Posts Taggati ‘Trofeo Bonfiglio’

Trofeo Bonfiglio, altri quattro azzurri passano il primo turno



Milano, 22 maggio – Nonostante un cielo plumbeo e minaccioso su Milano, c’è tanto azzurro a colorare il martedì del 59° Trofeo Bonfiglio, con alcuni successi pesanti dei giovani tennisti di casa che vanno a migliorare il bilancio complessivo dopo lo scarso bottino di lunedì. Le imprese di giornata portano la firma del romano Flavio Cobolli e dell’altoatesino Jannik Sinner: il primo, figlio dell’ex professionista Stefano, ha esordito dominando il kazako Timofei Skatov (testa di serie n.3 del tabellone) con un netto 7-5 6-0; il secondo, che si allena a Bordighera nella nuova accademia di Riccardo Piatti, ha fatto altrettanto con lo statunitense Tristan Boyer (n.6), chiudendo con un 6-0 6-2 che gli vale un posto negli ottavi di finale. I segnali di una settimana potenzialmente positiva per il tennis tricolore non si fermano qui. E a gioire sono pure due lombardi, che al Tc Milano Bonacossa erano particolarmente attesi. Una è la valtellinese Federica Rossi, alla sua terza partecipazione agli Internazionali d’Italia Juniores. Da lei ci si aspettava molto e Federica non ha sbagliato, superando la combattiva russa Maria Krupenina per 6-2 7-5. Dopo la finale raggiunta nel torneo francese di Cap d’Ail un mese fa, la 16enne di Sondrio si conferma in un ottimo momento di forma. Buona la prima anche per Federico Arnaboldi, che continua la sua marcia dopo aver superato brillantemente il tabellone di qualificazione. Il canturino, trionfatore del Trofeo Avvenire 2016, ha messo in scena una prova molto convincente contro il coreano Seon Yong Han, piegato per 3-6 6-1 6-1. Avanti anche Giulio Zeppieri, che s’impone per 6-3 6-0 sullo spagnolo Alejandro Garcia. Niente da fare invece per Giacomo Dambrosi, Fabrizio Andaloro e Filippo Moroni. Così come finisce il sogno della qualificata Enola Chiesa, che cede alla statunitense Peyton Stearns (6-2 6-4 il finale). Adesso la Rossi sfiderà nel secondo turno la guatemalteca Maria Gabriela Rivera Corado, mentre Arnaboldi, Cobolli e Zeppieri se la vedranno rispettivamente con gli statunitensi Govind Nanda e Tyler Zink, e con il francese Clement Tabur, 14esimo nella classifica mondiale Junior Itf.

Flavio Cobolli – foto Panunzio

Tra le ragazze, rischia qualcosa ma chiude in crescendo Elisabetta Cocciaretto, che dopo l’esordio vincente del giorno precedente continua la sua marcia spedita superando la georgiana Mariam Dalakishvili. La giocatrice marchigiana è brava a reagire dopo un black-out che le costa il secondo set nonostante il doppio break di vantaggio accumulato a inizio parziale (6-4 3-6 6-0 il finale). Al terzo turno anche un’altra giocatrice da tenere d’occhio come la lussemburghese (classe 2000) Eleonora Molinaro. Reduce dal doppio trionfo nel 15 mila dollari transalpino di Gonesse e nell’under 18 di grado 1 di Beaulieu sur Mer, la Molinaro ha superato prima la francese Manon Leonard al debutto e poi la slovacca Lenka Stara per 7-5 6-2. Avanza pure il talentuoso cinese di Taipei Chun Hsin Tseng (n.2), che supera in rimonta l’americano Cannon Kingsley al termine di un match emozionante chiuso per 4-6 7-6 6-1. Domani in campo (a partire dalle ore 9.30), per completare i match di secondo turno, anche Lorenzo Musetti contro il bulgaro Adrian Andreev e la wild card Luca Nardi opposto al francese Lilian Marmousez.

I I RISULTATI DI GIORNATA

Tabellone maschile, secondo turno

J. Sinner (ITA)[WC] b. T. Boyer (USA) [6] 6-0 6-2, Y. Erel (TUR) b. A. Binda (RUS) 3-0 rit., C.H. Tseng (TPE) [2] b. C. Kingsley (USA) 4-6 7-6(2) 6-1, A. Bovy (BEL) b. R. Ho (TPE) 7-6(4) 6-2, N. Tajima (JPN) [13] b. A.L. Lingua Lavallen (ARG) 7-6(3) 4-6 6-2,  J. Forejtek (CZE) b. F.C. Jianu (ROU) [11] 7-6(1) 4-6 6-1.

Tabellone femminile, secondo turno

J. Garland (TPE) [12] b. A. Prisacariu (ROU) 6-3 5-7 7-5, E. Molinaro (LUX) [13] b. L. Stara (SVK) 7-5 6-2, C. Tauson (DEN) [5] b. A. Makatsaria (GEO) 6-1 6-3, A. Geller (ARG) b. M. Custic (ESP) 6-4 6-0, V. Dema (UKR) b. N. Sato (JPN) [4] 7-5 6-1, Y. Naito (JPN) [9] b. S. Lansere (RUS) 6-2 7-5, E. Cocciaretto (ITA) [7] b. M. Dalakishvili (GEO) 6-4 3-6 6-0, L. Sun (SUI) [8] b. K. Harvey (USA) 6-0 6-3, A. Charaeva (RUS) b. Y. Mansouri (FRA) 2-6 6-4 6-4.

Tabellone maschile, primo turno

F. Arnaboldi (ITA) [Q] b. S.Y. Han (KOR) 3-6 6-1 6-1, A. Kalender (CRO) [Q] b. G. Dambrosi (ITA) [WC] 6-7(4) 6-4 6-1, G. Zeppieri (ITA) [WC] b. A. Garcia (ESP) [Q] 6-3 6-0, F. Cobolli (ITA) [Q] b. T. Skatov (KAZ) [3] 7-5 6-0, Y. Steinegger (SUI) [Q] b. F. Moroni (ITA) [WC] 6-3 0-6 6-2, P. Henning (RSA) b. F. Andaloro (ITA) [Q] 7-6(2) 7-6(5), F. Diaz Acosta (ARG) [14] b. J. Fearnley (GBR) 6-4 6-4, S. Baez (ARG) [1] b. J. Ferreira (BRA) 6-0 6-2, T. Zink (USA) b. T.A. Tirante (ARG) 7-6(2) 3-6 6-0, A. Andreev (BUL) [16] b. S. Woldeab (USA) [Q] 6-2 6-3, L. Marmousez (FRA) [Q] b. D. Baird (USA) [9] 7-6(2) 6-0.

Tabellone femminile, primo turno

F. Rossi (ITA) [WC] b. M. Krupenina (RUS) [Q] 6-2 7-5, M.L. Carle (ARG) [6] b. D. Dimitrova (BUL) [Q] 6-3 6-2, V. Gracheva (RUS) [Q] b. G. Price (USA) 6-3 6-2, P. Stearns (USA) b. E. Chiesa (ITA) [Q] 6-2 6-4, L. Kung (SUI) [Q] b. D. Khodan (UKR) [Q] 6-3 6-2, M.C. Osorio Serrano (COL) [2] b. D. Lopatetskaya (UKR) [Q] 4-6 6-1 6-4, D. Snigur (UKR) b. C. McNally (USA) 6-3 2-6 7-6(7), C. Monnet (FRA) [Q] b. K. Volynets (USA) 7-6(0) 5-7 6-2.


METRO LILLA, TRAM E TANGENZIALE: COME ANDARE A VEDERE IL TORNEO AL BONACOSSA

Con i mezzi pubblici – tram 1, 14, 19 e 33 (fermata Piazza Firenze) oppure autobus 43, 48, 57, 69, 78, 90, 91, 163. In metropolitana, con la linea M5 (la lilla), fermate Portello o Domodossola (10 minuti a piedi). In auto – dalla rete delle tangenziali milanesi prendere l’uscita Certosa, seguire per il centro e imboccare la circonvallazione su Viale Monte Ceneri (cavalcavia della Ghisolfa). Il club è in via Arimondi, 15. Ingresso libero – L’ingresso nella splendida struttura del Tc Milano Alberto Bonacossa è libero per tutta la durata della manifestazione, dalle qualificazioni alle finali.

LIVE SCORE E SOCIAL NETWORK- I risultati in diretta del Trofeo Bonfiglio li potete trovare su Tennis-Ticker, app per smartphone e tablet dedicata al live score. Per maggiori informazioni www.tennis-ticker.com e www.tcmbonacossa.it. Aggiornamenti, foto e commenti su Facebook, Twitter e Instagram (account ufficiali del Tc Milano A. Bonacossa). È possibile partecipare con l’hashtag #TrofeoBonfiglio e #59Bonfiglio.

COSÌ IN TV – La copertura televisiva delle fasi decisive (live di semifinali e finali) è affidata a SuperTennis Tv, canale 64 del digitale terrestre, 224 di Sky, 30 di TivùSat e in web-streaming su www.supertennis.tv.

TC MILANO ALBERTO BONACOSSA, SEMPRE PIÙ AL “CENTRO” DELLA CITTÀ

Il Tennis Club Milano A. Bonacossa si sta sempre più aprendo alla città di Milano per tornare a essere non solo un punto di riferimento sportivo, ma anche culturale e mondano. Da qualche anno a questa parte sono numerosi gli eventi di grande prestigio organizzati nello storico club di Via Arimondi, serate di opera, concerti, rappresentazioni teatrali che hanno visto la partecipazione di artisti di fama internazionale e che hanno trovato nel TCM un palcoscenico di primissimo spessore. Nei propri spazi il circolo è in grado di ospitare qualsiasi tipo di manifestazione: conferenze, presentazioni di libri e molte altre tipologie di eventi. È anche questo il motivo per cui sempre più realtà di prestigio decidono di affiancare il proprio nome a quello dello storico club. La nuova dirigenza si è posta l’obiettivo ambizioso di collocare nuovamente il TCM tra le realtà sociali più attive di Milano e di tornare a essere vero e proprio luogo di incontro nel pieno centro della città. Tutto questo è possibile grazie a una organizzazione che anno dopo anno sta puntando a diventare sempre più una macchina perfettamente oliata.

