegazzo e Marydhel Requizo

Tra le donne invece la rivelazione della settimana è stata Alessandra Menegazzo, 3.3 del Club Tennis Ceriano (MB), capace di far fuori nei quarti la prima testa di serie Roberta Bassani (7-5 6-4), per poi concedere il bis contro Judith Esther Kim Attias (7-6 6-2) in semifinale. Nel match clou se la vedrà con la seconda favorita del tabellone Marydhel Requizo (3.3 del Tc Villasanta, MB), abile a recuperare un set di svantaggio nei quarti per poi vincere agevolmente in semifinale rispettivamente contro Di Gennaro e Superci. Nell’ultima competizione in agenda, quella riservata ai Quarta Categoria (solo maschile, limitata ai 4.3), pronostici rispettati senza sussulti: il titolo finale sarà conteso tra i primi due favoriti della vigilia. Da una parte della rete il giocatore di casa Stefano Garghentini (4.4) che in semifinale ha sconfitto addirittura con un doppio 6-0 Alessandro Fabiani, mentre dall’altra Luciano Caron (4.3 del Tc Seregno, MB) che ha concesso solamente 5 giochi in due partite tra quarti e ‘semi’ a Nicolini e Sibilla. Ora non resta che attendere la giornata di sabato, il Master della Brianza è pronto a premiare i suoi campioni.


I RISULTATI (tra parentesi la testa di serie)

Luciano Caron e Stefano Garghentini

Singolare maschile (Lim. 3.2)

Quarti di finale: Colciago (1) b. Castelnuovo (8) 6-2 6-0, Notarianni (5) b. Vergani (4) 6-1 3-0 rit., Mottadelli (3) b. Musitano (6) 6-3 6-1, Dimastromatteo (7) b. Liguori (2) 6-4 6-3. Semifinali: Colciago (1) b. Notarianni (5) 4-6 6-2 6-2, Mottadelli (3) b. Dimastromatteo (7) 6-4 7-5. Finale: Colciago (1) vs Mottadelli (3) ore 14.30.

Singolare femminile (Lim. 3.2)

Quarti di finale: Menegazzo (8) b. Bassani (1) 7-5 6-4, Attias (4) b. Bilotta (5) 6-1 6-1, Superci (3) b. Dell’Orto (6) 6-3 6-2, Requizo (2) b. Di Gennaro (7) 1-6 6-2 6-1. Semifinali: Menegazzo (8) b. Attias (4) 7-6 6-2, Requizo (2) b. Superci (3) 6-1 6-3. Finale: Menegazzo (8) vs Requizo (2) ore 14.

Singolare maschile (Lim. 4.3)

Quarti di finale: Garghentini (1) b. Buratti (8) 6-2 6-3, Fabiani (4) b. Buscicchio (5) 6-1 4-6 6-2, Sibilla (6) b. Viganò (3) 3-6 6-2 6-4, Caron (2) b. Nicolini (7) 6-2 6-1. Semifinali: Garghentini (1) b. Fabiani (4) 6-0 6-0, Caron (2) b. Sibilla (6) 6-2 6-0. Finale: Garghentini (1) vs Caron (2) ore 13.


IL MASTER ON-LINE Tutti i tabelloni, i risultati aggiornati, il calendario dei tornei e le classifiche su www.masterdellabrianza.it. Leggi Tutto

Master della Brianza, Colciago vince a Desio. Ora tutti a Monza per il gran finale



