Posts Taggati ‘Tennis Europe’

Nations Challenge by Head, a Rezzato festeggiano Italia e Russia



Rezzato, 29 luglio 2018 – L’Olimpica Tennis Rezzato porta fortuna all’Italia. Per il secondo anno consecutivo, il club della famiglia Ogna ha ospitato una delle quattro fasi europee di qualificazione per il Tennis Europe Nations Challenge by Head, e anche stavolta uno dei due posti in palio per le finali degli Europei under 12 a squadre è andato al team azzurro, protagonista di una splendida vittoria sulla Croazia nella giornata conclusiva del “Grand Prix Serena Wines”. Sulla carta doveva essere un match alla pari, con le croate forse leggermente favorite in virtù del primo posto nel Gruppo B, invece le ragazze capitanate da Maurizio Calcagno hanno sfoderato le migliori prestazioni della settimana, chiudendo i conti già al termine dei singolari. A inaugurare una domenica trionfale ci ha pensato la livornese Noemi Basiletti, che si è sbarazzata in un’ora di Nera Tesankic, cedendo appena due giochi e permettendo a Vittoria Paganetti di entrare in campo senza la pressione di dover vincere per forza. Una situazione che ha giovato alla barese, protagonista di un match splendido contro Lana Preis. Nella giornata di sabato, quest’ultima aveva firmato l’impresa del torneo battendo la slovena Milic e regalando alla Croazia i play-off, ma l’azzurra – sostenuta a gran voce dal pubblico – non si è lasciata spaventare dalla difesa dall’avversaria, riuscendo a imporre il suo tennis. Con pazienza e grinta ha avuto la meglio per 6-4 6-3, regalando all’Italia un posto ad Ajaccio, in Corsica, dove dal 9 al 12 agosto otto nazioni andranno a caccia dei titoli europei.

La premiazione della Russia – foto Maffeis

“Eravamo consapevoli di avere un buon team – ha detto il capitano azzurro Maurizio Calcagno –, ma fra le otto squadre in gara c’erano anche delle vere corazzate. Le ragazze sono state brave a vincere gli incontri giusti. Oggi mi sarei aspettato un doppio decisivo, invece abbiamo fatto ancora meglio: le nostre si sono comportate davvero bene, dimostrando di avere i mezzi per fare grandi cose”. Un ottimo punto di partenza, dunque, in vista della fase finale. “Ci presenteremo ad Ajaccio a fari spenti – ha continuato –, e ci auguriamo di mostrare un tennis di qualità, indipendentemente dal risultato. L’obiettivo, a questa età, è giocare e fare esperienza”. Insieme all’Italia, fra una decina di giorni in Corsica ci sarà anche la Russia, che si è guadagnata la qualificazione battendo per 2-1 la Bulgaria. Decisivo il successo di Shadchneva e Pozdnyakova nel doppio finale, che ha mandato in archivio non solo l’evento, ma anche il trittico di appuntamenti internazionali estivi dell’Olimpica Tennis, iniziato a giugno col torneo Itf per veterani e proseguito con la Lampo Trophy Nation Cup. Un terzetto di appuntamenti capaci non solo di confermarsi sugli standard di dodici mesi fa, ma anche di continuare a migliorare alcuni dettagli organizzativi che li hanno resi dei piccoli gioielli. Nella finale per il 5° posto l’ha spuntata la Slovenia sul Portogallo, in quella per il 7° posto ha vinto l’Estonia contro la Bosnia. I video del Nations Challenge by Head sono disponibili sulla pagina Facebook “Mastro Omnisport” o sul canale YouTube “Redazione TgSport”.


PLAY OFF QUALIFICAZIONE

Italia b. Croazia 2-0

Noemi Basiletti (Ita) b. Nera Tesankic (Cro) 6-1 6-1, Vittoria Paganetti (Ita) b. Lana Preis (Cro) 6-4 6-3.

Russia b. Bulgaria 2-1

Alina Pozdnyakova (Rus) b. Katalina Petrova (Bul) 6-3 7-6, Rositsa Dencheva (Bul) b. Alina Korneeva (Rus) 1-6 6-2 6-3, Shadchneva/Pozdnyakova (Rus) b. Dencheva/Petrova (Bul) 3-6 7-5 10/7.


FINALE 5°/6° POSTO

Slovenia b. Portogallo 2-1

Lena Couto (Por) b. Ana Tara Pracek (Slo) 6-3 6-4, Ela Nala Milic (Slo) b. Milana Ivantsiv (Por) 6-2 6-1, Milic/Vranicar (Slo) b. Andre/Couto (Por) 6-0 6-2.


FINALE 7°/8° POSTO

Estonia b. Bosnia-Erzegovina 2-1

Asja Salkanovic (Bos) b. Laura Rahnel (Est) 6-4 6-0, Maarja Leinstrep (Est) b. Maria Ivankovic (Bos) 6-4 2-6 6-1, Rahnel/Martin (Est) b. Ivankovic/Ignjatik (Bos) 6-2 6-4.