Leggi Tutto

Trofeo Bonfiglio, avanti Nardi, Sinner, Musetti e la Cocciaretto



Milano, 21 maggio – La pioggia tanto temuta nel week-end delle qualificazioni, ha fatto visita al Tc Milano Bonacossa nella giornata di lunedì, quella dedicata al primo turno di main draw del 59° Trofeo Bonfiglio. Un day 1 iniziato con molte difficoltà e con una gioia, per le sette ragazze italiane in campo: a brillare è Elisabetta Cocciaretto, che supera nettamente Katerina Tsygourova (wild card di casa, svizzera con passaporto italiano) con un doppio 6-1. La tennista marchigiana classe 2001, che a inizio stagione aveva conquistato le semifinali nell’edizione Juniores degli Australian Open, accreditata della settima testa di serie del tabellone, se la vedrà ora con la georgiana Mariam Dalakishvili, a segno sulla polacca Ania Hertel. Fuori subito Martina Biagianti, Aurora Zantedeschi, Federica Sacco, Beatrice Stagno e Isabella Tcherkes Zade. Niente da fare per un’altra tra le più attese, la bergamasca Lisa Pigato, che cede alla russa Maria Timofeeva per 3-6 7-5 6-2. Entrata nel main draw con una wild card messa a disposizione dal Tc Milano, l’azzurra (già pluri-campionessa italiana nelle categorie giovanili) dà spettacolo nel primo set e arriva a servire per il match nel secondo, avanti 5-4, per subire poi il ritorno dell’avversaria. La svolta nel terzo e decisivo parziale quando Lisa, sotto 3-2, sale sul 40-0 ma si fa strappare il servizio spianando all’avversaria la strada per il secondo turno. Nonostante la sconfitta, la giovanissima tennista italiana (classe 2003) ha messo in mostra doti tecniche notevoli e avrà tutto il tempo per riprovarci. Avanza anche la numero uno del seeding, la cinese Xinyu Wang, che si sbarazza a fatica della maltese Francesca Curmi.

Tra i ragazzi, il primo acuto azzurro lo regala l’altoatesino Jannik Sinner, che s’impone sul tedesco Leonard Bierbaum e vola al secondo turno dove affronterà lo statunitense Tristan Boyer (testa di serie n.6 del torneo). Poi è la pioggia a entrare in scena: scrosci continui che fanno sospendere più volte i match maschili restanti. Nel frattempo il marchigiano Luca Nardi approfitta del ritiro dell’avversario, il polacco Daniel Michalski, infortunatosi al pollice destro a causa di una caduta, nel corso di un primo set in equilibrio. Grande prova della wild card di casa Federico Lucini: il comasco che si allena con Matteo Cecchetti lotta per tre set contro il russo Alexander Binda e si arrende solo al tie-break per 7 punti a 5. Sei i match di singolare ancora in campo, due di questi coinvolgono gli azzurri Davide Tortora e Lorenzo Musetti. Tra gli altri risultati di giornata, spicca il successo dell’argentino Alejo Lorenzo Lingua Lavallen, che a Milano aveva trionfato l’anno scorso nel Torneo Avvenire e che passa il primo turno sui campi di via Arimondi ai danni del francese Harold Mayot dopo una dura battaglia terminata al tie-break del terzo set. Vincono anche lo statunitense Keenan Mayo e il turco Yanki Erel: il primo piega nettamente il colombiano Nicolas Mejia (quarto favorito della vigilia) per 6-3 6-1, mentre il secondo ha la meglio sul ceco Dalibor Svrcina (quinto nel seeding). Martedì si riempiranno le ultime caselle per l’accesso al secondo turno. Pioggia permettendo.


Aggiornamento serale: Musetti in rimonta va al 2° turno: Un altro lampo d’azzurro in una giornata grigia come le nuvole che hanno riversato il loro carico di pioggia sul Tc Milano Alberto Bonacossa e sul Day 3 del 59° Trofeo Bonfiglio. In tarda serata, sotto le luci dei riflettori del campo n.11, il 16enne toscano Lorenzo Musetti (vincitore in questa stagione dei tornei Itf under 18 di grado 2 di Salsomaggiore e di Firenze) ha superato in rimonta il giapponese Taisei Ichikawa: 5-7 6-2 6-1 il risultato dell’incontro. Nulla da fare invece per il veneto Davide Tortora, in tabellone grazie a una wild card: ha racimolato soltanto un game contro il 16enne Chun Hsin Tseng (Taiwan), testa di serie n.2 del torneo e n.3 nel ranking mondiale under 18. La prima giornata di tabellone principale si è conclusa poco prima delle 21.30, con i match di singolare portati a termine e con anche qualche match di doppio disputato. Si torna in campo domattina nonostante le previsioni meteo indichino ancora precipitazioni lungo tutto l’arco della giornata. Già pronto il piano B: match ‘spediti’ all’esterno del club nelle strutture coperte del Ct Giussano (MB), dello Sporting Milano 2 (Segrate) e dello Sporting Milano 3 (Basiglio).
TUTTI I RISULTATI DI GIORNATA Tabellone maschile, primo turno: O. Virtanen (FIN) b. A. Fenty (USA) [15] 4-6 6-2 7-5, C. Tabur (FRA) [10] b. E. Nava (USA) 6-2 6-7(4) 6-1, J. Sinner (ITA)[WC] b. L. Bierbaum (GER) [WC] 6-1 6-0, A.L. Lingua Lavallen (ARG) b. H. Mayot (FRA) 7-5 3-6 7-6(5), K. Mayo (USA) b. N. Mejia (COL) [4] 6-3 6-1, R. Ho (TPE) b. G. Peruffo (ITA) 6-0 7-6(3), Y. Erel (TUR) b. D. Svrcina (CZE) [5] 6-2 6-3, N. Hardt (DOM) b. C.D. Chin (MAS) 6-0 6-1, F.C. Jianu (ROU) [11] b. A. Zakharov (RUS) 6-3 6-0, T. Boyer (USA) [6] b. W. Marek (POL) 6-3 6-2, C. Kingsley (USA) b. V. Royer (FRA) 6-3 6-2, A. Bovy (BEL) b. U. Park (KOR) [8] 6-2 6-4, A. Binda (RUS) b. F. Lucini (ITA) [WC] 7-5 2-6 7-6(5), S. Palosi (ROU) b. J.M. Cerundolo (ARG) [7] 6-3 7-6(3), L. Nardi (ITA) [WC] b. D. Michalski (POL) 6-5 rit., N. Tajima (JPN) [13] b. J. De Jong (NED) 6-4 6-3, J. Forejtek (CZE) b. T. Mu (CHN) 7-6(0) 4-6 7-5, L. Musetti (ITA) b. T. Ichikawa (JPN) 5-7 6-2 6-1, G. Nanda (USA) b. C. Lopez Mantagud (ESP) [12] 6-3 3-6 7-6(8), R. Hijikata (AUS) b. M. Alves (BRA) 6-1 6-2, C.H. Tseng (TPE) [2] b. D. Tortora (ITA) [WC] 6-1 6-0.
Tabellone femminile, primo turno: C. Tauson (DEN) [5] b. S. Nahimana (BDI) 6-2 6-2, X. Wang (CHN) [1] b. F. Curmi (MLT) 7-5 6-4, J. Garland (TPE) [12] b. N. Subhash (USA) 7-6(1) 6-1, Y. Mansouri (FRA) b. V. Kanapatskaya (BLR) [15] 6-4 6-3, A. Prisacariu (ROU) b. I. Tcherkes Zade (ITA) [WC] 6-1 6-3, A. Makatsaria (GEO) b. H. Sato (JPN) 6-2 6-2, M. Custic (ESP) b. A. Noel (USA) [3] 6-4 6-1, A. Charaeva (RUS) b. A. Zantedeschi (ITA) [WC] 7-5 6-0, K. Rakhimova (RUS) [14] b. M. Biagianti (ITA) [WC] 7-6(3) 6-3, Y. Naito (JPN) [9] b. M. Bilokin (UKR) 6-4 6-4, S. Lansere (RUS) b. G. Topalova (BUL) 6-2 1-6 6-4, E. Avanesyan (RUS) b. N. Radisic (SLO) [11] 6-1 6-0, V. Dema (UKR) b. O. Selekhmeteva (RUS) 6-3 3-6 6-4, M. Dalakishvili (GEO) b. A. Hertel (POL) 6-1 6-4, L. Sun (SUI) [8] b. F. Sacco (ITA) [WC] 6-1 6-2, E. Cocciaretto (ITA) [7] b. K. Tsygourova (SUI) [WC] 6-1 6-1, E. Molinaro (LUX) [13] b. M. Leonard (FRA) 7-6(5) 6-3, V. Apisah (PNG) [16] b. B. Stagno (ITA) [WC] 6-1 6-3, M. Timofeeva (RUS) b. L. Pigato (ITA) [WC] 3-6 7-5 6-2, N. Sato (JPN) [4] b. D. Vismane (LAT) 7-6(5) 4-6 6-4, K. Harvey (USA) b. V. Morvayova (SVK) 6-4 4-6 6-3, M.G. Rivera Corado (GUA) b. Q. Zheng (CHN) [10] 2-3 rit., L. Stara (SVK) b. L. Ma (USA) 7-5 6-1, A. Geller (ARG) b. S. Rogozinska Dzik (POL) 6-3 6-3.

METRO LILLA, TRAM E TANGENZIALE: COME ANDARE A VEDERE IL TORNEO AL BONACOSSA

Con i mezzi pubblici – tram 1, 14, 19 e 33 (fermata Piazza Firenze) oppure autobus 43, 48, 57, 69, 78, 90, 91, 163. In metropolitana, con la linea M5 (la lilla), fermate Portello o Domodossola (10 minuti a piedi). In auto – dalla rete delle tangenziali milanesi prendere l’uscita Certosa, seguire per il centro e imboccare la circonvallazione su Viale Monte Ceneri (cavalcavia della Ghisolfa). Il club è in via Arimondi, 15. Ingresso libero – L’ingresso nella splendida struttura del Tc Milano Alberto Bonacossa è libero per tutta la durata della manifestazione, dalle qualificazioni alle finali.

LIVE SCORE E SOCIAL NETWORK- I risultati in diretta del Trofeo Bonfiglio li potete trovare su Tennis-Ticker, app per smartphone e tablet dedicata al live score. Per maggiori informazioni www.tennis-ticker.com e www.tcmbonacossa.it. Aggiornamenti, foto e commenti su Facebook, Twitter e Instagram (account ufficiali del Tc Milano A. Bonacossa). È possibile partecipare con l’hashtag #TrofeoBonfiglio e #59Bonfiglio.