Monza, 21 settembre 2018 – Dopo 22 tabelloni conclusi sui campi di 11 circoli diversi, la 38ª edizione del Master della Brianza è giunta al galà finale di Monza. Da sabato 22 settembre i migliori 8 delle rispettive classifiche della manifestazione (che quest’anno sono tre) si sfideranno per i titoli 2018. Ma prima dei match clou è andata in scena l’ultima tappa maschile riservata ai Terza categoria (limitata a 3.2), quella organizzata dal Tennis Desio (MB). Il torneo ha visto il bis di Iseo Colciago, 3.2 del Tc Anzano del Parco (CO), capace di fare sue le ultime due tappe, Carate a fine luglio e proprio Desio: nella finale contro Lorenzo Notarianni, 3.2 del Tennis Cesano Maderno (MB), Colciago si è imposto in due set con il punteggio di 6-4 7-5. Ottimo piazzamento per Andrea Vergani, 3.2 del Tennis Bellusco 2012 (MB), e per Stefano Cappella, 3.3 del Tennis Cernusco (MI). Il primo è stato sconfitto al fotofinish dalla testa di serie numero 2 del tabellone Notarianni per 0-6 6-4 7-6; Cappella è stato battuto al penultimo atto dal vincitore Colciago per 2-6 6-2 6-2. Con questi risultati, quest’ultimo ha conquistato la vetta della classifica maschile con 55 punti. Dietro di lui la coppia formata da Christian Liguori e Marco Mottadelli a 10 lunghezze, mentre Notarianni e Vergani si sono portati in quarta posizione con 30 punti.

Iseo Colciago (a destra) e Lorenzo Notarianni

Nel frattempo, al Villa Reale Tennis di Monza è tutto pronto per incoronare i campioni di quest’anno. E nei tabelloni stilati dall’organizzatore Marco Gerosa non mancano certo le grandi sfide. Nel femminile la prima favorita Roberta Bassani (3.2 del Tc Sesto, MI) se la vedrà con Alessandra Menegazzo (3.3 del Ct Ceriano), mentre l’altra capoclassifica Carlotta Querin (3.2 della Canottieri Nino Bixio di Piacenza) ha dato forfait. Tra i Terza maschili, primo turno sulla carta agevole per Colciago che sfiderà Alessio Castelnuovo (4.2 del Tennisdinamic, CO), giocatore che a inizio circuito giocava nei tornei dedicati ai “Quarta”. Come Marco Musitano (4.1 dello Sporting Milanino) e Fabio Dimastromatteo. Proprio nel tabellone di Quarta occhio al 4.4 di casa Stefano Garghentini e a Luciano Caron (4.3 del Tc Seregno, MB). Non resta dunque che attendere sabato 29 settembre, quando la terra rossa di Monza decreterà i nomi dei prossimi campioni del Master della Brianza.


I RISULTATI

Tennis Desio (MB)

Singolare maschile (Lim. 3.2) – Quarti di finale: Colciago b. Di Silvio 6-3 6-3, Cappella b. Capelli 6-0 6-3, Vergani b. Cattoni n.d., Notarianni b. Mottadelli 6-4 6-2. Semifinali: Colciago b. Cappella 2-6 6-2 6-2, Notarianni b. Vergani 0-6 6-4 7-6. Finale: Colciago b. Notarianni 6-4 7-5.


TUTTE LE CLASSIFICHE

I TOP 5 (Lim. 3.2): 1. Colciago 55 punti; 2. (parimerito) Liguori, Mottadelli 45 punti; 4. (parimerito) Vergani, Notarianni 30 punti. LE TOP 8 (Lim. 3.2): 1. (parimerito) Querin, Bassani 35 punti; 3. Requizo 30 punti; 4. (parimerito) Attias, Superci, Bilotta, Dell’Orto, Di Gennaro 25 punti. I TOP 5 (Lim. 4.3): 1. Garghentini 35 punti; 2. Caron 30 punti; 3. (parimerito) Santorsola, Castagnetta, Viganò 10 punti.

I TABELLONI FINALI (tra parentesi la testa di serie)

Singolare maschile (Lim. 3.2)

Colciago (1) vs Castelnuovo (8), Vergani (4) vs Notarianni (5), Musitano (6) vs Mottadelli (3), Dimastromatteo (7) vs Liguori (2).

Singolare femminile (Lim. 3.2)

Bassani (1) vs Menegazzo (8), Attias (4) vs Bilotta (5), Dell’Orto (6) vs Superci (3), Di Gennaro (7) vs Requizo (2).

Singolare maschile (Lim. 4.3)

Garghentini (1) vs Buratti (8), Fabiani (4) vs Buscicchio (5), Sibilla (6) vs Viganò (3), Nicolini (7) vs Caron (2).