Leggi Tutto

Nations Challenge by Head, per la qualificazione sarà Italia-Croazia



Rezzato, 28 luglio 2018 – Mai sconfitta fu più indolore. Nella terza giornata del “Tennis Europe Nations Challenge by Head – Grand Prix Serena Wines” l’Italia femminile Under 12 ha subìto la prima battuta d’arresto, per mano delle coetanee della Russia, ma in virtù del doppio successo dei giorni scorsi contro Portogallo e Bosnia-Erzegovina le azzurre possono prendere lo stop a cuor leggero. Sui campi dell’Olimpica Tennis Rezzato, la situazione del Gruppo A era già definita con un giorno d’anticipo, con Russia e Italia sicure di un posto nel match decisivo e le altre due nazioni già tagliate fuori dalla corsa ai play-off. Il confronto con le russe serviva solo a definire la vincitrice del girone: un vantaggio finito nelle mani delle giovani dell’Est, che l’hanno spuntata per 2-1 chiudendo i giochi nei singolari. Nel primo, la numero uno Daria Shadchneva ha avuto la meglio per 6-1 7-5 sulla livornese Noemi Basiletti, mentre nel successivo la romana Matilde Ercoli, al debutto in singolare, le ha provate tutte per strappare il successo ad Alina Korneeva, ma i suoi sforzi si sono rivelati vani. Dopo un primo set a senso unico, la laziale dai capelli rossi è riuscita a trascinare il match al parziale decisivo, ma quando è stato il momento di andare a vincere la partita è emersa di nuovo la superiorità dell’avversaria, a segno per 6-1 3-6 6-3. Le azzurrine si sono rifatte parzialmente vincendo il doppio del pomeriggio, perfetto per incamerare fiducia in vista della sfida decisiva di domenica contro la Croazia, protagonista dell’impresa del giorno, col successo sulla Slovenia.

Lana Preis, croata classe 2006, ha portato la sua nazionale al match decisivo contro l'Italia, firmando l'impresa nella sfida contro la slovena Milic (foto Maffeis)

Lana Preis, croata classe 2006, ha portato la sua nazionale al match decisivo contro l’Italia, firmando l’impresa nella sfida contro la slovena Milic (foto Maffeis)

Sembravano favorite le slovene, ma la loro giornata è iniziata male – con la sconfitta della Vranicar contro la Tesankic – e proseguita peggio, dato che non è riuscita a vincere nemmeno Ela Nala Milic, punto di forza del team. I suoi colpi potentissimi, prodotto di un fisico degno di una diciottenne, sono andati a sbattere contro la strenua difesa di Lana Preis, che con tanta grinta ha costruito un piccolo capolavoro, spuntandola per 6-4 2-6 6-4 e regalando alla Croazia sia la vittoria, sia il primo posto del Girone B, e il conseguente duello contro l’Italia. L’avversaria della Russia sarà invece la Bulgaria, che dopo il k.o. nella prima giornata ha inanellato due vittorie consecutive. Decisiva quella odierna contro l’Estonia: grazie ai successi in singolare di Yoana Konstantinova e Katalina Petrova, la formazione bulgara si è garantita la sfida decisiva per l’accesso alla fase finale del Nations Challenge, ad agosto in Francia, condannando invece le avversarie all’ultimo posto del girone. Domenica mattina, a partire dalle 9 e con ingresso gratuito, la conclusione della competizione: nei duelli Italia-Croazia e Russia-Bulgaria saranno in palio i pass per Ajaccio, mentre Slovenia e Portogallo si affronteranno per il 5° posto, Estonia e Bosnia per il 7°. A seguire le premiazioni, con la probabile presenza di Antonio Rossi, sottosegretario di Regione Lombardia con delega ai grandi eventi sportivi. I video del Nations Challenge by Head sono disponibili sulla pagina Facebook “Mastro Omnisport”, o sul canale YouTube “Redazione TgSport”.

GRUPPO A

Russia b. Italia 2-1

Daria Shadchneva (Rus) b. Noemi Basiletti (Ita) 6-1 7-5, Alina Korneeva (Rus) b. Matilde Ercoli (Ita) 6-1 3-6 6-3, Basiletti/Paganetti (Ita) b. Shadchneva/Korneeva (Rus) 7-5 7-6.

Portogallo b. Bosnia-Erzegovina 2-1

Anastasija Ignjatic (Bos) b. Lena Couto (Por) 6-3 4-6 6-1, Milana Ivantsiv (Por) b. Maria Ivankovic (Bos) 6-1 6-1, Andre/Ivantsiv (Por) b. Ignjatic/Ivankovic (Bos) 6-3 6-1.

