Posts Taggati ‘Serie B’

Le ragazze dello Junior Tennis Milano pronte per la Serie B



Milano, 15 marzo 2016 – Così giovani ma già così determinate e pronte a ritagliarsi uno spazio importante nel ruolo di outsider e oltre. Sta per cominciare l’avventura in Serie B per le ragazze dello Junior Tennis Milano. Un’occasione speciale in una categoria prestigiosa che mancava da anni dalle parti di via Cavriana. E quella dello Junior ha tutta l’aria di una squadra capace di regalare parecchie sorprese perché infarcita di giocatrici molto giovani ma di grande talento e prospettiva. Insieme alla capitana-giocatrice Erika Pineider (classifica 3.3), la più esperta è Alice Vicini (classe 1993). Giovanissime anche tutte le altre: dalla 20enne Marta Brogioni (2.8) alle 17enni Giorgia Pigato e Francesca Falleni (entrambe 2.5), da Sara Semeraro (3.1 classe 2000) a Lisa Pigato, campionessa italiana under 12 nata nel 2003 ma già con una classifica da 2.7. Quella del club milanese è senz’altro una delle formazioni più attese, ma il girone non è certo dei più agevoli: si comincia domenica 3 aprile con la trasferta nella capitale per la sfida contro il Reale Circolo Canottieri Tevere. Dopo un turno di riposo ci sarà lo scontro casalingo con il Circolo Tennis Reggio mentre il 24 aprile ecco la seconda, insidiosa trasferta per le ragazze dello Junior che voleranno a Cagliari. A completare il girone, le sfide con lo Stampa Sporting di Torino e – in casa – contro il Circolo Tennis Trento, in programma domenica 22 maggio. Dopo la scorsa, esaltante stagione con la promozione ottenuta a suon di vittorie nette, le ragazze guidate da Erika Pineider, sotto l’egida di coach Ugo Pigato, hanno dimostrato di essere un gruppo solido che può puntare in alto. Anche quest’anno lo Junior Tennis Milano conferma la sua naturale vocazione, puntando tutto sul vivaio casalingo.

“Il girone è difficile ma non è impossibile – commenta Erika Pineider -, credo che questa squadra possa giocarsela con tutti gli avversari. Certo, gli incontri più delicati li abbiamo in trasferta, a partire proprio da quello d’esordio del 3 aprile a Roma, che segnerà anche il nostro primo impegno all’aperto. Ma con me – prosegue la capitana – ci sono 5 ragazze che giocano davvero benissimo. Alice Vicini si è appena operata alla mano perciò non so se riuscirò a schierarla già a Roma, ma conto di recuperarla presto. E poi c’è Lisa, che migliora giorno dopo giorno e che vedo in grandi condizioni”. Ma dove può arrivare questa squadra? La capitana non ha dubbi: “Forse è ancora un po’ presto per puntare alla Serie A2, ma l’obiettivo è senz’altro quello di evitare i play-out e disputare comunque una stagione di livello”.

JUNIOR TENNIS MILANO, LA SCUOLA TENNIS AMICA DELL’AMBIENTE

Lo Junior Tennis Milano Dario Mattei Gentili inizia la sua attività nel 1957 sui due campi del Coni in via Mecenate e, dopo un paio di cambi di sede, nel 1968 approda in via Cavriana 45 dove, nel corso degli anni realizza un’ampia e moderna struttura che può contare su 12 campi (9 in terra rossa) tre dei quali dotati di una copertura permanente realizzata per favorire il risparmio energetico, con pannelli fotovoltaici da 61,5mila Kwh sul tetto per la produzione di energia pulita. Lo Junior si distingue dalla maggior parte delle altre realtà perché non è un circolo nel senso stretto, come tanti sul territorio, ma esclusivamente una scuola di addestramento al tennis per i giovani tra i 5 e i 16 anni che ospita in media 420 allievi all’anno.