COSÌ IN TV – La copertura televisiva delle fasi decisive (live di semifinali e finali) è affidata a SuperTennis Tv, canale 64 del digitale terrestre, 224 di Sky, 30 di TivùSat e in web-streaming su www.supertennis.tv.

TC MILANO ALBERTO BONACOSSA, SEMPRE PIÙ AL “CENTRO” DELLA CITTÀ

Il Tennis Club Milano A. Bonacossa si sta sempre più aprendo alla città di Milano per tornare a essere non solo un punto di riferimento sportivo, ma anche culturale e mondano. Da qualche anno a questa parte sono numerosi gli eventi di grande prestigio organizzati nello storico club di Via Arimondi, serate di opera, concerti, rappresentazioni teatrali che hanno visto la partecipazione di artisti di fama internazionale e che hanno trovato nel TCM un palcoscenico di primissimo spessore. Nei propri spazi il circolo è in grado di ospitare qualsiasi tipo di manifestazione: conferenze, presentazioni di libri e molte altre tipologie di eventi. È anche questo il motivo per cui sempre più realtà di prestigio decidono di affiancare il proprio nome a quello dello storico club. La nuova dirigenza si è posta l’obiettivo ambizioso di collocare nuovamente il TCM tra le realtà sociali più attive di Milano e di tornare a essere vero e proprio luogo di incontro nel pieno centro della città. Tutto questo è possibile grazie a una organizzazione che anno dopo anno sta puntando a diventare sempre più una macchina perfettamente oliata.

Leggi Tutto

59° Trofeo Bonfiglio, quattro gli azzurri qualificati



Milano, 20 maggio – Al 59° Trofeo Bonfiglio l’Italia scopre un’altra Chiesa. Non è nemmeno parente di Deborah, 21enne trentina già protagonista in Fed Cup e nei circuiti internazionali. Quella che si è qualificata per il tabellone principale degli Internazionali d’Italia Junior al Tc Milano Alberto Bonacossa si chiama Enola, è piemontese di Valenza (provincia d’Alessandria) e in comune con l’omonima ha la fisicità che esprime nonostante i 17 anni e la palla che esce veloce. Specialmente dal lato del diritto. Quello con cui ha martellato la spagnola Laia Conde Monfort superandola nel turno decisivo del tabellone cadetto per 6-3 6-4, dopo essere stata 4-0 nel secondo parziale. A bordo coach Graziano Gavazzi, col quale si è sempre allenata fin da piccola. La vittoria più bella della domenica azzurra al Bonfiglio è la sua, un successo che le vale la sfida con Peyton Stearns, statunitense n.60 Itf, al 1° turno (giocherà, come tutti gli altri qualificati, martedì). Tre invece gli italiani in grado di centrare l’ingresso nel tabellone principale. Il primo in ordine cronologico è stato il canturino Federico Arnaboldi, cugino minore di Andrea, professionista Atp questa settimana impegnato nel Challenger di Mestre. Il 17enne lombardo ha prima superato il croato Duje Ajdukovic, allievo di Riccardo Piatti a Bordighera, per 6-4 7-5, e poi ha battuto in un derby tutto azzurro per 6-1 6-3 Giovanni Peruffo: “Ho giocato meglio nel pomeriggio – ha detto Arnaboldi -, questa mattina sbagliavo troppo”. Colpa anche di un po’ di fiducia persa al servizio, cambiato più volte nel movimento in questi mesi per ovviare a un problema alla schiena. In tabellone adesso sfida il coreano Han Seon Yong, n.79 Itf.

Federico Arnaboldi – foto GAME

Sull’asse Milano-Roma, arriva anche l’esultanza di Flavio Cobolli. Il capitolino classe 2002, allenato da papà Stefano (ex pro Atp), ha vinto un match molto dispendioso al 2° turno contro il brasiliano Barreiros Reyes, testa di serie n.15 delle ‘quali’, e poi ha rischiato di complicarsi la vita nel turno decisivo contro il rumeno Dica. Avanti per 7-5 5-3, e con due match point a disposizione, ha dovuto ricominciare da capo fino al tie-break decisivo nel quale ha superato anche qualche crampo dovuto alle ore passate in campo. Dove tornerà martedì contro il russo Timofei Skatov, testa di serie n.3 del tabellone. L’ultimo azzurro a essersi accaparrato la possibilità di entrare nel main draw è stato il siciliano Fabrizio Andaloro, bravo a superare prima il romano Ortenzi in due set e poi ad avere la meglio in tre set molto lottati sul perugino Francesco Passaro (6-2 2-6 6-4): affronterà il sudafricano Philip Henning, n.44 Itf. Proprio mentre si concludevano i match dei due azzurri, giocati sotto qualche goccia d’acqua che ha solo ‘spaventato’ pubblico e organizzatori, veniva affisso al players’ desk l’orario di gioco di lunedì. Un super-lunedì, ricco di match (45 di singolare su 10 campi gara) e di spunti. Ma anche di italiani, 13 in campo (di cui 8 nel femminile). Occhi in particolare puntati sull’esordio della marchigiana Elisabetta Cocciaretto, opposta nel 2° match sul campo 9 alla wild card di casa Katerina Tsygourova (italiana con passaporto anche russo e svizzero) e su Lisa Pigato, speranza lombarda classe 2003 che sfida alla sua prima volta in tabellone al Bonfiglio la russa Timofeeva (2° match dalle 9 sul campo 10). Ma nel menù ci sono anche Federica Sacco, Federica Rossi, Martina Biagianti e tanti ragazzi. L’altoatesino Sinner, il veneto Tortora, il toscano Musetti, tutti nella porzione pomeridiana di un programma fittissimo. Quello che storicamente presenta, nelle prime fasi del Bonfiglio, i campioni del futuro in anteprima assoluta.

I RISULTATI DI GIORNATA

Qualificazioni: tabellone maschile, turno decisivo

F. Arnaboldi (ITA) [14] b. G. Peruffo (ITA) 6-1 6-3, L. Marmousez (FRA) b. N. Rodrigues (BRA) [6] 6-3 6-2, A. Kalender (CRO) [1] b. F. Speziali (ITA) [13] 7-6(9) 2-0 rit., A. Garcia (ESP) b. G. Bosio (ITA) 6-4 4-6 6-3, S. Woldeab (USA) b. M. Lanz (SUI) 6-4 6-2, F. Cobolli (ITA) b. N.G. Dica (ROU) [5] 7-5 7-6(4), Y. Steinegger (SUI) b. A. Zgirovsky (BLR) [12] 6-1 6-3, F. Andaloro (ITA) b. F. Passaro (ITA) 6-2 2-6 6-4.

Qualificazioni: tabellone femminile, turno decisivo

L. Kung (SUI) b. A. Vecic (GER) 6-4 6-4, M. Krupenina (RUS) [8] b. Z. Falkner (SLO) [12] 6-0 6-2, D. Khodan (UKR) [4] b. A. Farulla Di Palma (ARG) [13] 2-6 6-1 6-0, D. Dimitrova (BUL) [1] b. D. Medvedeva (RUS) [10] 6-4 6-3, V. Gracheva (RUS) [2] b. R. Galindo (GUA) [11] 6-0 7-5, E. Chiesa (ITA) b. L. Conde Monfort (ESP) 6-3 6-4, D. Lopatetskaya (UKR) [5] b. V. Pepelyaeva (RUS) [14] 6-2 6-2, C. Monnet (FRA) [15] b. A. Tikhonova (RUS) [3] 6-4 6-2.

Qualificazioni: tabellone maschile, secondo turno

G. Bosio (ITA) b. L. Bresciani (ITA) 6-4 6-0, G. Peruffo (ITA) b. M. Brambati (ITA) 6-2 6-1, A. Kalender (CRO) [1] b. M .Furlanetto (ITA) 7-6(4) 6-4, F. Arnaboldi (ITA) [14] b. D. Ajdukovic (CRO) 6-4 7-5, A. Garcia (ESP) b. G. La Vela (ITA) [11] 7-5 2-6 6-4, L. Marmousez (FRA) b. M. Arnaldi (ITA) [16] 6-4 7-6(3), N. Rodrigues (BRA) [6] b. C. Alcaraz Garfia (ESP) 6-4 6-2, F. Speziali (ITA) [13] b. R. Izquierdo Luque (ESP) 7-5 6-4, M. Lanz (SUI) b. E. Noskin (RUS) [4] 6-3 6-4, Y. Steinegger (SUI) b. M. Erhard (FRA) [2] 3-6 6-3 6-3, S. Woldeab (USA) b. G. Ferrari (ITA) 2-6 6-1 6-3, F. Cobolli (ITA) b. M. Barreiros Reyes (BRA) [15] 6-3 5-7 6-4, F. Andaloro (ITA) b. G.M. Ortenzi (ITA) 6-1 7-6(3), N.G. Dica (ROU) [5] b. J. Boulais (CAN) 3-6 6-4 7-5, F. Passaro (ITA) b. M. Lugari (ITA) 6-4 4-6 7-6(3), A. Zgirovsky (BLR) [12] b. M. Vianello (ITA) 6-1 5-7 6-3.

Qualificazioni: tabellone femminile, secondo turno

A. Vecic (GER) b. H. Pellicano (MLT) [7] w.o., D. Medvedeva (RUS) [10] b. L. Lancellotti (ITA) 6-1 6-1, D. Khodan (UKR) [4] b. A. Urso (ITA) 6-0 6-2, Z. Falkner (SLO) [12] b. F. Bottardi (ITA) 6-1 6-1, L. Kung (SUI) b. E. Vinnik (RUS) [16] 6-1 6-3, R. Galindo (GUA) [11] b. N. Dawson (USA) 6-4 7-6(5), E. Chiesa (ITA) b. V. Mikhaylova (RUS) 6-4 6-4, L. Conde Monfort (ESP) b. C. Avomo Ella (GAB) [9] 6-2 6-1, A. Farulla Di Palma (ARG) [13] b. A. Tagliente (ITA) 6-4 6-3, V. Gracheva (RUS) [2] b. C.E. Tiglea (ITA) 6-1 6-1, M. Krupenina (RUS) [8] b. N. Krznaric (CRO) 6-3 6-4, D. Dimitrova (BUL) [1] b. S. Cassani (ITA) 6-0 6-0, V. Pepelyaeva (RUS) [14] b. A. Amendola (ITA) 6-3 6-3, A. Tikhonova (RUS) [3] b. J. Bruni (SUI) 6-1 6-1, C. Monnet (FRA) [15] b. C. Cavelli (ITA) 6-1 6-0, D. Lopatetskaya (UKR) [5] b. B. Ivaldi (ITA) 6-4 4-6 6-3.

