Posts Taggati ‘Tennis Club Lumezzane’

A Gabriele Lorini il Memorial Caterina Polotti. Il Tc Lumezzane dà l’appuntamento al 2020



Lumezzane, 23 dicembre – Alla vigilia del via non era tra i favoriti, celato dietro la classifica di 3.2 in un tabellone ricco di 3.1, ma si è capito subito che Gabriele Lorini aveva tutte le carte in regola per fare sua la terza edizione del Memorial Caterina Polotti. Un compito che il giovane del Tennis Forza e Costanza ha svolto come meglio non poteva, mettendo tutti in fila nel torneo di terza categoria del Tennis Club Lumezzane, l’ultimo di una stagione particolarmente fitta di eventi e novità per il circolo della bassa Valtrompia. A legittimare il titolo di Lorini, classe 2005, sono le due vittorie ottenute fra quarti e finale: prima ha fatto fuori la seconda testa di serie Matteo Sabbadini, spuntandola con un doppio 6-2, e dopo aver sconfitto anche il 3.3 Matteo Fola (con un netto 6-0 6-1), ha completato l’opera negando il titolo al favorito numero uno Giovanni Marescalchi. 7-6 6-4 il punteggio di una sfida combattuta e spettacolare, che ha visto Lorini chiudere il primo set per 7 punti a 4 nel tie-break e poi trovare l’allungo decisivo nel secondo, fino a farsi un bel regalo di Natale anticipato. 49, in totale, gli iscritti di un torneo che in soli tre anni di vita si è costruito una buona tradizione, ed è andato a chiudere il calendario 2019 degli eventi Fit in provincia di Brescia.

Insieme a un evento del circuito amatoriale Fit-Tpra vinto da Franco Mori, il Memorial Caterina Polotti ha messo fine all’ottima stagione del Tennis Club Lumezzane. Un’annata che ha segnato l’esordio del Bal Lumezzane nel Campionato femminile di Serie A1, ma non solo. “Anche se non è andata come speravamo – dice Alberto Paris, direttore tecnico del Tc Lumezzane nonché capitano della squadra –, le ragazze non hanno affatto sfigurato. Ma il passo falso non ci abbatte: siamo già al lavoro per provare a rinforzare la squadra in vista del 2020”. Tuttavia, la Serie A è solo il fiore all’occhiello di un club che si distingue per l’organizzazione di tanti eventi. Dal torneo di terza categoria al rodeo Open “Memorial Primo Perotti”, più tanti appuntamenti Fit-Tpra. “In rapporto alla struttura – continua Paris –, in termini di eventi organizzati il Tc Lumezzane fa davvero grandi cose. E ha anche una scuola tennis sviluppata a dovere, con una quarantina di bambini che si allenano e si divertono, sotto la guida dei maestri Elisa Belleri e Matteo Zanetti”. Sono loro le anime di una realtà che funziona, e saluta col sorriso un 2019 da ricordare, sotto tanti punti di vista.

RISULTATI
Singolare maschile – Quarti di finale: Marescalchi b. Gargiuli 6-1 6-3, Salvi b. Piovani 6-3 3-6 10/1, Fola b. Giustacchini 6-1 6-2, Lorini b. Sabbadini 6-2 6-2. Semifinali: Marescalchi b. Salvi 6-0 6-4, Lorini b. Fola 6-0 6-1. Finale: Gabriele Lorini b. Giovanni Marescalchi 7-6 6-4.

Area download immagini

Leggi Tutto

Troppo Beinasco per Lumezzane: il Bal saluta la Serie A1



Foto 1 - La formazione della Bal Lumezzane con la presidente del Tc Lumezzane, Nerina Bugatti. Da sinistra: Alberto Paris (cap.), Eleonora Canovi, Ylena In-Albon, Nerina Bugatti, Georgia Brescia, Sara Cicognani, Rubina De Ponti, Elisa Belleri (vice cap.)

