Posts Taggati ‘Tennis Club Crema’

Da Crema verso gli Internazionali d’Italia. A Rozzi il “quarta” che porta al Foro Italico



Crema, 22 gennaio 2019 – Dalla terra rossa del Palatennis del Tc Crema fino a quella ambitissima del Foro Italico di Roma, sede degli Internazionali d’Italia. Un sogno, quello di giocare accanto ai più forti tennisti del mondo, che la scorsa settimana è stato regalato a sei giocatori: Enrico Rozzi, Giorgio Spinelli, Marco Di Bitonto, Luca Zaccagnini, Emilio Saronni e Massimo Pagliari, tutti protagonisti della tappa cremasca del “Road to Foro”, il circuito di tornei provinciali di Quarta categoria validi come tappe di qualificazione per il “Master BNL”, in programma sui campi più famosi d’Italia in concomitanza con uno dei tornei più prestigiosi al mondo. Il modo migliore per far sentire gli amatori come dei professionisti è nato da un’idea lanciata dalla Federtennis nel 2017, strutturata in maniera molto semplice: ogni provincia ha il suo torneo di qualificazione per la fase regionale, che a sua volta metterà in palio dei posti per il gran finale romano di maggio. Vuol dire che il torneo giocato al Tc Crema, che ha risposto presente al richiamo della manifestazione amatoriale più importante d’Italia, è solo l’inizio del percorso, ma intanto spedirà un gruppetto di protagonisti all’appuntamento regionale in programma in primavera, accontentando anche chi nello scorso fine settimana ha dovuto dire addio al titolo proprio sul più bello.

La premiazione del tabellone di doppio, vinto da Marco Di Bitonto (secondo da sinistra) e Luca Zaccagnini (terzo da sinistra)

Come l’under 16 di casa Giorgio Spinelli, che da favorito numero uno del tabellone si è guadagnato la finale grazie ai successi su Leoni e Magenis, ma all’ultimo atto è stato beffato dall’esperto Enrico Rozzi, over 55 del Dlf Cremona. Dopo un primo set a senso unico, Spinelli se l’è giocata alla pari nel secondo parziale, ma nelle fasi decisive il più forte è stato di nuovo Rozzi, che l’ha spuntata per 6-1 7-5 e si è preso il primo titolo stagionale. Nel doppio, invece, il successo è andato all’over 35 del Tc Crema Marco Di Bitonto e al milanese Luca Zaccagnini, che in una finale particolarmente combattuta hanno avuto la meglio per 7-6 7-5 sulla coppia di over 45 di casa composta da Massimo Pagliari ed Emilio Saronni.


RISULTATI

Singolare. Quarti di finale: Spinelli b. Leoni 6-7 6-3 10/2, Magenis b. Frittoli 6-2 7-5, Bottini b. Leoni 6-2 6-4, Rozzi b. Baruzzi 6-4 4-6 10/2. Semifinali: Spinelli b. Magenis 6-3 6-2. Rozzi b. Bottini 7-6 7-6. Finale: Enrico Rozzi b. Giorgio Spinelli 6-1 7-5.

Doppio. Semifinali: Saronni/Pagliari b. Torresan/Barbaglio 6-4 7-5, Di Bitonto/Zaccagnini b. Bonfadini/Chiappa 6-0 6-1. Finale: Saronni/Pagliari b. Di Bitonto/Zaccagnini 7-6 7-5.


TC CREMA, TENNIS DI QUALITÀ DAL 1908

Le caratteristiche del Tc Crema sono l’eleganza, il prestigio e il fascino senza tempo di una storia centenaria. Nasce nel 1908 e si caratterizza per un’infinita passione per il tennis, successi sportivi e grandi campioni. Il club ha visto passare giocatori come Claudio Panatta, Simone Colombo e Paolo Canè, che vanta tre vittorie nei campionati a squadre di serie A negli anni 1985, 1986 e 1987, e milita tutt’oggi nel massimo campionato nazionale. Dal 2010 la sede è in Via del Fante, in una nuovissima struttura perfetta e curata in ogni minimo dettaglio: stimolo maggiore per chi in questo club ci ha messo passione. Dal 2003, sotto la guida del presidente Stefano Agostino, il circolo mira a un consolidamento importante, come una quercia secolare che ha già resistito alle due guerre mondiali. Uno degli obiettivi principali è quello di raggiungere un alto livello agonistico e di migliorare ogni giorno la preparazione dei ragazzi: i campioni di domani.