IL MASTER ON-LINE Tutti i tabelloni, i risultati aggiornati, il calendario dei tornei e le classifiche su www.masterdellabrianza.it. Leggi Tutto

Master della Brianza, a Besana vincono Gamba e Caron



Monza, 18 settembre 2018 – La 38ª edizione del Master della Brianza ha ripreso la sua corsa dopo la pausa estiva verso le finali di Monza. E lo ha fatto sui campi della Polisportiva Besanese, classica tappa di inizio settembre della manifestazione tennistica più longeva d’Italia per i Quarta categoria, e da quest’anno anche per i Terza. L’evento di Besana Brianza (MB) è stato l’ultimo per quanto riguarda il circuito femminile, mentre quello maschile si è diviso proprio tra i campi di via De Gasperi e il Tennis Desio. A spuntarla a Besana nel tabellone maschile riservato ai Quarta (limitato ai 4.3) è stato Luciano Caron, 4.3 del Tennis Club Seregno (MB), capace di imporsi da favorito. In semifinale Caron ha battuto Andrea Luciano Viganò, 4.5 tesserato per l’Alte Groane Club (MB), con il punteggio di 6-4 6-2, mentre nell’atto conclusivo non ha lasciato scampo al capo-classifica Stefano Garghentini, 4.4 del Villa Reale Tennis di Monza (6-3 7-5 il risultato dopo quasi due ore di battaglia). Ottimo piazzamento per Paolo Villa, 4.3 del Tennis Altopiano (BG), giunto in semifinale e sconfitto in due set da Garghentini (6-3 6-1). Nella graduatoria maschile, proprio Garghentini si conferma in testa, mentre Caron raggiunge la seconda posizione.

Nel torneo femminile l’ultima vincitrice di tappa in ordine cronologico è stata Michela Gamba, alla sua prima affermazione stagionale. In finale la classificata 3.3 dello Sportrend Tennis (MI) ha prevalso su Ilaria Di Palma, 3.3 del Tennis Club Rovellasca (CO), con un doppio 6-3. Buona prova anche per le semifinaliste Rebecca Llorente Scipio (3.3 della Scuola Tennis Varese, sconfitta da Di Palma per 6-3 2-6 6-3) e Marydhel Requizo (3.3 del Tennis Club Villasanta, MB) battuta da Gamba sempre con un duplice 6-3. Nella classifica generale femminile, Requizo ha agguantato la terza posizione, dietro alla coppia capolista formata da Carlotta Querin e Roberta Bassani. Le liste dei partecipanti al Master finale di Monza verranno comunicate entro la fine della settimana, dopo i risultati della tappa maschile dedicata ai Terza categoria di Desio. Ormai è tutto pronto per un epilogo che, come tradizione, promette scintille. Si comincia sabato 22 settembre, mentre titoli e premi verranno consegnati sabato 29, il giorno delle finalissime.


I RISULTATI

Polisportiva Besanese, Besana in Brianza (MB)

Singolare femminile (Lim. 3.2) – Quarti di finale: Di Palma b. Dell’Orto 6-1 6-2, Llorente Scipio b. Rovetta 6-4 6-3, Gamba b. Di Gennaro 6-2 6-1, Requizo b. Tanzi 6-2 6-2. Semifinali: Di Palma b. Llorente Scipio 6-3 2-6 6-3, Gamba b. Requizo 6-3 6-3. Finale: Gamba b. Di Palma 6-3 6-3.

Singolare maschile (Lim. 4.3)Quarti di finale: Caron b. Galli 6-2 6-2, Viganò b. Fabiani 6-3 3-6 7-5, Garghentini b. Mariani 6-2 6-1, Villa b. Nicolini 6-2 6-1. Semifinali: Caron b. Viganò 6-4 6-2, Garghentini b. Villa 6-3 6-1. Finale: Caron b. Garghentini 6-3 7-5.