GRUPPO B

Bulgaria b. Estonia 3-0

Yoana Konstantinova (Bul) b. Laura Rahnel (Est) 7-5 6-0, Katalina Petrova (Bul) b. Brit Martin (Est) 6-1 6-3, Dencheva/Konstantinova (Bul) b. Leinstrep/Rahnel (Est) 6-2 7-5.

Croazia b. Slovenia 2-1

Nera Tesankic (Cro) b. Tinkara Vranicar (Slo) 6-3 6-3, Lana Preis (Cro) b. Ela Nala Milic (Slo) 6-4 2-6 6-4, Pracek/Vranicar (Slo) b. Jerolimov/Tesankic (Cro) 2-6 6-1 10/8.

Leggi Tutto

Nations Challenge by Head, l’Italia batte il Portogallo e va avanti

La stellina Ela Nala Milic, il cui successo in singolare non è bastato a promuovere la Slovenia; nel gruppo B i giochi sono ancora apertissimi (foto Maffeis)

Rezzato, 27 luglio 2018 – La notizia tanto attesa è arrivata, anche con un giorno d’anticipo: l’Italia femminile sarà in gara nella giornata decisiva del “Tennis Europe Nations Challenge by Head – Grand Prix Serena Wines” e andrà a caccia di uno dei due posti disponibili per le fasi finali della competizione, in programma ad agosto ad Ajaccio (Francia). Le azzurrine si sono guadagnate l’accesso ai play-off grazie al successo contro il Portogallo, che ha bissato la vittoria di giovedì contro la Bosnia-Erzegovina e che ha messe al riparo da qualsiasi sorpresa, indipendentemente dall’esito dell’ultimo match del Gruppo A, sabato contro la Russia. Sul Campo Centrale dell’Olimpica Tennis Rezzato, le under 12 capitanate da Maurizio Calcagno l’hanno spuntata per 2-1, al termine di un doppio lungo e in bilico fino alla fine. In apertura di giornata la toscana Noemi Basiletti aveva conquistato il punto dell’1-0 battendo per 6-4 3-6 6-3 la portoghese Lena Couto, ma il vantaggio era durato solo poco più di un’ora, perché nel secondo singolare Milana Ivantsiv ha sconfitto con un doppio 6-2 la barese Vittoria Paganetti, firmando l’1-1. Un andamento simile a quello riproposto dal doppio: Matilde Ercoli e la stessa Paganetti hanno vinto comodamente il primo set per 6-2 contro Couto/Ivantsiv, ma quando la situazione sembrava sotto controllo le portoghesi hanno rialzato la testa, vincendo il secondo set per 6-4 e rimandando l’esito del duello al match tie-break ai 10 punti, che negli incontri di doppio sostituisce il terzo set. Le azzurrine sono state brave a ripartire forte, conquistando subito un vantaggio sufficiente per tenere a distanza le avversarie, sconfitte per 6-2 4-6 10/5.  
La barese Vittoria Paganetti, protagonista nel doppio che ha garantito all'Italia l'accesso ai play-off del Nations Challenge by Head (foto Maffeis)

La barese Vittoria Paganetti, protagonista nel doppio che ha garantito all’Italia l’accesso ai play-off del Nations Challenge by Head (foto Maffeis)

In virtù della comoda vittoria della Russia, passata per 3-0 sulla Bosnia-Erzegovina con appena dodici game lasciati per strada in tre incontri, i giochi nel Gruppo A sono già fatti, con Italia e Russia certe del passaggio ai play-off. Sarà comunque importante anche l’esito dell’ultima giornata del round robin, con lo scontro diretto Italia-Russia che determinerà la prima classificata del girone, opposta domenica alla seconda di un Gruppo B che invece risulta più aperto che mai. Tutte le quattro formazioni in lizza si trovano a quota tre punti, grazie a una vittoria e una sconfitta. Il k.o. più sorprendente è quello della Slovenia, beffata per 2-1 dalla Bulgaria al termine di un doppio lungo due ore e mezza, con la coppia Dencheva/Petrova passata per 5-7 7-6 10/8 su Milic/Pracek. Le slovene hanno condotto per 6-3 nel match tie-break, ma non sono riuscite a conquistare i quattro punti in più che avrebbero garantito l’approdo ai play-off, cedendone sette dei successivi nove. Prezioso successo anche per l’Estonia, che battendo per 2-1 la Croazia è tornata in corsa per la qualificazione. Saranno decisivi i due incontri di sabato: Slovenia-Croazia ed Estonia-Bulgaria. Dalle 9.30 i singolari, alle 16 il doppio. I video del Nations Challenge by Head sono disponibili sulla pagina Facebook “Mastro Omnisport”, o sul canale YouTube “Redazione TgSport”.   GRUPPO A Italia b. Portogallo 2-1 Noemi Basiletti (Ita) b. Lena Couto (Por) 6-4 3-6 6-3, Milana Ivantsiv (Por) b. Vittoria Paganetti (Ita) 6-2 6-2, Ercoli/Paganetti (Ita) b. Couto/Ivantsiv (Por) 6-2 4-6 10/5. Russia b. Bosnia ed Erzegovina 3-0 Daria Shadchneva (Rus) b. Asja Salkanovic (Bos) 6-3 6-2, Alisa Pozdnyakova (Rus) b. Anastasija Ignjatic (Bos) 6-0 6-2, Korneeva/Shadchneva (Rus) b. Ignjatic/Salkanovic (Bos) 6-3 6-2. GRUPPO B Bulgaria b. Slovenia 2-1 Katalina Petrova (Bul) b. Tinkara Vranicar (Slo) 7-6 6-3, Ela Nala Milic (Slo) b. Rositsa Dencheva (Bul) 6-1 6-4, Dencheva/Petrova (Bul) b. Milic/Pracek (Slo) 5-7 7-6 10/8. Estonia b. Croazia 2-1 Nera Tesankic (Cro) b. Maarja Leinstrep (Est) 6-0 6-1, Brit Martin (Est) b. Lana Preis (Cro) 6-3 0-6 7-6, Leinstrep/Martin (Est) b. Jerolimov/Tesankic (Cro) 6-4 6-2. IL PROGRAMMA Da giovedì 26 a sabato 28 luglio: gironi di qualificazione. Dalle ore 9.30 gli incontri di singolare, alle 16 i doppi. Domenica 29 luglio, dalle ore 9: play-off qualificazione, finale 5°/6° posto, finale 7°/8° posto. Ingresso gratuito. Leggi Tutto