Leggi Tutto

Colpo del Tc Crema, per la Serie A1 arriva Paolo Lorenzi



Crema, 10 gennaio 2019 – Al Tennis Club Crema le promesse vengono mantenute. Nel salutare col sorriso l’ottimo 2018 il presidente Stefano Agostino aveva annunciato un’importante novità in arrivo nei primi giorni dell’anno nuovo, e ora c’è l’ufficialità: la società cremasca ha tesserato niente meno che Paolo Lorenzi, uno dei giocatori simbolo dell’ultimo decennio del nostro tennis, pronto a dare il proprio contribuito per la prossima Serie A1. Per Crema si tratta di un innesto di grande spessore: non solo per gli ottimi risultati raggiunti dal senese sul campo da tennis, con un titolo Atp (nel 2016 a Kitzbühel), altre tre finali, gli ottavi allo Us Open e un best ranking da numero 33 della classifica mondiale; ma anche per l’enorme esperienza maturata in quasi vent’anni di tornei in giro per il mondo. La carta d’identità dice 37 primavere, ma Lorenzi non pensa affatto all’addio e punta anzi a tornare in fretta fra i top 100 (attualmente è appena fuori, al n.109), magari già nei primi mesi del 2019. “Conosciamo Paolo da tanti anni – ha detto il presidente Stefano Agostino -, e siamo contenti del suo arrivo, perché dietro a un giocatore di altissimo livello c’è una persona squisita. L’abbiamo visto in azione anche sui nostri campi (nella semifinale di A1 del 2016, quando il toscano giocava per il Tc Italia di Forte dei Marmi, ndr), e non vediamo l’ora di averlo nel team. Nella scorsa stagione Paolo è uscito dai primi 100 del mondo a causa di una serie di problemi a un piede – ha aggiunto – ma ci auguriamo di vederlo tornare presto dove merita. Quella di puntare su di lui è una scelta di qualità, studiata per far crescere ulteriormente il valore della nostra squadra”.

Lorenzi, che ha vinto lo scudetto nel 2013 con Bassano (in semifinale superarono proprio il Tc Crema), si aggiungerà ad altri due ex Top 100 della classifica mondiale, Andrey Golubev e Adrian Ungur, e metterà un po’ della sua esperienza al servizio dei tanti giovani di casa al Tc Crema. L’obiettivo? Migliorare il risultato del 2018, che ha visto i cremaschi chiudere al secondo posto il girone 2, guadagnando la salvezza diretta. “Sono davvero felice del passaggio al Tc Crema – ha detto Lorenzi, impegnato in queste ore all’Australian Open -, perché si tratta di un circolo che nelle ultime stagioni si è sempre messo in evidenza nel massimo campionato nazionale. Col presidente Agostino avevo già avuto contatti in passato, senza che però si arrivasse a concretizzare. Stavolta ce l’abbiamo fatta. A Crema troverò due amici come Ungur e Golubev, che conosco da tanti anni e coi quali ho da sempre un grande rapporto. Non saremo i più giovani del campionato, ma l’esperienza sa fare la sua bella parte. La formazione è già rodata: spero di riuscire a dare quel qualcosa in più che possa guidare la squadra fino alle fasi finali”. Che colpo!


TC CREMA, TENNIS DI QUALITÀ DAL 1908

Le caratteristiche del Tc Crema sono l’eleganza, il prestigio e il fascino senza tempo di una storia centenaria. Nasce nel 1908 e si caratterizza per un’infinita passione per il tennis, successi sportivi e grandi campioni. Il club ha visto passare giocatori come Claudio Panatta, Simone Colombo e Paolo Canè, che vanta tre vittorie nei campionati a squadre di serie A negli anni 1985, 1986 e 1987, e milita tutt’oggi nel massimo campionato nazionale. Dal 2010 la sede è in Via del Fante, in una nuovissima struttura perfetta e curata in ogni minimo dettaglio: stimolo maggiore per chi in questo club ci ha messo passione. Dal 2003, sotto la guida del presidente Stefano Agostino, il circolo mira a un consolidamento importante, come una quercia secolare che ha già resistito alle due guerre mondiali. Uno degli obiettivi principali è quello di raggiungere un alto livello agonistico e di migliorare ogni giorno la preparazione dei ragazzi: i campioni di domani.

Leggi Tutto

Il grande 2018 del Tennis Club Crema: “Soddisfatti, ma non ci accontentiamo”



Crema, 18 dicembre 2018 – La Serie A1 è terminata con la salvezza diretta alle spalle dei futuri campioni d’Italia del Circolo Canottieri Aniene di Roma, il torneo Città di Crema ha vissuto un’altra edizione di successo, e la scuola tennis ha alzato ancora l’asticella, producendo altri talenti di ottimi livello. Sono i tre punti fermi che mettono il segno ‘più’ al bilancio del 2018 del Tennis Club Crema, di nuovo protagonista sotto diversi fronti. Il più fresco è quello del massimo campionato nazionale, che ha visto la formazione cremasca chiudere al secondo posto nel Girone 2, dietro soltanto alla corazzata capitolina, poi capace di conquistare il secondo Scudetto di fila. “Dubito si potesse pretendere di fare meglio – analizza il presidente Stefano Agostino -, perché il Circolo Canottieri Aniene è obiettivamente troppo forte. Abbiamo ottenuto il miglior risultato possibile, quindi da parte mia va un applauso a tutti i componenti della squadra, dai ‘senatori’ come Adrian Ungur e Andrey Golubev, capaci di confermarsi ad altissimi livelli anche dopo aver abbandonato l’attività internazionale, fino ai nostri giovani”. Menzione d’obbligo per Lorenzo Bresciani, 18enne del vivaio del club, capace di vincere cinque singolari su sei alla sua prima stagione da titolare. “Ha fatto grandissimi passi avanti – continua Agostino -, disputando un campionato magnifico. Ci auguriamo che per lui possa essere l’inizio di una brillante carriera. E non dimentichiamoci Alessandro Coppini: anche la sua stagione si può considerare positiva. Ora possiamo iniziare a concentrarci sul 2019, con una bella e importante novità che bolle in pentola”.