Lumezzane, 1 dicembre – Il miracolo non è arrivato, e dopo un’annata agrodolce il Bal Lumezzane deve salutare la Serie A1. Un campionato che a tratti la formazione bresciana ha mostrato di poter meritare, battagliando con alcune delle più forti d’Italia, ma che per il momento le ha rimandate, con qualche episodio sfortunato sul quale recriminare. L’ufficialità della retrocessione è arrivata nella trasferta in casa delle campionesse d’Italia 2018 del Tennis Beinasco, che col 3-1 della gara d’andata di sette giorni fa avevano compiuto un bel passo avanti verso la salvezza, e oggi hanno completato l’opera vincendo i due singolari inaugurali. Sono bastati quelli: i due punti incassati le hanno rese irraggiungibili, dando il la alla festa. La formazione capitanata da Alberto Paris, tuttavia, ha lasciato il Piemonte a testa alta, battuta di misura in due incontri che a un certo punto sembravano poter addirittura consegnare il 2-0 alla formazione ospite. Invece è andata male, con Georgia Brescia capace di rimontare da 2-5 a 6-5 e servizio nel terzo set del duello contro Anastasia Grymalska ma poi beffata per 6-2 6-7 7-6, e con Ylena In-Albon battuta da Giulia Gatto-Monticone dopo 2 ore e 22 minuti di battaglia. Perso il primo set per 7-5, la tennista svizzera ha pareggiato i conti nel secondo con lo stesso punteggio e poi è partita meglio nel terzo. Ma dal 3-2 e servizio è calata di intensità, finendo per cedere quattro dei successivi cinque giochi, arrendendosi per 7-5 5-7 6-4.

“Abbiamo fatto ciò che potevamo, dall’inizio alla fine – dice il capitano Alberto Paris – ma era praticamente impensabile l’idea di strappare la salvezza a una squadra come il Tennis Beinasco, ancora di più dopo la sconfitta dell’andata. Spiace perché entrambe le ragazze (Brescia e In-Albon, ndr) non sono andate lontane dal successo, ma nel momento più importante è mancato qualcosa. Il compito sarebbe rimasto comunque difficile anche in caso di 2-0 in nostro favore, ma sicuramente la giornata sarebbe diventata più interessante e avvincente”. Invece non c’è stato nulla da fare, ma come accennato il campionato delle bresciane ha anche tanti aspetti positivi, e senza episodi sfortunati come l’infortunio della In-Albon (costretta al ritiro ben tre volte) oggi la storia poteva essere diversa. “Non va dimenticato – continua Paris – che era la nostra prima esperienza in Serie A1 e già essere arrivati così in alto resta un grande risultato. C’è un po’ di rammarico perché senza l’infortunio di Ylena potevamo fare un campionato diverso, e magari affrontare ai play-out una formazione più abbordabile rispetto alle campionesse d’Italia in carica. Ma ormai non c’è più spazio per i rimpianti: cogliamo i lati positivi di questo campionato e pensiamo al futuro”. Un futuro che significa ripartenza dalla Serie A2, ma con più esperienza e anche con la consapevolezza nuova che la A1 non è fuori portata. Il Bal Lumezzane può tornarci presto, con l’obiettivo di rimanerci.

RISULTATI
Incontro di ritorno play-out
Tennis Beinasco b. Bal Lumezzane 2-0 (andata: 3-1)
Anastasia Grymalska (B) b. Georgia Brescia (L) 6-2 6-7 7-6, Giulia Gatto-Monticone (B) b. Ylena In-Albon (L) 7-5 5-7 6-4.

Area download immagini

Leggi Tutto

Beinasco espugna Lumezzane per 3-1. Al ritorno serve l’impresa



Foto 1 - La formazione della Bal Lumezzane con la presidente del Tc Lumezzane, Nerina Bugatti. Da sinistra: Alberto Paris (cap.), Eleonora Canovi, Ylena In-Albon, Nerina Bugatti, Georgia Brescia, Sara Cicognani, Rubina De Ponti, Elisa Belleri (vice cap.)