METRO LILLA, TRAM E TANGENZIALE: COME ANDARE A VEDERE IL TORNEO AL BONACOSSA

Con i mezzi pubblici – tram 1, 14, 19 e 33 (fermata Piazza Firenze) oppure autobus 43, 48, 57, 69, 78, 90, 91, 163. In metropolitana, con la linea M5 (la lilla), fermate Portello o Domodossola (10 minuti a piedi). In auto – dalla rete delle tangenziali milanesi prendere l’uscita Certosa, seguire per il centro e imboccare la circonvallazione su Viale Monte Ceneri (cavalcavia della Ghisolfa). Il club è in via Arimondi, 15. Ingresso libero – L’ingresso nella splendida struttura del Tc Milano Alberto Bonacossa è libero per tutta la durata della manifestazione, dalle qualificazioni alle finali.

LIVE SCORE E SOCIAL NETWORK- I risultati in diretta del Trofeo Bonfiglio li potete trovare su Tennis-Ticker, app per smartphone e tablet dedicata al live score. Per maggiori informazioni www.tennis-ticker.com e www.tcmbonacossa.it. Aggiornamenti, foto e commenti su Facebook, Twitter e Instagram (account ufficiali del Tc Milano A. Bonacossa). È possibile partecipare con l’hashtag #TrofeoBonfiglio e #59Bonfiglio.

COSÌ IN TV – La copertura televisiva delle fasi decisive (live di semifinali e finali) è affidata a SuperTennis Tv, canale 64 del digitale terrestre, 224 di Sky, 30 di TivùSat e in web-streaming su www.supertennis.tv.

TC MILANO ALBERTO BONACOSSA, SEMPRE PIÙ AL “CENTRO” DELLA CITTÀ

Il Tennis Club Milano A. Bonacossa si sta sempre più aprendo alla città di Milano per tornare a essere non solo un punto di riferimento sportivo, ma anche culturale e mondano. Da qualche anno a questa parte sono numerosi gli eventi di grande prestigio organizzati nello storico club di Via Arimondi, serate di opera, concerti, rappresentazioni teatrali che hanno visto la partecipazione di artisti di fama internazionale e che hanno trovato nel TCM un palcoscenico di primissimo spessore. Nei propri spazi il circolo è in grado di ospitare qualsiasi tipo di manifestazione: conferenze, presentazioni di libri e molte altre tipologie di eventi. È anche questo il motivo per cui sempre più realtà di prestigio decidono di affiancare il proprio nome a quello dello storico club. La nuova dirigenza si è posta l’obiettivo ambizioso di collocare nuovamente il TCM tra le realtà sociali più attive di Milano e di tornare a essere vero e proprio luogo di incontro nel pieno centro della città. Tutto questo è possibile grazie a una organizzazione che anno dopo anno sta puntando a diventare sempre più una macchina perfettamente oliata.

Leggi Tutto

59° Trofeo Bonfiglio, terminato il primo turno di qualificazioni



Milano, 19 maggio – È stata una giornata azzurra quella che ha aperto il 59° Trofeo Bonfiglio. Non tanto per il cielo, più nuvoloso che soleggiato sul Tc Milano Alberto Bonacossa, ma perché molti degli italiani impegnati (73 in tutto) hanno cominciato col piede giusto. A partire dal toscano Marco Furlanetto che ha messo sotto il greco Petros Tsitsipas, fratello minore di Stefanos (oggi n.43 Atp e vincitore qui al Bonfiglio nel 2016) con un netto 6-2 6-4. Adesso però per l’azzurro c’è già un impegno difficile, contro un avversario ostico. Vale a dire la prima testa di serie delle qualificazioni, il croato Admir Kalender, n.76 Itf under 18 (6-3 6-4 a Di Nocera all’esordio a Milano). Oltre a Furlanetto, sono scattati al verde anche il canturino Federico Arnaboldi (6-2 6-1 a Melisi), il bresciano Gabriele Bosio (6-4 6-2 al coreano Park) e il milanese Filippo Speziali (6-2 6-2 sul connazionale Giudici). Promosso, sempre per quanto riguarda il torneo maschile, anche il siciliano Giuseppe La Vela, vincitore un paio di settimane fa nel torneo Under 18 di Grado 2 di Prato (6-3 6-3 su Pietro Marino) e il romano Flavio Cobolli (figlio di Stefano, ex pro Atp) che ha avuto vita facile contro Lorenzo Borriello (6-1 6-0). La sorpresa di giornata però l’ha firmata il 17enne perugino Francesco Passaro, che ha estromesso dal torneo il peruviano Sebastian Rodriguez, testa di serie n.3 delle qualificazioni, per 6-4 6-7 6-2. Più impervia la prima giornata delle italiane, anche se qualche flash azzurro è arrivato grazie soprattutto alla piemontese Enola Chiesa (6-3 7-6 sulla thailandese Nirundorn, testa di serie n.6) e alla milanese Cristina Elena Tiglea (6-3 6-2 sulla slovacca Jaskova). Ma con i 64 match chiusi sabato – sui 112 in programma nel week-end – le qualificazioni sono ancora ben lontane dai verdetti definitivi (2° e 3° turno in programma domenica).

Filippo Speziali – foto GAME

Pure nel pieno del primo sabato di gare dedicato al tabellone cadetto, c’è stato subito il tempo di pensare ai main draw. Che scatteranno lunedì 21 maggio ma che sono già stati sorteggiati. Non è andata male ai due italiani ammessi di diritto per meriti di classifica: nel femminile la marchigiana Elisabetta Cocciaretto, n.7 del seeding e recente semifinalista agli Australian Open Junior, sfiderà la wild card di casa Katerina Tsygourova (triplo passaporto: italiano, russo e svizzero). In campo maschile, invece, il toscano Lorenzo Musetti incrocia al 1° turno il giapponese Taisei Ichikawa, non compreso tra le teste di serie. L’unico azzurro a ritrovarsi tradito dall’urna (si fa per dire: il tabellone viene sorteggiato con un apposito software) è la wild card veneta Davide Tortora, opposto al n.2 del tabellone e n.3 del ranking mondiale Under 18 Chun Hsin Tseng (Taiwan). Gli altri non possono lamentarsi: nessuno tra Dambrosi, Zeppieri, Moroni, Sinner, Nardi e Lucini affronterà i big del seeding. Lo stesso vale, tra le ragazze, per Federica Rossi, opposta a una qualificata, e per Lisa Pigato (contro la russa Timofeeva), che però è nella porzione di tabellone presidiata dalla testa di serie n.2 Maria Camila Osorio Serrano (possibile incrocio già al 2° turno). Ma l’avversario da battere, per tutti, è anche il meteo. Le previsioni non lasciano presupporre nulla di buono, così come il grosso temporale che si è palesato sui campi di via Arimondi già dal tardo pomeriggio di sabato. Con la speranza che tuoni e fulmini escano solo dalle racchette dei protagonisti in campo.

I RISULTATI DI GIORNATA

Qualificazioni: tabellone maschile, primo turno

A. Garcia (ESP) b. R. Perin (ITA) 6-1 1-0 rit., G. La Vela (ITA) [11] b. P. Marino (ITA) 6-3 6-3, G. Bosio (ITA) b. M. Park (KOR) [8] 6-4 6-2, F. Arnaboldi (ITA) [14] b. A. Melisi (ITA) 6-2 6-1, L. Marmousez (FRA) b. S. Cacciapuoti (ITA) 6-1 6-1, M. Arnaldi (ITA) [16] b. M .Salvaderi (ITA) 6-0 6-0, L. Bresciani (ITA) b. B. Bencic (SUI) 7-5 6-2, R. Izquierdo Luque (ESP) b. A. Casati (ITA) 6-0 6-1, N. Rodrigues (BRA) [6] b. F. Maestrelli (ITA) 6-3 6-4, D. Ajdukovic (CRO) b. F. Serena (ITA) 6-0 6-3, G. Ferrari (ITA) b. S. Welch (CHI) [9] 6-2 6-3, C. Alcaraz Garfia (ESP) b. A. Fiorentini (ITA) 4-6 7-5 6-2, M .Furlanetto (ITA) b. P. Tsitsipas (GRE) 6-2 6-4, S. Woldeab (USA) b. A.G. Conca (ITA) 6-1 6-4, A. Kalender (CRO) [1] b. R. Di Nocera (ITA) 6-3 6-4, F. Cobolli (ITA) b. L. Borrello (ITA) 6-1 6-0, M. Brambati (ITA) b. P. Pentousis (GRE) 6-2 6-2, M. Barreiros Reyes (BRA) [15] b. L. Fe D’Ostiani (ITA) 6-0 6-0, M. Erhard (FRA) [2] b. S. Vincent Ruggeri (ITA) 6-4 6-0, F. Speziali (ITA) [13] b. C. Giudici (ITA) 6-2 6-2, G. Peruffo (ITA) b. L. Cronje (RSA) [7] 6-4 4-6 6-1, M. Lugari (ITA) b. G. Croce (ITA) 6-0 6-2, J. Boulais (CAN) b. M. Massimino (ITA) 6-2 6-2, N.G. Dica (ROU) [5] b. A. De Bernardis (ITA) 6-1 6-3, G.M. Ortenzi (ITA) b. A. Kalyanpur (IND) [10] 3-6 6-0 7-5, E. Noskin (RUS) [4] b. P.O. Fellin (ITA) 6-2 6-1, A. Zgirovsky (BLR) [12] b. G. Felline (ITA) 6-3 6-0, F. Passaro (ITA) b. S. Rodriguez (PER) [3] 6-4 6-7(2) 6-2, F. Andaloro (ITA) b. B. Perez (VEN) 7-5 6-3, Y. Steinegger (SUI) b. F. Marchetti (ITA) 7-5 6-1, M. Vianello (ITA) b. L. Malgaroli (ITA) 4-6 6-3 6-2, M. Lanz (SUI) b. E. Maggioli (ITA) 7-5 6-4.