La formazione del Tc Crema in Serie A1 – foto GAME

L’approdo in Serie A1 dei giovani del vivaio è la conferma della qualità del settore agonistico guidato da Beppe Menga, altra nota molto positiva. “Abbiamo tanti allievi di ottimo livello – spiega ancora il presidente -, e anche se ancora manca la punta di diamante in grado di farsi notare a livello internazionale, contiamo di costruirla presto, grazie al lavoro e alla qualità dei nostri tecnici. L’obiettivo è quello di portare un gruppetto di giovani a confrontarsi ad alti livelli, per poi vedere se qualcuno riesce a emergere”. A Crema gli esempi non sono mancati, data la visita della leggenda Francesca Schiavone, che in marzo ha dedicato una domenica ai ragazzi della scuola, e la presenza costante di Andrey Golubev (già numero 33 della classifica mondiale Atp, ndr), che per l’intera durata della Serie A1 si è allenato al club, garantendo una ventata di professionalità”. Infine, il torneo internazionale under 16, che ha portato a Crema tanti potenziali campioni del futuro. “Di recente – chiude il presidente – mi sono capitati in mano i tabelloni di alcune edizioni passate e ho ritrovato tanti nomi che oggi sono ad altissimi livelli (Thiem, Dimitrov, Evans, Ostapenko e Giorgi, per citarne alcuni, ndr). Il Città di Crema resta una splendida vetrina per il tennis giovanile, che ai nostri ragazzi serve come occasione di confronto, per capire a quale livello devono ambire”. Averlo in casa è un bel plus, e chissà che prima o poi fra i protagonisti non possa esserci anche un giovane del Tc Crema. La strada intrapresa è quella giusta.


TC CREMA, TENNIS DI QUALITÀ DAL 1908

Le caratteristiche del Tc Crema sono l’eleganza, il prestigio e il fascino senza tempo di una storia centenaria. Nasce nel 1908 e si caratterizza per un’infinita passione per il tennis, successi sportivi e grandi campioni. Il club ha visto passare giocatori come Claudio Panatta, Simone Colombo e Paolo Canè, che vanta tre vittorie nei campionati a squadre di serie A negli anni 1985, 1986 e 1987, e milita tutt’oggi nel massimo campionato nazionale. Dal 2010 la sede è in Via del Fante, in una nuovissima struttura perfetta e curata in ogni minimo dettaglio: stimolo maggiore per chi in questo club ci ha messo passione. Dal 2003, sotto la guida del presidente Stefano Agostino, il circolo mira a un consolidamento importante, come una quercia secolare che ha già resistito alle due guerre mondiali. Uno degli obiettivi principali è quello di raggiungere un alto livello agonistico e di migliorare ogni giorno la preparazione dei ragazzi: i campioni di domani.

Leggi Tutto

Serie A1: Crema chiude vincendo a Roma. 2° posto definitivo e salvezza



Crema, 18 novembre 2018 – Se dopo il sorteggio dei gironi del Campionato di Serie A1 avessero pronosticato ai dirigenti del Tennis Club Crema una stagione simile, tutti ci avrebbero messo la firma. È per questo che il secondo posto conquistato grazie a due vittorie nelle ultime due giornate vale tantissimo, soprattutto per un gruppo di ragazzi che si è mostrato di nuovo fra i più competitivi dell’intero campionato nazionale. Al termine della quarta giornata i lombardi si trovavano in coda alla classifica del Girone 2, con soli due turni per cambiare le sorti del campionato: un compito iniziato col successo di sette giorni fa al Tennis Club Genova 1893 e completato sulla terra battuta della capolista e campione d’Italia in carica: il Circolo Canottieri Aniene di Roma. Con l’accesso alle semifinali già in tasca, i laziali hanno lasciato a riposo i big, schierando un quartetto di giovani del vivaio, e i lombardi hanno raccolto un facile successo per 6-0 che ha permesso loro di salire a 10 punti, chiudere al secondo posto e garantirsi la salvezza diretta, senza dover passare dai play-out. I volti del successo sono i soliti: Andrey Golubev e Adrian Ungur, sempre presenti e puntuali quando si trattava di far pesare il loro passato da top-100 della classifica Atp; Alessandro Coppini che ogni anno trova il modo di farsi notare, e la vera sorpresa del campionato Lorenzo Bresciani, giovane del vivaio capace di vincere cinque singolari su sei, dando così un aiuto fondamentale ai compagni. Ma anche Samuel Vincent Ruggeri e Riccardo Sinicropi, schierati – e vincenti – nel doppio che ha chiuso i conti nella Capitale.