Lumezzane, 24 novembre – Sono le campionesse d’Italia in carica, relegate ai play-out salvezza solo da qualche episodio sfortunato e da una formula che non ammette alcun errore, ma il valore della formazione del Tennis Beinasco non è mai stato in discussione. Le piemontesi l’hanno dimostrato nella gara d’andata dei play-out a Lumezzane, spuntandola per 3-1 sulle ragazze del Bal e facendo un deciso passo avanti verso la salvezza. Nemmeno la possibilità di giocare il primo incontro in casa è bastata a condurre le bresciane verso un pareggio, sognato alla vigilia ma diventato difficilissimo dopo l’1-2 dei singolari, tutti rapidissimi. A Federica Di Sarra sono bastati 52 minuti per battere Georgia Brescia (6-0 6-2) nell’incontro inaugurale sul Campo 2, ma a pochi metri di distanza è arrivata in fretta la risposta di Ylena In-Albon, che nel duello fra numero uno l’ha spuntata per 6-2 6-4 su Anastasia Grymalska, risolvendo il match in 60 minuti esatti di gioco e confermandosi un elemento fondamentale per il team lombardo. Tuttavia, il pareggio è durato poco, perché nella sfida fra le due “vivaio”, la sondriese Federica Rossi ha mostrato perché il suo nome sia da tempo fra i più attesi per il tennis italiano del futuro, lasciando appena un game a Rubina De Ponti (6-1 6-0) in una sfida durata 41 minuti. A quel punto, per conquistare il 2-2, le lombarde avrebbero dovuto battere Di Sarra/Rossi, la stessa coppia che meno di dodici mesi fa portò a Beinasco lo scudetto, ma malgrado un buon match In-Albon e De Ponti non sono riuscite nell’impresa, arrendendosi con il punteggio di 6-2 7-6.

La sfida è stata la più combattuta di giornata, con tanti game risolti dal punto secco (previsto nel doppio in caso di 40-40) sia nel primo, sia nel secondo set, ma quasi tutti fatali alle padrone di casa. Addirittura, nel secondo parziale In-Albon e De Ponti sono arrivate a condurre per 5-2, ma hanno mancato almeno un set-point a game nei tre giochi successivi, lasciandosi riacciuffare sul 5-5. Sono poi tornate a conquistare un game, ma ormai era troppo tardi: le rivali sono comunque riuscite a guadagnarsi il tie-break e l’hanno dominato. Con un parziale di quattro punti consecutivi sono passate dal 2-2 al 6-2, prima di siglare il 7-3 definitivo e conquistare dopo 1 ora e 22 minuti di gioco il punto della vittoria, molto prezioso in chiave salvezza. Significa che, al ritorno, gli basterà conquistare due punti per garantirsi la permanenza in Serie A1, mentre alle ragazze del Bal servirà un autentico miracolo. “Ci abbiamo creduto davvero fino alla fine – spiega Elisa Belleri, vice capitana –, ma purtroppo nel doppio ci hanno tradito i killer point sui numerosi 40-40. Li hanno giocati meglio le avversarie, con più decisione. Peccato: avremmo meritato almeno il terzo set. Ora la strada si complica: in trasferta a Beinasco, sulla terra, sarà una sfida ancora più difficile. Ma siamo ancora vive e ci proveremo fino in fondo”. Due le chance di salvezza: un successo per 4-0, oppure un 3-1 più la vittoria nel successivo doppio di spareggio.

RISULTATI
Incontro d’andata play-out
Tennis Beinasco b. Bal Lumezzane 3-1
Federica Di Sarra (B) b. Georgia Brescia (L) 6-0 6-2, Ylena In-Albon (L) b. Anastasia Grymalska (B) 6-2 6-4, Federica Rossi (B) b. Rubina De Ponti (L) 6-1 6-0, Di Sarra/Rossi (B) b. In-Albon/De Ponti (L) 6-2 7-6.

Area download immagini

Leggi Tutto

Lumezzane fa tremare Faenza, ma non basta. È 2-2 e quarto posto: play-out contro Beinasco



Foto 1 - La formazione della Bal Lumezzane con la presidente del Tc Lumezzane, Nerina Bugatti. Da sinistra: Alberto Paris (cap.), Eleonora Canovi, Ylena In-Albon, Nerina Bugatti, Georgia Brescia, Sara Cicognani, Rubina De Ponti, Elisa Belleri (vice cap.)