Leggi Tutto

Junior Tennis Milano, ragazze in Serie B dopo dieci anni



Milano, 9 luglio 2015 -Promozione fa rima con programmazione. Se il 2015 è stata la stagione del rilancio per lo Junior Tennis Milano – Dario Mattei Gentili lo si deve proprio alla programmazione. Lo scorso anno, proprio in questo periodo, era tempo di scelte importanti e coraggiose che alla fine hanno pagato, portando non solo alla promozione delle ragazze in Serie B al termine di un campionato straordinario ma anche all’ottimo cammino della squadra maschile e ai successi individuali. Certo, il risultato più eclatante è quello delle ragazze capitanate da Erika Pineider che hanno conquistato una storica promozione in Serie B. Se si esclude il ripescaggio di due stagioni fa, il salto di categoria sul campo era un traguardo che mancava da dieci anni, dalla stagione 2004/05. Un risultato prestigioso, ottenuto con un brivido finale: “Nella sfida decisiva contro il Quanta Club Milano – racconta Ugo Pigato, responsabile del settore agonistico dello Junior dal settembre 2014 – eravamo in emergenza. Abbiamo dovuto schierare Lisa Pigato, mia figlia, che ha solo 12 anni. Però ha portato a casa un punto importante in singolare e poi – prosegue Pigato – la coppia Pineider/Vicini ha vinto il doppio decisivo regalandoci questa grande gioia”. Un percorso cui hanno contribuito durante tutta la stagione anche Sara Semeraro, Francesca Falleni eMarta Brogioni. Ma se il successo a squadre del team femminile ha rappresentato la classica ciliegina sulla torta, a certificare il rilancio sono anche i numeri individuali, dai tanti successi di Lisa Pigato nel circuito Tennis Europe a quelli di altri giovanissimi atleti che fanno continui passi avanti in classifica. Come Gloria Contrino (3.5), Giulia Lualdi (da 4.4 a 4.1) e Alberto Micali (2.6 a 2.4).

Sara Semeraro, altro elemento in forza alla squadra

Sara Semeraro, altro elemento in forza alla squadra

Ma non c’è comunque troppo tempo per festeggiare: è di nuovo l’ora di programmare la stagione che verrà, per cercare di migliorarsi ancora. Il leit-motiv del 2015/16 non cambia, lo Junior continuerà sulla strada del vivaio e dei giovani che crescono sui campi di via Cavriana. Non mancano però novità importanti. Le prime anticipazioni le svela coach Pigato: “L’anno prossimo la squadra femminile potrà contare anche su Giorgia Pigato (sorella di Lisa, ndr) che torna finalmente disponibile dopo l’ernia al disco che l’ha costretta così tanto tempo fuori dalle competizioni. Per quanto riguarda la Serie C maschile – prosegue -, quest’anno abbiamo fatto il massimo perdendo al doppio di spareggio contro il Match Ball Firenze (4-3) quando mancava solo un turno alla promozione. Sono fiducioso per la prossima stagione e convinto che potremo fare ancora meglio anche in virtù di crescite importanti come quella del nostro Stefano Rieti, classe 1995, che si è appena aggiudicato il torneo di terza categoria ad Alassio”. Insomma, dopo le prove generali, nel 2016 anche la squadra maschile potrà puntare a un’altra, storica promozione.

JUNIOR TENNIS MILANO, LA SCUOLA TENNIS AMICA DELL’AMBIENTE

Lo Junior Tennis Milano Dario Mattei Gentili inizia la sua attività nel 1957 sui due campi del Coni in via Mecenate e, dopo un paio di cambi di sede, nel 1968 approda in via Cavriana 45 dove, nel corso degli anni realizza un’ampia e moderna struttura che può contare su 12 campi (9 in terra rossa) tre dei quali dotati di una copertura permanente realizzata per favorire il risparmio energetico, con pannelli fotovoltaici da 61,5mila Kwh sul tetto per la produzione di energia pulita. Lo Junior si distingue dalla maggior parte delle altre realtà perché non è un circolo nel senso stretto, come tanti sul territorio, ma esclusivamente una scuola di addestramento al tennis per i giovani tra i 5 e i 16 anni che ospita in media 420 allievi all’anno.