A Roma il solo Coppini, nel duello di singolare contro Gianrocco De Filippo, è stato costretto a rimontare un set di svantaggio, mentre nelle altre sfide è stato dominio dei cremaschi, protagonisti di una stagione in crescendo dopo l’esordio amaro a Massa Lombarda. È vero che affrontare i campioni d’Italia privi di gente come Berrettini, Bolelli, Caruana o Cipolla è tutt’altra storia, ma le occasioni vanno prima costruite e poi capitalizzate, e il Tennis Club Crema, quest’anno, l’ha fatto meglio di tutte le avversarie, mettendosi nella posizione ideale per raccogliere quanto seminato. “Sono estremamente soddisfatto delle prestazioni dei ragazzi – ha detto il capitano Armando Zanotti -, e meritano tutti un applauso sincero. Alla vigilia del campionato sapevamo che sarebbe stata dura, perché siamo finiti in un girone di ferro. Ma i nostri giocatori avevano già dimostrato in passato le loro potenzialità, e questo secondo posto ne è solamente la conferma. Abbiamo affrontato ogni giornata con lo spirito giusto – ha aggiunto -, cercando di schierare sempre la miglior formazione, e i nostri sforzi sono stati ripagati”. Il successo del Ct Massa Lombarda a Genova ha completato i verdetti del Girone 2: Canottieri Aniene in semifinale, Crema salvo, Massa Lombarda (3° posto) e Genova (4°) ai play-out. Specialmente alla luce di come si era messa al termine del girone di andata, quando i cremaschi erano fermi a tre punti, al club del presidente Stefano Agostino non poteva proprio andare meglio.


RISULTATI

SESTA GIORNATA GIRONE 2

Circolo Canottieri Aniene vs Tennis Club Crema 0-6

Golubev (C) b. Rosati (A) 6-1 6-0, Coppini (C) b. De Filippo (A) 2-6 6-3 6-0, Ungur (C) b. Di Nocera (A) 6-2 6-4, Bresciani (C) b. Rombolà (A) 6-3 6-1, Coppini/Bresciani (C) b. Di Nocera/Rosati (A) 6-3 6-1, Sinicropi/Vincent Ruggeri (C) b. Santopadre/De Angelis (A) 6-1 7-5.


CLASSIFICA FINALE GIRONE 2

1. Circolo Canottieri Aniene, 12 punti (19-17)

2. Tennis Club Crema, 10 punti (20-16)

3. Circolo Tennis Massa Lombarda, 7 punti (16-20)

4. Tennis Club Genova 1893, 6 punti (17-19)


IL CALENDARIO

Prima giornata (14 ottobre)

Ct Massa Lombarda vs Tennis Club Crema 5-1

Tc Genova 1893 vs Circolo Canottieri Aniene 2-4

Seconda giornata (21 ottobre)

Tennis Club Crema vs Tc Genova 1893 4-2

Circolo Canottieri Aniene vs Ct Massa Lombarda 5-1

Terza giornata (28 ottobre)

Tennis Club Crema vs Circolo Canottieri Aniene 2-4

Ct Massa Lombarda vs Tc Genova 1893 1-5

Quarta giornata (4 novembre)

Tennis Club Crema vs Ct Massa Lombarda 3-3

Circolo Canottieri Aniene vs Tc Genova 1893 2-4

Quinta giornata (11 novembre)

Tc Genova 1893 vs Tennis Club Crema 2-4

Ct Massa Lombarda vs Circolo Canottieri Aniene 2-4

Sesta giornata (18 novembre)

Circolo Canottieri Aniene vs Tennis Club Crema 0-6

Tc Genova 1893 vs Ct Massa Lombarda 2-4

Leggi Tutto

A1: Crema espugna Genova e vola al 2° posto



Crema, 12 novembre 2018 – Che colpo del Tennis Club Crema! Nella trasferta al Tennis Club Genova 1893 determinante per l’esito del Girone 2 del campionato di Serie A1, i ragazzi di Armando Zanotti hanno sfoderato la miglior prestazione dell’intera stagione imponendosi per 4-2. Il successo dell’andata a Crema era un buon punto di partenza, ma ripetersi sembrava per lo meno altrettanto complicato. I lombardi invece hanno fatto ancora meglio, vincendo tutti e quattro i singolari di una giornata lunghissima, con tutti gli incontri individuali giocati sullo stesso campo indoor in terra battuta, a causa della pioggia caduta sulla Città della Lanterna. Un dettaglio che ha portato bene agli ospiti, subito avanti grazie al successo di Andrey Golubev contro Edoardo Eremin (7-6 6-3) e poi capaci di sorprendere con Alessandro Coppini, al primo successo stagionale in singolare. Il milanese aveva già collezionato qualche buon match, ma mai a sufficienza per avere la meglio come ha fatto contro l’ex professionista Francesco Picco, genovese doc, battuto per 6-3 6-4. E pensare che all’andata aveva vinto facilmente il biondo ligure, lasciandogli appena quattro giochi: tre settimane più tardi è arrivata la bella rivincita di Coppini, che ha siglato il 2-0 e indicato la via ai compagni. L’ha seguita alla grande Adrian Ungur, di nuovo splendido protagonista. Non era favorito contro lo spagnolo Adrian Menendez, numero 126 della classifica mondiale Atp, ma – in un match lungo e combattuto – l’ha prima rimontato e poi battuto, spuntandola per 4-6 6-4 6-3 e consegnando a Lorenzo Bresciani la chance di chiudere i conti. Opportunità che il ventenne del vivaio del Tc Crema ha colto al volo superando Paolo Dagnino con un duplice 6-4.