Nations Challenge by Head, a Rezzato l’Italia parte forte

La livornese Noemi Basiletti, classe 2006, ha dato all'Italia il punto dell'1-0 nel facile successo contro la Bosnia-Erzegovina (foto Maffeis)

Rezzato, 26 luglio 2018 – Per l’Italia non poteva esserci partenza migliore. Sulla carta, il duello inaugurale del “Tennis Europe Nations Challenge by Head – Grand Prix Serena Wines”, che vedeva le azzurre opposte alla Bosnia-Erzegovina, doveva essere il più comodo dell’intera settimana, e i campi dell’Olimpica Tennis di Rezzato hanno confermato le attese. Le azzurrine capitanate da Maurizio Calcagno hanno archiviato la pratica con un convincente 3-0, tenendosi alla larga dalle insidie e conquistando con relativa facilità tutti e tre gli incontri. In apertura di giornata la livornese Noemi Basiletti l’ha spuntata per 6-3 6-1 su Anastasija Ignjatic, mentre a chiudere i conti ci ha pensato Vittoria Paganetti, già apprezzata dal pubblico bresciano nel corso della Lampo Trophy Nations Cup di un paio di settimane fa. La barese ha battagliato contro Maria Ivankovic fino al 4-4 del primo set, poi l’avversaria ha iniziato ad accusare un fastidio al gomito che non le ha più permesso di competere agli stessi livelli. Ha provato comunque a lottare fino alla fine, rinunciando all’idea di un ritiro, ma non è più riuscita a raccogliere nessun gioco, arrendendosi per 6-4 6-0. Con la vittoria già in tasca, le azzurre hanno arrotondato il punteggio nel doppio, con la coppia Ercoli/Paganetti passata con un doppio 6-2 su Ignjatic/Salkanovic. “È sicuramente un ottimo avvio – ha detto il capitano azzurro Maurizio Calcagno –, perché non solo le ragazze hanno vinto, ma hanno giocato degli incontri ordinati, cercando di fare sempre le cose giuste. L’augurio è che riescano a continuare su questa strada già da domani, quando la nostra strada inizierà a salire”.
Alina Korneeva, protagonista nel successo della Russia contro il Portogallo. Ha vinto singolare e doppio (foto Maffeis)

Alina Korneeva, protagonista nel successo della Russia contro il Portogallo. Ha vinto singolare e doppio (foto Maffeis)