Lumezzane, 17 novembre – 2-2 all’andata al Tennis Club Lumezzane, 2-2 al ritorno al Club Atletico Faenza. Ma con la differenza che mentre il pareggio del 27 ottobre era stato accolto come fosse un successo, perché regalava alle bresciane il primo storico punto in Serie A1, questo ‘brucia’ perché non basta alle ragazze del Bal per evitare il quarto e ultimo posto nel Girone 1, che significa affrontare ai play-out la terza classificata dell’altro gruppo. A rendere la notizia ancor più amara è il nome dell’avversaria nella doppia sfida salvezza, ovvero le campionesse d’Italia in carica del Tennis Beinasco, in corsa fino all’ultimo per un posto in semifinale – e a segno per 4-0 contro il Ct Lucca nell’ultima giornata – ma beffate in volata dal Tc Parioli. Per evitare il quarto posto alle ragazze di Alberto Paris sarebbe servito un successo che si è allontanato subito in apertura di giornata quando Georgia Brescia non è riuscita a ripetere l’affermazione dell’andata su Alice Balducci (a segno in rimonta per 5-7 6-3 7-5 in quasi tre ore di gioco). Le speranze si erano riaccese grazie alla doppia vittoria negli altri due singolari, conquistati da Ylena In-Albon e Rubina De Ponti. La svizzera, tornata finalmente competitiva dopo che un infortunio muscolare alla gamba l’aveva costretta a tre ritiri consecutivi, l’ha spuntata per 6-3 6-1 su Camilla Scala nel duello fra le numero 1, mentre la giovane del vivaio De Ponti ha ribadito il successo del mese scorso sull’esperta Agnese Zucchini, imponendosi con il punteggio di 7-6 6-3.

Con il Bal Lumezzane avanti 2-1 dopo i singolari, è diventato fondamentale il doppio, decisivo per decidere quale delle due squadre avrebbe evitato il quarto posto. La coppia Balducci/Scala si è rivelata più incisiva di De Ponti/In-Albon, avendo la meglio per 6-3 6-2 e conquistando il punto che ha permesso loro di mettere in ghiaccio il terzo posto finale. Sarà così proprio Faenza ad affrontare per la permanenza in A1 le toscane del Circolo Tennis Siena, mentre per le bresciane ci saranno – come detto – le piemontesi del Tennis Beinasco, protagoniste di un campionato in chiaroscuro. Le torinesi restano una formazione di altissimo livello, in grado ancora di schierare lo stesso terzetto che meno di dodici mesi fa a Lucca si cucì sul petto lo scudetto. “Purtroppo – spiega il capitano Alberto Paris – paghiamo un paio di situazioni che non sono andate a nostro favore, in primis l’infortunio di Ylena In-Albon durante l’anno. Peccato anche per l’ultima giornata: Georgia (Brescia, ndr) ha perso un match combattuto che si poteva anche vincere e che avrebbe potuto cambiare completamente la storia della stagione. Ora ci tocca la sfida con Beinasco, una squadra fortissima contro la quale vincere sarà davvero difficile. Ma ci proviamo, senza paura”. Domenica 24 novembre il duello d’andata a Lumezzane, sette giorni più tardi la sfida di ritorno in Piemonte. Per restare in A1 servirà un ‘miracolo’, ma le ragazze del Bal, nelle ultime stagioni, ne hanno già fatti parecchi. Mai dire mai.

RISULTATI
Sesta giornata Girone 1
Club Atletico Faenza vs Bal Lumezzane 2-2
Alice Balducci (F) b. Georgia Brescia (L) 5-7 6-3 7-5, Ylena In-Albon (L) b. Camilla Scala (F) 6-3 6-1, Rubina De Ponti (L) b. Agnese Zucchini (F) 7-6 6-3, Balducci/Scala (F) b. De Ponti/In-Albon (L) 6-3 6-2.

CLASSIFICA FINALE GIRONE 1
1. Tennis Club Genova 1893, 15 punti (19-5)
2. Tennis Club Prato, 12 punti (13-11)
3. Club Atletico Faenza, 5 punti (9-15)
4. Bal Lumezzane, 2 punti (7-17)

Area download immagini

Leggi Tutto

A1, Lumezzane scivola all’ultimo posto. Il 17 novembre la resa dei conti



Foto 1 - La formazione della Bal Lumezzane in Serie A1. Da sinistra: Alberto Paris (cap.), Eleonora Canovi, Ylena In-Albon, Georgia Brescia, Sara Cicognani, Rubina De Ponti, Elisa Belleri (vice cap.)