Qualificazioni: tabellone femminile, primo turno

D. Medvedeva (RUS) [10] b. H. Hamilton (ITA) 6-3 6-2, V. Gracheva (RUS) [2] b. V. Gaggini (ITA) 6-0 6-0, M. Krupenina (RUS) [8] b. G. Medeghini (ITA) 6-1 6-3, F. Bottardi (ITA) b. C. Burgos (COL) 6-0 6-2, Z. Falkner (SLO) [12] b. M. Sanesi (ITA) 6-0 6-0, C.E. Tiglea (ITA) b. A. Jaskova (SVK) 6-3 6-2, R. Galindo (GUA) [11] b. L. Cagnazzo (ITA) 6-4 6-3, N. Krznaric (CRO) b. G. Carbone (ITA) 6-2 7-6(4), E. Vinnik (RUS) [16] b. A. Volpe (ITA) 6-4 6-3, A. Urso (ITA) b. P. Hascher (GER) 6-1 6-7(5) 6-1, A. Amendola (ITA) b. C. Romito (ITA) 7-5 6-3, N. Dawson (USA) b. V. Urelli Rinaldi (ITA) 6-4 5-7 6-4, L. Kung (SUI) b. R.M. De Ponti (ITA) 6-0 6-0, V. Pepelyaeva (RUS) [14] b. G. Contrino (ITA) 6-2 6-1, L. Lancellotti (ITA) b. D. Simonetti (ITA) 6-3 6-3, A. Vecic (GER) b. M. Conti (ITA) 6-1 6-0, D. Khodan (UKR) [4] b. M. Ronchi (ITA) 6-2 6-0, L. Conde Monfort (ESP) b. G. Aprea (ITA) 6-1 6-2, H. Pellicano (MLT) [7] b. A. Piangerelli (ITA) 6-2 6-4, A. Tagliente (ITA) b. A. Krasnyan (RUS) 6-1 6-3, V. Mikhaylova (RUS) b. E.A. Camerano (ITA) 4-6 6-4 6-3, E. Chiesa (ITA) b. M.N. Nirundorn (THA) [6] 6-3 7-6(3), C. Avomo Ella (GAB) [9] b. C. Greco (ITA) 6-1 6-1, S. Cassani (ITA) b. R. Llorente Scipio (ESP) 6-1 6-1, D. Dimitrova (BUL) [1] b. B. Ortenzi (ITA) 6-1 6-3, A. Farulla Di Palma (ARG) [13] b. B. Ottone (ITA) 6-4 6-2, J. Bruni (SUI) b. V. Campagnolo (ITA) 6-3 6-4, C. Monnet (FRA) [15] b. F. Martini (ITA) 6-0 6-0, B. Ivaldi (ITA) b. M.L. Marculescu (ROU) 3-6 6-4 6-4, D. Lopatetskaya (UKR) [5] b. R.E. Zingale (ITA) 6-2 6-2, A. Tikhonova (RUS) [3] b. B. Dessolis (ITA) 6-3 6-2, C. Cavelli (ITA) b. G. Barberini (POL) 6-4 1-0 rit.

METRO LILLA, TRAM E TANGENZIALE: COME ANDARE A VEDERE IL TORNEO AL BONACOSSA

Con i mezzi pubblici – tram 1, 14, 19 e 33 (fermata Piazza Firenze) oppure autobus 43, 48, 57, 69, 78, 90, 91, 163. In metropolitana, con la linea M5 (la lilla), fermate Portello o Domodossola (10 minuti a piedi). In auto – dalla rete delle tangenziali milanesi prendere l’uscita Certosa, seguire per il centro e imboccare la circonvallazione su Viale Monte Ceneri (cavalcavia della Ghisolfa). Il club è in via Arimondi, 15.

Ingresso libero – L’ingresso nella splendida struttura del Tc Milano Alberto Bonacossa è libero per tutta la durata della manifestazione, dalle qualificazioni alle finali.

LIVE SCORE E SOCIAL NETWORK- I risultati in diretta del Trofeo Bonfiglio li potete trovare su Tennis-Ticker, app per smartphone e tablet dedicata al live score. Per maggiori informazioni www.tennis-ticker.com e www.tcmbonacossa.it. Aggiornamenti, foto e commenti su Facebook, Twitter e Instagram (account ufficiali del Tc Milano A. Bonacossa). È possibile partecipare con l’hashtag #TrofeoBonfiglio e #59Bonfiglio.

COSÌ IN TV – La copertura televisiva delle fasi decisive (live di semifinali e finali) è affidata a SuperTennis Tv, canale 64 del digitale terrestre, 224 di Sky, 30 di TivùSat e in web-streaming su www.supertennis.tv.

TC MILANO ALBERTO BONACOSSA, SEMPRE PIÙ AL “CENTRO” DELLA CITTÀ

Il Tennis Club Milano A. Bonacossa si sta sempre più aprendo alla città di Milano per tornare a essere non solo un punto di riferimento sportivo, ma anche culturale e mondano. Da qualche anno a questa parte sono numerosi gli eventi di grande prestigio organizzati nello storico club di Via Arimondi, serate di opera, concerti, rappresentazioni teatrali che hanno visto la partecipazione di artisti di fama internazionale e che hanno trovato nel TCM un palcoscenico di primissimo spessore.

Nei propri spazi il circolo è in grado di ospitare qualsiasi tipo di manifestazione: conferenze, presentazioni di libri e molte altre tipologie di eventi. È anche questo il motivo per cui sempre più realtà di prestigio decidono di affiancare il proprio nome a quello dello storico club.

La nuova dirigenza si è posta l’obiettivo ambizioso di collocare nuovamente il TCM tra le realtà sociali più attive di Milano e di tornare a essere vero e proprio luogo di incontro nel pieno centro della città.

Tutto questo è possibile grazie a una organizzazione che anno dopo anno sta puntando a diventare sempre più una macchina perfettamente oliata.

Leggi Tutto

Si parte, il 59° Trofeo Bonfiglio sfida il meteo con le sue stelle



Milano, 18 maggio – Un occhio all’entry list, per prefigurare i protagonisti di quest’anno, e un occhio alle previsioni del tempo. Sì, perché sabato 19 maggio scatta la 59a edizione del Trofeo Bonfiglio e lo fa con i due tabelloni di qualificazione. In due giorni, tra sabato e domenica, si giocheranno la bellezza di 112 partite, con 128 ragazzi al via a caccia di un posto nei due main draw (maschile e femminile). Sono 12 i campi sui quali spalmare il programma, ma se il maltempo dovesse metterci lo zampino, al Bonacossa hanno già pronte le contromisure: “In caso di pioggia i match verrebbero spostati indoor e suddivisi in 4 strutture diverse – spiega il direttore tecnico del torneo Roberto Recalcati -. Un campo indoor a disposizione in questo periodo dell’anno ce l’abbiamo ‘in casa’, e poi a darci una mano ci sarebbero, già allertati, Sporting Milano 2 (Segrate), Sporting Milano 3 (Basiglio) e Ct Giussano (MB). Ma noi confidiamo – aggiunge Recalcati – nella clemenza del tempo, anche perché ‘spostare’ i match obbliga a un enorme sforzo organizzativo: oltre ai giocatori, vanno accompagnati con mezzi del torneo anche allenatori, accompagnatori, arbitri, scatoloni di palle gara…”. Discorso che vale anche per tutto il resto della settimana, in special modo per i primi giorni di tabellone principale – lunedì, martedì e mercoledì – quando il programma sarà densissimo di primi turni, tra singolare maschile, femminile e doppi.

E a proposito di tabelloni principali, le entry list confermano la presenza di almeno 35 top player Under 18. A Milano ci saranno 4 giocatrici comprese tra le Top Ten, 10 tra le Top 20. Numeri che migliorano ulteriormente in campo maschile: attesi 7 Top Ten al mondo, 15 dei primi 20. C’è la cinese Xinyu Wang, che già raggiunge le fasi finali dei tornei delle Pro (come a Quanzhou, 60 mila dollari di montepremi), c’è la colombiana Maria Camila Osorio Serrano, n.6 al mondo juniores che si allena con un ex Top 50 Atp come Alejandro Falla (vincitore del Bonfiglio nel 2001), suo connazionale. E poi, tra le prime 8 teste di serie, c’è anche la 17enne marchigiana Elisabetta Cocciaretto, che ha raggiunto la semifinale agli Australian Open Junior 2018 (con tanto di match point non sfruttato per andare in finale) e che ha già esordito in Fed Cup nella vittoria azzurra contro la Spagna nello scorso febbraio. Nel maschile riflettori puntati sul n.2 mondiale, l’argentino Sebastian Baez, ma anche sul finalista degli Australian Open Chun Hsin (Taiwan, n.3 al mondo). Così come sul n.1 al mondo Under 16, il ceco Dalibor Svrcina. Classe 2002, proprio come Lorenzo Musetti, unico azzurro ammesso direttamente nel tabellone principale e subito dietro a Svrcina nel ranking internazionale Under 16 (n.2). Il toscano di Carrara, che quest’anno ha vinto i tornei under 18 di Firenze e Salsomaggiore, si allena alla Mouratoglou Tennis Academy di Nizza. Gli altri italiani saranno in gara con una wild card. Nel main draw spiccano quelle assegnate alle due “Federiche”, la campana Sacco e la valtellinese Rossi, e alla bergamasca Lisa Pigato (classe 2003), oltre a quelle maschili per Luca Nardi, marchigiano di soli 14 anni, e Jannik Sinner, 16enne altoatesino allievo di Riccardo Piatti a Bordighera e questa settimana quartofinalista nel Futures da 15 mila dollari di Casale Monferrato. Il 5° Slam junior dell’anno è pronto a partire.

I PRIMI NELLE ENTRY LIST, CHI GIOCA IL 59° TROFEO BONFIGLIO

(tra parentesi, oltre alla nazionalità, il ranking ITF junior)

I primi 20 del tabellone maschile

Sebastian Baez (ARG, 2), Chun Hsin Tseng (TPE, 3), Timofei Skatov (KAZ, 5), Nicolas Mejia (COL, 7), Dalibor Svrcina (CZE, 8), Tristan Boyer (USA, 9), Juan Manuel Cerundolo (ARG, 10), Uisung Park (KOR, 12), Drew Baird (USA, 13), Clement Tabur (FRA, 14), Naoki Tajima (JPN, 15), Carlos Lopez Montagud (ESP, 16), Facundo Diaz Acosta (ARG, 18), Andrew Fenty (USA, 19), Deney Wassermann (NED, 20), Tao Mu (CHN, 21), Nick Hardt (DOM, 22), Adrian Andreev (BUL, 24), Ray Ho (TPE, 25), Yanki Erel (TUR, 26).