Successivamente, il Tc Genova 1893 ha accorciato le distanze vincendo entrambi i doppi al long tie-break decisivo, con Menendez/Dagnino (6-1 0-6 10/3 a Sinicropi/Bresciani) e con Motti/Picco (4-6 7-5 10/8 a Coppini/Golubev), ma ormai i tre punti erano chiusi nella cassaforte del Tennis Club Crema. Grazie al successo i lombardi sono balzati al secondo posto della classifica del Girone 2, superando proprio i genovesi – fermi a quota sei – e staccando di tre lunghezze il Circolo Tennis Massa Lombarda, sconfitto in casa dalla capolista Canottieri Aniene. Significa che i lombardi hanno scongiurato il rischio di chiudere all’ultimo posto, e con una sola giornata da disputare possono puntare a conservare la seconda posizione, il che significherebbe salvezza diretta senza passare per i playout. Golubev, Ungur e compagni si giocheranno questa chance domenica 18 novembre a Roma, contro i campioni d’Italia in carica che però grazie al successo di domenica si sono garantiti matematicamente un posto in semifinale. “Dopo una vittoria come quella di domenica, frutto anche del nostro grande spirito di squadra, siamo carichi per provare a chiudere il campionato in bellezza – ha detto il capitano Armando Zanotti -. A Roma non sarà facile, affronteremo un team da Scudetto, ma siamo pronti a giocarci le nostre carte”. All’andata finì 4-2 per i laziali, con tanto amaro in bocca per il Tc Crema. L’auspicio adesso è che possa arrivare almeno un pareggio.


RISULTATI QUINTA GIORNATA GIRONE 2

Tennis Club Genova 1893 vs Tennis Club Crema 2-4

Golubev (C) b. Eremin (G) 7-6 6-2, Coppini (C) b. Picco (G) 6-3 6-4, Ungur (C) b. Menendez (G) 4-6 6-4 6-3, Bresciani (C) b. Dagnino (G) 6-4 6-4, Menendez/Dagnino (G) b. Sinicropi/Bresciani (C) 6-1 0-6 10/3, Motti/Picco (G) b. Coppini/Golubev (C) 4-6 7-5 10/8.


CLASSIFICA GIRONE 2

1. Circolo Canottieri Aniene, 12 punti (19-11)

2. Tennis Club Crema, 7 punti (14-16)

3. Tennis Club Genova 1893, 6 punti (15-15)

4. Circolo Tennis Massa Lombarda, 4 punti (12-18)


IL CALENDARIO

Prima giornata (14 ottobre)

Ct Massa Lombarda vs Tennis Club Crema 5-1

Tc Genova 1893 vs Circolo Canottieri Aniene 2-4

Seconda giornata (21 ottobre)

Tennis Club Crema vs Tc Genova 1893 4-2

Circolo Canottieri Aniene vs Ct Massa Lombarda 5-1

Terza giornata (28 ottobre)

Tennis Club Crema vs Circolo Canottieri Aniene 2-4

Ct Massa Lombarda vs Tc Genova 1893 1-5

Quarta giornata (4 novembre)

Tennis Club Crema vs Ct Massa Lombarda 3-3

Circolo Canottieri Aniene vs Tc Genova 1893 2-4

Quinta giornata (11 novembre)

Tc Genova 1893 vs Tennis Club Crema 2-4

Ct Massa Lombarda vs Circolo Canottieri Aniene 2-4

Sesta giornata (18 novembre)

Circolo Canottieri Aniene – Tennis Club Crema

Tc Genova 1893 – Ct Massa Lombarda

Leggi Tutto

Serie A1, il Tc Crema pareggia con Massa Lombarda



Crema, 4 novembre 2018 – La sconfitta per 5-1 nel match d’andata al Circolo Tennis Massa Lombarda gridava ancora vendetta, perché la differenza di valore fra le due formazioni non è così ampia. Una certezza che il Tennis Club Crema ha confermato nel duello di ritorno fra le mura amiche, chiuso con un 3-3 che soddisfa entrambe le squadre, appaiate in classifica alle spalle di Circolo Canottieri Aniene e Tc Genova 1983. A trascinare i padroni di casa ci ha pensato un ottimo Andrey Golubev, apparso tanto in palla da far rimpiangere il fatto che abbia deciso di dire basta con l’attività internazionale. Il 31enne kazako cresciuto a Bra (Cuneo) aveva il dente avvelenato per la sconfitta in Romagna contro il giovane cinese Zhizhen Zhang, che gli aveva lasciato appena cinque game, e una ventina di giorni più tardi ha avuto la sua vendetta, imponendosi per 7-5 6-4 in un confronto di altissimo livello. Visto il precedente, Golubev non era favorito, ma ha infuocato il clima del Palatennis con un match perfetto, consegnando ai cremaschi l’1-1, dopo il vantaggio ospite grazie al successo di Julian Ocleppo su Alessandro Coppini (6-1 6-4). Successivamente, i lombardi sono anche saliti sul 2-1 grazie a un altro splendido match di Lorenzo Bresciani, che al Tc Crema si allena da tempo, e che in questa Serie A1 sta continuando a stupire. Il 18enne mantovano ha mostrato nuovi progressi dominando la sfida contro Alessio De Bernardis (6-2 6-3), prima che Federico Gaio chiudesse i singolari sul 2-2, sfoderando il suo miglior tennis per battere per 6-4 7-5 Adrian Ungur.