Lumezzane, 3 novembre – Complice una Ylena In-Albon ancora alle prese con il problema muscolare alla coscia che l’aveva già obbligata a due ritiri nelle ultime due giornate, per strappare anche solo un punto al Tennis Club Genova 1893 alle ragazze del Bal Lumezzane serviva una vera e propria impresa. Che però non è arrivata. Non è bastato nemmeno l’affetto del tanto pubblico di casa: la ventenne svizzera ha collezionato un nuovo ritiro, gettando la spugna dopo appena tre giochi della sfida con Liudmila Samsonova (2-1 per la russa lo score), e la formazione bresciana ha rimediato la quarta sconfitta del suo campionato arrendendosi per 3-1. L’unica soddisfazione di giornata è quella di aver di nuovo tenuto viva la contesa fino al doppio, grazie a un’ottima Georgia Brescia. Perché mentre una giocatrice di enorme esperienza come l’ex numero 55 del mondo Alberta Brianti si è rivelata troppo forte per la giovane Rubina De Ponti (sconfitta per 6-1 6-2), Georgia ha trovato la sua seconda vittoria stagionale in singolare, sfoderando una grande prestazione contro Lucia Bronzetti. Perso il primo set per 7-5, la monzese del Bal non ha mollato di un centimetro, continuando a lottare fino a ribaltare il sottile equilibrio e spuntarla per 5-7 7-5 7-5, dopo 2 ore e mezza di battaglia. Ma le tante energie spese per conquistare un punto le hanno presentato il conto poco dopo, tagliandola fuori dalla selezione per il doppio e obbligando il capitano Alberto Paris a tentare il colpaccio con due giovani del vivaio: la bresciana Sara Cicognani e la comasca Eleonora Canovi. Una soluzione che però non è bastata a impensierire il duo Brianti/Samsonova, che ha risolto la pratica senza particolari difficoltà, imponendosi con il punteggio di 6-1 6-0.

“Abbiamo fatto il possibile – ha detto capitan Paris – conquistando un buon punto con Georgia Brescia, mentre negli altri incontri c’è stato poco da fare. Peccato che dopo il singolare Georgia avesse male a un ginocchio e poche energie, e non siamo riusciti a schierarla nel doppio”. Per il Bal, oltre alla sconfitta casalinga, è arrivata una brutta notizia anche da Faenza, dove le romagnole se la vedevano con la capolista Tennis Club Prato. Già sicuro di conquistare uno dei primi due posti del Girone 1 (che significa accesso alle semifinali scudetto), il club toscano ha schierato una formazione ampiamente rimaneggiata, spianando la strada alle rivali – a segno per 4-0 – e finendo per fare un brutto scherzo alle lombarde. Che ora si trovano all’ultimo posto, con un punto contro i 4 delle faentine, avversarie nella giornata conclusiva. Vuol dire che per evitare di chiudere al quarto e ultimo posto (il che significherebbe giocarsi la permanenza in A1 con la terza del Girone 2), le bresciane dovranno andare a vincere proprio a Faenza. L’aspetto positivo è che il duello sarà domenica 17, fra due settimane. Sufficienti, o almeno si spera, per permettere alla numero uno In-Albon di tornare finalmente al cento per cento.

RISULTATI
Quarta giornata Girone 1
Tennis Club Genova 1893 b. Bal Lumezzane 3-1
Liudmila Samsonova (G) b. Ylena In-Albon (L) 2-1 ritiro, Alberta Brianti (G) b. Rubina De Ponti (L) 6-1 6-2, Georgia Brescia (L) b. Lucia Bronzetti (G) 5-7 7-5 7-5, Brianti/Samsonova (G) b. Cicognani/Canovi (L) 6-1 6-0.

CLASSIFICA GIRONE 1 (se Faenza vince 4-0)
1. Tennis Club Prato, 12 punti (13-7)
2. Tennis Club Genova 1893, 12 punti (15-5)
3. Club Atletico Faenza, 4 punti (7-13)
4. Bal Lumezzane, 1 punto (5-15)

Area download immagini

Leggi Tutto

Bal Lumezzane, venerdì nero a Prato. Ma domenica si va a caccia del riscatto



Foto 1 - La formazione della Bal Lumezzane con la presidente del Tc Lumezzane, Nerina Bugatti. Da sinistra: Alberto Paris (cap.), Eleonora Canovi, Ylena In-Albon, Nerina Bugatti, Georgia Brescia, Sara Cicognani, Rubina De Ponti, Elisa Belleri (vice cap.)