Italiani ammessi di diritto: Lorenzo Musetti (ITA, 31).

Le prime 20 nel tabellone femminile

Xinyu Wang (CHN, 4), Maria Camila Osorio Serrano (COL, 6), Alexa Noel (USA, 6), Naho Sato (JPN, 9), Clara Tauson (DEN, 11), Maria Lourdes Carle (ARG, 14), Elisabetta Cocciaretto (ITA, 15), Qinwen Zheng (CHN, 16), Lulu Sun (SUI, 17), Yuki Naito (JPN, 18), Daniela Vismane (LAT, 19), Nika Radisic (SLO, 23), Joanna Garland (TPE, 24), Sofya Lansere (RUS, 26), Viktoriya Kanapatskaya (BLR, 28), Violet Apisah (PNG, 29), Margaryta Bilokin (UKR, 30), Dalayna Hewitt (USA, 31), Caty Mcnally (USA, 32), Kamilla Rakhimova (RUS, 33).

Italiane ammessi di diritto: Elisabetta Cocciaretto (ITA, 15).

TUTTE LE WILD CARD ASSEGNATE FIN QUI

MaschileMain draw: Federico Lucini (TCM), Leonard Bierbaum (TCM), Jannik Sinner (TCM), Luca Nardi (TCM-FIT), Filippo Moroni (FIT), Davide Tortora (FIT), Giulio Zeppieri (FIT), Giacomo Dambrosi (FIT); Qualificazioni: Marco Salvaderi (TCM), Lorenzo Borrello (TCM), Giovanni Peruffo (FIT), Manuel Massimino (FIT), Francesco Maestrelli (FIT), Federico Marchetti (FIT).

FemminileMain draw: Lisa Pigato (TCM), Beatrice Stagno (TCM), Katerina Tsygourova (TCM), Federica Rossi (FIT), Federica Sacco (FIT), Martina Biagianti (FIT), Isabella Tcherkes Zade (FIT); Qualificazioni: Aurora Zantedeschi (FIT).

GLI HASHTAG UFFICIALI DEL 59° TROFEO BONFIGLIO

Anche quest’anno, e sempre di più, la manifestazione avrà copertura sui social network attraverso i canali e gli account ufficiali di Facebook, di Twitter e di Instagram del Tennis Club Milano Alberto Bonacossa e dell’Ufficio Stampa della manifestazione (Ufficio Stampa Tennis). Hashtag ufficiali per l’edizione del 2018 saranno #TrofeoBonfiglio e #59Bonfiglio.

METRO LILLA, TRAM E TANGENZIALE: COME ANDARE A VEDERE IL TORNEO AL BONACOSSA

Con i mezzi pubblici – tram 1, 14, 19 e 33 (fermata Piazza Firenze) oppure autobus 43, 48, 57, 69, 78, 90, 91, 163. In metropolitana, con la linea M5 (la lilla), fermate Portello o Domodossola (10 minuti a piedi). In auto – dalla rete delle tangenziali milanesi prendere l’uscita Certosa, seguire per il centro e imboccare la circonvallazione su Viale Monte Ceneri (cavalcavia della Ghisolfa). Il club è in via Arimondi, 15.

TC MILANO ALBERTO BONACOSSA, SEMPRE PIÙ AL “CENTRO” DELLA CITTÀ

Il Tennis Club Milano A. Bonacossa si sta sempre più aprendo alla città di Milano per tornare a essere non solo un punto di riferimento sportivo, ma anche culturale e mondano. Da qualche anno a questa parte sono numerosi gli eventi di grande prestigio organizzati nello storico club di Via Arimondi, serate di opera, concerti, rappresentazioni teatrali che hanno visto la partecipazione di artisti di fama internazionale e che hanno trovato nel TCM un palcoscenico di primissimo spessore. Nei propri spazi il circolo è in grado di ospitare qualsiasi tipo di manifestazione: conferenze, presentazioni di libri e molte altre tipologie di eventi. È anche questo il motivo per cui sempre più realtà di prestigio decidono di affiancare il proprio nome a quello dello storico club. La nuova dirigenza si è posta l’obiettivo ambizioso di collocare nuovamente il TCM tra le realtà sociali più attive di Milano e di tornare a essere vero e proprio luogo di incontro nel pieno centro della città. Tutto questo è possibile grazie a una organizzazione che anno dopo anno sta puntando a diventare sempre più una macchina perfettamente oliata.

Leggi Tutto

Presentata l’edizione n.59 del Trofeo Bonfiglio



Milano, 9 maggio – Lo insegna l’albo d’oro, lo rimarca la storia del tennis. Chi passa dal Tc Milano Alberto Bonacossa per il Trofeo Bonfiglio ha il futuro in banca. È una regola che ha funzionato per chi è stato protagonista sotto la Madonnina (Lendl e Kafelnikov per esempio vinsero qui e poi diventarono entrambi numeri 1 al mondo), ma anche per chi a Milano era troppo acerbo per brillare. Chiedete a Federer, che sulla terra rossa di via Arimondi non è mai andato oltre i quarti di finale in due partecipazioni. Eppure, come ricorda spesso il direttore degli Internazionali d’Italia Juniores nonché degli Internazionali d’Italia Atp e Wta di Roma, Sergio Palmieri, “è possibile che chi non gioca da protagonista al Bonfiglio diventi comunque professionista, ma è molto difficile il contrario. Fare bene qui e poi non continuare a essere protagonisti nel mondo del tennis è quasi impossibile”. E basta dare un occhio agli ultimi vincitori per rendersi conto della bontà di queste parole. Alexander Zverev vinse il Bonfiglio cinque anni fa, e ora è n.3 al mondo; Rublev arrivò in finale nel 2014 ed è già un osservato speciale della “Next Gen”. Tsitsipas, vincitore nel 2016, è reduce dalla finale dell’Atp 500 di Barcellona al cospetto del re della ‘terra’ Rafael Nadal. Stephens, Bencic, Bellis, Vondrousova confermano la regola anche in campo femminile. Il tutto solo per restare agli ultimissimi anni. E il bello è che la tendenza non accenna a cambiare: a entry list ancora da chiudere, al via dell’edizione n.59, che scatta sabato 19 maggio con le qualificazioni e lunedì 21 con i tabellone principali, ci sono 7 dei primi 10 giocatori delle classifiche mondiali Under 18, oltre a 4 delle Top 10 mondiali in rosa. Lo status di 5° Slam junior dell’anno, accanto ad Australian Open, Roland Garros, Wimbledon e Us Open non tradisce mai.

Come non tradisce mai nemmeno la cornice: uno dei circoli più prestigiosi d’Italia, che ospitò la prima edizione degli Internazionali di tennis su volontà del conte Alberto Bonacossa, cui oggi è intitolato il club ultracentenario di via Arimondi. Una realtà che mischia fascino storico (alla Palazzina Muzio che fa da Club house è stata riconosciuta la valenza storica dalla Soprintendenza Archeologica delle Belle Arti e Paesaggio) e grande cura per il dettaglio. Lo fa nella qualità dell’organizzazione e in quella delle strutture: ogni campo in rosso (sono 12 dei 16 totali al Bonacossa), tanto per dare qualche numero, necessita ogni volta che viene rifatto di 50 quintali di terra e 7.000 chiodi per fissare le righe. “E questo è solo un dettaglio perché – come spiega Roberto Recalcati, direttore tecnico del 59° Trofeo Bonfiglio – un evento del genere richiede un investimento di energie, oltre che economico, davvero notevole sotto ogni profilo: gli standard richiesti sono elevatissimi e i giocatori che arrivano da tutto il mondo superano il centinaio, oltre ad accompagnatori e coach”. “Ma noi come ogni anno siamo pronti ad accoglierli – sottolinea la presidente del club Elena Buffa di Perrero -, sicuri di ‘svelare’ anche questa volta qualche campione di domani in anteprima e speranzosi di vedere qualche italiano protagonista”. Ce n’è qualcuno d’interessante, da Lorenzo Musetti e Davide Tortora tra i maschi, a Elisabetta Cocciaretto, Melania Delai, Federica Rossi e Lisa Pigato tra le ragazze. Li vedremo all’opera al 59° Trofeo Bonfiglio: il 5° Slam della stagione giovanile, quello italiano, comincia il 19 maggio.

LA PRESENTAZIONE IN CENTRO

Per il terzo anno consecutivo la tradizionale conferenza stampa di presentazione del Trofeo Bonfiglio non si svolge nella classica cornice di via Arimondi, dove ha sede il Tc Milano Alberto Bonacossa. L’evento inaugurale del Trofeo Bonfiglio si tiene nel cuore di Milano, nella centralissima via privata Fratelli Gabba, più precisamente nella sede di un nuovo partner importante della manifestazione e del Tc Milano A. Bonacossa, vale a dire UBI Banca. Confermata la presenza, al tavolo dei relatori, del presidente del Tc Milano Alberto Bonacossa Elena Buffa di Perrero, del direttore tecnico del torneo Roberto Recalcati ed Enrico Cerutti, vice-presidente del Comitato Regionale Lombardo FIT.

SVELATE LE PRIME WILD CARD

In occasione della presentazione del 59° Trofeo Bonfiglio, il direttore tecnico della manifestazione Roberto Recalcati ha svelato alcune delle wild card per il tabellone principale. Parte degli inviti sono riservati al circolo organizzatore, un’altra parte è a discrezione del settore tecnico della Federazione Italiana Tennis. Il Tc Milano A. Bonacossa ha assegnato la prima delle wild card a sua disposizione a Lisa Pigato, giovane bergamasca classe 2003 che ha già ottenuto ottimi risultati nel circuito Itf Under 18.

La Fit ha invece fin qui ‘invitato’ Federica Rossi (sondriese classe 2001) e Federica Sacco (campana, classe 2002 e fresca vincitrice al torneo di Grado 2 Itf di Salsomaggiore). In campo maschile, wild card Fit al laziale Giulio Zeppieri (2001) e al marchigiano Luca Nardi (2003). Gli altri ‘inviti’ verranno ufficializzati e comunicati a ridosso dell’inizio del torneo.