Andrey Golubev, kazako classe 1987 (foto GAME)

Nessuna sorpresa dai doppi: la coppia Golubev/Coppini era favorita contro Zhang e il sedicenne Lorenzo Rottoli, e con un match attento e preciso l’ha spuntata con un doppio 6-4, mentre Bresciani e Ungur erano chiamati a una mezza impresa per battere Gaio e Ocleppo. Impresa che non è arrivata, visto che i due portacolori del team ravennate si sono imposti per 6-3 6-4, facendo la differenza nei pochi momenti decisivi. “In generale – ha detto il capitano Armando Zanotti – siamo soddisfatti di come è andata. Era difficile pretendere di più, e siamo contenti delle prestazioni dei ragazzi. Golubev si è dimostrato un’altra volta un grande uomo squadra, mentre Bresciani continua a stupire e ricevere complimenti. È il simbolo del buon funzionamento del nostro vivaio”. Terminato il trittico di incontri casalinghi, ora il Tc Crema si prepara per due trasferte consecutive, che chiuderanno la “regular season”. La prima sarà domenica 11 novembre al Tc Genova 1983, che a sorpresa ha superato il CC Aniene nell’anticipo di mercoledì, salendo al secondo posto del Girone 2. “Non sarà un duello facile – chiude Zanotti –, perché gli avversari possono schierare giocatori di altissimo livello. Tuttavia, andiamo a Genova con la solita determinazione e anche tanta fiducia, grazie al successo dell’andata”. Un buon punto di partenza per una sfida importantissima. Buona parte delle chance del Tc Crema di chiudere al 2° posto, ed evitare quindi i play-out, passano dalla città della Lanterna.


RISULTATI QUARTA GIORNATA GIRONE 2

Tennis Club Crema vs Circolo Tennis Massa Lombarda 3-3

Ocleppo (M) b. Coppini (C) 6-1 6-4, Golubev (C) b. Zhang (M) 7-5 6-4, Bresciani (C) b. De Bernardis (M) 6-2 6-3, Gaio (M) b. Ungur (C) 6-4 7-5, Gaio/Ocleppo (M) b. Bresciani/Ungur (C) 6-3 6-4, Coppini/Golubev (C) b. Rottoli/Zhang (M) 6-4 6-4.


CLASSIFICA GIRONE 2

1. Circolo Canottieri Aniene, 9 punti (15-9)

2. Tennis Club Genova 1893, 6 punti (13-11)

3. Tennis Club Crema, 4 punti (10-14)

4. Circolo Tennis Massa Lombarda, 4 punti (10-14)


IL CALENDARIO

Prima giornata (14 ottobre)

Ct Massa Lombarda vs Tennis Club Crema 5-1

Tc Genova 1893 vs Circolo Canottieri Aniene 2-4

Seconda giornata (21 ottobre)

Tennis Club Crema vs Tc Genova 1893 4-2

Circolo Canottieri Aniene vs Ct Massa Lombarda 5-1

Terza giornata (28 ottobre)

Tennis Club Crema vs Circolo Canottieri Aniene 2-4

Ct Massa Lombarda vs Tc Genova 1893 1-5

Quarta giornata (4 novembre)

Tennis Club Crema vs Ct Massa Lombarda 3-3

Circolo Canottieri Aniene vs Tc Genova 1893 2-4

Quinta giornata (11 novembre)

Tc Genova 1893 – Tennis Club Crema

Ct Massa Lombarda – Circolo Canottieri Aniene

Sesta giornata (18 novembre)