Leggi Tutto

Il Tc Crema resta in B. Da oggi i main draw del Città di Crema



Crema, 15 giugno 2015 – Ci sono volute parecchie ore di gioco, sette incontri, due superfici diverse e una difficile rimonta, ma il Tennis Club Crema può festeggiare: anche il prossimo anno avrà una squadra nel campionato nazionale di Serie B, oltre a quella impegnata in Serie A1 dal mese di ottobre. Il verdetto arriva dal play-out casalingo contro i toscani del Tennis Club Poggibonsi, iniziato male ma terminato col sorriso al termine del doppio di spareggio. E pensare che dopo l’1-3 dei singolari il destino dei cremaschi sembrava scritto: sconfitta e turno decisivo dei play-out, contro il Circolo Tennis e Vela Messina. Invece, al doppio confronto coi siciliani ci andranno i senesi. Per ribaltare la situazione ci voleva un’impresa, che non solo è arrivata ma che ha pure un sapore ancor più gustoso perché conquistata nonostante le assenze di Davide Melchiorre e Filippo Mora, le due punte di diamante della formazione. A dare una mano ai cremaschi ci ha pensato la pioggia, che ha reso impraticabili i campi in terra battuta, obbligando a proseguire sull’erba sintetica al coperto. Le quotazioni dei padroni di casa sono salite e la tripletta nei doppi ha chiuso i conti. Prima il pareggio, siglato dai successi di Remedi/Zanotti e soprattutto di Coppini/Pagani, bravi a battere la miglior coppia rivale Aprile/Turini; poi il 6-3 6-4 di Coppini/Remedi ai danni di Petreni/Turini, che ha regalato la copertina al diciassettenne milanese Coppini. Con la vittoria in singolare e due punti in doppio, è stato il giovane del vivaio il trascinatore nello spareggio.

Nel frattempo, sui campi in terra rossa di via Del Fante ha preso il via l’undicesima edizione del ‘Città di Crema’, il torneo internazionale under 16 di Tennis Europe. Oggi gli ultimi incontri delle qualificazioni – ritardate dalla pioggia – e il via ai tabelloni principali di singolare. In gara giovani talenti da una dozzina di Paesi diversi, fra i quali la svizzera Simona Waltert (vincitrice nel 2014 e a caccia di un bis mai riuscito a nessuno), ma soprattutto tantissimi italiani, che sognano di ripetere il successo siglato lo scorso anno da Riccardo Balzerani. Curiosità per la presenza di Filippo Speziali, protagonista la scorsa settimana al prestigioso Torneo Avvenire di Milano. Partito dalle qualificazioni, al Tc Ambrosiano il milanese si è spinto fino in semifinale vincendo sette partite consecutive. Nel tabellone maschile, guidato dall’argentino Baez, da tenere d’occhio Gabriele Bosio – unico azzurro al via compreso fra i primi 100 del ranking under 16 – oltre alle altre due teste di serie tricolori: Mattia Frinzi e Federico Arnaboldi. Tre delle nostre fra le favorite anche nel femminile: Elisabetta Cocciaretto, Gaia Bandini ed Enola Chiesa. Sabato 20 le finali. L’ingresso sarà sempre gratuito.

SERIE B, PLAY-OUT – TC Crema b. TC Poggibonsi 4-3: Coppini (C) b. Aiazzi (P) 6-0 6-3, Petreni (P) b. Zanotti (C) 6-3 6-2, Turini (P) b. Remedi (C) 1-6 6-3 6-0, Aprile (P) b. Pagani (C) 6-3 6-4, Coppini/Pagani (C) b. Aprile/Turini (P) 6-3 6-4, Remedi/Zanotti (C) b. Fiaschi/Petreni (P) 6-0 6-1, Coppini/Remedi (C) b. Petreni/Turini (P) 6-3 6-4.

TC CREMA, TENNIS DI QUALITÀ DAL 1908

Le caratteristiche del Tc Crema sono l’eleganza, il prestigio e il fascino senza tempo di una storia centenaria. Nasce nel 1908 e si caratterizza per un’infinita passione per il tennis, successi sportivi e grandi campioni. Il club ha visto passare giocatori come Adriano Panatta e Paolo Canè, che vanta tre vittorie nei campionati a squadre di serie A negli anni 1985, 1986 e 1987. Una nuovissima struttura dal 2010 ospita la sede in Via del Fante, in un contesto sportivo caratterizzato dalla vicinanza della piscina comunale. La struttura è uno stimolo maggiore per chi in questo club ci ha messo passione. Dal 2003, sotto la guida del presidente Stefano Agostino, il circolo mira a un consolidamento importante, come una quercia secolare che ha già resistito alle due guerre mondiali. Uno degli obiettivi principali è quello di raggiungere un alto livello agonistico e di migliorare ogni giorno la preparazione dei ragazzi: i campioni di domani.