Il prossimo team sulla strada delle azzurre sarà il Portogallo, oggi battuto per 3-0 dalla Russia ma comunque capace di lasciare la prima giornata con tante indicazioni positive. Infatti, sia Lena Couto che Milana Ivantsiv si sono arrese in tre set, rispettivamente ad Alisa Pozdnyakova e Alina Korneeva, lasciandosi rimontare dopo aver conquistato il primo parziale, e venerdì si ripresenteranno in campo con tanta voglia di riscatto. La Russia, tra le favorite per la conquista dei due posti per le fasi finali della competizione (ad agosto ad Ajaccio, in Corsica), andrà invece a caccia di un nuovo successo contro la Bosnia-Erzegovina, ed è pronta a schierare anche Daria Shadchneva, arrivata con 24 ore di ritardo rispetto alle connazionali, ma prontissima a dare il suo contributo dalla seconda giornata. Nel Gruppo B, invece, le favorite della Slovenia hanno avuto bisogno del doppio per spuntarla sull’Estonia, mentre l’altro successo è andato alla Croazia, passata per 2-1 sulla Bulgaria. A negare il 3-0 un doppio interminabile, vinto per 4-6 6-3 17/15 in chiusura di giornata dalla coppia bulgara Konstantinova/Petrova. Venerdì, su quattro campi, la seconda giornata dei round robin: dalle 9.30 i singolari, alle 16 i doppi. I video del Nations Challenge by Head sono disponibili sulla pagina Facebook “Mastro Omnisport”, o sul canale YouTube “Redazione TgSport”. GRUPPO A Italia b. Bosnia-Erzegovina 3-0 Noemi Basiletti (Ita) b. Anastasija Ignjatic (Bos) 6-3 6-1, Vittoria Paganetti (Ita) b. Maria Ivankovic (Bos) 6-4 6-0, Ercoli/Paganetti (Ita) b. Ignjatic/Ivankovic (Bos) 6-2 6-2. Russia b. Portogallo 3-0 Alisa Pozdnyakova (Rus) b. Lena Couto (Por) 2-6 6-3 6-0, Alina Korneeva (Rus) b. Milana Ivantsiv (Por) 3-6 6-2 7-5, Korneeva/Pozdnyakova (Rus) b. Andre/Couto (Por) 6-0 6-4. GRUPPO B Slovenia b. Estonia 2-1 Maarja Leinstrep (Est) b. Tinkara Vranicar (Slo) 6-2 6-0, Ela Nala Milic (Slo) b. Brit Martin (Est) 6-3 6-3, Milic/Pracek (Slo) b. Leinstrep/Martin (Est) 7-5 6-4. Croazia b. Bulgaria 2-1 Nera Tesankic (Cro) b. Yoana Konstantinova (Bul) 3-6 7-5 6-4, Lana Preis (Cro) b. Rositsa Dencheva (Bul) 7-6 6-3, Konstantinova/Petrova (Bul) b. Jerolimov/Tesankic (Cro) 4-6 6-3 17/15. IL PROGRAMMA Fino a sabato 28 luglio: gironi di qualificazione. Dalle ore 9.30 gli incontri di singolare, alle 16 i doppi. Domenica 29 luglio, dalle ore 9: play-off qualificazione, finale 5°/6° posto, finale 7°/8° posto. Ingresso gratuito. Leggi Tutto

A Rezzato scatta il Nations Challenge by Head

La cerimonia inaugurale del Tennis Europe Nations Challenge by Head, al via giovedì all'Olimpica Tennis Rezzato (Brescia) - foto Maffeis

Rezzato, 25 luglio 2018 – All’Olimpica Tennis di Rezzato è tutto pronto. Giovedì alle 9.30 scatterà l’edizione 2018 del Tennis Europe Nations Challenge by Head – Grand Prix Serena Wine, ultimo dei tre grandi appuntamenti internazionali che fra giugno e luglio hanno reso la città di Rezzato una delle capitali mondiali della racchetta. Dopo il “2° Town of Rezzato Trophy” (Over) e l’edizione numero 17 della “Lampo Trophy Nation Cup” (sempre under 12), per i prossimi quattro giorni la terra battuta del club bresciano ospiterà 8 nazionali provenienti da tutta Europa. Tutte a caccia dei due pass in palio per la fase finale di agosto della piùimportante competizione al mondo per under 12. Al termine di un pomeriggio dedicato agli allenamenti, al sorteggio e al meeting fra i capitani e l’organizzazione del torneo, le formazioni sono state presentate durante la cerimonia inaugurale, alla presenza di Martina Cambiaghi, assessore allo sport di Regione Lombardia, e di Emanuela Ogna, vice-sindaco del Comune di Rezzato. Presenti giovani atlete da Bosnia ed Erzegovina, Bulgaria, Croazia, Estonia, Portogallo, Russia, Slovenia e ovviamente Italia, una delle due nazioni (insieme alla Polonia) che dodici mesi fa si guadagnò a Rezzato l’accesso alla fase finale a 8 squadre. Si giocherà ad Ajaccio (Francia) e lì verranno assegnati i titoli europei. A difendere il tricolore ci saranno la barese Vittoria Paganetti, la romana Matilde Ercoli e la livornese Noemi Basiletti, capitanate da Maurizio Calcagno, già alla guida dell’Italia femminile durante la “Lampo Trophy Nation Cup”, terminata una dozzina di giorni fa.   In quell’occasione le azzurrine non sono riuscite a lasciare il segno. Ora ci riprovano in una competizione che punta anche a promuovere i valori fondamentali dello sport, su tutti ris
La formazione italiana in gara in terra bresciana: da sinistra: Vittoria Paganetti, Matilde Ercoli, Noemi Basiletti e il capitano Maurizio Calcagno - foto Maffeis