Circolo Canottieri Aniene – Tennis Club Crema

Tc Genova 1893 – Ct Massa Lombarda

Leggi Tutto

A1, il Tc Crema fa soffrire i campioni d’Italia ma non basta



Crema, 28 ottobre 2018 – Ci sono tre tie-break persi che gridano vendetta, e che con un pizzico di fortuna in più avrebbero dato tutt’altro sapore alla terza giornata del Tc Crema nel Campionato di Serie A1. Ma spesso, nel tennis, la differenza la fanno tanti piccoli dettagli, quelli che sui campi in terra battuta di via del Fante hanno premiato i tre volte campioni d’Italia del Circolo Canottieri Aniene, passati per 4-2. Davanti a un pubblico da grandi occasioni, numerosissimo sia per ammirare una giornata di grande tennis, sia per ricordare Stefano Tosi, istruttore del Tc Crema tragicamente scomparso sette giorni fa (alla sua memoria è stato osservato un minuto di silenzio), i padroni di casa hanno lottato per oltre cinque ore, ma il sogno di strappare almeno un punto alla capolista è sfumato in due match delicati. Come il singolare perso da Andrey Golubev contro Jacopo Berrettini, aperto da un set strepitoso del cremasco d’adozione, ma poi diventato improvvisamente equilibrato, fino all’amaro epilogo decretato dal 2-6 6-2 7-6 a favore del giovane romano; oppure il duello fra Alessandro Coppini e Liam Caruana. I due hanno lottato punto su punto per quasi due ore, ma la maggiore esperienza dell’italo-americano ha sancito un 7-6 7-5 (con set-point salvato) che ha lasciato l’amaro in bocca. Sotto per 3-0 in virtù del 6-3 6-3 imposto dall’ex top 100 Flavio Cipolla al giovane Bresciani, il Tc Crema ha accorciato le distanze grazie al solito Ungur, che dopo una partenza da incubo ha rimesso in piedi il duello contro Gianluigi Quinzi, prima che il marchigiano dell’Aniene si ritirasse al termine del secondo set, a causa di un fastidio muscolare a una gamba.

Come se non bastassero le recriminazioni nei singolari, ad aumentare i rimpianti ha contribuito anche uno dei due doppi. Mentre su un campo la coppia Coppini/Golubev batteva per 7-5 6-3 il duo Cipolla/Perin, sull’altro Ungur e Bresciani mancavano tre set-point consecutivi (da 6-3 al tie-break) per aggiudicarsi il primo parziale del duello con Berrettini/Caruana, prima di cedere per 11-9 un tie-break risultato decisivo nell’economia del match, poi chiuso dagli avversari per 7-6 6-2. “Siamo andati vicini a un risultato di spessore – ha commentato il capitano Armando Zanotti –, e anche se c’è un pizzico di amarezza siamo comunque contenti delle prestazioni dei ragazzi. L’aver tenuto testa ai campioni d’Italia conferma il valore della nostra formazione, e ci motiva in vista delle prossime partite”. Fra sette giorni al Tc Crema arriverà il Ct Massa Lombarda, per la prima giornata del girone di ritorno. La sfida completerà il trittico di duelli casalinghi dei lombardi, e sarà preziosissima visto che al giro di boa del campionato il Girone 2 è davvero aperto. Fatta eccezione per l’Aniene, al comando con nove punti, le altre tre formazioni si trovano tutte a 3 lunghezze, con una vittoria ciascuna. Aprire la seconda parte della competizione con un buon risultato vorrebbe dire fare un enorme passo avanti verso il secondo posto. Un obiettivo che questo Tc Crema ha i mezzi per accaparrarsi.


RISULTATI

TERZA GIORNATA GIRONE 2

Tennis Club Crema vs Circolo Canottieri Aniene 2-4

J. Berrettini (A) b. Golubev (C) 2-6 6-2 7-6, Caruana (A) b. Coppini (C) 7-6 7-5, Cipolla (A) b. Bresciani (C) 6-3 6-3, Ungur (C) b. Quinzi (A) 0-6 7-6 ritiro, Coppini/Golubev (C) b. Cipolla/Perin (A) 7-5 6-3, J. Berrettini/Caruana (A) b. Bresciani/Ungur (C) 7-6 6-2.


CLASSIFICA GIRONE 2

1. Circolo Canottieri Aniene, 9 punti (13-5)

2. Tennis Club Genova 1893, 3 punti (9-9)

3. Tennis Club Crema, 3 punti (7-11)

4. Circolo Tennis Massa Lombarda, 3 punti (7-11)


IL CALENDARIO

Prima giornata (14 ottobre)

Ct Massa Lombarda vs Tennis Club Crema 5-1

Tc Genova 1893 vs Circolo Canottieri Aniene 2-4

Seconda giornata (21 ottobre)

Tennis Club Crema vs Tc Genova 1893 4-2

Circolo Canottieri Aniene vs Ct Massa Lombarda 5-1

Terza giornata (28 ottobre)

Tennis Club Crema vs Circolo Canottieri Aniene 2-4

Ct Massa Lombarda vs Tc Genova 1893 1-5

Quarta giornata (4 novembre)

Tennis Club Crema – Ct Massa Lombarda

Circolo Canottieri Aniene – Tc Genova 1893

Quinta giornata (11 novembre)

Tc Genova 1893 – Tennis Club Crema

Ct Massa Lombarda – Circolo Canottieri Aniene

Sesta giornata (18 novembre)