LE DICHIARAZIONI DEI PROTAGONISTI

Elena Buffa di Perrero, presidente del Tennis Club Milano Alberto Bonacossa – “C’è un filo rosso molto forte che lega la storia del Tc Milano A. Bonacossa con quella del tennis italiano. Il Trofeo Bonfiglio ha già tagliato un traguardo molto importante, quello delle 59 edizioni, e si appresta a tagliarne un altro ancora più simbolico. È con grande entusiasmo che pensiamo alla prossima edizione e a quella successiva del torneo. Anche perché in questi anni il nostro circolo si sta collocando sempre più al centro della città: Milano guarda sempre più al futuro ed è aperta alle sfide dei propri tempi”.

Riccardo Tramezzani, Responsabile della Macro Area Territoriale Milano UBI Banca – “La sponsorizzazione del Trofeo Bonfiglio da parte di UBI Banca è la conferma dell’attenzione che la banca riserva al sociale e alle sue manifestazioni, compreso quindi lo sport. La rilevanza dell’appuntamento, tra i principali in questo ambito a livello internazionale per l’individuazione e promozione di giovani talenti, e il suo stretto legame con la città di Milano, sono caratteristiche che ci accomunano e che vogliamo valorizzare attraverso la collaborazione.”.

Roberta Guaineri, Assessore a Turismo, Sport e Qualità della vita del Comune di Milano – “La città di Milano si pone sempre l’obiettivo di promuovere tutte le attività giovanili, a cominciare da quelle sportive. La nostra è una città dinamica, con tanta voglia di mettersi in gioco. Questo spirito deve essere il volano per i milanesi, per gli italiani e per gli sportivi di tutto il mondo. È proprio vero che il tennis ha in Milano la propria capitale ‘giovanile’, perché oltre al Bonfiglio ospita le Next Gen Atp Finals e l’Avvenire”.

Lea Pericoli, ambasciatrice del tennis italiano – “Il tennis, così come lo sport in generale, sono dei maestri di vita. L’ho provato sulla mia pelle tanti anni fa e spero sia così anche per i giovani di oggi. L’educazione degli atleti, ma anche dei genitori che accompagnano i loro figli, deve essere alla base dello sport. Io sono molto legata al Trofeo Bonfiglio e al Tennis Club Milano Alberto Bonacossa, è un luogo che sarà sempre nel mio cuore”.

Oreste Perri, presidente di CONI Lombardia – “Per prima cosa mi sento di mandare un grosso in bocca al lupo a tutti, a partire dai giocatori e finendo con gli organizzatori. Per questi eventi serve un gioco di squadra importante, anche tra pubblico e privato. In questo modo si possono aiutare i giovani a diventare campioni, non solo in campo, ma anche nella vita. Lo sport deve essere l’allenamento per vivere al meglio, con al centro i valori principali di lealtà e rispetto”.

Enrico Cerutti, vice-presidente del Comitato Lombardo FIT – “Al Tennis Club Milano negli anni sono passati moltissimi futuri campioni. Molti di loro lo sono diventati anche se non hanno brillato qui, basti pensare a Federer o a Djokovic per esempio. Negli ultimi anni questa tendenza si sta confermando, giocatori come Zverev e Tsitsipas hanno dimostrato come il Bonfiglio sia sempre un torneo di altissimo livello. Personalmente consiglio sempre di andare a vedere i match anche e soprattutto nei primi giorni”.

GLI HASHTAG UFFICIALI DEL 59° TROFEO BONFIGLIO

Anche quest’anno, e sempre di più, la manifestazione avrà copertura sui social network attraverso i canali e gli account ufficiali di Facebook, di Twitter e di Instagram del Tennis Club Milano Alberto Bonacossa e dell’Ufficio Stampa della manifestazione (Ufficio Stampa Tennis). Hashtag ufficiali per l’edizione del 2018 saranno #TrofeoBonfiglio e #59Bonfiglio.

TC MILANO ALBERTO BONACOSSA, SEMPRE PIÙ AL “CENTRO” DELLA CITTÀ

Il Tennis Club Milano A. Bonacossa si sta sempre più aprendo alla città di Milano per tornare a essere non solo un punto di riferimento sportivo, ma anche culturale e mondano. Da qualche anno a questa parte sono numerosi gli eventi di grande prestigio organizzati nello storico club di Via Arimondi, serate di opera, concerti, rappresentazioni teatrali che hanno visto la partecipazione di artisti di fama internazionale e che hanno trovato nel TCM un palcoscenico di primissimo spessore.

Nei propri spazi il circolo è in grado di ospitare qualsiasi tipo di manifestazione: conferenze, presentazioni di libri e molte altre tipologie di eventi. È anche questo il motivo per cui sempre più realtà di prestigio decidono di affiancare il proprio nome a quello dello storico club.

La nuova dirigenza si è posta l’obiettivo ambizioso di collocare nuovamente il TCM tra le realtà sociali più attive di Milano e di tornare a essere vero e proprio luogo di incontro nel pieno centro della città.

Tutto questo è possibile grazie a una organizzazione che anno dopo anno sta puntando a diventare sempre più una macchina perfettamente oliata.

METRO LILLA, TRAM E TANGENZIALE: COME ANDARE A VEDERE IL TORNEO AL BONACOSSA

Con i mezzi pubblici – tram 1, 14, 19 e 33 (fermata Piazza Firenze) oppure autobus 43, 48, 57, 69, 78, 90, 91, 163. In metropolitana, con la linea M5 (la lilla), fermate Portello o Domodossola (10 minuti a piedi).

In auto – dalla rete delle tangenziali milanesi prendere l’uscita Certosa, seguire per il centro e imboccare la circonvallazione su Viale Monte Ceneri (cavalcavia della Ghisolfa). Il club è in via Arimondi, 15.

Leggi Tutto

Popyrin e Rybakina vincono il 58° Trofeo Bonfiglio



Milano, 28 maggio – I vincitori del 58° Trofeo Bonfiglio sono due baby giganti. Non solo per la statura ma anche per il modo di tenere il campo e di aggiudicarsi un torneo che a livello giovanile vale uno Slam. Alexei Popyrin ci ha messo un’oretta scarsa (64 minuti per la precisione) per regolare il serbo Marko Miladinovic, Elena Rybakina invece un’ora esatta in più per avere la meglio sulla polacca Iga Swiatek. Sono loro ad alzare braccia e coppe al cielo, diventando gli eredi diretti di quello Stefanos Tsitsipas che solo un anno fa vinceva al Tc Milano Alberto Bonacossa e che ora ha trovato posto nel main draw del Roland Garros. Ma anche di quel Sascha Zverev che soltanto 4 anni dopo il successo meneghino è riuscito a conquistare il primo Masters 1000, a Roma, ed entrare nella Top 10 mondiale. Come è facile desumere dalla durata dei match, la più emozionante delle due finali è stata quella femminile, anche perché caratterizzata da un cambio di rotta difficilmente prevedibile alla vigilia e ancor di più a fine primo set. Cioè dopo che la polacca Iga Swiatek, vera osservata speciale, in soli 29 minuti aveva incassato il primo parziale con il punteggio di 6-1. E soprattutto dando sempre l’impressione di avere le mani sul trofeo, perfino quando ha perso al tie-break il secondo set. Anche in quel frangente la russa, con la sua lunga treccia bionda raccolta sotto la visiera bianca, non pareva comunque in grado di trovare il grimaldello per scardinare il fitto schema di gioco della polacca. È stato sul 2-2 del set decisivo il primo momento in cui Elena Rybakina è sembrata davvero in grado di vincere il trofeo: più concentrata, più incisiva nei colpi, più precisa al servizio e soprattutto più lucida. E infatti di lì in poi il suo percorso è stato in discesa, fino all’1-6 7-6 6-3 conclusivo. “Sapevo che sarebbe stato un match duro – ha detto ‘Lena’ dopo la premiazione – perché la mia avversaria era molto aggressiva e io ho pagato la stanchezza della settimana. Però poi ho cominciato a trovare il mio tennis e un po’ di tranquillità”. Allo stesso momento è giunto in aiuto pure il servizio, e il primo titolo di Grado A in carriera è diventato realtà.

A senso unico la finale del torneo maschile. Marko Miladinovic, classe 2000, non è riuscito a riproporre di fronte a un Centrale gremito nel suo lato d’ombra (c’erano ben oltre 30 gradi a Milano) quanto di buono aveva mostrato durante la settimana e specialmente nella semifinale contro lo statunitense Crawford. Niente più vincenti di rovescio, niente più diritti carichissimi di top spin e di angoli insidiosi, niente più prime di servizio avvelenate. Al suo posto si è vista la grande concretezza tutta moderna del tennis di Popyrin. L’australiano di origini russe, accompagnato a Milano da mamma Elena, ha fatto tutto direttamente con il servizio o alternativamente con i primi due colpi immediatamente successivi. Supportato, in questo, dalla poca precisione del serbo seguito a Milano dall’ex pro Boris Pashanski, uno famoso per il caratteraccio e per essere entrato tra i Top 60 Atp nel 2006. Al match point Popyrin ha esultato portandosi le mani alla testa levandosi il cappellino che lo ha accompagnato per tutta la settimana: “I momenti più difficili? Al secondo turno (contro l’argentino Geller, ndr) e in semifinale (contro il russo Skatov, ndr) – ha detto il vincitore -. Oggi sono riuscito a fare il mio gioco e a restare concentrato per tutto la partita. Sono felicissimo di aver vinto, ma ci sono ancora molti risultati da raggiungere e molto lavoro da fare”. Un lavoro che ha toccato anche l’Italia, per un anno a cavallo di 2011 e 2012, quando l’australiano si è allenato a Bordighera con coach Piatti. “Riccardo è stato importantissimo per me – ha detto -, mi ha insegnato molto sia tecnicamente che tatticamente. Chissà che un giorno le nostre strade non si possano riunire”.