La formazione italiana in gara in terra bresciana: da sinistra: Vittoria Paganetti, Matilde Ercoli, Noemi Basiletti e il capitano Maurizio Calcagno – foto Maffeis

petto e fair play. L’hanno “promesso” nel corso del giuramento ufficiale la numero 1 slovena Ela Nala Milic, a nome di tutte le giocatrici, il capitano sloveno Rok Ferjan, a nome di tutti i suoi colleghi alla guida delle Nazionali, e il referee di Tennis Europe Sigismondo Favia, a nome degli ufficiali di gara. Le 8 formazioni sono state divise in due gironi, con Russia e Slovenia nel ruolo di teste di serie. Nel gruppo A insieme alla Russia ci sono il Portogallo, la Bosnia ed Erzegovina e l’Italia, che inizierà il suo cammino contro le bosniache. Nel gruppo B, Slovenia, Estonia, Bulgaria e Croazia. Ogni sfida prevede un totale di tre incontri: due singolari (dalle 9.30 del mattino) e il doppio alle 16.30. I video del Nations Challenge by Head sono disponibili sulla pagina Facebook “Mastro Omnisport”, o sul canale YouTube “Redazione TgSport”.   IL PROGRAMMA Da giovedì 26 a sabato 28 luglio: gironi di qualificazione. Dalle ore 9.30 gli incontri di singolare, alle 16.30 i doppi. Domenica 29 luglio, dalle ore 9: play-off qualificazione, finale 5°/6° posto, finale 7°/8° posto. Ingresso gratuito. Leggi Tutto

Rezzato rilancia, da mercoledì il Nations Challenge by Head



Rezzato, 23 luglio 2018 – L’Olimpica Tennis di Rezzato non si ferma mai. A poco più di una settimana dal termine dell’edizione numero 17 della Lampo Trophy Nation Cup, chiusa dalla doppietta della Gran Bretagna, il club bresciano sta già scaldando i motori in vista di una delle quattro fasi femminili di qualificazione del Tennis Europe Nations Challenge by Head – Grand Prix Serena Wine, la più importante competizione al mondo per nazionali under 12. Una manifestazione tornata lo scorso anno in terra bresciana, dove era nata nel 2007, e pronta a chiudere il trittico di eventi internazionali organizzati dal club della famiglia Ogna, con la direzione di Gianni Capacchietti. Le squadre in gara a Rezzato saranno otto, tutte a caccia dei due posti per le fasi finali della competizione, che dal 9 al 12 agosto vedranno otto formazioni sfidarsi ad Ajaccio (in Corsica, Francia) per il titolo europeo. Dai quattro campi in terra battuta dell’Olimpica Tennis parte la corsa di Bosnia ed Erzegovina, Bulgaria, Croazia, Estonia, Italia, Portogallo, Russia e Slovenia: un team in più rispetto al 2017, grazie all’innesto della Russia. Non ci saranno invece le campionesse della Nation Cup della Gran Bretagna, impegnate a Rakovnik (Repubblica Ceca), mentre le ragazze slovene torneranno con la stessa identica formazione. Due conferme anche per l’Italia: il capitano del team sarà di nuovo Maurizio Calcagno, che potrà contare ancora su Vittoria Paganetti. Stavolta, però, la giovane barese sarà spalleggiata dalla romana Matilde Ercoli e dalla livornese Noemi Basiletti.

Le otto formazioni verranno divise in due gironi, sorteggiati mercoledì pomeriggio in occasione della cerimonia inaugurale della competizione, in programma alle 17.30 all’Olimpica Tennis. Prima ci sarà il meeting di tutti i capitani con il referee di Tennis Europe, Sigismondo Favia, mentre successivamente si terrà la sfilata delle formazioni in gara e il sorteggio ufficiale dell’evento, alla presenza di Martina Cambiaghi, assessore allo sport di Regione Lombardia, e di Antonio Rossi, sottosegretario con delega ai grandi eventi sportivi. “Siamo pronti per un altro grande appuntamento – ha detto Gianni Capacchietti, direttore del torneo -, e ci auguriamo di continuare a garantire gli standard organizzativi che ci hanno reso la tappa di qualificazione più ambita. Lo dimostra l’esempio della Russia: appena si è sparsa la voce delle qualità dell’ospitalità riservata alle squadre nel 2017, i russi hanno fatto pressione per poter venire a giocare da noi”. La formula di gioco sarà la stessa del 2017: da giovedì a sabato, sempre a partire dalle 14.30 e su quattro campi, si giocheranno gli incontri dei round robin, che promuoveranno le prime due di ogni girone ai play-off di domenica, decisivi per il passaggio del turno. Ogni incontro prevede due singolari e un doppio, per decretare la vincitrice. Domenica la conclusione, con i duelli qualificazione ma anche le finali per 5°/6° e 7°/8° posto.