Circolo Canottieri Aniene – Tennis Club Crema

Tc Genova 1893 – Ct Massa Lombarda

Leggi Tutto

Che reazione del Tennis Club Crema: 4-2 al Tc Genova

Adrian Ungur in azione

Crema, 21 ottobre 2018 – Serviva una reazione. E la reazione è arrivata. Rapida e prepotente, con un successo casalingo per 4-2 contro il Tennis Club Genova 1893 perfetto per cancellare la sconfitta a Massa Lombarda nella giornata inaugurale della Serie A1 2018 e riaccendere immediatamente le speranze del Tennis Club Crema. La sfida si annunciava complicata almeno come quella di sette giorni fa, visto che la formazione ligure è una delle corazzate del campionato (i genovesi hanno sfiorato lo scudetto nel 2014), ma all’esordio fra le mura amiche la formazione cremasca ha fatto tutto alla grande, trovando i tre punti con una facilità persino sorprendente, a testimonianza delle potenzialità dei giocatori in rosa. A siglare il primo punto ci ha pensato Andrey Golubev, promosso con un doppio 6-4 nel duello contro Edoardo Eremin. Genova ha poi prontamente pareggiato i conti grazie a Francesco Picco, passato per 6-3 6-1 su Alessandro Coppini. Ma i cremaschi hanno rilanciato di nuovo nei due singolari successivi, grazie a Lorenzo Bresciani e Adrian Ungur. Il giovane del vivaio, unico capace di vincere in singolare anche nella prima giornata, si è confermato all’altezza del ruolo di titolare lasciando appena due giochi al pari-classifica Paolo Dagnino (6-2 6-0), mentre Ungur ha fissato il punteggio sul 3-1 regolando con un doppio 6-3 il francese Stephane Robert, n.50 del mondo solo un paio di stagioni fa, grazie a una prova di altissimo livello.

Sul punteggio di 3-1, al Tennis Club Crema bastava vincere uno dei due doppi, e la strategia attuata da capitan Armando Zanotti si è rivelata azzeccata. Ha deciso di dividere i due senatori del team, mandando in campo Ungur con Bresciani e Golubev con Coppini, e se i secondi due non sono riusciti a tener testa al duo Robert/Picco (a segno con un doppio 6-2), il tandem Bresciani/Ungur ha fatto il proprio dovere alla perfezione, contro lo specialista del doppio Alessandro Motti e il giovane Jacopo Eugenio Accatino. I due portacolori del Tc Crema sono scattati avanti sin dall’inizio, conquistando il primo set, e con un break sul 4-3 del secondo hanno spezzato definitivamente l’equilibrio, chiudendo 6-3 6-3 e regalandosi i primi tre punti della stagione. “Siamo davvero contenti di come è andata – ha detto Zanotti -, perché dopo la sconfitta della scorsa settimana era necessario rialzare la testa. Non eravamo favoriti, eppure ci siamo dimostrati di nuovo una squadra meravigliosa, davanti a tantissimo pubblico. Golubev ha confermato ciò di cui è capace, Ungur ha lasciato spesso Robert a braccia aperte con un tennis davvero aggressivo, e Bresciani ha ripagato di nuovo la fiducia, sia in singolare che in doppio. Non poteva andare meglio”. Una vittoria che restituisce grande entusiasmo al team, sentimento necessario in vista del duello della prossima domenica, quando a Crema si presenteranno i campioni d’Italia in carica del Circolo Canottieri Aniene Roma, sin qui a punteggio pieno. “Ci attende un altro match duro – chiude Zanotti -, ma siamo pronti a giocare le nostre carte fino in fondo”. Davanti a un pubblico così caldo non potrebbe essere altrimenti.


I RISULTATI

SECONDA GIORNATA GIRONE 2

Tennis Club Crema b. Tennis Club Genova 1893 4-2

Golubev (C) b. Eremin (G) 6-4 6-4, Picco (G) b. Coppini (C) 6-3 6-1, Bresciani (C) b. Dagnino (G) 6-2 6-0, Ungur (C) b. Robert (G) 6-3 6-3, Bresciani/Ungur (C) b. Accatino/Motti (G) 6-3 6-3, Robert/Picco (G) b. Coppini/Golubev (C) 6-2 6-2.


CLASSIFICA GIRONE 2

1. Circolo Canottieri Aniene, 6 punti (9-3)

2. Circolo Tennis Massa Lombarda, 3 punti (6-6)

3. Tennis Club Crema, 3 punti (5-7)

4. Tennis Club Genova 1893, 0 punti (4-10)


IL CALENDARIO

Prima giornata (14 ottobre)

Ct Massa Lombarda vs Tennis Club Crema 5-1

Tc Genova 1893 vs Circolo Canottieri Aniene 2-4

Seconda giornata (21 ottobre)

Tennis Club Crema b. Tc Genova 1893 4-2

Circolo Canottieri Aniene b. Ct Massa Lombarda 5-1

Terza giornata (28 ottobre)

Tennis Club Crema – Circolo Canottieri Aniene

Ct Massa Lombarda – Tc Genova 1893

Quarta giornata (4 novembre)

Tennis Club Crema – Ct Massa Lombarda

Circolo Canottieri Aniene – Tc Genova 1893

Quinta giornata (11 novembre)

Tc Genova 1893 – Tennis Club Crema

Ct Massa Lombarda – Circolo Canottieri Aniene

Sesta giornata (18 novembre)

Circolo Canottieri Aniene – Tennis Club Crema

Tc Genova 1893 – Ct Massa Lombarda

Leggi Tutto

Questo sito è full responsive ed è correttamente visualizzabile su ogni dispositivo. Computer, smartphone e tablet di ogni misura...