LE CLASSIFICHE

LE TOP 8 (Lim. 3.2): 1. (parimerito) Querin, Bassani 35 punti; 3. Requizo 30 punti; 4. (parimerito) Attias, Superci, Bilotta, Dell’Orto, Di Gennaro 25 punti. I TOP 5 (Lim. 4.3): 1. Garghentini 35 punti; 2. Caron 30 punti; 3. (parimerito) Santorsola, Castagnetta, Viganò 10 punti.
IL MASTER ON-LINE Tutti i tabelloni, i risultati aggiornati, il calendario dei tornei e le classifiche su www.masterdellabrianza.it. Leggi Tutto

Il Master della Brianza pronto al rush finale



Monza, 28 agosto 2018 – Le vacanze sono finite. Il Master della Brianza si prepara per il suo mese clou. Il circuito tennistico più longevo d’Italia, nel prossimo week-end, farà partire le ultime tre tappe, quelle fondamentali per decretare i migliori dei ranking. Dal 1° settembre andrà in scena al Tennis Desio (MB) l’evento maschile dedicato ai Terza categoria (limitata al gruppo 3.2), mentre alla Polisportiva Besanese (MB) scenderanno in campo le ragazze (torneo limitato alle 3.2) e i Quarta categoria (fino ai 4.3). Poi a partire dal 22 settembre al Villa Reale Tennis di Monza il circuito metterà in scena il gran finale. Le graduatorie dopo l’uscita delle nuove classifiche federali hanno visto alcuni protagonisti stagionali lasciare la competizione (quelli promossi a 3.1), mentre alcuni giocatori di “Quarta”, che hanno conseguito successi nella prima parte dell’anno nei tabelloni limitati a 4.3, sono saliti nella categoria di tornei superiore. La classifica che ha subito sicuramente più cambiamenti è stata proprio quella dei “Quarta”, lato maschile: ben 10 giocatori tra i primi 11 sono stati promossi. Così adesso al primo posto c’è Stefano Garghentini (del Villa Reale) con 20 punti, inseguito da un gruppetto di 5 giocatori a 10 lunghezze. Nella classifica di “Terza” invece rimane al comando Christian Liguori (del Tc Milano Bonacossa) con 45 punti, subito dietro Marco Mottadelli (L&M Tennis Academy, Como) e Iseo Colciago (Tc Anzano del Parco, Como). In quella femminile restano invariate le prime posizioni, con Carlotta Querin (Canottieri Nino Bixio Piacenza) e Roberta Bassani (Tc Sesto) a guidare il gruppo.

“Fino qui si sono visti dei tornei davvero interessanti – ha spiegato un soddisfatto Marco Gerosa, anima del Master della Brianza -. La nuova suddivisione dei tornei è stata apprezzata da tutti, sia dai giocatori che dai circoli organizzatori”. Una scelta che ha pagato per un circuito che negli anni si è ritagliato uno spazio sempre più importante nel panorama tennistico non solo locale. “Le classifiche federali di metà anno – ha proseguito Gerosa – hanno rivoluzionato le graduatorie appena prima del Master finale, ma era ampiamente previsto. Il regolamento che prevede il dimezzamento dei punti per chi è passato di categoria ha dimostrato di funzionare alla prova dei fatti. Sono contento che questo circuito sia sempre più un punto di riferimento per centinaia di appassionati”. Ora non resta che attendere i verdetti degli ultimi appuntamenti con la grande attesa per l’evento finale di Monza. “Il Villa Reale Tennis – ha concluso Gerosa – anche quest’anno sarà la location ideale per conoscere i vincitori e come ormai d’abitudine il sabato inaugurale (22 settembre, ndr) ci sarà una grande sorpresa per tutti gli appassionati, di quelle da non perdersi”. Ormai ci siamo, tra poco più di un mese il Master della Brianza incoronerà i suoi nuovi campioni.


LE CLASSIFICHE

I TOP 4 (Lim. 3.2): 1. Liguori 45 punti; 2. Mottadelli 40 punti; 3. Colciago 35 punti; 4. Musitano 22,5 punti. LE TOP 5 (Lim. 3.2): 1. (parimerito) Querin, Bassani 35 punti; 3. (parimerito) Attias, Superci, Bilotta 25 punti. I TOP 6 (Lim. 4.3): 1. Garghentini 20 punti; 2. (parimerito) Santorsola, Valassi, Oggioni, Caron, Castagnetta 10 punti.
IL MASTER ON-LINE Tutti i tabelloni, i risultati aggiornati, il calendario dei tornei e le classifiche su www.masterdellabrianza.it. Leggi Tutto

Questo sito è full responsive ed è correttamente visualizzabile su ogni dispositivo. Computer, smartphone e tablet di ogni misura...