Leggi Tutto

Gran Bretagna in trionfo a Rezzato. È doppietta nella Lampo Trophy



Rezzato, 14 luglio 2018 – Il motto “It’s coming home”, che ha accompagnato la corsa dell’Inghilterra nei mondiali di calcio, è sfumato nei tempi supplementari della semifinale con la Croazia. Ma è tornato d’attualità nella giornata conclusiva della “Lampo Trophy Nation Cup – Grand Prix Gallerie Orler”, evento internazionale under 12 organizzato dall’Olimpica Tennis Rezzato col patrocinio di Regione Lombardia. L’hanno pronunciato ad alta voce i due capitani delle formazioni del Regno Unito, durante la premiazione, mentre al termine di un sabato trionfale mettevano le mani sui due trofei. L’ultima nazione a firmare la doppietta era stata il Canada nel 2015, nell’ultima edizione giocata al Tennis Club 2 Pini di Salò prima dell’approdo a Rezzato. Stavolta a dominare sono stati i britannici, protagonisti di un doppio successo sulla Francia nella giornata conclusiva. I due titoli sono arrivati praticamente in contemporanea, quando sul Campo 1 Sophya Devas (premiata come miglior giocatrice del torneo) l’ha spuntata per 7-6 4-6 6-4 nell’autentica battaglia contro la picchiatrice Shavice Roignot, chiudendo i conti dopo l’iniziale vantaggio firmato da Hophribah Oluwadare. Nello stesso momento, sul Campo 2, uno sfortunato episodio decideva il doppio dei maschietti. Dopo l’1-1 dei singolari, col successo di Viktor Frydrych pareggiato dalla vittoria di Leo Cohen, le due formazioni si stavano contendendo il successo finale con le coppie Frydrych/Diack e Cohen/Kouame. I francesi hanno vinto il primo set per 7-5, ma sul 4-1 del secondo per gli avversari un infortunio alla spalla ha impedito a Cohen di continuare, obbligando i “galletti” a gettare la spugna e consegnare ai britannici il secondo titolo maschile dopo quello del 2013.

“A detta di tutti – ha detto Gianni Capacchietti, direttore dell’evento -, il nostro si conferma uno dei migliori tornei giovanili d’Europa dal punto di vista dell’organizzazione e dell’ospitalità. È stata un’ottima settimana, in una cornice (quella dell’Olimpica Tennis, ndr) che pare costruita ad hoc per le nostre esigenze, e abbiamo apprezzato molto il fatto che tante nazioni si siano presentate con la squadra titolare per fare le prove generali in vista del Nations Challenge by Head”. Manifestazione che toccherà con una sua tappa anche Rezzato, dal 25 al 29 luglio, e andrà a chiudere il trittico di eventi internazionali dell’Olimpica Tennis. “Si tratta di un piccolo record – chiude Capacchietti – reso possibile da tanti sponsor e da altrettante persone, e anche dell’aiuto di Regione Lombardia”. Durante la settimana l’evento ha fatto anche da vetrina ad “Atleti al tuo fianco”, progetto di divulgazione oncologica diretto dal dott. Alberto Tagliapietra, che attraverso le testimonianze dei tennisti racconta la quotidianità delle persone e delle famiglie che stanno affrontando il cancro. Grazie al contributo di Babolat Italia, che ha messo a disposizione le racchette di Rafael Nadal e Dominic Thiem autografate dai due giocatori, sono nate due aste di beneficienza (raggiungibili dal 16 luglio su www.charitystars.com/foundation/arenbi-onlus) a sostegno del progetto “Casa AIL Emilia Lucchini” e dell’Ospedale Oncologico “Laudato si’” di Rivoltella del Garda. Tutti i video della Lampo Trophy Nation Cup sono disponibili sulla pagina Facebook “Mastro Omnisport”, o sul canale YouTube “Redazione TgSport”.


TUTTI I RISULTATI DELLE FINALI

FINALE TORNEO FEMMINILE

Gran Bretagna b. Francia 2-0

Hophribah Oluwadare (Gbr) b. Beverley Nyangon (Fra) 6-3 6-3, Asophya Devas (Gbr) b. Shavice Roignot (Fra) 7-6 4-6 6-4.

FINALE TORNEO MASCHILE

Gran Bretagna b. Francia 2-1

Viktor Frydrych (Gbr) b. Raphael Vaksmann (Fra) 6-2 6-2, Leo Cohen (Fra) b. Henry Trump (Fra) 7-5 6-1, Frydrych/Diack (Gbr) b. Cohen/Kouame (Fra) 5-7 4-1 ritiro.