Leggi Tutto

Il Tennis Club Crema pronto per i play-out di serie B



Crema, 12 giugno 2015 – Non è andata come ci si aspettava. Fra infortuni, assenze ed episodi sfortunati, la stagione del Tennis Club Crema nel campionato di Serie B si è chiusa al quarto posto, dopo due vittorie, due pareggi e altrettante sconfitte, per un totale di otto punti. Ne sarebbero bastati due in più per giocare i play-off promozione, invece la formazione capitanata da Nicola Remedi sarà costretta ai play-out per rimanere in B, ma parte favoritissima per conservare la categoria. “Possiamo dire che sin qui è andato tutto storto – racconta il maestro-giocatore Armando Zanotti – con i costanti problemi del nostro numero 1 Davide Melchiorre e qualche incontro che non è girato nel verso giusto”. Su tutti il primo, perso per 4-2 in casa contro i toscani del Ct Giotto di Arezzo, con tante chance mancate. “Quel match ha dato subito una direzione al nostro campionato. È stato equilibratissimo, e un 4-2 per noi non sarebbe stato affatto ingiusto. Invece è andata bene ai nostri avversari, che poi hanno chiuso al secondo posto”. Per i cremaschi, invece, due vittorie contro Ata Battisti Trento e Ct Teramo, e i pareggi con Ct Cittadellese e St Bassano, prima della sconfitta all’ultima giornata con il Tc Borgaro, leader del girone 8. Tuttavia, c’è comunque la soddisfazione per aver offerto agli spettatori tre domeniche ricche di agonismo, vero obiettivo della formazione. “Il nostro punto forte è la Serie A1, mentre quest’altra squadra è stata costruita per dar spazio ai giovani e riempire il periodo primaverile con del tennis di alto livello. È una sorta di ritrovo anche per noi, siamo tutti amici e ci divertiamo insieme”.

Ma perdere non piace a nessuno, ed è per questo che la sfida play-out di domenica 14 giugno, in casa dalle 10 del mattino contro il Tennis Club Poggibonsi (Siena) di Andrea Turini, Matteo Aprile, Andrea Di Meo e i giovani Aiazzi, Fiaschi e Petreni, andrà avvicinata con la massima attenzione. L’obiettivo è ovviamente quello di mantenere la categoria, magari salvandosi subito ed evitando così il play-out decisivo contro il Circolo Tennis e Vela Messina, che nelle ultime due domeniche di giugno se la vedrà (con formula di andata e ritorno) con la perdente del match di domenica. I ragazzi del Tc Crema partiranno favoriti, ma anche stavolta la sorte ci ha messo del suo. “Probabilmente – prosegue Zanotti – dovremo far fronte di nuovo a un paio di assenze, su tutte quella di Davide Melchiorre (già mancato più volte nel corso del girone per un problema alla spalla, ndr). Questa settimana si è ritirato da un torneo Futures in Bulgaria, e non è detto che riesca a recuperare in tempo. Al completo saremmo più forti noi, così la situazione si complica. Ma siamo pronti per dare il 100%”.

TC CREMA, TENNIS DI QUALITÀ DAL 1908

Le caratteristiche del Tc Crema sono l’eleganza, il prestigio e il fascino senza tempo di una storia centenaria. Nasce nel 1908 e si caratterizza per un’infinita passione per il tennis, successi sportivi e grandi campioni. Il club ha visto passare giocatori come Adriano Panatta e Paolo Canè, che vanta tre vittorie nei campionati a squadre di serie A negli anni 1985, 1986 e 1987. Una nuovissima struttura dal 2010 ospita la sede in Via del Fante, in un contesto sportivo caratterizzato dalla vicinanza della piscina comunale. La struttura è uno stimolo maggiore per chi in questo club ci ha messo passione. Dal 2003, sotto la guida del presidente Stefano Agostino, il circolo mira a un consolidamento importante, come una quercia secolare che ha già resistito alle due guerre mondiali. Uno degli obiettivi principali è quello di raggiungere un alto livello agonistico e di migliorare ogni giorno la preparazione dei ragazzi: i campioni di domani.