Lumezzane, 1 novembre – Una giornata storta, dall’inizio alla fine. È quella nella quale sono incappate le ragazze del Bal Lumezzane, che nella difficilissima trasferta sui campi della capolista Tennis Club Prato sono state sconfitte per 4-0, riuscendo a raccogliere poco in un confronto durato complessivamente appena tre ore e mezza. Troppo forti le vincitrici di quattro degli ultimi sei scudetti, aiutate pure dalle condizioni di gioco (terra all’aperto) e dall’infortunio di Ylena In-Albon, occorso domenica scorsa nel duello casalingo contro Faenza. Con appena cinque giorni per recuperare, la tennista svizzera ha fatto il possibile, provando comunque a scendere in campo per la sfida contro Martina Trevisan, ma il problema muscolare alla coscia non le ha dato scampo, obbligandola al ritiro dopo una ventina di minuti, quando il primo set era già finito nelle mani della rivale con un rotondo 6-0. Il nuovo ritiro della In-Albon ha subito complicato una giornata proseguita con altre difficoltà, con Georgia Brescia capace di tener testa a Gaia Sanesi soltanto nelle battute iniziali (6-3 6-1 il punteggio) e con Rubina De Ponti a sua volta sconfitta in due set, contro Lucrezia Stefanini. La giovanissima del vivaio, reduce da un buon successo nella sfida contro Faenza, ha mostrato di nuovo indicazioni incoraggianti, ma contro un’avversaria attualmente superiore non è riuscita ad andare oltre il 6-4 6-1 finale, battagliando per un set prima di subire il tennis della toscana e consegnare in 67 minuti il punto che ha garantito il successo alle rivali.

La musica non è cambiata nemmeno nel doppio: il capitano Alberto Paris ha deciso di dare fiducia alla lumezzanese doc Sara Cicognani, schierata in coppia con Georgia Brescia, ma contro un duo di ottime giocatrici quali Trevisan e Sanesi, le bresciane sono state costrette ad arrendersi in meno di un’ora, con il punteggio di 6-3 6-1. “Ci aspettavamo una trasferta difficile – ha detto capitan Paris – sia per il valore delle rivali, sia per delle condizioni di gioco all’aperto che di certo non ci favoriscono, con i campi umidi e un clima tutt’altro che estivo. L’infortunio di Ylena e le condizioni non ottimali di Georgia Brescia hanno fatto il resto, condannandoci alla sconfitta”. Un k.o. pesante ma che fa meno male in virtù del 4-0 rimediato dal Club Atletico Faenza (in trasferta al Tc Genova 1893), che permette alle bresciane di conservare il terzo posto del girone 1, con sole due giornate ancora da disputare: il 3 e il 17 novembre. Alla prima mancano meno di 48 ore, e il Bal Lumezzane giocherà in casa, contro il Tc Genova 1893. “Sarà un altro duello molto complicato – ha chiuso Paris – ma ci auguriamo che le condizioni di gioco e la spinta del pubblico possano darci un aiuto”. Così come c’è l’augurio che Ylena In-Albon possa recuperare al cento per cento dall’infortunio alla gamba. La sua presenza è fondamentale per sognare almeno un pareggio.

RISULTATI
Quarta giornata Girone 1
Tennis Club Prato b. Bal Lumezzane 4-0
Martina Trevisan (P) b. Ylena In-Albon (L) 6-0 ritiro, Gaia Sanesi (P) b. Georgia Brescia (L) 6-3 6-1, Lucrezia Stefanini (P) b. Rubina De Ponti (L) 6-4 6-1, Trevisan/Sanesi (P) b. Brescia/Cicognani (L) 6-3 6-1.

CLASSIFICA GIRONE 1
1. Tennis Club Prato, 12 punti (13-3)
2. Tennis Club Genova 1893, 9 punti (12-4)
3. Bal Lumezzane, 1 punto (4-12)
4. Club Atletico Faenza, 1 punto (3-13)

Area download immagini

Leggi Tutto

Primo punto in Serie A1 per il Bal Lumezzane. Contro Faenza finisce 2-2



Foto 1 - La formazione della Bal Lumezzane in Serie A1. Da sinistra: Alberto Paris (cap.), Eleonora Canovi, Ylena In-Albon, Georgia Brescia, Sara Cicognani, Rubina De Ponti, Elisa Belleri (vice cap.)