Leggi Tutto

Lampo Trophy, Francia-Gran Bretagna per i titoli a Rezzato



Rezzato, 13 luglio 2018 – Sarà Francia-Gran Bretagna nel maschile, e di nuovo Francia-Gran Bretagna anche nel femminile. In terra bresciana erano le due nazioni più attese, e saranno loro a giocarsi entrambi i titoli della diciassettesima “Lampo Trophy Nation Cup – Grand Prix Gallerie Orler”, evento internazionale under 12 organizzato dall’Olimpica Tennis Rezzato col contributo di Regione Lombardia. A provare a cambiare la composizione di due finali annunciate erano rimaste tre nazioni: Slovenia (in semifinale sia nel maschile sia nel femminile), Ungheria e Italia, ma nessuno dei team è riuscito nell’impresa di guadagnarsi un posto per la giornata conclusiva. L’Italia maschile capitanata da Luca Sbrascini ha dovuto dire addio al sogno finale nel pomeriggio, battuta per 3-0 dalla Francia, che ha invece sulla panchina Laurent De Pasquale, padre dell’ex Top 50 Arnaud, oggi uno dei più apprezzati tecnici d’oltralpe. Decisivi i singolari: Raphael Vaksmann ha aperto le danze superando per 6-2 6-4 il forlivese Lorenzo Angelini, mentre Leo Cohen ha chiuso i conti facendo pesare la differenza fisica e di pesantezza di palla nel confronto col genovese Guglielmo Verdese, sconfitto per 6-1 6-3. L’azzurrino le ha provate tutte fino alla fine, e mostrando uno splendido attaccamento alla partita è riuscito a cancellare tre match-point consecutivi all’avversario (sul 6-1 5-2 e 40-0), ma nel game seguente è stato comunque costretto ad arrendersi. Il successivo doppio ha dato il 3-0 ai “galletti”, proiettandoli con la fiducia a mille al duello decisivo di sabato contro la Gran Bretagna, a sua volta passata in semifinale per 3-0 sulla Slovenia, grazie a Jamie Diack, Victor Frydrych e al doppio Diack/Trump.

La formazione che è andata più vicina a rovinare la festa a Francia e Gran Bretagna è stata la Slovenia femminile. Trascinata dalla solita Ela Nala Milic – che ha sfruttato i centimetri per battere per 6-3 6-7 6-3 Sophya Devas, confermando l’imbattibilità in singolare – le slovene sono riuscite a stare sull’1-1 dopo i singolari, ma nel doppio non c’è stato niente da fare. Hephzibah Oluwadare (a segno anche in singolare, contro Tinkara Vranicar) e Hannah Read hanno superato Milic/Vranicar per 6-2 6-4, conquistando l’accesso alla finale. Tutto facile, invece, per le francesi, passate con grande facilità sull’Ungheria. Nei due singolari Iliev e Roignot hanno lasciato le briciole rispettivamente a Major (6-1 6-0) e Molnar (6-2 6-3), e sabato proveranno a regalare alla Francia il quarto successo nella competizione femminile, già conquistata nel 2009, nel 2010 e nel 2014. Per la Gran Bretagna, invece sarebbe il primo titolo fra le ragazze e il secondo fra i ragazzi, dopo quello targato 2013. Sabato dalle 8.30 del mattino le due finali, in contemporanea su due campi e con ingresso gratuito. I video della Lampo Trophy Nation Cup sono disponibili sulla pagina Facebook “Mastro Omnisport” e sul canale YouTube “Redazione TgSport”.


I RISULTATI DELLE SEMIFINALI

TORNEO FEMMINILE

SEMIFINALI

Gran Bretagna b. Slovenia 2-1

Oluwadare (Gbr) b. Vranicar (Slo) 6-1 6-2, Milic (Slo) b. Devas (Gbr) 6-3 6-7 6-3, Oluwadare/Read (Gbr) b. Milic/Vranicar (Slo) 6-2 6-4.

Francia b. Ungheria 2-1

Iliev (Fra) b. Major (Ung) 6-1 6-0, Roignot (Fra) b. Molnar (Ung) 6-2 6-3, Major/Molnar (Ung) b. Nyangon/Iliev (Fra) 6-4 2-6 10/3.


TORNEO MASCHILE

SEMIFINALI

Gran Bretagna b. Slovenia 3-0

Diack (Gbr) b. Svec (Slo) 6-2 6-7 6-2, Frydrych (Gbr) b. Videnovic (Slo) 6-3 6-3, Diack/Trump (Gbr) b. Svec/Videnovic (Slo) 6-1 7-5.

Francia b. Italia 3-0

Vaksmann (Fra) b. Angelini (Ita) 6-2 6-4, Cohen (Fra) b. Verdese (Ita) 6-1 6-3, Vaksmann/Kouame (Fra) b. Carboni/Angelini (Ita) 6-2 6-4.

Leggi Tutto

Questo sito è full responsive ed è correttamente visualizzabile su ogni dispositivo. Computer, smartphone e tablet di ogni misura...