Leggi Tutto

La Ferratella, grandi vittorie in A2 femminile e in B maschile



Roma, 28 aprile 2015 – Non poteva esserci esordio migliore. La Ferratella Sporting Club ha superato per 4-0 il Tennis Club Ambrosiano di Milano nella prima giornata del campionato di Serie A2. Le ragazze capitanate da Mimmo Liguori sono state perfette, non concedendo alcun set alle pur brave lombarde. Ottimo esordio del nuovo acquisto Lisa Sabino, italo-svizzera classe 1986 e numero 481 Wta, che ha battuto 6-0 6-2 Carolina Petrelli. Ottime anche le prestazioni della veterana Emily Stellato (6-3 6-2 a Cristina Elena Tiglea) e della giovanissima Arianna Capogrosso (6-3 6-2 a Beatrice Savignone). L’en-plein è stato completato dal doppio Sabino-Capogrosso che ha surclassato Tiglea-Savignone col punteggio di 6-1 6-0. “È una grande emozione tornare in campo – ha spiegato il capitano Mimmo Liguori – sia per me che per le ragazze. Non vogliamo parlare di obiettivi, bensì giocare match dopo match con grinta e determinazione. Al termine del girone capiremo meglio le nostre possibili ambizioni. Non c’è dubbio che la conferma in toto della rosa dello scorso anno, alla quale si è aggiunto l’innesto di Lisa Sabino, ci abbia permesso un salto di qualità. Non abbiamo mai fatto proclami in questi anni – prosegue – ed è così che siamo riusciti a effettuare la scalata dalla Serie C alla A2. Il gruppo è molto unito e mi dà particolare soddisfazione il connubio tra l’esperta e fortissima Sabino e la nostra giovane Capogrosso: insieme si trovano benissimo, giocando anche il doppio. Per Arianna – chiude Liguori – è una chance di crescita non indifferente, da sfruttare al meglio”.

Ottime notizie anche dalla Serie B maschile, corsara al Circolo Tennis Arezzo grazie a un eloquente 4-2. I ragazzi di Marco Graziotti sono stati implacabili nei singolari, portandone a casa 3 su 4. Il numero uno Cristian Rodriguez ha regolato Leonardo Biffi, nonostante i postumi di un infortunio muscolare, col punteggio di 7-6 6-4. Belle vittorie anche dei giovani Andrea Marra (6-3 6-3 a Simone Chiodini) e Giorgio Micarelli (6-0 6-1 a Carlo Alberto Funghini). L’unica sconfitta è giunta da Giacomo Vianello, superato 6-0 6-2 da Paolo Naldi. I doppi, uno per parte, hanno sancito il risultato finale. “Capogrosso, Micarelli, Marra e altri giovani sono il nostro orgoglio – ha spiegato il direttore tecnico del club romano Andrea Capogrosso -. L’obiettivo è quello di far crescere i ragazzi del nostro vivaio inserendoli pian piano nelle nostre due squadre di punta. Le rose sono piuttosto competitive e ci aspettiamo due campionati di livello. Per quanto concerne la Serie B – aggiunge Capogrosso – l’innesto di Rodriguez è stato fondamentale”.

LA FERRATELLA SPORTING CLUB, INNOVAZIONE E TRADIZIONE

Immerso nel verde, nella zona sud di Roma, La Ferratella Sporting Club è uno dei circoli maggiormente all’avanguardia di tutta la regione Lazio. Gli impianti sportivi sono nati nel 1983 per opera di alcuni soci promotori che con spirito d’iniziativa hanno gettato il seme di quella che è oggi una realtà concreta di gran rilevanza sociale e sportiva. Il Circolo si distingue per la sua felice posizione geografica e per la gran disponibilità di spazi aperti su un’area di 45 mila mq. Danza, ginnastica posturale, palestra, piscina, arti marziali e, ovviamente, tennis, con i suoi 11 campi (tutti illuminati), di cui due coperti da una moderna copertura pressostatica nei mesi invernali. Tra i talenti del vivaio anche i giovanissimi Arianna Capogrosso, classe 1999, una delle junior più forti del panorama nazionale, e Giuseppe Bonaiuti, classe 2003, tra i migliori under 11 d’Italia, atleta osservato dal Settore Tecnico della Federazione.