Lumezzane, 27 ottobre – Un traguardo importante messo in cassaforte, ma anche un po’ di amarezza per colpa della malasorte. È la sintesi della domenica agrodolce del Bal Lumezzane, che nella terza giornata del Campionato di Serie A1 femminile ha fermato sul 2-2 le finaliste del 2017, le ragazze del Club Atletico Faenza, conquistando il primo storico punto nella massima competizione nazionale. Un risultato atteso e meritato, che premia anche il bel tennis mostrato nelle prime due giornate e ribadisce che la formazione capitanata da Alberto Paris ha tutte le carte in regola per conquistare la salvezza. Tuttavia, la giornata avrebbe potuto assumere contorni ancora più felici se nel game d’apertura del primo singolare di giornata non fosse arrivato l’infortunio di Ylena In-Albon, bloccata da un problema muscolare alla coscia nell’incontro con Camilla Scala. La svizzera ha provato comunque a restare in campo, ma il dolore era troppo forte e sul 3-1 per la rivale ha dovuto gettare la spugna, rinunciando a un duello che la vedeva favorita per conquistare un successo potenzialmente decisivo per dare i tre punti alle bresciane. Negli altri match, Georgia Brescia ha superato per 6-4 7-6 una giocatrice esperta e pericolosa come Alice Balducci, facendo valere la sua superiorità nei momenti chiave, poi la giovane del vivaio Rubina De Ponti ha firmato l’impresa contro Agnese Zucchini, spuntandola per 3-6 7-6 7-6 in una battaglia di oltre due ore. Più volte il match è sembrato sul punto di sfuggire dalle mani della romagnola del Tc Lumezzane, specie quando nell’ottavo gioco del terzo set la rivale ha avuto la chance per salire 5-3. Ma la De Ponti è stata fredda, ha stretto i denti e ha conquistato un nuovo tie-break, chiudendo per 7-4 al primo match-point e portando le padrone di casa sul 2-1.

Le ragazze di Lumezzane non sono però riuscite a completare l’opera nel doppio, con la coppia Brescia/De Ponti che, pur giocando un ottimo match, si è arresa con il punteggio di 7-5 6-3 alla migliore alchimia del duo Balducci/Scala, abituato a giocare insieme già da qualche stagione. C’è qualche rimpianto per il primo set, nel quale le bresciane hanno servito sul 5-4 prima di cedere tre game di fila, e anche per un secondo set più aperto di quanto dica il 6-3 finale. “Siamo contenti per aver conquistato il nostro primo punto – ha detto capitan Paris –, anche se la sfortuna ci ha messo i bastoni fra le ruote. Senza l’infortunio della In-Albon avremmo potuto vincere, anche perché Brescia e De Ponti hanno giocato molto bene, battendo due avversarie difficili. Ora non ci resta che augurarci che il problema di Ylena non sia nulla di grave: la sua presenza è fondamentale, e venerdì 1 novembre ci attende subito un nuovo incontro”. Sarà il primo del girone di ritorno, in trasferta sui campi della capolista Tennis Club Prato, sempre a segno nelle prime tre giornate. Grazie al pareggio con Faenza, invece, Lumezzane resta al terzo posto davanti alle romagnole, in virtù di una migliore differenza fra match vinti e persi. Un piccolo vantaggio da provare a conservare nel girone di ritorno.

RISULTATI
Terza giornata Girone 1
Bal Lumezzane – Club Atletico Faenza 2-2
Camilla Scala (F) b. Ylena In-Albon (L) 3-1 ritiro, Georgia Brescia (L) b. Alice Balducci (F) 6-4 7-6, Rubina De Ponti (L) b. Agnese Zucchini (F) 3-6 7-6 7-6, Balducci/Scala (F) b. Brescia/De Ponti (L) 7-5 6-3.

CLASSIFICA GIRONE 1
1. Tennis Club Prato, 9 punti (9-3)
2. Tennis Club Genova 1893, 6 punti (8-4)
3. Bal Lumezzane, 1 punto (4-8)
4. Club Atletico Faenza, 1 punto (3-9)

Area download immagini

Leggi Tutto

Il Bal Lumezzane lotta ma cede a Genova. In Liguria finisce 3-1, ok il doppio



Foto 1 - La formazione della Bal Lumezzane con la presidente del Tc Lumezzane, Nerina Bugatti. Da sinistra: Alberto Paris (cap.), Eleonora Canovi, Ylena In-Albon, Nerina Bugatti, Georgia Brescia, Sara Cicognani, Rubina De Ponti, Elisa Belleri (vice cap.)