I RISULTATI DELLE FINALI

Tabellone singolare maschile, finale

A. Popyrin (AUS) [14] b. M. Miladinovic (SRB) [15] 6-4 6-2

Tabellone singolare femminile, finale

E. Rybakina (RUS) b. I. Swiatek (POL) [8] 1-6 7-6(5) 6-3

LE SCHEDE DEI FINALISTI

ALEXEI POPYRIN: nato a Sydney, Australia, il 5 agosto del 1999. Destrorso con rovescio a due mani, è attualmente al numero 24 del ranking junior Itf, con un best ranking di numero 13. Inoltre ha già conquistato i primi punti per la classifica Atp. Dopo aver vinto il torneo di Grado 1 di Santa Croce nel 2016, è alla terza apparizione al Trofeo Bonfiglio. È anche reduce dal successo di inizio maggio nell’evento di Grado 1 di Casablanca, in Marocco. Dal 2011 al 2013 si è allenato a Bordighera con il Team di Riccardo Piatti. In questa edizione del Trofeo Bonfiglio era accreditato della testa di serie numero 14. È giunto in finale battendo al primo turno il russo Sokolovskiy per 6-1 6-1, al secondo turno l’argentino Geller per 6-7 7-6 6-4, negli ottavi di finale il taiwanese Tseng per 6-4 6-4, nei quarti di finale l’austriaco Rodionov per 6-4 3-6 6-4 e in semifinale il russo Skatov per 6-7 7-5 6-3.

MARKO MILADINOVIC: nato a Belgrado, Serbia, il 7 dicembre del 2000. Destrorso con rovescio a due mani, il serbo è n.16 della classifica Itf Junior, suo best ranking, ma alla conclusione del Trofeo Bonfiglio è già certo di un posto tra i Top 10 Under 18. Nel 2017 è stato grande protagonista dei tornei di Grado 1 Itf vincendo in Brasile il 47° Banana Bowl, raggiungendo la finale a Beaulieu Sur Mer, in Francia, e la semifinale a Santa Croce. Questa è la sua prima apparizione in una finale di un evento di Grado A Itf. In questa edizione del Trofeo Bonfiglio era accreditato della testa di serie numero 15. È giunto in finale battendo al primo turno il messicano Rubio Fierros per 7-6 6-3, al secondo turno lo statunitense Grief per 6-4 4-6 6-2, negli ottavi di finale l’altro americano Kypson per 5-7 6-0 6-4, nei quarti di finale l’argentino Baez per 6-7 6-2 7-5 e in semifinale lo statunitense Crawford per 6-4 6-4.

ELENA RYBAKINA: nata a Mosca, Russia, il 17 giugno del 1999. Destrorsa con rovescio a due mani, la russa è al numero 69 del ranking junior Itf ma è arrivata fino alla 14esima posizione nel maggio 2016. Attualmente è anche numero 537 delle classifiche Wta. La russa è alla seconda apparizione al Tc Milano Alberto Bonacossa dopo essere uscita al 2° turno un anno fa. In questa stagione è stata semifinalista agli Australian Open Junior e in carriera ha vinto 5 titoli del circuito Under 18. Vanta anche 2 titoli di doppio nel circuito Pro conquistati nel 2017. In questa edizione del Trofeo Bonfiglio non era accreditata di alcuna testa di serie ma è giunta in finale battendo al primo turno la statunitense Douglas per 6-3 4-6 7-5, al secondo turno la cinese Wang per 0-6 6-1 6-0, negli ottavi di finale la colombiana Osorio Serrano per 7-6 6-3, nei quarti di finale la taiwanese Liang per 6-3 7-6 e in semifinale la svizzera In-Albon per 5-7 7-5 6-1.

IGA SWIATEK: nata a Varsavia, Polonia, il 31 maggio del 2001. Destrorsa con rovescio a due mani, la polacca è attualmente al numero 17 del ranking Junior Itf, con un best ranking di numero 9, ma è anche in 612esima posizione nella classifica Wta. In questa stagione ha vinto singolare e doppio nel torneo di Grado 1 Itf di Traralgon, in Australia, e ha raggiunto la finale di doppio agli Australian Open. Sempre nel 2017 ha conquistato due dei 3 tornei vinti in carriera nel circuito Pro, tra cui l’evento da 15 mila dollari di Bergamo in febbraio. Accreditata della testa di serie n.8, è giunta in finale in questa edizione del Trofeo Bonfiglio battendo al primo turno la taiwanese Chen per 6-1 4-6 6-4, al secondo turno la norvegese Brune Olsen per 6-0 6-3, negli ottavi di finale la russa Gracheva per 6-3 6-2, nei quarti di finale la statunitense Li per 6-4 7-5 e in semifinale la croata Boskovic per 6-2 2-0 e ritiro.

Leggi Tutto

Trofeo Bonfiglio, che show per le finali



Milano, 27 maggio – Due finali show. Nel femminile, la più attesa della vigilia; nel maschile tra le più spettacolari possibili. Aprono alle 12.30 sul Campo Centrale del Tc Milano Alberto Bonacossa, e in diretta su SuperTennis Tv, la russa Elena Rybakina e la polacca Iga Swiatek. A seguire, il gigante australiano Alexei Popyrin e il talentino serbo Marko Miladinovic. Andiamo con ordine: mattinata dedicata ai match femminili, con la prima delle due a catalizzare tutta l’attenzione e il pathos. A spuntarla è stata la biondona russa Elena Rybakina, bravissima a rimanere attaccata alla svizzera Ylena In-Albon finché a quest’ultima non si sono scaricate le batterie. Diminuendo la mobilità di gambe, la capacità di cambiare ritmo e la precisione nel trovare gli angoli. La favorita era proprio la russa, che però è stata davvero a un passo dalla sconfitta: nel secondo set, per la precisione, quando sul 4-4 ha sparacchiato un diritto largamente fuori dal campo dando all’avversaria la possibilità di servire per il match e per l’ingresso in finale. Per sua fortuna la russa di lì in poi ha trovato un parziale di 3 game a 0 che ha allungato il discorso al terzo set. Al quale, per l’appunto, Ylena In-Albon s’è presentata ormai scarica. “All’inizio ero un po’ deconcentrata e soprattutto il mio servizio ne ha risentito. Poi sono riuscita a salire di livello. Ho avuto una settimana molto dura e ho dovuto giocare molti match difficili, in più oggi faceva molto caldo. Ora mi riposerò, cercherò di recuperare tutte le energie e giocarmi al meglio la finale”. ‘Lena’ affronterà la polacca Iga Swiatek che, nonostante i quasi due anni di differenza che concede alla russa, si presenta forte di un ruolino di marcia fatto di 7 titoli Itf, 4 nel circuito Junior e 3 in quello Pro. Ma anche da un sabato molto meno faticoso: per lei, giusto il tempo di giocare 10 game, vincerne 8 e assistere al ritiro della croata Lea Boskovic, avvenuto sul 6-2 2-0 per una contrattura alla coscia destra.

Tra i maschi invece è un grande Marko Miladinovic quello che si fa largo a suon di colpi vincenti – di diritto quanto di rovescio – verso la finale maschile del Trofeo Bonfiglio. Emblematico il drittone lungolinea con cui ha chiuso il match, a soltanto un’ora e mezza dall’avvio, per un doppio 6-4 che all’americano Oliver Crawford non lascia quasi nemmeno motivi per recriminare. Se non per l’avvio di parziale, quando il californiano è andato a condurre per 4-2; o per quella volée di diritto che l’avrebbe portato, sempre nel primo set, sul 5-5. Di lì in poi è stato uno show tutto serbo: “Ho voluto provare a chiudere il match con un colpo vincente perché era così che avevo impostato tutta la partita, cercando di avere sempre l’iniziativa in mano”. Ad attenderlo dall’altra parte della rete ci sarà lo spilungone australiano Alexei Popyrin, che ha ceduto il primo parziale alla maggior abilità nel muovere la palla del precocissimo russo Timofey Skatov (classe 2001) ma che ha saputo alzare le braccia al cielo, 2 ore e 12 minuti dopo, sfogando la tensione di un match durissimo scaraventando un pallina oltre le tribune del campo Centrale. Ha mostrato un servizio e un diritto da circuito maggiore, ma anche una buona abilità negli spostamenti e in fase difensiva nonostante le lunghissime leve da portare avanti e indietro per il campo. “Ho giocato diversi match duri questa settimana – ha detto l’australiano -, ma ho già in testa quello che devo fare in finale. So che il mio avversario è un osso duro, sarà un match molto difficile”. Ma anche spettacolare.

I RISULTATI DI GIORNATA

Tabellone singolare maschile, semifinali

A. Popyrin (AUS) [14] b. T. Skatov (RUS) 6-7(1) 7-5 6-3, M. Miladinovic (SRB) [15] b. O. Crawford (USA) [13] 6-4 6-4

Tabellone singolare femminile, semifinali

I. Swiatek (POL) [8] b. L. Boskovic (CRO) 6-2 2-0 rit., E. Rybakina (RUS) b. Y. In-Albon (SUI) 5-7 7-5 6-1

Tabellone doppio maschile, finale

A. Geller (ARG) / N. Mejia (COL) b. V. Kirkov / D. Thomas (USA) 6-1 4-6 13/11

Tabellone doppio femminile, finale

C. McNally / W. Osuigwe (USA) b. I.H. Cho (TPE) / A. Miyamoto (JPN) 6-3 7-6(5)

COME SEGUIRE IL BONFIGLIO

I risultati in diretta del Trofeo Bonfiglio 2017 su Tennis-Ticker, app per smartphone e tablet dedicata al live score. Per maggiori informazioni www.tennis-ticker.biz e www.tcmbonacossa.it. Aggiornamenti, foto e commenti su Facebook e Instagram (account ufficiali del Tc Milano A. Bonacossa). È possibile partecipare con l’hashtag #TrofeoBonfiglio e #58Bonfiglio. La copertura televisiva delle fasi finali sarà affidata a “SuperTennis Tv”, il canale tematico della Federazione Italiana Tennis (64 del digitale terrestre, 224 di Sky, 30 di TivùSat e web-streaming su www.supertennis.tv).

COME ARRIVARE AL BONACOSSA

Con i mezzi: tram 1, 14, 19 e 33 (fermata Piazza Firenze) oppure autobus 43, 48, 57, 69, 78, 90, 91, 163. In metropolitana, con la linea M5 (la lilla), fermate Portello o Domodossola (10 minuti a piedi).

In auto: dalla rete delle tangenziali milanesi prendere l’uscita Certosa, seguire per il centro e imboccare la circonvallazione su Viale Monte Ceneri (cavalcavia della Ghisolfa). Il club è in via Arimondi, 15.

Leggi Tutto

Questo sito è full responsive ed è correttamente visualizzabile su ogni dispositivo. Computer, smartphone e tablet di ogni misura...