Leggi Tutto

Serie B: il Tennis Club Crema parte domenica ad Arezzo



Crema, 22 aprile 2015 – La serie A1 è lontana e c’è tutto il tempo per prepararla come si deve. Ma i campionati nazionali scattano già domenica 26 aprile con serie A2 e serie B, e proprio tra i cadetti c’è la seconda squadra del Tc Crema che va a caccia di un risultato importante. La cautela è d’obbligo perché il girone 8 appare equilibrato, un po’ come l’intera competizione. Non c’è una formazione che riesca a svettare sulle altre, ed è presumibile che a fare la differenza possano essere, alla fine, i piccoli dettagli. Quei dettagli che peraltro sono la forza del circolo lombardo, dove il presidente Stefano Agostino sta creando una realtà di altissimo profilo, sia sotto l’aspetto delle strutture, sia sotto quello delle persone. Persone come i nove giocatori che saranno impegnati in serie B: Davide Melchiorre, Nicola Remedi, Filippo Mora, Alessandro Pagani, Alessandro Coppini, Armando Zanotti, Tommaso Pietrarelli, Lorenzo Bresciani e Fabio Delfini. Un mix di giovani ed esperti che potrebbe riuscire a sorprendere, andando a cercare i play-off promozione. Accanto ad atleti già impegnati da tempo nel circuito Itf, come Davide Melchiorre (classificato 2.2), troviamo una speranza del tennis tricolore come il bergamasco Filippo Mora, capace lo scorso anno di spingersi fino ai quarti di finale del prestigioso Torneo Avvenire di Milano. E non bisogna dimenticare il padrone di casa Nicola Remedi, uno degli artefici della splendida salvezza nella A1 di fine 2014, quando i cremaschi si salvarono vincendo il doppio di spareggio contro Bari.

La prima sfida della serie B 2015 andrà in scena in trasferta, sui campi del Ct Giotto Arezzo, che in rosa ha tra gli altri Daniele Bracciali, l’ex davisman finito nell’occhio del ciclone per la vicenda scommesse, ancora da chiarire. Le classifiche dicono che sarà un match tutto da giocare, un incontro che potrebbe dare già una prima indicazione sulla stagione che andrà a svilupparsi. L’esordio casalingo, sui campi di Via del Fante, arriverà invece domenica 3 maggio contro l’Ata Battisti Trento. A seguire, la trasferta contro la Cittadellese (10 maggio), la sfida contro Bassano (17 maggio), l’ultima fuori casa contro Teramo (24 maggio) e la conclusione sui campi amici di fronte al team di Borgaro (7 giugno). In mezzo, il 31 maggio, il turno di riposo. Difficile dire oggi quale possa essere l’ostacolo più duro. Di certo c’è che Crema darà il massimo per riuscire a confermare quello che ha mostrato in questi ultimi anni: capacità di lottare, di divertire, di sorprendere. Per far sì che i campionati a squadre siano un traino per i giovani della scuola.

TC CREMA, TENNIS DI QUALITÀ DAL 1908

Le caratteristiche del Tc Crema sono l’eleganza, il prestigio e il fascino senza tempo di una storia centenaria. Nasce nel 1908 e si caratterizza per un’infinita passione per il tennis, successi sportivi e grandi campioni. Il club ha visto passare giocatori come Adriano Panatta e Paolo Canè, che vanta tre vittorie nei campionati a squadre di serie A negli anni 1985, 1986 e 1987. Una nuovissima struttura dal 2010 ospita la sede in Via del Fante, in un contesto sportivo caratterizzato dalla vicinanza della piscina comunale. La struttura è uno stimolo maggiore per chi in questo club ci ha messo passione. Dal 2003, sotto la guida del presidente Stefano Agostino, il circolo mira a un consolidamento importante, come una quercia secolare che ha già resistito alle due guerre mondiali. Uno degli obiettivi principali è quello di raggiungere un alto livello agonistico e di migliorare ogni giorno la preparazione dei ragazzi: i campioni di domani.

Leggi Tutto

Questo sito è full responsive ed è correttamente visualizzabile su ogni dispositivo. Computer, smartphone e tablet di ogni misura...