Lumezzane, 20 ottobre – Da una parte c’è una sconfitta per 3-1 contro le rivali del Tennis Club Genova 1893, finaliste in Serie A1 nel 2018. Dall’altra, però, c’è una nuova prestazione incoraggiante, che ha visto le ragazze del Bal Lumezzane dare parecchio filo da torcere a una delle favorite per lo scudetto, dopo aver già destato un’ottima impressione sette giorni prima contro il Tennis Club Prato. È da lì, e da una giornata che con un pizzico di fortuna in più poteva assumere contorni diversi, che le bresciane devono ripartire e guardare con fiducia all’ultimo match del girone d’andata, domenica 27 ottobre (in casa) contro il Club Atletico Faenza. Perché anche la difficile trasferta in Liguria ha dato tante indicazioni positive, che hanno fatto dimenticare in fretta il rapido k.o. di Georgia Brescia (doppio 6-1 contro Lucia Bronzetti) nell’incontro inaugurale della giornata, interamente giocata su un solo campo coperto – in terra rossa – a causa della pioggia che ha colpito la Città della Lanterna. Prima Ylena In-Albon se l’è giocata alla pari contro la russa d’Italia Liudmila Samsonova, numero 156 della classifica mondiale, a segno per 7-6 6-3 in un duello deciso da pochi punti. Poi la “vivaio” Rubina De Ponti ha tenuto testa per tutto l’incontro a una giocatrice di grande esperienza come Giulia Remondina, costruendo varie chance in una battaglia lunga poco meno di due ore, e chiusa per 7-6 6-4. La 17enne riminese ha sfoderato una grande prestazione e lottato punto su punto, pagando dazio solo alla maggiore freddezza della rivale nei momenti decisivi dell’incontro.

Ceduti per 3-0 i singolari, per il Bal Lumezzane è arrivato un punto nel doppio, importante sotto parecchi aspetti. In primis perché permette al team di conservare un prezioso terzo posto in classifica, in virtù di una migliore differenza fra incontri vinti e persi delle rivali di Faenza; poi perché in campo, a fianco di Ylena In-Albon, c’era una lumezzanese doc come Sara Cicognani. All’esordio assoluto in Serie A1, la bresciana ha gestito alla grande il peso della responsabilità, spalleggiando la compagna svizzera verso un comodo successo per 6-3 6-2 e prendendosi anche il lusso di un successo sull’ex top 100 Wta Alberta Brianti, avversaria in coppia con Giulia Assereto. “In generale non è andata male – spiegato il capitano Alberto Paris –, e a parte il primo singolare ce la siamo giocata in ogni partita. Peccato per quei due primi set persi al tie-break: le ragazze non sono state lontano dalla possibilità di vincerli entrambi, ma i pochi punti decisivi non ci hanno premiato. Ci siamo rifatti nel doppio, con una prestazione davvero brillante”. Un altro motivo per pensare positivo in vista della sfida in programma fra sette giorni contro il Club Atletico Faenza. “Tra le avversarie del nostro girone – continua Paris – è sicuramente quella contro la quale abbiamo più chance. Sarà un match aperto e avremo il vantaggio di giocare in casa, davanti al nostro pubblico”. Uno stimolo in più per fare bene, e per provare a conquistare i primi storici punti in Serie A1.

RISULTATI
Seconda giornata Girone 1
Tennis Club Genova 1893 b. Bal Lumezzane 3-1
Lucia Bronzetti (G) b. Georgia Brescia (L) 6-1 6-1, Liudmila Samsonova (G) b. Ylena In-Albon (L) 7-6 6-3, Giulia Remondina (G) b. Rubina De Ponti (L) 7-6 6-4, Cicognani/In-Albon (L) b. Assereto/Brianti (G) 6-3 6-2.

CLASSIFICA GIRONE 1
1. Tennis Club Genova 1893, 6 punti (7-1)
2. Tennis Club Prato, 6 punti (6-2)
3. Bal Lumezzane, 0 punti (2-6)
4. Club Atletico Faenza, 0 punti (1-7)

Area download immagini

Leggi Tutto

Questo sito è full responsive ed è correttamente visualizzabile su ogni dispositivo. Computer, smartphone e tablet di ogni misura...